Genere
Azione
Lingua
Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
25/11/2011

Batman: Arkham City

Batman: Arkham City Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Warner Bros. Games
Sviluppatore
Rocksteady Studios
Genere
Azione
PEGI
16+
Data di uscita
25/11/2011
Data di uscita americana
23/11/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 49,99

Lati Positivi

  • Gioco appassionante e longevo
  • I fan di Batman lo adoreranno
  • Longevità superiore alla media
  • Graficamente spettacolare...

Lati Negativi

  • ...sempre se riuscite a farlo girare decentemente
  • Conversione per PC a dir poco problematica

Hardware

I requisiti tecnici indicati da Steam riportano un processore Intel Core 2 Duo 2.4 GHz o AMD Athlon X2 4800+, 2 GB di RAM e una Radeon HD 3850 o GeForce 8800 GT, oltre a 17 GB liberi su hard disc per l’installazione del gioco. La nostra prova è stata effettuata su un PC con Intel Core i7 930 overcloccato a 4.2 GHz, una GeForce Gigabyte GTX 580 Super Overclock (ulteriormente “spinta” del 10%), 6 GB di RAM, SSD Intel da 80 GB, driver nVidia 285.79 e monitor Asus VG278 con nVidia 3D Vision 2. Come potete leggere nella recensione, le prestazioni si sono rivelate a dir poco problematiche anche con questa configurazione tutt’altro che “timida”.

Multiplayer

Non sono presenti modalità di gioco in multiplayer.

Modus Operandi

Abbiamo scaricato Batman: Arkham City da Steam grazie a un codice promozionale per la versione press. La nostra prova ci ha portato via circa dieci ore nelle quali abbiamo potuto provare a fondo il gioco sperimentando anche diverse soluzioni grafiche (3D compreso).

Link

Recensione

Bruce Wayne contro tutti

Lo sbarco su PC di Batman: Arkham City.

di Francesco Destri, pubblicato il

Spiace ammetterlo, ma trovare una conversione da console a PC che non sia piena di bug e che sia ottimizzata al meglio pare ormai un miraggio. L’ultimo spiacevole episodio si è avuto con L.A. Noire – Edizione Completa, ma basta andare un po’ indietro (RAGE, Dead Island, in parte anche The Elder Scrolls V: Skyrim) per accorgersi di come certi sviluppatori abbiano iniziato a prendere troppo “allegramente” i porting su PC. Problemi di salvataggio, bug grafici, freeze, stuttering e scarsa ottimizzazione sono ormai situazioni a cui un utente PC si sta sempre più abituando, senza contare gli odiatissimi sistemi di DRM che in certi casi fanno quasi passare la voglia di giocare.

cercasi stabilità

La conversione di Batman: Arkham City su PC ha tutte le potenzialità per confermare e superare l’ottimo lavoro fatto da Rocksteady Studios con il porting su PC del precedente Batman: Arkham Asylum. Un Unreal Engine 3 mai tirato così a lucido, supporto a DirectX 11 (tassellazione, displacement mapping, mesh smoothing, multiview soft shadows), tre livelli di PhysX tra cui scegliere, antialiasing fino a 32X e supporto a nVidia 3D Vision, il tutto con un ritardo di oltre un mese rispetto alle versioni per console che aveva fatto sperare in un ulteriore lavoro di perfezionamento e di ottimizzazione. Le cose in realtà non sono andate come tutti speravano. A parte i primi problemi di attivazione (tra Steam, SecuROM e Games For Windows Live ce n’è davvero per tutti) e i crash sperimentati da molti utenti prima di giungere al menu principale, si capisce che qualcosa non è andato per il verso giusto già dopo pochi minuti di gioco. Con un Intel Core i7 930 a 4.2 GHz, una GeForce Gigabyte GTX 580 Super Overclock (ulteriormente “spinta” del 10 per cento), 6 GB di RAM, SSD Intel da 80 GB e driver nVidia 285.79, in modalità DirectX 11 e antialiasing FXAA otteniamo un frame-rate molto incerto, con punte massime di 35 fps e picchi minimi di 9 fps. Le scarse prestazioni sono confermate poco dopo da Rocksteady Studios che segnala problemi in DirectX 11 promettendo al più presto una patch correttiva e consigliando nel frattempo di giocare in DirectX 9.

Il problema è che anche in questo caso, nonostante il calo notevole nella qualità delle texture, le prestazioni non sono affatto ottimali. Lo stuttering continua imperterrito e in certe aree del gioco (soprattutto gli interni più grandi con una decina di nemici) il frame-rate cala in modo considerevole, senza contare i due crash nella prima ora di gioco destinati poi a continuare. Attivando il 3D, modalità su cui nVidia si è spesa molto proprio per questo secondo appuntamento con l’uomo pipistrello, le prestazioni calano ulteriormente (in media di altri 12-15 fps). Normale che sia così anche se con altri titoli abbiamo notato una minor incidenza prestazionale del 3D, ma in questo modo Batman: Arkham City diventa pressoché ingiocabile anche con un PC di tutto rispetto come il nostro, facendoci ipotizzare che solo con una configurazione SLI o con una costosissima GTX 590 si possano ottenere performance decenti (e immaginiamo che in ambito Radeon sia ancora peggio).

l’action-stealth si veste di dark

In simili condizioni, a cui aggiungiamo qualche altro bug quasi “buffo” (i comandi su schermo a forma di mouse anche se stiamo utilizzando un pad), diventa difficile non bocciare una simile conversione e ciò spiace ancora di più vista la bellezza (anche grafica) del gioco. Le routine PhysX fanno muovere giornali e oggetti da terra ed esplodere finestre in piccolissimi pezzi di vetro (ma ci aspettavamo qualcosa di più sul mantello di Batman), il fumo e l’illuminazione dinamica sono strepitosi e le animazioni nei combattimenti appaiono plastiche ed estremamente realistiche. Da quel poco che abbiamo potuto vedere in DirectX 11 Batman: Arkham City è un vero gioiello grafico a patto però che Rocksteady Studios sistemi al più presto le magagne appena descritte. Per il resto l’approdo su PC non ha cambiato una virgola di quanto visto il mese scorso su console HD (qui la nostra recensione per PlayStation 3) con l’unica esclusione dei controlli mouse-tastiera, che però sconsigliamo caldamente viste le molte combinazioni di tasti e le combo molto più immediate da attuare con il pad di Xbox 360.

Joker è sempre presente, dimostrandosi ancora una volta il nemico di Batman più affascinante e malvagio di sempre - Batman: Arkham City
Joker è sempre presente, dimostrandosi ancora una volta il nemico di Batman più affascinante e malvagio di sempre

Pur senza inventare nulla di nuovo rispetto al predecessore, Batman: Arkham City amplia ulteriormente il mix di azione e stealth, insistendo di più sugli attacchi silenziosi, sull’oggettistica di Batman e su un miglior sfruttamento delle location in senso “hi-tech”. Avremmo preferito giusto qualche passaggio di più negli esterni del ghetto di Arkham e anche gli aiuti forniti dalla modalità Detective ci paiono ancora eccessivi, ma nel complesso Rocksteady Studios ha migliorato quasi tutti gli aspetti del predecessore offrendo una trama ancor più avvincente, un cast di personaggi da urlo, carisma e personalità come se piovesse e una longevità ben superiore alla media (dalle 15 alle 25 ore), contando le quest secondarie, le missioni nei panni di Catwoman, le sfide dell’Enigmista e lo sblocco dei tantissimo obiettivi. Insomma un sequel eccellente da inserire tra i migliori titoli dell’anno, ma a causa di una simile conversione ci è quasi venuta voglia di lasciar perdere il tutto e di tornare alla nostra copia per Xbox 360.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Tre stelle a Batman: Arkham City? Non è cattiveria gratuita o sadismo, ma soltanto la media tra il gioco (bellissimo da vedere e da giocare) e la mediocre conversione per PC. In attesa di patch correttive non si può proprio andare oltre.

Commenti

  1. Dypa77

     
    #1
    Ripeto il post di Ghost Recon che qui ci sta proprio bene.

    Scena ormai tipo: gioco multipiattaforma, una settimana prima del day one dichiarazione che per PC ci vorrà qualche settimana in più di "ottimizzazione". Intanto si spinge sulle versioni console con ogni tipo di gadget-dlc-omaggi-limited edition. Svanite le prime 2-3 settimane di lancio ed esaurita la spinta console esce la versione PC, che non è stata MAI ottimizzata avendo aspettato bella placida in un magazzino a prendere polvere. Ed ovviamente esce senza betatesting con tutti i problemi di questo mondo. Visto che la versione PC è quella rifinita peggio venderà pochissimo, e dopo un annetto, per il seguito del gioco, il producer dirà "stavolta penso punteremo alle console, per PC il primo titolo non è andato bene e la colpa pensiamo sia della pirateria". Aspetto ancora qualcuno che indichi nella pirateria il problema delle scarse vendite PC. Dai.
  2. aleZ

     
    #2
    Ma infatti è colpa della pirateria :DD

    no seriamente: se il mercato pc fosse sostenuto dai titoli originali (almeno per la metà come su console) non ci sarebbe nemmeno da discutere su ottimizzazioni e simili. Non è un caso che fino a dieci anni fa molti titoli uscivano prima su PC e poi su console ed erano ottimizzati sopratutto per Windows. Sviluppare costa e con le vendite che scendono continuamente, chi investe più su un formato che è sinomino di torrent? A mio parere il PC sta nella stessa situazione della musica: pochi intenditori comprano tutto, gli altri se ne approfittano.
  3. bocte

     
    #3
    Ci eravamo ormai abituati a conversioni paro-paro da console, magari tecnicamente discutibili ma oneste...
    Ora invece torna la paura atavica di trovarsi tra le mani porting oscidi, indegni, pieni di bug... Alla faccia di proclami vari, PhysX, 3D Vision e cazzabubbole assortite...
    Con l'hardware STELLARE che circola ora è che è alla portata di molti non è proprio ammissibile.
    Almeno TACETE!
  4. teoKrazia

     
    #4
    Io ancora non ci posso credere che dopo un Arkham Asylum chapeau m'abbiano ciccato il Batmanone, caspita, al secondo giro, sempre su UE3.0. Potrò provarlo solo stasera, dopo che Steam m'avrà finito il download. Ma già lo so che non ci potrò credere nemmeno una volta che ce l'avrò davanti. ;__;
  5. Bruce Campbell87

     
    #5
    nel calderone è stato messo pure Skyrim che invece fieramente si erge un po' come rappresentante del PC gaming con una versione PC che rende ridicola la versione console, daje su. Capisco che ci sono stati dei giochi che hanno rotto le scatole, ma nell'incipit si è esagerato. Che poi va beh, pure in versione 360 coi save che si autodistruggono mi pare che non siano messi meglio.

    Non sono d'accordo col voto però, ma ci può stare. Mi piaceva più la linea "teokratica" del una stella :D

    Ah, io sto facendo verifica integrità cache visto che manco mi parte, lol. Per non parlare di securom, attivazione, attivazione di games merda live. Madonna santa.

    La pirateria è una cazzata di cui, guardacaso, parla solo chi non gioca su PC.
  6. Bruce Campbell87

     
    #6
    ah comunque, risolto il problema del crash iniziale. Fa ridere ma... bisogna aspettare un 5 secondi, non abbiate fretta, fate sincronizzare games for merdina live e va liscio :D poi a quanto ho capito tutti i problemi sono relativi alle D11, se lo giocate come su console andate smooth. Io comunque aspetto la patch risolutrice.
  7. aleZ

     
    #7
    Bruce Campbell87 La pirateria è una cazzata di cui, guardacaso, parla solo chi non gioca su PC.

    Infatti, la pirateria non esiste. In compenso, Babbo Natale sarà al motor show con la slitta a GPL.
  8. teoKrazia

     
    #8
    Bruce Campbell871 - nel calderone è stato messo pure Skyrim che invece fieramente si erge un po' come rappresentante del PC gaming con una versione PC che rende ridicola la versione console, daje su. Capisco che ci sono stati dei giochi che hanno rotto le scatole, ma nell'incipit si è esagerato. Che poi va beh, pure in versione 360 coi save che si autodistruggono mi pare che non siano messi meglio.

    2 - Non sono d'accordo col voto però, ma ci può stare. Mi piaceva più la linea "teokratica" del una stella :D

    3 -Per non parlare di securom, attivazione, attivazione di games merda live. Madonna santa.

    1 - Il PC gaming recente è fatto anche di un certo Battlefield 3, che spacca, e a che a me su due configurazioni e due browser diversi non ha fatto una piega degna di menzione manco su Battlelog.
    Di un Serious Sam 3 che per il pochissimo che ho visto c'ha tanto amore ben riposto.
    Di un Modern Warfare 3 che infama con la storia dei server ghettizzati e la volontà di far alimentare la credenza che i lean li abbia inventati Killzone 2, ok, ma che gira un amore.
    Di un Hard Reset di cui si possono dire le stesse cose di Serious Sam 3.
    E di un Witcher 2 che diomio, cosa non è The Witcher 2.

    2 - Mah, se non ho capito male in DirectX 9 il gioco gira come ci si dovrebbe aspettare.
    Uno schiaffo all'orgoglio dei più enthusiast e uno smutandamento dell'ennesimo caso di featurez esclusive picchio figlie del marketting appiccicate con lo scotch.
    Ma se tanto mi dà tanto lo si gioca N volte meglio rispetto a quanto lo giocherà mai Alez. Per cui no, con ogni probabilità un voto più basso non lo avrei messo [anzi, forse ne avrei messo uno più alto :D ].

    3 - Vabbé, stesso set di Arkham Asylum.
    Cheppoi capirai che scucciamento.
  9. Dypa77

     
    #9
    aleZMa infatti è colpa della pirateria :DD

    no seriamente: se il mercato pc fosse sostenuto dai titoli originali (almeno per la metà come su console) non ci sarebbe nemmeno da discutere su ottimizzazioni e simili. Non è un caso che fino a dieci anni fa molti titoli uscivano prima su PC e poi su console ed erano ottimizzati sopratutto per Windows. Sviluppare costa e con le vendite che scendono continuamente, chi investe più su un formato che è sinomino di torrent? A mio parere il PC sta nella stessa situazione della musica: pochi intenditori comprano tutto, gli altri se ne approfittano.

    LOL proprio tu no, non ce la faccio a trattarti male, sei troppo un amico di vecchia data qui dentro :*


    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa Bethesda delle vendite di Skyrim su PC, CDProjekt delle vendite di The Witcher 2 nella versione senza DRM, Valve stessa delle vendite di Steam da qui a gennaio (sono due giorni che si fatica pure ad acquistare con il carrello che perde memoria, di quanto è intasato). E tralascio Blizzard perchè è un mondo a parte e sarebbe come sparare sulla Croce Rossa. Poi tutti quelli che come me aspettavano la versione PC di Batman per le ottimizzazioni grafiche e di Physx (non penso così pochi) e si ritrovano sto scempio.

    Poi sentirei pure quel tizio Rockstar che poco tempo fa alla domanda se si farà mai Red Dead Redemption su PC rispondeva "beh tra GTAIV, L.A. Noire e Max Payne 3 il settore PC ha già molta azione Rockstar". Ecco, alla luce delle uscite di GTA e di L.A. Noire forse quella dichiarazione se la poteva pure infilare dove il cielo è sempre più blu, ed ora si teme pure per Max... E lasciamo perdere Halo 2 PC che funzionava solo su Vista quando il 98% delle persone ancora aveva XP, o Dungeon Siege III che aveva un controllo mouse+tastiera da fare schifo. E potrei continuare per ore.

    La verità a mio avviso è che i giochi PC se fatti bene vendono. La pirateria c'è, ci sarà sempre per qualsiasi piattaforma, ma molti utenti PC sono ben contenti di sborsare denaro per dei giochi che vale veramente la pena di aspettare. E' ora di rompere quel giro vizioso che citi tu: si spende meno, il gioco fa schifo, nessuno lo compra, si spende ancora meno la prossima volta.
  10. Madison045

     
    #10
    Andrò di console senza ombra di dubbio....
Continua sul forum (180)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!