Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

ABIT KV7

Aggiungi alla collezione

Lati Positivi

  • ABIT KV7: economica e funzionale
  • MSI: Veloce e configurabile
  • MSI: CoreCell

Lati Negativi

  • ABIT KV7: non velocissima
  • MSI: costo superiore
  • Entrambe: KT600 non permette molto overclock

Hardware

Le due schede madri sono state provate con un Athlon XP 2600+ (core Thoroughbred B), due moduli di memoria DDR Corsair XMS PC3700 da 256 MB l'uno, scheda grafica MSI GeForce FX 5900 Ultra e hard disk IBM GXP da 60 GB. Si è utilizzato il sistema operativo Windows XP Professional, con i driver nVidia ForceWare 53.03 per la scheda video e gli ultimi Hyperion di VIA disponibili per il chipset.
Recensione

Schede madri KT600: ABIT KV7 vs. MSI KT6 Delta

VIA ha accompagnato con i suoi chipset tutta la vita dell'Athlon di AMD, dalle sue prime versioni su Slot A, fino ad arrivare agli attuali Athlon XP con core Barton e front side bus a 400 MHz, aggiungendo ogni volta nuove funzioni ed estendendo il supporto ai nuovi standard che si sono presentati. KT600 è l'ultima incarnazione della serie: vediamo in dettaglio due schede madri basate su di esso.

di Antonino Tumeo, pubblicato il

Unreal Tournament 2003 e Return To Castle Wolfenstein evidenziano differenze non determinanti, ma comunque notevoli, che possono arrivare anche intorno ai 10 fotogrammi al secondo. 3D Mark evidenzia con chiarezza che tale differenza dipende in maniera diretta dai test eseguiti sulla CPU, che poi di conseguenza vanno anche a influenzare gli indici generali.
Analizzando la questione un po' più in profondità con i tool messi a disposizione da PC Mark 04, riusciamo a vedere che, troviamo sì una leggera differenza di prestazioni a livello di CPU nei test specifici, ma la variazione più grossa, che è quella che poi va a influenzare in maniera determinate gli altri indici, sembra essere dovuto allo sfruttamento della banda di memoria a disposizione, che non risulta uguale per entrambe le schede pur a parità di tutte le impostazioni. Da notare il fatto che, in entrambi i casi, le schede madri overclockano lievemente la CPU benché le impostazioni siano per entrambe quelle di default: la KV7 porta il front side bus a 168,5 mentre la KT6 Delta a 167 MHz invece dei 166 previsti, e da questa situazione dovrebbe risultare un po' favorita la scheda ABIT proprio sui parametri di banda, cosa che però non accade.
Anche con il Rolling Demo di X2 - The Threath possiamo notare qualche leggera differenza a vantaggio della scheda MSI, ma di entità decisamente meno rilevante. Praticamente nullo è invece il distacco con BenchMark Creatures di Codecult. Con Serious Sam: The Second Encounter, però, così come il test OpenGL professionale ViewPerf 7.1.1, le posizioni si ribaltano, in maniera anche abbastanza clamorosa e la ABIT torna davanti.
Confermano però una lieve superiorità del prodotto MSI i test che stressano solo CPU e memoria, come i test forniti da ScienceMark, dei quali evidenziamo soprattutto quelli relativi alla banda di memoria (che mostrano essere stranamente differente per le due schede) e quelli relativi alla bruta potenza di calcolo sia in Interi che in Virgola Mobile, dove invece c'è solo qualche piccolo guadagno con la scheda MSI.
La prova "applicativa" di compressione di un filmato in DivX (i primi 1000 frame di Matrix Reloaded) con il codec 5.1.1 sfruttando XMpeg 5.02 e comprimendo l'audio in MP3 con i codec Fraunhofer, mostrano infine in maniera indiscutibile come il seppur risicato vantaggio della KT6 Delta sia proprio dovuto a un miglior sfruttamento dei parametri di CPU e memoria.
Questo "migliore sfruttamento" da parte della KT6 Delta è, probabilmente, dovuto in grossa parte alla logica di gestione CoreCell, anche se le funzioni di regolazione di velocità delle ventole e, naturalmente, di impostazione dei parametri di frequenza e voltaggi da Windows XP, possono venire abilitate solo dopo l'installazione dell'apposito software. C'è però anche, nella parte più "manuale" dei test, da elogiare la facilità di configurazione della scheda madre ABIT, che mostra un BIOS più lineare ma altrettanto completo (se non di più).
Entrambe le schede madri si appoggiano ad un chipset che non è così "benevolo" verso chi desidera spingere oltre i limiti le proprie CPU, ma c'è da dire che entrambe le schede permettono margini di manovra abbastanza ampi partendo da questo presupposto e da questo punto di vista CoreCell non sembra portare vantaggi significativi alla soluzione MSI rispetto a quella di ABIT. In entrambe mancano i quattro fori attorno al socket che vengono utilizzati per le soluzioni di raffreddamento più estreme o per i waterblock dei raffreddamenti a liquido, aspetto questo che potrebbe già scoraggiare gli utenti più smaliziati, ma d'altra parte questi utilizzatori forse eviterebbero già in partenza di prendere in considerazione schede madri con KT600... Per tutti gli altri, crediamo che i margini lasciati sia dalla KV7 che dalla KT6 Delta siano più che sufficienti.

CONCLUSIONI

Ci troviamo di fronte a due prodotti che si differenziano per diversi aspetti e che sembrano per questo rivolgersi a fasce di utenza leggermente distinte: la ABIT KV7 si propone come una soluzione "tutto integrato" di qualità, facilmente utilizzabile e sufficientemente veloce, che fa dell'ottimo prezzo il suo punto di forza, la MSI KT6 Delta è invece un prodotto ricco di "optional" che accompagna alle tante funzionalità offerte anche delle prestazioni elevate, mettendola in diretta concorrenza con le schede basate su nForce 2, con un prezzo che è naturalmente "adeguato" a ciò che viene messo a disposizione.
E, dunque, la ABIT KV7 non può che risultare un prodotto consigliato a quegli utenti che desiderino una soluzione "poco impegnativa" dal punto di vista del prezzo e del setup, ma che non vogliono comunque rinunciare a tutte quelle comodità, alla stabilità, alla qualità e anche a quegli "spazi di manovra" tipici delle soluzioni più avanzate della casa. La MSI KT6 Delta è, invece, un prodotto di assoluto valore per le prestazioni offerte, che merita la più attenta considerazione da parte di tutti quegli utenti con richieste un po' più "avanzate" desiderosi di avere una piattaforma ricca di funzionalità (come FireWire, porte RAID aggiuntive sia Parallel che Serial ATA, ecc.) e con tanti accorgimenti, grazie a CoreCell, in grado di migliorarne l'utilizzabilità e la possibilità di andare facilmente oltre i limiti.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Buon interesse riescono ancora a suscitare i chipset per Athlon XP, benchè sul mercato sia già arrivata la nuova CPU AMD, cioè l'Athlon 64. Infatti, il rapporto prezzo prestazioni della precedente CPU di punta AMD è ora ineguagliabile e il mercato sembra ancora necessitare di soluzioni a vari livelli per questa piattaforma. E proprio due livelli leggermente diversi coprono le due schede madri con chipset KT600 provate: la MSI KT6 Delta, con le funzioni CoreCell e una velocità complessiva maggiore rispetto alla media, ma giustificate anche da un prezzo un più alto, sembra molto interessante per chi vuole accompagnare il suo Athlon XP ad un prodotto di alto profilo, ricco di opzioni e di funzionalità anche abbastanza avanzate. La ABIT KV7, invece, si pone indubbiamente come una delle migliori soluzioni "economiche" ora sul mercato, per chi non ha grosse pretese di oveclockabilità (comunque sempre possibile come tradizione della casa) e di prestazioni, ma vuole comunque un prodotto completo e facile da utilizzare.