Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
13/11/2014

Assassin's Creed Unity

Assassin's Creed Unity Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Ubisoft
Genere
Azione
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
13/11/2014

Lati Positivi

  • Ottima caratterizzazione dei personaggi
  • Comparto tecnico notevole
  • Personalizzazione senza precedenti
  • Cooperativa divertente e appagante, social intuitivo
  • Tante novità nel gameplay,
  • approccio più tattico

Lati Negativi

  • Frame-rate a tratti instabile
  • Tempi di caricamento a dir poco estenuanti
  • Sistema di checkpoint non sempre perfetto

Hardware

Assassin's Creed Unity è atteso il 13 novembre su PlayStation 4, Xbox One e PC. L'edizione PS4 richiede circa 41GB di spazio su hard disk e un update day-one di circa 900 MB.

Multiplayer

Fino a quattro giocatori possono collaborare nella modalità coop online, attraverso delle missioni ad-hoc. È possibile invitare gli amici o sfruttare il matchmaking per condividere l'intera mappa di Parigi con altri tre assassini.

Modus Operandi

Ci siamo immersi nell'universo di Assassin's Creed Unity grazie alla copia promozionale PS4 su gentile concessione di Ubisoft, esplorando la Parigi del '700 sia nella campagna che nella coop online, provando tutte le varie missioni secondarie disponibili.
Recensione

Un assassino per tutti i gusti

Nel cuore di Parigi fra personalizzazioni estetiche, missioni cooperative e tanto, tanto altro ancora...

di Davide Frontera, pubblicato il

Se dal punto di vista del gameplay le novità sono diverse e di grande rilevanza, la gestione delle abilità e la personalizzazione diventa probabilmente ancor più profonda che in passato. Partendo dalla componente puramente estetica, la personalizzazione di Arno è senza alcun dubbio la più vasta mai vista nella serie Assassin’s Creed; oltre a una vasta scelta di colori diversi (alcuni disponibili da subito, altri legati al raggiungimento di un determinato obiettivo, altri ancora semplicemente acquistabili), potrete scegliere l’equipaggiamento del vostro assassino pezzo per pezzo, con decine di scelte per ogni categoria. Le combinazioni di personalizzazione sono veramente tantissime e permetteranno a ogni giocatore di trovare il proprio stile preferito. Ma non è solo l’estetica a essere influenzata dall’equipaggiamento selezionato: ogni pezzo di armatura avrà infatti un effetto sulle abilità di Arno, privilegiando la salute piuttosto che la furtività, o ancora il corpo a corpo o gli scontri dalla distanza.

La scelta dell’armatura diventa dunque non un semplice fattore estetico, ma potrete selezionare l’equipaggiamento giusto per il vostro stile di gioco o per una missione in particolare, rendendo l’esperienza di gioco ancora più profonda e tattica. Le abilità saranno anche sbloccabili in un semplice ma funzionale albero delle abilità, che richiederà gli immancabili punti (ottenibili con le missioni principali ed eventi secondari) per acquistare nuovi potenziamenti con il procedere della campagna. La scelta è sempre nelle mani del giocatore, che di volta in volta potrà sbloccare un’abilità corpo a corpo, piuttosto che una furtiva, o una legata alla resistenza in battaglia.

Da segnalare inoltre il nuovo sistema di acquisizione dell'esperienza, che consentirà di ottenere un punteggio a ogni azione compiuta, scalando le gerarchie all’interno dell’ordine degli assassini. Una semplice uccisione vi fornirà per esempio un punteggio di 50 punti, mentre saranno ben 150 per un assassinio in volo. Ogni azione verrà ricompensata con un punteggio, comprese le sparizioni o le uccisioni dalla distanza. I punti accumulati potranno essere spesi per sbloccare nuovi colori o nuovi pezzi di armatura. Presente naturalmente anche la tradizionale moneta in-game: potrete accumulare denaro svolgendo missioni principali o secondarie, e restaurando il Cafè Theatre, l’attività degli assassini che frutterà del denaro a intervalli di venti minuti. Non mancheranno infine dei punti speciali che potrete utilizzare nel caso in cui siate a corto di franchi.

Armi ed equipaggiamenti

Piccole novità introdotte anche nel sistema delle armi; se in precedenza era possibile acquistarli dagli armaioli presenti in città, in Unity potrete avere accesso a tutte le armi direttamente dal menu. Invidiabile la scelta e la varietà dell’arsenale a disposizione di Arno: tra armi a una mano, armi lunghe, armi pesanti, pistole e fucili, parliamo di decine e decine di armi a disposizione, acquistabili tramite valuta di gioco ed equipaggiabili in qualsiasi momento. La novità in tal senso è la lama fantasma, un’arma a distanza capace di uccidere il bersaglio: potrete mirare con il dorsale sinistro per poi sparare con il grilletto destro, o semplicemente fare fuoco rapido alla pressione del tasto L1. Confermati invece i dardi del furore, che daranno il via a scontri feroci tra i soldati e che ci sono sembrati più decisivi rispetto alla loro comparsa piratesca.

Oltre alle varie armi, a disposizione di Arno troveremo una vasta gamma di bombe e diversivi: oltre alla classica manciata di monete e alla bomba fumogena, sempre utili a creare scompiglio, troviamo la bomba carta e la bomba stordente. Usate con sapienza possono risultare diversivi potenti, utili per distrarre i nemici o liberare la posizione. Circostanze particolarmente utili soprattutto nelle missioni di assassinio, che richiedono ora un approccio più tattico per creare l’occasione migliore per completare la nostra personale vendetta.

Assassini in compagnia

Con il dilagare delle funzioni social, presenti ormai in ogni titolo, era lecito aspettarsi una risposta importante dal nuovo titolo Ubisoft. Risposta che è arrivata, puntuale e molto decisa, con la tanto pubblicizzata modalità cooperativa per un massimo di quattro giocatori, in una sorta di storia parallela da affrontare in compagnia dei propri amici. Un’esperienza che si è rivelata estremamente appagante e divertente e permette ai giocatori di coordinarsi in strategie sempre più complesse per portare a termine gli obiettivi (spesso decisamente ostici) delle missioni ad-hoc. Il matchmaking è parso da subito piuttosto intelligente, con una ricerca dei giocatori che procede in maniera graduale, cercando inizialmente utenti per la missione selezionata, allargando successivamente la ricerca a missioni simili per categoria o livello di difficoltà. Molto buona la stabilità del server, che anche in quattro giocatori hanno mantenuto una certa fluidità, con lag sporadici e comunque mai troppo invasivi. Sempre dal punto di vista social segnaliamo la possibilità di creare un proprio clan e di partecipare a sfide e obiettivi con altri club: il tutto risulta estremamente semplice e intuitivo, e in pochi step riuscirete a creare un team senza problemi.

Una città sfavillante

Con un comparto tecnico completamente rivisto per sfruttare al meglio le potenzialità dei nuovi hardware, il colpo d’occhio offerto dal titolo Ubisoft fa un balzo avanti notevole. Parigi è caratterizzata in maniera semplicemente fantastica, e pur con una risoluzione nativa di 900p portata artificialmente a quella Full-HD, le texture sono sempre molto ben definite e molto pulite, nonostante le dimensioni della mappa siano semplicemente sbalorditiva. I vari quartieri della capitale francese sono realizzati in maniera molto particolareggiata, anche per grado di minaccia. La presenza dei soldati nemici è diversificata, costituendo in alcuni quartieri un vero e proprio pericolo, costringendo gli assassini alle prime armi a valutare molto bene i propri spostamenti. Al colpo d’occhio formidabile offerto da Parigi contribuisce in maniera decisiva il meteo variabile con il conseguente sistema di illuminazione: lo scenario da una città soleggiata a quello con cielo coperto cambia radicalmente, sfociando in sfumature validissime nel caso di pioggia, complice l’ottima realizzazione degli effetti particellari, soprattutto per acqua e fumo (meno entusiasmanti, invece, le esplosioni).

Decisamente migliori rispetto al passato le realizzazioni di visi e capelli, con espressioni facciali finalmente credibili e verosimili, capaci di dare ai personaggi della storia una espressività nuova e più profonda. Migliore anche la realizzazione delle ombre, finalmente prive di un aliasing eccessivo e di tremolii sospetti. Sale a dismisura il numero di edifici esplorabili al loro interno, che sono realizzati con cura certosina ed enfatizzano ancora di più l’eccellente lavoro svolto dal sistema di illuminazione. Il tutto è ancor più stupefacente se si tiene conto della mole spaventosa di elementi su schermo: oltre alla già citata mappa di gioco di dimensioni abnormi, segnaliamo la presenza della folla per strada, con un numero di passanti impensabile fino allo scorso anno. Si passa dai 200 o 300 NPC di Black Flag ai 5000 (con un picco di 10000 elementi raggiunti in una particolare missione) di Unity: tutto ciò contribuisce a creare una città viva e vibrante, che renderà la mimetizzazione nella folla più agevole e le fughe decisamente più vivaci.

L’esperienza di gioco diventa ancora più coinvolgente con un headset di buona qualità, grazie a un comparto audio nettamente migliore rispetto al passato. Suoni ambientali di pregevole fattura e ben direzionati trasmettono perfettamente la sensazione di trovarsi nella Parigi di fine settecento, con una effettistica di eccelsa qualità e un doppiaggio italiano molto ben caratterizzato. Anche il parco animazioni è stato completamente rivisitato, con nuove sessioni di motion capture realizzate da un team di esperti del parkour: il risultato è decisamente apprezzabile, con movimenti fluidi e naturali in ogni circostanza, che si tratti di movimenti acrobatici o di combattimenti corpo a corpo.

Tutto questo splendore tecnico ha però un prezzo piuttosto alto da pagare; in primo luogo nei caricamenti, molto frequenti e piuttosto lunghi. Questo aspetto viene enfatizzato in alcuni momenti da checkpoint non perfetti che costringeranno a tentare diverse volte prima di portare a termine la missione, sorbendoci spesso e volentieri le interminabili schermate di caricamento. Ma è soprattutto il frame-rate a soffrire in maniera importante di tutta la qualità sparsa nell’immenso ambiente offerto da Unity. Nelle situazioni più concitate si va ben sotto i 30fps e la fluidità dell'azione ne risente in maniera importante, pur non invalidando in alcun modo la qualità dell’esperienza di gioco. Si poteva probabilmente valutare un ambiente di gioco leggermente ridotto in quanto a dimensioni rinunciando a qualche elemento su schermo pur di ottenere una stabilità maggiore, ma speriamo che la software house canadese possa risolvere il problema con futuri aggiornamenti.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Assassin’s Creed Unity è un gioco ambizioso, a tratti impressionante, caratterizzato da un mondo di gioco estremamente dettagliato, vivo, dalle dimensioni che definire clamorose potrebbe non essere sufficiente, impreziosito da un comparto tecnico sontuoso che, però, soffre in alcuni momenti il peso del suo stesso splendore. Ubisoft ha saputo riproporre una formula consolidata nelle sue meccaniche, arricchendola con idee nuove e sempre funzionali al gameplay di base. Il nuovo aspetto social si integra perfettamente con l’universo degli assassini, che torna finalmente a essere ricco di intrighi e di mistero con un protagonista che sembra poter essere all’altezza del carisma e della personalità del mai dimenticato Ezio Auditore. Un titolo irrinunciabile per tutti i fan della saga, ma anche per chiunque stia cercando un gioco d'azione dalla trama solida e dalla totale libertà di approccio.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!