Genere
Sportivo
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
30/03/2016

Active Soccer 2 DX

Active Soccer 2 DX Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Genere
Sportivo
Distributore Italiano
Xbox Games Store
Data di uscita
30/03/2016
Intervista

Intervista a The Fox Software

Quattro chiacchiere in compagnia dello studio italiano che ha pubblicato Active Soccer DX su Xbox One

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Active Soccer 2 DX ci ha stregato da subito. Il suo fascino che rimanda a Sensible Soccer, l'immediatezza e la libertà arcade delle sue meccaniche, il suo database sterminato composto interamente da storpiature dei nomi reali dei calciatori di oggi. Sulle verdi geometrie dei sui campi si respira una passione da calcio anni '90 quasi commovente. In attesa di proporvi la nostra recensione - anche se leggendo tra le righe probabilmente avrete già intuito cosa pensiamo del gioco - abbiamo pensato di proporvi un'intervista con The Fox Studio, il team italiano responsabile di questo clamoroso successo mobile da pochi giorni disponibile su Xbox One.

Dopo essere nato su piattaforme mobile, il titolo calcistico di The Fox Studio è approdato anche su Xbox One - Active Soccer 2 DX
Dopo essere nato su piattaforme mobile, il titolo calcistico di The Fox Studio è approdato anche su Xbox One

Le fonti di ispirazione del vostro titolo sono abbastanza evidenti. Cosa vi ha spinto a credere che oggi tra titoli con migliaia di licenze, grafica HD e animazioni realistiche ci fosse spazio per un titolo come Active Soccer 2 DX, che strizza apertamente l'occhio a un passato che tanti giocatori odierni non hanno vissuto, anche su console?

Crediamo che ci sia un segmento di utenti che sia favorevole ad un gioco di calcio più semplice, immediato e frenetico. Piuttosto che guardare bellissime animazioni con una libertà di gioco limitata (ci si può muovere entro lo script previsto dal gioco) dei giochi di calcio moderni, qualcuno potrebbe preferire un ritorno alla giocabilità e libertà di controllo dei classici che ha già fatto divertire milioni di giocatori.

Come vedete il futuro di Active Soccer? Le versioni mobile e quelle console potrebbero prendere due strade differenti? E come avete pensato di gestire l'impossibilità di “evolvere” eccessivamente la struttura di gioco per tenere fede alla sua natura di retro-arcade?

In futuro vorremmo poter realizzare qualcosa di più profondo lato manageriale e allo stesso tempo vorremmo cercare di rendere ancora più avvincente la parte in-game. Anche lato grafico ci sono molte possibilità da esplorare.

Una curiosità personale: la campionatura dei cori della Curva Sud del Milan è una scelta dovuta alla vostra fede calcistica o ad altri motivi, tipo la semplicità nel reperire il materiale audio?

In realtà un nostro collaboratore svedese, che si è occupato della parte audio, ha campionato cori provenienti da diversi paesi europei.

Nel corso del mese di aprile sarà rilasciato un aggiornamento che conterrà alcune novità oltre a risolvere alcun bug di gioco - Active Soccer 2 DX
Nel corso del mese di aprile sarà rilasciato un aggiornamento che conterrà alcune novità oltre a risolvere alcun bug di gioco

Di recente molti giochi nati sulle piattaforme mobile stanno sbarcando su console next-gen: nel vostro caso cosa vi ha convinto a compiere questo passo?

Innanzi tutto ci tengo a precisare che Active Soccer 2 è un gioco per mobile molto atipico. La quantità dei contenuti presenti è assolutamente all’avanguardia rispetto alla concorrenza di altri giochi calcistici (sempre su mobile). Non è un gioco classico da pochi mesi di sviluppo, ma è un gioco più complesso. La serie Active Soccer, infatti, è stata concepita e disegnata per essere giocata con un gamepad ed un grande schermo, lo sbarco su console è stato un processo naturale.

Pensate che questo sia un segnale del ritorno delle console al centro del settore del gaming, o solamente una naturale conseguenza della facilità con cui è possibile portare da mobile a console il software grazie a strumenti di sviluppo come Unity e simili?

Entrambe le cose, sicuramente c’è stata una rivalutazione delle console intese come macchine da gioco che offrono determinati standard, da una parte gli strumenti di oggi consentono di esportare con più facilità per diverse piattaforme.

Per colpa di una serie di scelte discutibili al lancio di Xbox One, Microsoft per qualche tempo non ha goduto di molta stima nel panorama dell'indie gaming. Qual è stato il vostro rapporto con loro? E come mai avete scelto – in controtendenza, diciamocelo – di far sbarcare il vostro titolo in esclusiva su Xbox One?

La nostra esperienza con Microsoft è stata assolutamente positiva, il programma di sviluppo indie ID@Xbox rappresenta una realtà interessante, con tantissimi titoli promettenti. Abbiamo scelto di sbarcare prima su Xbox One perché è nata una bella collaborazione e la scelta è avvenuta di conseguenza.

Le meccaniche di gioco richiamano in maniera evidente i classici calcistici della prima parte degli anni '90 - Active Soccer 2 DX
Le meccaniche di gioco richiamano in maniera evidente i classici calcistici della prima parte degli anni '90

Negli ultimi mesi lo sviluppo di giochi in Italia sta mostrando segnali incoraggianti: cosa servirebbe in concreto al settore per potersi affermare e divenire una realtà economica ed industriale come avvenuto in altri paesi europei a noi vicini?

Ci sono diversi fattori che non consentono all’Italia di diventare una potenza europea. Innanzi tutto qui da noi ancora non si prende sul serio l’industria video ludica mentre in tutto il resto d’Europa vengono stanziati fondi da destinare al settore gaming. Non è un caso se i migliori specialisti italiani cerchino posizioni fuori dall’Italia. C’è anche da dire però che qualcosa di importante si stia muovendo, basti pensare a prodotti indipendenti estremamente interessanti come The town of light o a realtà già consolidate come Milestone che si stanno affermando sempre di più.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!