Genere
Avventura
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
11/1/2012

Amy

Amy Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Lexis Numérique
Genere
Avventura
Data di uscita
11/1/2012
Recensione

L'orrore, ma per le ragioni sbagliate

The Last of Us può dormire sonni tranquilli.

di Marcello Cangialosi, pubblicato il

Amy è un survival horror fondato su dinamiche stealth non lontane da quelle apprezzate in Forbidden Siren e arricchito da meccanismi di cooperazione con una intelligenza artificiale ispirati ad ICO. Descritto così, Amy suona come un'esperienza horror potenzialmente formidabile, persino innovativa, ma la caratura della premessa teorica purtroppo non corrisponde a quella della sua esecuzione pratica, risultando in una produzione di scarso valore ricreativo, quasi amatoriale malgrado la nomea del suo ideatore, quel Paul Cuisset che all'epoca della sua militanza di Delphine Software produceva capolavori come Flashback.

OTTIME IDEE...
Per capire dove Amy delude bisogna partire da dove Amy promette, vale a dire dalla fredda analisi di quegli elementi caratteriali che lo distinguono concettualmente dalla concorrenza. Nei panni della scienziata Lana, il vostro obiettivo è quello di attraversare ambienti urbani pervasi da una non meglio identificata epidemia avendo cura della piccola Amy, una ragazzina misteriosamente immune al contagio nonché dotata di poteri paranormali. La suddetta epidemia è ovviamente di quelle che non si limitano ad uccidere, ma che trasformano in zombi chi ne viene contagiato. Peggio ancora, il virus è di tipo aerobico, significando per Lana un problema non da poco. Bastano infatti pochi minuti spesi respirando l'aria malsana perché il mondo intorno a lei cominci ad assumere tonalità rossastre mentre gli occhi si fanno cerulei, la pelle grigia e il passo zoppicante. Per sua fortuna, l'immunità di cui gode la piccola Amy protegge anche chi le sta accanto, pertanto basta averla nelle immediate vicinanze per ostacolare il processo di trasformazione. In alternativa è possibile fare appello ad antidoti temporanei nella forma di siringhe usa e getta (recuperabili dall'ambiente) contenenti un siero da iniettarsi nel collo alla bisogna.

Il punto d'incontro perfetto tra Forbidden Siren e ICO? Non esattamente... - Amy
Il punto d'incontro perfetto tra Forbidden Siren e ICO? Non esattamente...

Sebbene Amy segua Lana autonomamente e sia anche possibile chiamarla a sé o tenerla per mano agendo su un tasto dorsale, il gioco oppone ostacoli il cui superamento richiede spesso la rottura della coppia, innescando di fatto un conto alla rovescia entro il quale eseguire le operazioni necessarie alla progressione. A queste dinamiche cooperative (sulle quali si approfondirà a breve) si affiancano quelle stealth e di combattimento. Evitare il confronto diretto con il nemico è generalmente strategia preferibile, significando la necessità di procedere senza solleticarne vista o udito. Oltre alle comuni pratiche di elusione (camminare piano, passare alle spalle), Amy approfitta delle caratteristiche dei suoi protagonisti per introdurre alternative inconsuete. Laddove sola, una Lana quasi-zombi può incrociare lo sguardo di altri zombi senza suscitarne ostilità, purché non corra, mentre lo scricchiolio prodotto dall'attraversamento di un tappeto di vetri (che normalmente allerterebbe nemici limitrofi) può essere ammutolito approfittando di una delle abilità speciali di Amy, vale a dire la capacità di creare magiche bolle insonorizzanti. L'interazione con eventuali cabine telefoniche o automobili dotate di antifurto permette infine di allestire strategie di depistaggio utili a liberare passaggi altrimenti sotto ineludibile sorveglianza. Dove poi la propria azione furtiva dovesse fallire, le alternative sono due: prodursi in un disperato corpo a corpo o fuggire per nascondersi. Nel primo caso è possibile fare appello a bastoni o piedi di porco, armi che il gioco concede raramente e che per di più si rompono alquanto rapidamente. Semplicissimo il sistema di combattimento: un tasto per colpire, uno per schivare. Nel secondo caso, armadietti e scrivanie offrono nascondigli in cui sparire finché l'intelligenza artificiale non si calma. Per inciso, quest'ultima strategia è l'unica possibile quando il nemico non è un semplice zombi bensì uno dei soldati armati di tutto punto impegnati in una “operazione di bonifica” per conto di una misteriosa organizzazione.


Commenti

  1. Myau

     
    #1
    Niente da fare, pare proprio che questo gioco sia "di botte". Provata la demo, e avendo trovato il prodotto di mio interesse, sono sempre più propenso all'acquisto.

    P.S.
    "alla bisogna"
  2. Bastyano

     
    #2
    Ah Ah! Io lo sto scroccando al mio coinquilino (io essere etero, eh, non sono su piazza).

    A facile, è la cosa più vicina a Siren, dai tempi di... Siren. Puzza molto, questo è lapalissiano, ma ha un ché di perverso e masochistico che mi piace. Se la mia compagna leggesse questo forum...


    Ora le mando un link.
  3. SixelAlexiS

     
    #3
    Shin non sarà contento di questa stella... direi che "Redazione" già gli stà sulle palle XD
  4. Lylot72

     
    #4
  5. Redazione

     
    #5
    SixelAlexis, la recensione è firmata.
  6. Zendo

     
    #6
    Rece inequivocabile...e non è l'unica...che gioco di cacca...eppure qualche masochista lo prenderà
  7. utente_deiscritto_161883

     
    #7
    Ottima recensione, ben scritta ed equilibrata, complimenti.
  8. SixelAlexiS

     
    #8
    RedazioneSixelAlexis, la recensione è firmata.
    Marcello :O !!!
    Wow, non ci credo, sappi che sei un mio idolo, ti seguo sempre su iWaggle :nworthy:

    Cmq sul commento sopra, non ho ancora letto la recensione, però Shin X sul suo blog se la prendeva con chiunque avesse dato voti superbassi su Amy, era solo per questo che ho fatto la battutaccia.

    Insoma, non volevo denigrare il tuo lavoro ;)

    p.s. farai parte del "nuovo" staff allora?
  9. Bastyano

     
    #9
    Porca vaccaccia, ma beee-rchè sto plebiscito? La cacca è cacca, nous sommes d'accord, ma un mio amico indiano mangia le cavallette, puledra frigida! Scroccatelo come me. Mi gioco i peli pubici che non è un titolo da 1, 2 o 3, Perdinci bacco!

    Se dovessi mai perdere la scommessa, aspetto redattrici per la rasatura.
  10. stepkanevra

     
    #10
    Scrivo anche qua il mio modesto, e temporaneo, parere.

    Ho giocato i primi due capitoli. Fin'ora la cosa più scandalosa, tecnicamente parlando, è il filmato iniziale. E io di robe tecniche non me ne intendo, ne mi interessano più di tanto.
    Tuttavia ha delle ingenuità di gestione che lo rendono parecchio frustrante (i checkpoint, ad esempio, sono ridicoli). Non ci vedo nemmeno tutta quell'atmosfera che credevo ci fosse. Rimane una buona idea realizzata estremamente male, poteva essere un ICO horror,e invece rimane un mediocre survival.

    Voto temporaneo: 5/10 (tenendo conto del prezzo contenuto e della totale penuria di survival horror attuale)
    Per un giudizio approfondito e completo aspetto di finirlo.
Continua sul forum (93)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!