Genere
Sportivo
Lingua
Manuale in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
64,99 Euro
Data di uscita
21/11/2003

Amped 2

Amped 2 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Genere
Sportivo
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
21/11/2003
Lingua
Manuale in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
64,99 Euro

Hardware

Amped 2 è un'esclusiva Microsoft per tutti i possessori di Xbox.

Multiplayer

Oltre al classico multiplayer offline, Amped 2 offre pieno supporto a Xbox Live e XSN Sports, il servizio online per la creazione e la gestione di tornei.

Link

Anteprima

Amped 2

Microsoft torna a calcare la neve. Dopo l'ottima prova offerta con l'episodio precedente, Amped 2 si trova a fronteggiare quest'anno una concorrenza più agguerrita del solito: Electronic Arts con SSX 3 e la stessa Nintendo con il nuovo episodio dello storico 1080 Snowboarding: l'inverno si avvicina ma per gli appassionati della neve si prospetta una stagione davvero calda.

di Andrea Focacci, pubblicato il

Con l'avvento di 1080 Snowboarding su Nintendo 64, i giochi caratterizzati da una tavola e un manto innevato hanno progressivamente iniziato ad abbandonare il ghetto in cui vengono relegati i generi di secondaria importanza, creando una scia ben marcata che, seguita e reinterpretata da altre software house, ha reso lo snowboarding uno degli sport più indiscutibilmente "cool" presenti sul mercato dei videogiochi. Si pensi alla serie di SSX, giunta al suo terzo e spettacolare appuntamento grazie all'operato di Electronic Arts. Si pensi a 1080 Snowboarding, pronto a tornare alla ribalta su Gamecube. Si pensi allo stesso Amped che, dopo aver offerto un approccio meno usuale al tema durante la sua prima apparizione su Xbox, si accinge a stupire ancora grazie a questo secondo capitolo: anche se si parla di neve, ci sarà da sudare per decidere il vincitore.

EQUILIBRIO PRIMA DI TUTTO

Pur accostata a più riprese a SSX, la serie di Amped tende a discostarsene allo stesso tempo, abbracciando tavola e neve grazie ad un approccio che sarebbe iperbolico definire "simulativo", ma altrettanto riduttivo etichettare come "arcade". Amped 2, così come il suo predecessore, non propone le fantasiose ambientazioni, tutte luci e lustrini, presenti nel titolo Electronic Arts, né vi permetterà di prendere il vostro snowboard e attorcigliarvelo fra i capelli durante le fasi di salto e volo: è concesso largo spazio all'esplorazione, alla sfida e all'acrobazia perfetta come sfida contro le proprie capacità, ma il tutto sotto l'immancabile rigore (o quasi) disposto dalle leggi della fisica. Quanto scritto trova immediato riscontro nel sistema stesso di controllo, che destina la gestione di prese e piroette all'utilizzo dello stick analogico destro: gli abitudinari delle combo – i patiti di un qualsiasi Tony Hawk Pro Skater, per intenderci – troveranno iniziale difficoltà nell'adattarsi al tipo di sistema ideato. Soprattutto durante le prime partite, ogni nostro movimento risulterà facilmente impreciso e incompleto, roba da scolpire il nostro viso nella neve a più riprese: ovviamente, grazie a un po' di pratica, scopriremo per l'ennesima volta di come "il diavolo non è poi così brutto come lo si dipinge" e controllare coordinazione degli arti in aria e movimenti del bacino durante i grind su trampolini e ringhiere sia più facile di quanto immaginato.

L'UOMO E LA MONTAGNA

Ripetiamo, la mancanza di combo realmente spettacolari potrebbe far storcere il naso a qualcuno, ma la vera sfida non sta nella quantità di pose assunte durante un balzo ma, piuttosto, nell'eseguire con precisione quanto richiesto dal gioco: il sistema a punti progressivo, per sbloccare nuovi pendii e bonus, è la soluzione migliore per ovviare all'assenza delle sfide mozzafiato a più giocatori presenti, ad esempio, nella saga di SSX. Ma se il titolo Electronic Arts può essere considerato quasi alla stregua di un "racing game" arcade, il titolo Microsoft punta tutte le sue carte sulla grande libertà lasciata al giocatore: durante le nostre discese nessun cronometro porrà un veto alla nostra vena esplorativa, che avrà termine solo una volta giunti al termine del pendio. Ogni montagna è caratterizzata da diversi obiettivi e dalla presenza di molteplici piste, il cui ordine di prova non è vincolato in alcuna maniera: starà al giocatore decidere quale percorso è più adatto alle proprie inclinazioni o quale sia il più proficuo per raggiungere con facilità il tetto di punti richiesto per sbloccare la tappa successiva.
Ovviamente, come tradizione di questo tipo di giochi vuole, non mancheranno gli attenti foto-reporter che, appostati nelle prossimità dei punti più spettacolari e strategici, non perderanno occasione per immortalarvi in caso saprete proporre una posa plastica degna di nota. Completare più obiettivi e bonus possibili è cosa non solo giusta, ma anche necessaria per accedere a competizioni particolari che, oltre a donarvi qualche "punto esperienza" in più per affinare le proprie capacità, vi permetteranno di strappare nuovi e redditizi contratti con i vari sponsor del settore: in fondo, anche il look va curato, come dimostra ampiamente Amped 2 stesso, proponendo nella modalità Carriera un guardaroba veramente vasto, attraverso il quale allestire l'avatar alpino più congeniale alle nostre preferenze.

SCIARE ALLA MODA

Rispetto al predecessore, le migliorie più evidenti sembrano riguardare l'aspetto tecnico e grafico, piuttosto che reali innovazioni dal versante del gameplay. Il numero di poligoni su schermo, per quanto possibile, pare sensibilmente aumentato così come il livello di dettaglio dei personaggi stessi: è stato aggiunto bump mapping sui vestiti, per rendere al meglio l'idea dello stropicciamento, ombre dinamiche per ogni personaggio e diversi effetti di luce lungo le piste. Confermata la presenza di un'ottima colonna sonora con brani aggiornati e in tema con il mondo dello snowboard, una buona notizia è sicuramente rintracciabile nel frame-rate, più stabile e meno esente da problemi rispetto al passato in questa versione preliminare. Riguardo al versante giocoso vero e proprio, le novità sono rappresentate da un paio di figure, ottenibili col alcune combinazioni di tasti, il cui equilibrio può ora essere controllato manualmente in tempo reale, come già accade nel caso dei grind. A ben vedere, Amped 2 può essere più facilmente definito come un corposo aggiornamento, piuttosto che come un nuovo episodio vero e proprio, propedeutico alla novità forse più significativa di questa edizione, ovvero il supporto Xbox Live e XSN Sports per la creazione di numerosi tornei online con altri sfidanti mondiali. La bontà di questa opzione, tuttavia, potrà essere verificata solo in fase di recensione che non tarderete a leggere su queste stesse pagine.