Genere
Action RPG
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
30/12/2001

Baldur's Gate: Dark Alliance

Baldur's Gate: Dark Alliance Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Interplay Entertainment
Sviluppatore
SnowBlind Studios
Genere
Action RPG
PEGI
12+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
30/12/2001
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
59,90 Euro

Lati Positivi

  • Immediato e giocabile
  • Ottima realizzazione tecnica
  • Splendida ambientazione
  • Divertente in due giocatori

Lati Negativi

  • Schema di gioco leggermente monotono e molto lineare
  • Innovazione assente
  • Impossibilità di creare i propri personaggi
  • Scarsa longevità

Hardware

Il gioco funziona su PlayStation 2 PAL e richiede 343 Kb liberi su memory card per i salvataggi. Sono sfruttate tutte le caratteristiche analogiche e di feedback del Dual Shock 2.

Multiplayer

Baldur's Gate: Dark Alliance comprende una modalità di gioco cooperativo per due giocatori.

Link

Recensione

Baldur's Gate: Dark Alliance

Un male oscuro si annida nelle viscere dei Reami Dimenticati, nei sotterranei della città di Baldur's Gate, e solo un prode eroe potrà evitare una catastrofe. Dungeons And Dragons, il gioco di ruolo fantasy per antonomasia, approda anche su PlayStation 2 portando con se il suo famoso carico di incantesimi, strane creature e mostri millenari.

di Stefano Castelli, pubblicato il

Dopo aver furoreggiato per anni su PC ottenendo un grande successo la saga di Baldur's Gate trova un nuovo terreno fertile sulla rombante PlayStation 2. Può un gioco di ruolo tanto complesso e poliedrico essere compatibile col palato del dinamico mercato delle console da gioco? A giudicare dalle scelte degli sviluppatori la risposta dovrebbe essere negativa: Baldur's Gate: Dark Alliance infatti si presenta come un videogame totalmente differente dai precedenti episodi comparsi su PC, al punto da mantenere come unici punti comuni solamente il nome e l'ambientazione. Per il resto la struttura di gioco, l'impostazione grafica e tutti i personaggi già noti lasciano spazio ad un videogame totalmente differente, marcatamente più orientato verso l'azione pura.

BENVENUTI A BALDUR'S GATE

Baldur's Gate: Dark Alliance comincia con l'arrivo del protagonista a Baldur's Gate in cerca di gloria e fortuna: un proposito lodevole, rovinato però da un gruppo di ladri che assale il malcapitato e lo deruba di tutti i suoi averi per poi scomparire nelle tenebre della città.
Una volta ripresosi dall'agguato, l'impavido eroe decide di mettersi sulle tracce dei suoi rapinatori e comincia quindi ad indagare dalla vicina locanda della Canzone Elfica, dove sicuramente gli avventori potranno fornire qualche utile indicazione su come rintracciare i furfanti.
Inutile dire che una ricerca apparentemente a basso rischio si trasformerà ben presto in un'avventura dai connotati epici che coinvolgerà il giocatore portandolo in gita (non di piacere...) per i pericolosi Reami Dimenticati. Complotti sotterranei, poteri malvagi e creature molto pericolose saranno dunque gli ingredienti di una trama abbastanza scontata ma di sicuro interesse per gli amanti del Fantasy più puro.

TRE EROI, UN SOLO DESTINO

In Baldur's Gate: Dark Alliance il giocatore potrà scegliere di impersonare uno dei tre eroi disponibili, appositamente creati per l'occasione. Il primo è un arciere arcano umano di nome Vahn, un combattente specializzato nell'uso di arco e frecce che però non disdegna di mettere mano ad armi dedicate al combattimento corpo a corpo. Completamente digiuno di incantesimi, Vahn è comunque in grado di utilizzare alcuni potenti talenti magici che gli permettono di incantare le frecce del suo arco rendendole esplosive, infuocate e persino elettrificate: insomma, un personaggio assolutamente letale nel combattimento a distanza.
La seconda possibile scelta è rappresentata da Kromlech, un coriaceo guerriero nano, vera e propria macchina da guerra bipede: qualsiasi arma in mano sua si trasforma in uno strumento di morte e distruzione e la sua totale ignoranza in materia di magia è pienamente bilanciata dai suoi talenti bellici che ne valorizzano ancora di più la sanguinaria natura guerriera. In parole povere, quando c'è da menare le mani (e non solo), Kromlech non è secondo a nessuno.
Chiude questo letale trio di avventurieri un'avvenente stregona elfa, Adrianna, signora degli incantesimi. A fronte di capacità belliche molto ridotte e di una fragilità congenita, la fascinosa stregona può fare affidamento sul suo grimorio di incantesimi da combattimento composto di Mani Fiammeggianti, Dardi Incantati, Palle di Fuoco e persino da devastanti Sciami di Meteore, massima espressione della potenza magica offensiva in Baldur's Gate: Dark Alliance. Sebbene piuttosto varia, la scelta offerta dai personaggi nel gioco non riesce a compensare la mancanza di un sistema di creazione analogo a quello visto nei titoli per PC e soprattutto l'assenza di alcune tipiche classi di personaggi come i Sacerdoti o i Ladri, la cui mancanza è un duro boccone da mandare giù per gli appassionati di Dungeons And Dragons.

DIABLO ANYONE?

Chiunque abbia mai giocato con il ben noto Diablo o con uno dei suoi cloni (da Darkstone fino a giungere a Record of Lodoss War) si troverà immediatamente a suo agio con Baldur's Gate: Dark Alliance: lo schema di gioco ricorda infatti molto da vicino il notissimo videogame di Blizzard. Fulcro dell'azione di gioco è l'esplorazione di un determinato numero di labirinti (fogne, catacombe, caverne), che avviene nell'ambito di una trama piuttosto lineare.
Stanza dopo stanza, corridoio dopo corridoio, il giocatore è chiamato a fronteggiare orde di avversari dalla natura molto varia, premunendosi poi di raccogliere i bottini frutto dei suoi massacri e orientandosi tramite una pratica mappa automatica. Apposite pozioni permettono di far ritorno immediato a luoghi considerati "sicuri", dove il giocatore può equipaggiarsi e parlare con alcuni personaggi di contorno per ottenere informazioni o magari attivare delle piccole missioni aggiuntive.
Gli oggetti trovati durante i combattimenti possono essere utilizzati o rivenduti ad eventuali mercanti, dai quali è anche possibile acquistare armi, armature ed equipaggiamento. L'esplorazione vera e propria nel gioco è dunque molto limitata e di trascurabile impatto sul procedere nell'avventura.
Oltre a combattere sarà talvolta richiesto al giocatore di esibirsi in sequenze di salti più tipiche di un platform-game o magari di interagire con leve ed interruttori per ottenere l'accesso a nuove zone della mappa.
Parlando di combattimenti, il giocatore dovrà vedersela oltre che con avversari umani (o quasi) anche con un nutrito bestiario tipico di Dungeons And Dragons: largo dunque a ratti giganti, coboldi, bugbear, gelatine di vario genere e persino beholder. Man mano che vengono uccisi dei nemici aumenta il numero di punti esperienza accumulati dal personaggio, permettendo così di accrescere il livello del proprio eroe e di apprendere nuovi talenti ed incantesimi.

WELCOME TO THE THIRD PLACE

Parlando di realizzazione tecnica e aspetto grafico, Baldur's Gate: Dark Alliance si rivela un vero e proprio gioiellino.
Non solo infatti la fluidità, la cura e la definizione della grafica del gioco sono rare a vedersi, ma gli sviluppatori sono anche riusciti ad evitare i problemi grafici ormai considerati tipici da PlayStation 2 che affliggono moltissimi giochi anche parecchio noti: nessuna scalettatura e ben pochi sfarfallii molesti infastidiranno la permanenza del giocatore nei Reami Dimenticati.
A questo si aggiunge anche una gran quantità di tocchi di classe, come una splendida realizzazione dell'acqua, un eccellente sistema di illuminazione semi-dinamica e moltissimi effetti particellari: il risultato finale è quantomeno lodevole e capace di deliziare gli occhi dei giocatori, nonché di mostrare come si comporta PlayStation 2 quando viene sfruttata a dovere.
Quali sono dunque i difetti in Baldur's Gate: Dark Alliance? Presto detto: si può parlare di un design dei livelli abbastanza piatto, sotto alcuni aspetti penalizzato da un motore grafico capace di gestire solamente corridoi con angoli di novanta gradi (con conseguente eccessiva regolarità dei labirinti) e che a questo punto poteva essere sostituito da una sistema di generazione casuale dei livelli analogo a quello di Diablo o Darkstone (a beneficio della longevità).
Un altro problema riguarda il livello di difficoltà, che in effetti appare abbastanza basso al punto che i giocatori più abili si troveranno a proprio agio solamente con l'impostazione "Difficile". Altro possibile neo del gioco riguarda infine la sua durata che si attesta su una decina scarsa di ore per un completamento abbastanza accurato dell'avventura: fortunatamente la presenza di tre personaggi differenti con cui terminare il gioco, di un paio di sorprese extra tutte da scoprire e di una buona modalità cooperativa per due giocatori aumenta in maniera convincente la vita di uno dei migliori giochi disponibili per PlayStation 2.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Lode a Black Isle Interactive per aver creato uno dei migliori giochi attualmente disponibili su PlayStation 2. Pur non esente da difetti Baldur's Gate: Dark Alliance è un action RPG godibile e curato che appassiona con una struttura di gioco snella e una trama interessante. La presenza di tre diversi personaggi riesce in parte a supplire alla carenza di longevità mentre l'opzione per due giocatori aggiunge un tassello molto importante per la riuscita del gioco. Vanno additate una struttura dei livelli non particolarmente divertente e un'eccessiva linearità di gioco ma a conti fatti Baldur's Gate: Dark Alliance resta consigliabile senza troppe riserve, grazie anche alla sua realizzazione tecnica di primissima qualità.