Genere
Sportivo
Lingua
Manuale in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
64,99 Euro
Data di uscita
21/11/2003

Amped 2

Amped 2 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Genere
Sportivo
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
21/11/2003
Lingua
Manuale in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
64,99 Euro

Lati Positivi

  • Ottimo sistema di controllo
  • Numerose e valide piste
  • Grande longevità
  • Molte musiche

Lati Negativi

  • Un po' difficile
  • C'è solo il freestyle
  • Bisogna appassionarsi

Hardware

Per giocare ad Amped è necessario un Xbox PAL, una confezione originale del gioco e un pad (fino a due per le sfide multiplayer offline). E' presente il supporto System Link per due o otto giocatori e quello per gli amplificatori Dolby Digital 5.1. Per il multiplayer online è necessario Xbox Live.

Multiplayer

E' presente il multiplayer tradizionale in split screen per due giocatori, nonché il pieno supporto per il gioco online grazie alle piattaforme Xbox Live e XSN. Inoltre è supportato il System Link per un massimo di otto giocatori.

Link

Recensione

Amped 2

Spacciare Amped 2 come un diversivo in attesa delle settimane bianche sarebbe ingiusto. Nessun gioco può competere con la realtà, sempre più gustosa della finzione. Amped e tutti gli sportivi vanno giudicati per quello che sono: videogiochi puri e semplici. Tutto questo per dire che se lo snowboard non v'interessa, siete nel posto giusto, continuate a leggere: Amped 2 è un'altra cosa.

di Simone Gerevini, pubblicato il

Queste sono esclusivamente le gare e gli eventi principali: ve ne sono comunque altri che non ha alcun senso stare qui ad elencare. La varietà dell'offerta di gioco è in ogni caso ben rappresentata. L'unica cosa che manca veramente ad Amped 2 sono le gare di discesa libera e slalom, che pur non centrando nulla con il freestyle, sono una parte importante dello snowboard sportivo. Più che altro se ne sente la mancanza perché, a parte gli eventi speciali, si ha sempre l'impressione di gareggiare da soli e viene quindi un po' meno il gusto della sfida contro qualcun altro, fosse anche una semplice intelligenza artificiale. Questa mancanza non si sente nel momento in cui si gioca in multiplayer, online od offline. Amped 2 offre un paio di modalità di gioco, ovvero la semplice discesa libera in compagnia e una sessione di gara che propone quattro diverse sfide per stabilire chi sia il vincitore. Come al solito non mancano classifiche online, che aggiungono un ulteriore motivo d'interrese ad accedere a Xbox Live. E' invece ancora in fase iniziale il supporto a XSN: le competizioni sono ancora poche ed il numero di partecipanti è relativamente scarso, e per ora non c'è alcun motivo per preferirle al tradizionale servizio di Xbox Live. In realtà la natura del gioco, e più in generale dei titoli di snowboard, non permette al multiplayer di mostrare tutte le sue potenzialità. Non per questo si può affermare che giocare in compagnia non sia una valida possibilità aggiuntiva.

LE MONTAGNE DI TUTTO IL MONDO

La varietà dell'esperienza di gioco è garantita anche dalla presenza di numerose località montane. Tutte offrono due o più percorsi, che alcune volte s'intrecciano ed incontrano, mentre in altri casi si trovano su versanti completamente separati. La qualità dei tracciati è elevatissima in ogni senso: il design offre possibilità infinite per gli amanti di ogni genere di trick, mentre la realizzazione grafica è ottima, soprattutto nel ricreare scenari ampi e ricchi di dettagli. Ogni pista ha caratteristiche particolari: ci sono località di alta montagna in cui sono completamente assenti costruzioni umane e il giocatore per i suoi esercizi deve affidarsi esclusivamente a ciò che gli offre la natura, mentre in altri comprensori è possibile trovare neve battuta, rampe, half pipe, cavi di seggiovie su cui grindare. L'unica nota negativa (ma è una considerazione molto personale) è l'eccessiva ridondanza di elementi sui quali è possibile eseguire trick: per questo motivo si perde un po' il gusto per la semplice discesa. In realtà il gioco offre un paio di competizioni in cui è l'esplorazione ad avere il sopravvento sull'esecuzione di acrobazie, ma forse non bastano.
Al contrario è più che sufficiente la qualità e quantità del reparto sonoro. L'accompagnamento musicale è vastissimo (dovrebbero essere circa trecento brani) e copre tutto lo specchio dei generi musicali che solitamente accompagnano i cultori dello snowboard (ma si tratta di una generalizzazione bella e buona). Si avrà dunque a che fare con pezzi hard-core, surf rock, elettronica, emo, e un altro buon numero di generi più o meno riconoscibili. La qualità è altalenante, ma con un numero di brani così elevato c'era da aspettarselo, e in ogni caso bisogna fare i conti con i gusti personali. Apprezzabile la possibilità di scegliere quali generi ascoltare e soprattutto di utilizzare le proprie colonne sonore presenti sull'hard disk.

ALLA FINE DELLA DISCESA

E' ormai chiara l'indubbia qualità di Amped 2. Detto questo, in realtà si potrebbe anche affermare che Amped 2 non sia un titolo per tutti, senza avere tutti i torti. Questo non solo perché è uno sportivo, e per di più dedicato allo snowboard, ma anche per la sua particolarità: non c'è quasi mai un avversario, e la competizione diretta, intendendo il senso più ampio del termine, è alla base di ogni videogioco. Non è poi particolarmente spettacolare, caratteristica generalmente molto apprezzata negli sportivi non convenzionali ed è relativamente difficile, soprattutto all'inizio, il che significa una curva d'apprendimento piuttosto lunga. Infine, nonostante la varietà, è un gioco dedicato esclusivamente al freestyle. Insomma ha tutta una serie di caratteristiche da tenere bene in considerazione, e che d'altronde possono anche essere viste dall'altro lato della stessa medaglia: permette al giocatore di concentrare le sue energie sulla riuscita delle acrobazie, non si perde in inutili e fumosi abbellimenti, offre un sistema di controllo perfetto per le esigenze del gioco e soprattutto si concentra su una disciplina dello snowboard da scoprire in ogni dettaglio nella sua versione digitale. Entrambi i piatti della bilancia sono carichi di considerazioni: al commento il verdetto finale.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Amped 2 è un titolo che ha delle pretese e le soddisfa pienamente. E soprattutto è in grado di soddisfare le pretese di chi sia alla ricerca di una simulazione di snowboard profonda e completa, seppur limita al solo campo del freestyle. Ovviamente con lo snowboard vero non ha nulla da spartire, ma è un titolo che si lascia giocare, appassiona ed offre un livello di sfida elevato. Non ha molto senso prendere in mano questo gioco per divertirsi un pomeriggio, così, tanto per cambiare. Per apprezzarlo pienamente è necessario dedicare tempo alla crescita del proprio personaggio e allo sviluppo di una buona confidenza con l'ottimo sistema di controllo, punto nevralgico di ogni produzione del genere. Una buona realizzazione tecnica ed il supporto per il multiplayer online e tradizionale, completano un panorama davvero piacevole.