Genere
Strategico
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
44,90 Euro
Data di uscita
3/10/2003

Advance Wars 2: Black Hole Rising

Advance Wars 2: Black Hole Rising Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
INTELLIGENT SYSTEMS
Genere
Strategico
PEGI
3+
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
3/10/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
44,90 Euro

Lati Positivi

  • Tecnicamente superbo
  • Sonoro Eccezionale
  • Caratterizzazione dei personaggi ottima
  • Spessore strategico notevole
  • Appassionante ed appagante
  • Difficile

Lati Negativi

  • Alcune missioni sono un po' troppo difficili

Hardware

Per giocare ad Advance Wars 2 abbiamo bisogno di un GameBoy Advance e di una copia del gioco. Il gioco è provvisto di una batteria tampone per i salvataggi e permette un link per più giocatori anche con una sola cartuccia.

Multiplayer

Nel caso il collegamento sia svolto con una sola copia del gioco, ci si limiterà ad uno scontro su cinque diverse mappe fino a quattro giocatori. Nel caso sia svolto con più copie del gioco, si possono condividere le mappe e non ci sono limitazioni nel gioco.

Link

Recensione

Advance Wars 2

L'esercito di Black Hole non ha imparato la lezione, altrimenti non si capirebbe la nuova invasione, sopratutto alla luce della precedente disfatta. Le forze del Bene però non sono rimaste con le mani in mano: la controffensiva è pronta, nuove forze si stanno arruolando ed i comandanti sono pronti al loro posto. Advance Wars 2 è arrivato: siete pronti alla lotta?

di La Redazione, pubblicato il

Nel 2001 un titolo riuscì a conquistare il cuore di molti appassionati, elevandosi al ruolo di una delle diverse killer-application della console portatile di Nintendo: Advance Wars effettivamente ha ancora oggi molte caratteristiche stupefacenti, in grado di ammaliare il giocatore e di catturarlo davanti al piccolo schermo del portatile della casa di Kyoto. Finalmente, dopo alcuni mesi d'attesa rispetto alla controparte statunitense, è finalmente disponibile anche per il mercato europeo Advance Wars 2, seguito appunto del mai abbastanza lodato progenitore, accompagnato da un eccellente adattamento in italiano che farà la felicità dei non anglofoni. Uno degli strategici più acclamati degli ultimi anni su console ritorna quindi sui nostri schermi e, naturalmente, ne siamo stati facilmente sedotti!

LA TERRA, LA GUERRA, UNA QUESTIONE PRIVATA

L'esercito di Black Hole non si arrende mai: non contente della figura barbina rimediata precedentemente, le "Forze del Male" si rinforzano e ci riprovano lanciando una nuova offensiva nelle quattro diverse regioni che compongono il mondo di Advance Wars 2. Le forze alleate non possono rimanere a lungo con le mani in mano e la controffensiva piano piano prende piede, raccogliendo i fondi e richiamando in servizio i comandanti più abili ed intelligenti dal punto di vista bellico. Il giocatore è chiamato a prendere il controllo dei dodici diversi comandanti in campo, quindi tre per ogni diversa regione, e a guidarli verso la vittoria liberando ogni singola sezione del gioco.
Advance Wars 2 nasconde, sotto un'apparente stile grafico fanciullesco, uno spessore tattico-bellico notevole, forte di una struttura di gioco ampiamente temprata e collaudata: per coloro i quali non conoscessero il gioco precedente, possiamo riassumere le dinamiche di Advance Wars descrivendolo come uno strategico a turni che richiede una grande dose di attenzione e di lungimiranza nell'affrontare le battaglie. Il gioco è assolutamente prodigo di consigli, in modo da rendere l'esperienza ludica perfetta anche per chi non avesse giocato all'episodio precedente: ogni volta che il giocatore avrà a disposizione un'unità nuova o si troverà di fronte ad un nuovo ostacolo, riceverà degli ordini e dei consigli sempre graditi.
La prima cosa da padroneggiare è l'utilizzo e l'accumulazione dei fondi, necessari per creare nuove unità. In alcune missioni il giocatore dovrà completare l'obiettivo semplicemente, si fa per dire, utilizzando le unità già disponibili sul campo, mentre in altri casi sarà chiamato a dirigere interamente la battaglia fin dal principio, scegliendo di volta in volta cosa produrre o arruolare. I fondi sono resi disponibili all'inizio di ogni turno dal quartier generale, luogo da proteggere a tutti i costi perché se occupato dal nemico porterebbe alla cessazione istantanea della missione, e da tutte le proprietà di nostra appartenenza. La prima tattica da imparare è quella della conquista: il giocatore può occupare una costruzione in modo da alzare il proprio fatturato, utile per la creazione di nuove unità. Attenzione perché solo la fanteria è capace di occupare nuove costruzioni, ma è anche debole e ha bisogno di almeno due turni per occupare la zona, quindi se temete degli attacchi proteggetela a dovere, con le giuste contromisure. Le costruzioni occupabili sono di diversa natura e in alcuni casi aumentano le nostre possibilità d'attacco: occupare un porto ci sbloccherà la possibilità di un appoggio via mare alle nostre truppe, l'aeroporto darà luogo ad un supporto aereo assai gradito in molte evenienze.
La seconda regola da padroneggiare è la strategia atta alla creazione delle giuste unità, dal momento che i fondi spesi potrebbero sfumare anche in una sola mossa se non usati con oculatezza. Facciamo un esempio: produrre un elicottero nel caso l'aeroporto sia sotto il tiro della contraerea non è una mossa molto intelligente, come non potrà di certo definirsi un ottimo stratega colui che continuerà ad accumulare unità senza sfruttarle pienamente. La strategia da utilizzare varia a seconda del personaggio che stiamo utilizzando, perché ognuno di essi ha delle caratteristiche belliche diverse che influenzano il corso delle battaglie. Andy, il giovane meccanico di Orange Star, ad esempio è un personaggio completo, bilanciato in ogni settore, mentre il suo amico nerboruto Max predilige la potenza pura e l'attacco diretto, dimostrandosi assai carente invece nello sfruttamento dei veicoli di supporto, dotati di minor gittata offensiva nel caso lui sia al comando. Conoscere i limiti e i punti di forza del proprio personaggio è la chiave di volta per la buona riuscita di ogni singola missione. Nel caso in cui una missione sia affidata ad un personaggio di nostra scelta, noi dovremo valutare ogni singolo dettaglio prima di scendere in campo ed affidare il tutto alla persona più abile nel compito richiesto: non ha senso, per esempio, affidare una missione altamente distruttiva con attacchi frontali ad una persona abile nella conquista ma deficitaria nella potenza offensiva.
Non sempre l'area di gioco sarà perfettamente visibile, visto che potrebbe calare la nebbia, in grado di nascondere le diverse unità e di provocare brutte sorprese. In questi frangenti il giocatore deve affidarsi alla visibilità delle proprie truppe, in grado in questo modo di fendere la nebbia e di permettere l'individuazione delle unità nemiche. Non solo: ogni unità ha un consumo di carburante di munizioni che deve essere sempre tenuto d'occhio, pena la dipartita della stessa falange armata, come per esempio gli aerei che precipiteranno al suolo nel caso finiscano la benzina. Il giocatore quindi deve imparare velocemente ad utilizzare i veicoli di supporto, in grado sia di trasportare la fanteria in velocità, sia di foraggiare le diverse unità con aiuti sul campo. L'utilizzo delle unità di supporto risulta indispensabile sopratutto nelle battaglie più lunghe.
Le diverse caratteristiche dei personaggi sono evidenziate dalle loro virtù, potenzialità speciali che si renderanno disponibili con l'avanzare del tempo e del conflitto. Le virtù sono di due tipi: quella normale e quella speciale. L'utilizzo di queste potenzialità è legato alle capacità strategiche del giocatore che può tranquillamente scegliere quando e come usarle, ma attenzione, attendere troppo sperando di poter acquisire la virtù speciale in vece di quella normale spesso potrebbe essere fatale, dal momento che anche le forze nemiche dispongono di quest'eventualità.
Oltre alla campagna bellica principale, Advance Wars 2 dispone di numerose altre opzioni. Abbiamo la possibilità di affrontare una battaglia singola, creare una mappa a nostro piacimento tramite un editor potente, versatile e facile da usare, o possiamo lanciarci in una lotta contro i nostri amici sfruttando le potenzialità multiplayer del titolo ed attraverso il cavo link. Il collegamento con una sola copia del gioco permette una sfida in cinque mappe diverse fino a quattro giocatori, mentre più interessante sono le possibilità riservate a chi possiede più cartucce, situazione che permette di affrontare battaglie libere, in qualsiasi mappa, e la condivisione dei propri sfoghi bellici e delle proprie fatiche con l'editor del gioco. Inoltre, cosa molto importante, il numero di battaglie può essere aumentato comprando i diversi bonus presenti nel negozio.
Come funziona la compravendita? Semplice: il giocatore al completamento di ogni missione, sia nella modalità campagna, cioè la battaglia principale attraverso le quattro regioni del gioco, sia nella modalità battaglia, accumulerà un punteggio finale in base al proprio comportamento, tenendo conto di diversi fattori che evidenzieranno la velocità, la strategia e la tecnica. Nel caso il giocatore disponga di un numero sufficiente di crediti potrà acquistare l'oggetto desiderato nel negozio, ampliando in questo modo la già enorme longevità del gioco.

CUPE VAMPE

L'aspetto tecnico di Advance Wars 2 è semplicemente eccezionale in ogni singolo dettaglio. Per uno strategico a turni, il fattore predominante e di assoluta importanza è la chiarezza, la possibilità di avere sempre sott'occhio l'intera situazione in modo da agire velocemente ed agilmente. L'aspetto grafico presenta questa chiarezza in maniera esemplare, aggiungendo degli orpelli tecnici notevoli con un risultato convincente e spettacolare. L'area di gioco è ricca di dettagli e particolari, le scelte cromatiche sono ottime e le truppe sono facilmente riconoscibili sul campo. Il lavoro svolto da Intelligent Systems è al bacio, perché sono riusciti a combinare le diverse potenzialità tecniche sullo schermo del portatile Nintendo. Le battaglie poi acquistano spettacolarità nei conflitti armati, rappresentati da uno split-screen verticale che raffigura le unità belligeranti in quel momento. Chi non ama tutti questi fronzoli e vuole soltanto la pura strategia sarà accontentato: è presente anche un'opzione per togliere le diverse animazioni, in modo da velocizzare le battaglie nel caso lo si desideri. Esemplare il design dei personaggi, caratterizzati perfettamente ed accattivanti, con uno stile che evidenzia le loro diverse personalità. L'aspetto musicale segue di pari passo quello grafico con temi splendidi, alcuni decisamente galvanizzanti, ed effetti sonori adeguati.
Advance Wars 2 è un gioco dotato di uno spessore notevole, facile da imparare e difficile da lasciare. Il giocatore non è mai abbandonato a se stesso e è proprio questo a regalare l'impressione di trovarsi in mezzo ad una guerra, come se fossimo un ingranaggio di una grande macchina bellica. La curva di apprendimento e la difficoltà del gioco è calibrata ottimamente, dal momento che ogni area parte con delle missioni meno impegnative fino a salire a pugne assai difficili, per alcuni palati forse anche troppo. La difficoltà a nostro avviso è giusta perché si adatta perfettamente al gioco, assolutamente riflessivo in molti frangenti. Nel caso una missione vi dia noia dopo numerose prove non infuriatevi, ma riflettete: il nostro consiglio è di provare diverse strategie oppure di ritornare sullo stesso compito dopo un'attenta riflessione, che potrebbe portare il giusto consiglio atto al completamento di quello che sembrava un ostacolo insormontabile. In questo modo evidenziamo uno dei punti di forza del gioco, cioè l'appagamento del giocatore, elevatissimo nel caso si riesca a completare una missione particolarmente ostica. In virtù di tutte queste considerazioni, Advance Wars 2 è un capolavoro, un titolo splendido ed uno dei migliori rappresentati del suo genere e noi ne consigliamo caldamente l'acquisto.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Ci sono riusciti di nuovo: Advance Wars 2 è, tanto quanto il suo predecessore, uno strategico esemplare, un connubio in grado di catturare il giocatore ed incollarlo allo schermo del GameBoy Advance. Sotto un aspetto grafico quasi perfetto si nasconde un cuore pulsante d'ottimo titolo strategico, difficile al punto giusto e complesso. I diversi personaggi sono accattivanti ed entreranno subito nell'immaginario del giocatore grazie ai loro pregi e difetti, i ragionamenti si faranno da semplici sempre più accurati e senza accorgersene, grazie ai continui consigli e a una difficoltà ottimale, le ore passeranno una dopo l'altra, perché il giocatore rimarrà sicuramente ammaliato da tanto splendore. Alcuni potrebbero opinare che in alcune missioni la difficoltà sia un po' eccessiva ed in parte è vero, ma si tratta di una caratteristica imprescindibile del genere che potrebbe snervare, ma d'altro canto porta ad un maggiore appagamento del giocatore. Altri invece punteranno il dito sulle lievi innovazioni rispetto al capitolo precedente: noi rispondiamo sostenendo che tale difetto è in realtà di pochissimo conto, visto che è compito assai improbo quello di migliorare una struttura che già precedentemente era quasi perfetta. Advance Wars 2 ci ha conquistato e la sua qualità è indiscutibile: siamo di fronte ad un capolavoro del genere, un gioco da avere e da giocare fino allo sfinimento, un titolo caldamente consigliato senza riserve a tutti i possessori del portatile Nintendo, imprescindibile per coloro i quali abbiano adorato alla follia il precedente capitolo. <i>Lorenzo Baldo</i> <b>SECONDO COMMENTO</b> Migliorare l'eccellenza del primo Advance Wars sembrava davvero difficile, trattandosi di un raro esempio di bilanciamento, immediatezza e strategia. Per il sequel Nintendo ha optato per una cauta evoluzione, anziché per una vera rivoluzione di quanto già visto in precedenza, riuscendo così ad ottenere un gioco superiore ad Advance Wars sebbene non particolarmente differente. Chiunque non abbia mai provato il primo Advance Wars non ha scuse per non aggiungere Advance Wars 2: Black Hole Rising alla lista dei prossimi acquisti. Tutti coloro che hanno già il primo episodio della saga sappiano però di trovarsi di fronte ad un sequel di eccellente qualità ma notevolmente simile al precedente. In ogni caso, uno dei migliori titoli disponibili per il portatile Nintendo. <i>Stefano Castelli</i>