Genere
Strategico in tempo reale
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
55 Euro
Data di uscita
1/5/2004

Afrika Korps vs. Desert Rats

Afrika Korps vs. Desert Rats Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Monte Cristo Multimedia
Sviluppatore
Digital Reality
Genere
Strategico in tempo reale
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
1/5/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
55 Euro

Lati Positivi

  • Ottima grafica e sonoro
  • Discreto motore grafico

Lati Negativi

  • Poche mappe in modalità multiplayer
  • Rari crash improvvisi

Hardware

I requisiti raccomandati richiedono un Pentium 4 a 1,4 GHz, 512 MB di RAM, 1 GB di spazio libero su disco rigido e una scheda video Nvidia GeForce 3 o Ati Radeon 8500. E' supportato Windows 98/2000/XP/ME. Il gioco provato su un Pentium 4 a 1.6 GHz con 768 MB di RAM con una scheda video GeForce FX 5200 su Windows XP ha dato rallentamenti in rare occasioni. Anche in presenza di numerosi veicoli nella stessa scena, il motore di gioco si comporta discretamente bene.

Multiplayer

Afrika Korps vs Desert Rats prevede il supporto multiplayer sia in rete locale che via Internet. In entrambi i casi però ci sono a disposizione pochissime mappe (dieci) su cui iniziare avvincenti sfide. Il problema principale riguarda la gestione delle unità: mentre nel gioco in singolo si può mettere la partita in pausa per organizzare al meglio la propria truppa, la modalità multiplayer manca (ovviamente) di questa possibilità, mettendo a nudo uno dei difetti congeniti del gioco: in questo modo coordinare le proprie risorse diventa molto più difficile.

Link

Recensione

Afrika Korps vs. Desert Rats

L'artiglieria nemica ci assorda da giorni, l'acqua comincia a scarseggiare e questa maledetta sabbia entra nei motori dei nostri carri armati mandadoli continuamente in panne. L'altro giorno è arrivato l'ultimo convoglio di rinforzi: sembra che i tedeschi siano riusciti ad accerchiare le nostre truppe. Chi sopravviverà a questo inferno ? Chi riuscirà a scappare da Tobruk ?

di Emanuele Gesuato, pubblicato il

Diversi strategici in tempo reale e a turni hanno preso ispirazione da fatti realmente accaduti. La "musa" più gettonata di questi tempi è sicuramente la Seconda Guerra Mondiale che, data la sua vicinanza storica e il numero di nazioni entrate nel conflitto, è l'evento bellico che più accomuna un po' tutti i paesi del mondo. Niente da dire, quindi, se stavolta ci pensano l'ungherese Digital Reality (sviluppatore) e la francese Monte Cristo (produttore) a dare una loro interpretazione della battaglia combattuta in Nord Africa tra le forze nazifasciste e angloamericane. Afrika Korps vs. Desert Rats è un nuovo strategico in tempo reale che permette di vestire i panni di due comandanti - uno tedesco, l'altro inglese - impegnati a darsi una dura battaglia tra la Libia e l'Egitto. Questo è anche uno dei primi strategici in tempo reale a cercare di fornire una trama che vada oltre la semplice cronologia storica degli eventi. Afrika Korps vs. Desert Rats cerca di raccontare la storia di un'amicizia nata durante le Olimpiadi di Berlino del 1936 e che ora sembra tristemente destinata a finire schiacciata dalle terribili conseguenze della guerra. Oltre a una trama di buon spessore, lo strategico di Digital Reality si differenzia dalle produzioni più classiche nel suo genere per l'abbandono della classica meccanica di gioco basata sulla raccolta di risorse, da trasformare e utilizzare per potenziare le truppe a disposizione. In ogni missione si avrà invece un certo numero di unità e con queste (e solo con queste) ci si dovrà preoccupare di soddisfare ogni obiettivo assegnato.

ROMMEL VS. MONTGOMERY

La modalità di gioco per giocatore singolo propone tre scelte possibili: storia, campagna e scenario. Con la prima si prende parte all'intera battaglia combattuta in Nord Africa, prima con i tedeschi (fino alla conquista di Tobruk) e poi con le forze alleate (sino alla sconfitta nazi-fascista a El-Alamein). Con la modalità campagna si può scegliere l'allineamento iniziale ma le missioni sono sempre le stesse, soltanto che in questo modo si può combattere con le forze angloamericane prima di aver completato il gioco dalla parte dei tedeschi. Nell'ultima opzione (scenario) si potrà scegliere un'unica missione tra quelle già completate. Queste ultime sono molto varie; si va dalla scorta di convogli alla distruzione di strutture avversarie, dal riuscire a mantenere posizioni difensive all'evacuazione di forze alleate. Insomma, da questo punto di vista gli sviluppatori hanno voluto rendere (riuscendoci perfettamente) l'esperienza di gioco il più coinvolgente possibile.

CARTA, FORBICE, SASSO

La struttura di Afrika Korps vs. Desert Rats pone l'accento sull'aspetto strategico trascurando volutamente l'approccio basato sull'attacco a forza bruta, caratteristico di altri titoli dello stesso genere. Le risorse a disposizione sono estremamente limitate (non si possono "costruire" nuovi veicoli, al massimo si riesce a catturare qualche unità avversaria) e proprio per questo motivo occorre agire in modo da preservare il più possibile le proprie forze. Nel gioco ci sono un totale di 70 diverse unità con caratteristiche che si completano a vicenda; esploratori, granatieri, carri armati, veicoli da ricognizione, artiglieria e anticarro devono essere integrati tra loro nel migliore dei modi per avere successo. Le unità da esplorazione sono praticamente indifese da qualsiasi attacco ma senza il loro contributo l'avanzata delle truppe è costantemente a rischio: dietro ogni duna si potrebbero nascondere pericolose insidie. I carri armati dal canto loro offrono una potenza di fuoco invidiabile (il carro "Tigre" dei tedeschi può distruggere palazzi interi con pochi colpi) ma soffrono di scarsa visibilità del terreno circostante e possono essere facile preda se attaccati dai lati. Anche i semplici fanti che in altri giochi dello stesso genere sono carne da cannone, in Afrika Korps vs. Desert Rats diventano utili; grazie a loro è possibile "catturare" qualche veicolo avversario rinforzando di qualche unità il proprio esercito. Tra l'altro sono proprio i soldati che in definitiva costituiscono il punto centrale delle proprie forze. Anche se si perde qualche carro armato ma si riesce a salvare l'equipaggio interno si può riuscire a catturare qualche veicolo avversario (sparando ai cingoli o alla torretta si può "bloccare" un carro armato senza distruggerlo completamente) integrando le eventuali unità perse.

Questo aspetto strategico impone un livello di microgestione delle proprie unità che a lungo andare avrebbe potuto diventare veramente frustrante. Ordinare ai singoli soldati di spostarsi su una duna e contemporaneamente trincerare un gruppo di panzer - il tutto sotto un feroce attacco inglese - potrebbe portare alla disperazione anche il più preparato dei generali. Fortunatamente, gli sviluppatori hanno deciso di dar la possibilità di mettere in pausa il gioco (ma solo nella modalità per giocatore singolo) permettendo di ponderare la situazione e agire di conseguenza con tutta calma. Non aiuta in questo compito l'interfaccia di gioco, che risulta piuttosto scomoda rendendo alcune azioni un po' troppo laboriose; per fortuna a ogni comando è associato un tasto, in questo modo la tastiera diventa un utile riferimento quando si riesce ad acquisire una maggior pratica di gioco.

L'AFFASCINANTE DESERTO

Tutte le unità di gioco sono state realizzate graficamente con una cura dei dettagli molto elevata. La qualità complessiva delle texture di ogni veicolo e di ogni soldato è ragguardevole e talvolta si può rimanere a bocca aperta osservando la propria truppa che, passando per un villaggio apparentemente deserto, alza una nuvola di polvere che dopo un po' torna a posarsi per terra. Negli scontri a fuoco, poi, si potrà assistere ad alcune tra le più belle esplosioni che si siano mai viste in un gioco di questo tipo. Tutto questo dettaglio grafico sembra non pesare molto sul motore grafico visto che tutta l'azione di gioco rimane abbastanza fluida anche in presenza di numerosi avversari sullo schermo. Purtroppo, in alcune occasioni (abbastanza rare, per fortuna) Afrika Korps vs. Desert Rats diventa inspiegabilmente lento e in ancor più rare volte, in fase di caricamento delle missioni il gioco torna a Windows senza aver dato nessuna segnalazione di errore.
Le mappe sono completamente tridimensionali e ci si può muovere abbastanza liberamente grazie a una telecamera che si può spostare in qualsiasi direzione, anche se purtroppo si sente la mancanza di qualche grado di libertà in più. Talvolta si avverte la necessità di spingere più in là la linea dell'orizzonte, cosa che purtroppo è possibile solo fino a un certo punto. Non mancano diversi livelli di zoom anche se anche questi sono insufficienti a garantire un'adeguata visibilità dell'area circostante... insomma, talvolta capita di non riuscire ad avere tutta la situazione sotto controllo.
Il lato multiplayer del gioco sfrutta Internet e la rete locale: nel primo caso ci si può affidare al servizio offerto dal popolare Gamespy. In entrambi i casi, purtroppo, non si ha a che fare con una gran varietà di scelta, visto che sono disponibili soltanto una decina di mappe su cui scontrarsi con gli avversari. Comunque, questa modalità di gioco soffre di alcuni problemi di giocabilità visto che si deve riuscire a coordinare tutte le proprie truppe in tempo reale, senza aver la possibilità di mettere (ovviamente) il gioco in pausa.
Insomma, Afrika Korps vs. Desert Rats è uno strategico in tempo reale che certamente appare ben realizzato anche se con qualche piccolo difetto tecnico (ma sembra che sia in arrivo una patch, già disponibile per le versioni francese e tedesca). Molto divertente e dotato di un ottimo bilanciamento della difficoltà, il titolo Digital Reality garantisce diverse ore di coinvolgimento sia in modalità singolo giocatore che in multiplayer. Questo genere di giochi si arricchisce di un nuovo esponente estremamente interessante sia per gli appassionati, sia per chi ha intenzione di provare uno strategico diverso dal solito.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Afrika Korps vs Desert Rats è un nuovo strategico in tempo reale diverso dai soliti titoli in stile Command & Conquer. Non si deve raccogliere alcuna risorsa, né si deve costruire un esercito in grado di distruggere il nemico; al contrario tutte le unità vengono fornite a inizio missione e solo grazie a un attento bilanciamento delle caratteristiche dei propri veicoli, unito a una discreta dose strategica, si potrà riuscire a ottenere la vittoria. L'ottima grafica e un comparto sonoro interpretato nientemeno che dall'Orchestra Sinfonica di Vienna non riescono a mettere completamente in ombra alcuni (piccoli) problemi tecnici dovuti alla gestione della telecamera e dell'interfaccia di gioco. In ogni caso, Afrika Korps vs. Desert Rats è un buon gioco che saprà farsi apprezzare dagli appassionati ma anche a chi vuole provare qualcosa di diverso dai soliti strategici in tempo reale.