Genere
Strategico
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
29/9/2001

Advance Wars

Advance Wars Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Genere
Strategico
Data di uscita
29/9/2001
Lingua
Inglese
Giocatori
4

Lati Positivi

  • Estremamente divertente e coinvolgente
  • Ben confezionato sotto ogni aspetto

Lati Negativi

  • Fondamentalmente facile

Hardware

Per giocare è necessario un Game Boy Advance, una cartuccia di Advance Wars ed altre configurazioni simili (in totale al massimo quattro) con realtivi Link Cable per sfruttare l'omonima modalità multiplayer.

Multiplayer

Si può giocare in quattro sia tramite link cable, sia passandosi a turni un singolo Game Boy Advance.

Link

Recensione

Advance Wars

Advance Wars: le guerre avanzate. Non si tratta di battaglie rimaste in frigorifero dalla stagione bellica precedente, ma bensì di un nuovo titolo Nintendo per la sua neonata console portatile: uno strategico a turni con molte freccie al proprio arco. Siete pronti a portare la guerra a un livello avanzato?

di Alessandro Paglia, pubblicato il

LE MODALITA' DI GIOCO

Dopo alcune parole di presentazione eccoci dunque arrivati al menù principale. Avremo la possibilità di scegliere tra Field Training (una decina di missioni di tutorial), Link Mode (possibilità di giocare in multiplayer tramite link cable) e Vs.Mode. Inizialmente, insomma, il tutto sembra essere poco ricco, ma basta non lasciarsi prendere dallo sconforto. Analizziamo (innanzitutto) cosa offre il Vs. Mode: la possibilità a quattro giocatori umani o controllati dalla CPU di sfidarsi sulla stessa console...
Mentre in pratica con il Link Node è possbile sfidare tre amici in possesso di un GBA (o scambiare con loro mappe ed altro) con il Vs Mode è possbile sfidare chiunque (fino a un totale di quattro giocatori) utilizzando una sola console, basta semplicemente passarla di mano, turno dopo turno. Già questo non è poco, ma se si tiene presente che una volta portata a termine la modalità Field Training si aprono ben cinque nuove modalità di gioco, tra le quali la modalità Campagna, e la possibilità di comprare mappe e nuovi CO nonchè la possibilità di creare le proprie mappe, non si può far altro che archiviare la prima impressione di "povertà" e costatare l'estrema completezza di questo gioco.
Se vi steste domandando perché qualcuno dovrebbe voler "comprare" nuovi CO è presto detto: ogni CO ha sia caratteristiche particolari, sia un potere speciale, attivabile dopo alcuni turni o a seconda dei danni inflitti all'avversario. Ognuno di questi poteri speciali è in grado di rivoluzionare l'andamento di una battaglia anche se molti sembrano mal proporzionati. Certo questo non giova al realismo del gioco, ma come si è già detto, non è nel realismo che va cercata la "chiave di lettura" di Advance Wars.
Andy, il CO principale, non ha grossi difetti né pregi ed il suo potere speciale consiste nel riparare qualsiasi truppa danneggiata (di due livelli) e di potenziare per un turno il combattimento. Sami invece, la protagonista femminile (un bel peperino in pantaloni militari e... manco a dirlo "tank top") ha nelle sue caratteristiche la maggiore capacità di movimento dei mezzi di trasporto truppe e una maggiore velocità di conquista delle città. Il suo potere speciale invece consiste nel potenziare i movimenti delle truppe di fanteria.
Insomma mentre Andy risulta un ottimo CO in qualsiasi situazione, Sami, vista la normale e decisiva inferiorità delle truppe di fanteria rispetto ai veicoli meccanici, è utile solo in caso si debbano svolgere particolari blitz di conquista delle città nemiche (un caso assai estremo). Altri CO sono adirittura meno equilibrati, il che può tornare utile, quando si gioca con amici, in particolari mappe, per sviluppare la propria peculiare strategia di approccio al gioco. Durante la campagna, poi, a seconda dei particolari CO scelti missione per missione si possono incontrare battaglie e scenari differenti; questo, anche se non di molto, aumenta il fattore "rigiocabilità" del titolo, rendendo più facile l'eventualità che lo si riprenda in mano per terminare una diversa campagna.

GRAFICA, SONORO E CONCLUSIONI

La grafica di Advance Wars è buona e ben si presta a un genere che non ha mai brillato per nitidezza o espedienti visivi (chissà perché gran parte degli strtegici a turni utilizzano una grafica estremamente grezza per le battaglie). Il lato sonoro è ottimamente curato, anche se le musiche, un po' ripetitive, possono risultare alla lunga noiose (possono comunque venir eliminate, così come si possono eliminare le varie animazioni ed effetti speciali, se si è dei tipi sbrigativi).
In conclusione Advance Wars è un gioco incredibilmente ben curato, divertente ed appassionante, il fatto che poi dimori in una console portatile non fa altro che amplificare le sue potenzialità. Se siete degli appassionati di strategici a turni e sapete non prendervi sempre sul serio, allora Advance Wars è il gioco che stavate cercando. Se invece fate della serietà e del realismo la vostra bandiera, forse è il caso che per una volta accantoniate questa vostra fissazione: prepariatevi a divertirvi, perché Advance Wars merita davvero troppo di essere giocato. Forse sarà troppo facile e forse avrà un approccio semplicistico e surreale, ma non si può negare che il gioco risulti dannatamente divertente.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Il gioco merita. E' molto ben confezionato ed estremamente divertente. La longevità è ottima, soprattutto se si vogliono sbloccare tutte le mappe, crearne di nuove o trovare tutti i personaggi. L'opportunità di giocare con gli amici (anche senza GBA aggiuntivi) non va poi sottovalutata. Insomma Advance Wars è un gioco che vale tutto il denaro speso, e probabilmente qualcosa di più. Forse rimane un po' "facile" ed anche un po' "semplicistico" per i giocatori più sgamati, tuttavia senza dubbio è un titolo che quanto meno va preso in considerazione se si è in possesso di un Game Boy Advance. Non è inopportuno definirlo un "Must", un gioco destinato a essere ricordato.