Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
55 Euro
Data di uscita
17/3/2006

24: The Game

24: The Game Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment Europe
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
17/3/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
55 Euro

Link

Anteprima

24: The Game

"Jack, i terroristi che vogliono far saltare in aria il pianeta hanno rapito tua moglie, tua figlia e pure il tuo vicino di casa". "Jack, abbiamo liberato il tuo vicino, ma tua moglie si è persa nelle fogne di Los Angeles e tua figlia è ostaggio di un malato di mente in mezzo a un bosco". "Jack...". PLING! PLING! PLING!

di Simone Soletta, pubblicato il

Direttamente tratto da una delle serie TV più accattivanti degli ultimi anni, la cui quarta stagione è ormai disponibile in DVD in tutto il mondo civilizzato (e quindi non in Italia, siamo fermi alla seconda...) 24: The Game è pronto a fare il suo esordio in esclusiva su PlayStation 2. Per l'occasione, Fox Interactive ha scomodato tutto il cast del telefilm allo scopo di realizzare una versione digitale di 24 il più fedele possibile all'originale... e in effetti, il "feeling" provato giocando alla demo presente allo stand di Sony della Games Convention 2005 di Lipsia è decisamente quello.

JACK BAUER, SEMPRE ALL'ERTA

In 24: The Game ci troveremo a guidare il protagonista principale, interpretato da Kiefer Sutherland, impegnato nuovamente a combattere i terroristi che minacciano la sicurezza degli Stati Uniti d'America. Seguendo un canovaccio fantapolitico che potremmo quasi definire "clancyano", ci muoveremo in diverse sequenze d'azione, tutte immancabilmente scandite dal costante scorrere del tempo: nel gioco ritroviamo inoltre le scelte visive che, insieme allo svolgimento in tempo reale, hanno reso famosa la serie, con inquadrature multiple disegnate sullo schermo e lo sfruttamento dei più avanzati ritrovati tecnologici a disposizione della Counter Terrorist Unit.
Fox Interactive ha quindi pescato a piene mani dalla serie TV, cercando di proporre un gioco che fosse altrettanto vario e appagante, e da quanto abbiamo potuto sperimentare sembra che gli sviluppatori abbiano fatto centro. La demo si apriva con un irruzione da parte di Jack in un edificio decisamente fatiscente, organizzata allo scopo di ridurre a più miti consigli un temuto boss della "mala". Questa sezione ha mostrato le caratteristiche salienti delle fasi "a piedi" di 24: The Game, che ci vedranno impegnati a cercare riparo per sottrarci al fuoco nemico per poi eliminare con rara efficacia ogni minaccia presente in stanze e corridoi. Premendo il tasto L1 imporremo a Jack di sporgersi dalla sua zona di copertura, per passare a una modalità di mira che "blocca" il nemico selezionato disegnandogli attorno un grande bersaglio. Agendo sullo stick analogico potremo quindi muovere un mirino all'interno di questo bersaglio per colpire in maniera più efficace e dolorosa il malcapitato di turno. Volendo, comunque, è anche possibile avanzare pistola in resta cercando di contare sull'effetto-sorpresa, oppure attivare una modalità Stealth che permette a Jack di avanzare senza fare rumore.

PARLA, DANNATO

La seconda sezione della demo mostrava un interrogatorio: dovendo sventare il complotto lottando contro il tempo, Jack ha un bisogno costante di informazioni, che possono giungergli attraverso l'immancabile cellulare (nella serie Jack è al telefono praticamente per metà del tempo!), il computer palmare o da criminali catturati vogliosi di collaborare. A renderli tali ci penserà appunto Jack, sfruttando la sua ben nota delicatezza. Agendo sui tasti triangolo, quadrato e croce potremo determinare l'atteggiamento di Jack, scegliendo (seguendo l'ordine precedente) un approccio aggressivo, accomodante o amichevole. Le nostre azioni si ripercuoteranno sull'interrogato, che se opportunamente stimolato vuoterà finalmente il sacco. In pratica, è necessario far salire un indicatore posto sulla destra dello schermo fino a raggiungere la zona "collaborativa"; scegliendo l'aggressività questo indicatore salirà, altrimenti resterà stabile o scenderà. Non si può, però, puntare tutto sulla minaccia, perché spaventare l'interrogato porta solo al fallimento: l'interrogatorio è quindi una sorta di laser-game nel quale dovremo sapientemente miscelare i nostri atteggiamenti per poter estorcere dall'arrestato le informazioni che ci servono.

IN AUTO E SUI TETTI

La demo proseguiva con un inseguimento in auto lungo i celebri canali che attraversano Los Angeles: la manovrabilità del mezzo è più che discreta, e anche i nemici sembrano propensi a darci del filo da torcere, anche se ovviamente non ci troviamo di fronte a un capitolo di Burnout. Infine, abbiamo potuto sperimentare quella che definiremmo "la porzione Intelligence" del gioco, che vedeva Jack (questa volta fuori dal nostro controllo) impegnato a stanare una squadra di cecchini pronti a eliminare il Vicepresidente degli Stati Uniti, e noi a indicargli la posizione di ogni minaccia sfruttando fotografie satellitari e rilevatori di temperatura.
Insomma, 24: The Game sembra abbastanza vario da non annoiare, anche se bisognerà valutarlo nel suo montaggio definitivo, visto che le sezioni provate in fiera erano del tutto slegate tra loro. La trama, poi, dovrebbe interessare molto i fan di 24, visto che va a riempire alcune lacune lasciate aperte tra la seconda e la terza stagione della serie TV.

TECNICAMENTE MIGLIORABILE

Se l'audio del gioco è di ottimo livello, grazie al doppiaggio da parte degli attori originali e alla presenza di tutti gli effetti sonori tipici di una puntata di 24, la grafica forse necessita ancora di qualche ritocco. Cromaticamente il gioco ricalca in maniera abbastanza fedele le scelte di fotografia della serie, ma le ambientazioni non sempre sono ricche come ci saremmo aspettati, e i personaggi, pur molto somiglianti, non sono realizzati al meglio. Si tratta di piccoli particolari, come un'imperfezione sul viso di Michelle e l'espressione eccessivamente spiritata di Jack che, forse, potranno essere rivisti prima dell'uscita del gioco. In ogni caso, anche così com'è 24: The Game è sicuramente un titolo che i fan della serie non dovrebbero lasciarsi sfuggire, se non altro per completare la saga dell'agente più "sfigato" che la storia ricordi.