Genere
Avventura
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
39,90 Euro
Data di uscita
31/3/2006

Animal Crossing: Wild World

Animal Crossing: Wild World Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Genere
Avventura
PEGI
3+
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
31/3/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
39,90 Euro

Lati Positivi

  • Virtualmente infinito
  • Rilassante
  • Supporto online
  • "Vivo"

Lati Negativi

  • Può non piacere a tutti
  • Fine a sé stesso

Hardware

Per giocare ad Animal Crossing: Wild World è necessario possedere una confezione originale del gioco e una console Nintendo DS (versione normale o Lite). Il gioco è compatibile con il Nintendo Wi-Fi USB Connector.

Multiplayer

Animal Crossing: Wild World supporta il multiplayer fino a quattro giocatori in contemporanea, sia via Wi-Fi locale sia online via Nintendo Wi-Fi Connection. In modalità multigiocare è possibile sia accogliere visitatori nel proprio villaggio che visitare sia ospiti il villaggio di un amico. Inoltre su di una stessa cartuccia di gioco possono convivere fino a quattro personaggi/giocatori, in questo caso però il gioco deve avvenire in modo alternato.

Link

Recensione

Un'altra killer application per DS?

Portabilità, online, divertimento... Un titolo davvero privo di difetti?

di Alberto Torgano, pubblicato il

Animal Crossing: Wild World si inserisce perfettamente nella ludoteca Nintendo DS, ricca di titoli sui generis. Tuttavia, a differenza di Nintendogs, il gioco forse più simile, siamo certi che Animal Crossing: Wild World saprà incontrare sia i favori del pubblico di appassionati sia quello dei giocatori "casual". Pur non essendo consigliabile indifferentemente a tutti, in fondo l'assenza di una storia potrebbe indispettire molti videogiocatori, il gioco Nintendo coniuga sapientemente profondità e tocchi di classe per intenditori con semplicità e immediatezza. Tuttavia l'originale gameplay di Animal Crossing non ha ancora trovato una forma del tutto priva di difetti, vediamo perché.

ONLINE ABBOZZATO?

Premettendo che i limiti degli episodi precedenti, ovvero la ripetitività dell'azione di gioco e l'assenza di forti incentivi, sono rimasti più o meno (volutamente) invariati, Animal Crossing: Wild World non riesce a massimizzare il supporto online, pur traendone già enormi benefici. In particolare si sente la mancanza di una sorta di sito di riferimento navigabile tramite Nintendo DS, di un qualcosa sulla falsariga di quanto timidamente proposto da Tony Hawk American Sk8land: una certa integrazione tra contenuti fruibili da Internet e contenuti di gioco. Per esempio un mercatino o una bacheca online integrate, o più semplicemente un "giornalino" di news visualizzabile collegandosi a Nintendo Wi-Fi.
Tutti limiti a cui hanno già sopperito i fan del gioco, creando appositi siti online, ma che avrebbero potuto essere integrati nella scheda stessa.

IT'S A WONDERFUL LIFE

Online a parte, Animal Crossing: Wild World porta con successo il collaudato gameplay delle edizioni casalinghe su Nintendo DS, migliorando addirittura la grafica e ampliando leggermente le possibilità di gioco. In questo episodio si possono creare proprie costellazioni, usare nuovi oggetti come la fionda e l'annaffiatoio, nonché utilizzare in modo nuovo touch screen e pennino; sono inoltre aumentati i personaggi "evento" che visitano saltuariamente il villaggio e in generale le attività da seguire più o meno assiduamente. Infine, la serie di Animal Crossing acquista in quest'edizione un ultimo, grosso, pregio: la portabilità. Richiedendo una fruizione continuata ma non ossessiva, legata allo scorrere del tempo, Animal Crossing sposa perfettamente la piattaforma portatile, perché permette al giocatore di gestire meglio le partite giornaliere.

UNA SQUADRA VINCENTE

Animal Crossing: Wild World è di fatto la terza versione del medesimo gioco, forse la prima che, grazie alla portabilità e all'online, si avvicina davvero all'intuizione alla base della prima "stesura" su Nintendo 64. Ma in sostanza l'esperienza di gioco del capitolo GameCube non è cambiata di una virgola, solo è più completa, più "a tutto tondo".
In ogni caso, il quadro complessivo pone il titolo Nintendo ai vertici dell'attuale produzione Nintendo DS, sia dal punto di vista tecnico sia da quello della giocabilità, ma ancora non ce la sentiamo di consigliarlo spassionatamente a tutti. Animal Crossing: Wild World è un gioco perfetto per chi ha apprezzato le versioni precedenti, per chi ama Nintendogs e per chi interpreta il gioco come un modo per rilassarsi e divertirsi. Chi invece cerca sfida e competizione, o anche solo una bella storia, farà meglio a rivolgersi altrove.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Animal Crossing: Wild World trova su Nintendo DS la miglior casa possibile, con il touch screen a semplificare la scrittura di lettere e messaggi, il supporto online e la portabilità garantita, il gioco Nintendo si è trasformato da titolo di nicchia a "must buy". Nonostante la migliorabile componente online, la nuova versione di Animal Crossing amplia sensibilmente le possibilità e l'appeal di gioco, ma difficilmente saprà convincere pienamente chi non si sente attratto da un gameplay così naif e fine a sé stesso. Tutti gli altri corrano a comprarlo.