Genere
Azione
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
320 MP
Data di uscita
18/2/2010

Assassin's Creed II: I falò di Girolamo Savonarola

Assassin's Creed II: I falò di Girolamo Savonarola Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Ubisoft Montreal
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
18/2/2010
Data di uscita americana
18/2/2010
Data di uscita giapponese
18/2/2010
Lingua
Italiano
Giocatori
1
Prezzo
320 MP

Lati Positivi

  • Longevità migliorata rispetto all'ultimo DLC
  • Nuove ambientazioni accessibili
  • La missione proposta è più in linea con lo spirito degli assassini

Lati Negativi

  • Gli assassini da compiere sono molto ripetitivi
  • La nuova mossa introdotta è slegata rispetto al contesto del gioco
  • Assenza di nuove armi e achievments aggiuntivi
  • Personaggi come Savonarola e Macchiavelli poco sfruttati narrativamente

Hardware

Abbiamo testato questo nuovo DLC a pagamento su piattaforma Xbox 360. Il falò delle Vanità può essere scaricato da Xbox Live al costo di 320 Microsoft Points, 520 nel caso si opti per la versione contenente anche alcune ambientazione in precedenza non accessibili, per quanto ininfluenti ai fini del gioco.

Multiplayer

Non è presente alcuna modalità multiplayer.
Recensione

I falò di Girolamo Savonarola

Ultimo DLC prima di congedarsi da Ezio Auditore.

di Andrea Focacci, pubblicato il

Con I Falò delle Vanità si conclude la prima infornata di contenuti a pagamento che Ubisoft ha riservato per uno dei titoli di maggior richiamo appartenente al 2009 appena concluso, sbloccando il tredicesimo capitolo della narrazione, inibito nel gioco completo, e congedando Ezio Auditore. Almeno sino all'arrivo di nuovi DLC o del già annunciato Assassin's Creed III.

CULTURA DEL FUOCO

Non è un mistero che il primo contenuto a pagamento di Assassin's Creed II non abbia suscitato il nostro favore: la cifra da sborsare per procedere al download era certamente contenuta, ma la quantità e la qualità dei contenuti offerti non poteva di certo dirsi in linea con quanto il gioco aveva proposto sino a quel momento. Per fortuna, il tredicesimo capitolo delle avventure di Ezio Auditore sembra decisamente più ricco di polpa del suo predecessore, non fosse anche solo per una mera questione temporale: poco meno di un'ora per esaurire il compito del precedente ricordo, almeno un paio d'ore per esplorare tutte le novità che questo ritorno a Firenze comporta.
Rispetto all'ultima volta che i nostri occhi hanno visto l'antica città toscana, molte cose sembrano cambiate: il potere dei Medici è stato detronizzato, mentre al loro posto ha conquistato sempre maggiore ascendente sul popolo un oscuro monaco di nome Girolamo Savonarola, indottrinando i propri seguaci nel disprezzare ogni cosa terrena e nel distruggere ogni bene materiale che non sia strettamente legato alla propria fede. Un episodio storico che vede centinaia di falò lungo le strade di Firenze, le cui fiamme vengono alimentate dagli stessi cittadini plagiati dal monaco, gettando in esse libri e opere pittoriche di grande valore. Il fine ultimo di Ezio è chiaro: uccidere Savonarola per entrare nuovamente in possesso del frutto dell'Eden, tramite il quale il monaco impartisce ordini alla popolazione.

UCCISIONE SISTEMATICA

In verità non entreremo mai in contatto diretto col Savonarola, se non marginalmente durante le ultime battute della narrazione, di fatto sprecando le innumerevoli sfaccettature psicologiche che un personaggio di tale portata avrebbe permesso di trattare in un episodio appositamente dedicato. Il compito principale di Ezio sarà quello di assassinare uno dopo l'altro tutti i funzionari del monaco, in modo da ridurre il gioco mentale applicato sulla popolazione e innescarne così la rivolta ai fine della loro stessa liberazione. Per fare questo, il gioco propone nove obiettivi dislocati lungo tutta la mappa di Firenze, - compresa la nuova porzione dell'Oltrarno, con relative torri d'osservazione, che propone peraltro una bella rappresentazione di Palazzo Pitti - il cui approccio propone un buon tasso di sfida: la maggior parte delle eliminazioni, infatti, deve essere conclusa senza destare l'allarme delle guardie e, nonostante il gioco permetta di barare un po' su questo requisito, alcune di esse dovranno per forza essere affrontate più di una volta per carpire la migliore strategia di attacco.

AMARO IN BOCCA

Purtroppo, se si esclude l'introduzione di una nuova mossa eseguibile da Ezio - una sorta di salto dal trampolino in verità ben poco interessante e per niente utile ai fini del gioco - anche questo DLC è destinato a lasciare l'amaro in bocca: la longevità non è eccezionale, le missioni abbastanza ripetitive e la parte narrativa, se si esclude un bel discorso finale, tocca ancora una volta solo superficialmente figure imponenti come il Savonarola o il Macchiavelli. Un peccato. A questo punto, spendere per spendere, tanto vale aggiungere altri tre euro e, se già non avete la Collector's Edition, scaricare l'edizione speciale di questo DLC, in modo da farsi un giretto anche a Palazzo Medici, nell'Arsenale di Venezia e a Santa Maria dei Frari.

Voto 2 stelle su 5
Voto dei lettori
Con I Falò delle Vanità giunge l'ora di congedarsi da Ezio Auditore, non con qualche perplessità di troppo: nonostante il prezzo modesto, infatti, i contenuti scaricabarili proposti da Ubisoft continuano ad essere avari tanto in quantità che in qualità generale. Il motivo sembra chiaro: entrambi i DLC facevano originariamente parte del gioco destinato agli scaffali, salvo poi essere temporaneamente rimossi in quanto palesemente non all'altezza rispetto alle ottime cose proposte dal resto dell'avventura. L'assenza di nuove armi, missioni secondarie e la confermata assenza di nuovi achievements lo dimostrano. Rimane allora da chiedersi: perché sborsare altri soldi per del materiale (a ragion veduta) scartato?

Commenti

  1. nevrasthenia

    #1
    AHAHAHAHAHAHAHAH
    ho capito male o c'è la limited pure del DLC ora?
    se ho capito bene sono ridicoli.
  2. Nick_Storm

     
    #2
    nevrasthenia ha scritto:
    AHAHAHAHAHAHAHAH
    ho capito male o c'è la limited pure del DLC ora?
    se ho capito bene sono ridicoli.
     no, c'è una versione che costa di più perchè ci sono le tre zone che erano solo nella black edition. Però sono inutili, sono dei dungeon come le tombe degli assassini.
  3. nevrasthenia

    #3
    Nick_Storm ha scritto:
    no, c'è una versione che costa di più perchè ci sono le tre zone che erano solo nella black edition. Però sono inutili, sono dei dungeon come le tombe degli assassini.


    non avendo giocato il suddetto non so cosa siano le tombe degli assassini :)
  4. utente_deiscritto_19700

     
    #4
    nevrasthenia ha scritto:
    non avendo giocato il suddetto non so cosa siano le tombe degli assassini :)
     

    le tombe degli assassini sono delle zone,mi pare siano 7,seminascoste dentro chiese o catacombe dove devi superare dei trabochetti (in verita' piuttosto elementari) per arrivare a prendere il sigillo dell'assassino la cui tomba stai visitando.Una volta raccolti tutti i sigilli,posizionandoli nella cripta di famiglia a Monteriggioni potrai accedere all'armatura di Altair che rende il protagonista praticamente invulnerabile agli attacchi dei nemici.
  5. Magallo

     
    #5
    Che peccato! Mi ero approcciato a questo DLC e al precedente con grande interesse. Ho amato letteralmente ACII e a gennaio ho comprato una tessera del PSN di 50 € appositamente per comprarmi questi DLC. A questo punto sono veramente perplesso e dispiaciuto.
  6. Nick_Storm

     
    #6
    Magallo ha scritto:
    Che peccato! Mi ero approcciato a questo DLC e al precedente con grande interesse. Ho amato letteralmente ACII e a gennaio ho comprato una tessera del PSN di 50 € appositamente per comprarmi questi DLC. A questo punto sono veramente perplesso e dispiaciuto.
     guarda che questo merita. 3,99 dagliele, merita davvero.
  7. Magallo

     
    #7
    Nick_Storm ha scritto:
    guarda che questo merita. 3,99 dagliele, merita davvero.
       Dalla recensione non sembrerebbe. Mi pare di aver capito che, seppur superiore alla Battaglia di Forli', non e' che sia comunque 'sto granche'.
    Comunque vorrei dargli il beneficio del dubbio anche se non sono del tutto convinto...
  8. kalice

     
    #8
    i DLC sono l'esempio di come far soldi lavorando poco. Personalmente penso che per quanto offrano sia meglio spendere quei soldi per una bella pizza... che vale diecimila volte di di queste schifezze!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!