Genere
Azione
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 6,99
Data di uscita
22/11/2011

Batman: Arkham City - Robin Bundle Pack

Batman: Arkham City - Robin Bundle Pack Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Warner Bros. Games
Sviluppatore
Rocksteady Studios
Genere
Azione
PEGI
16+
Data di uscita
22/11/2011
Data di uscita americana
22/11/2011
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 6,99

Lati Positivi

  • Arriva Robin: con tre vestiti!
  • Il suo bastone respinge i proiettili!

Lati Negativi

  • Personaggio troppo simile a Batman
  • Pochi contenuti e poco interessanti
  • Manca integrazione con la storia principale

Hardware

Il contenuto è scaricabile da XBLA o PSN e pesa circa 114 MB (in edizione PS3). Richiede una copia del gioco Batman: Arkham City per poter funzionare.

Multiplayer

Non aggiunge caratteristiche alle modalità multiplayer del gioco principale.

Modus Operandi

Abbiamo gentilmente ricevuto una copia del codice dall'editore del gioco in edizione PS3. In un paio d'ore abbiamo completato nuove e vecchie sfide, ma avremmo potuto metterci molto meno tempo...
Recensione

Il pettirosso cade in volo

Le piccole imprese digitali del “ragazzo meraviglia” arrivano in DLC.

di Francesco Alinovi, pubblicato il

Sebbene nessuno l’abbia fatto notare, pur essendo un grandissimo gioco, Batman: Arkham City manca di quel pizzico di eccentrica originalità che avrebbe potuto renderlo un capolavoro eterno. Intendiamoci, lo sforzo compiuto da Rocksteady non teme confronti: tecnicamente impeccabile e ricchissima dal punto di vista ludico, questa produzione sente solo la lacuna di una nota autoriale che la elevi al di sopra di tutto il resto. Pur raggiungendo l’eccellenza in termini di artigianato videoludico, non raggiunge lo status artistico. Poco male, è pur sempre un gioco, e l’importante è che diverta e continui a divertire. E se siete tra quelli che hanno apprezzato oltre misura quest’ultima versione interattiva delle imprese dell’uomo pipistrello, probabilmente sarete impazienti di tornare al più presto ad Arkham City nelle vesti di un nuovo personaggio. Il recente DLC dedicato alla spalla di Batman fa proprio questo, vi porta a vestire i panni di Robin – intessuti in tre fogge poligonali differenti – e prolunga (si fa per dire) l’esperienza con due mappe inedite tra le sfide dell’Enigmista.

La gatta si pappa l'uccellino

Partiamo dalla fine: Catwoman è il migliore DLC finora prodotto, è perfettamente integrato con la storia principale e propone un personaggio radicalmente diverso dal protagonista. Soprattutto, se avete comprato una copia nuova del gioco, è gratuito. Con Nightwing, Rocksteady è riuscita a raffreddare gli animi, mancando clamorosamente l’opportunità di offrire sostanziali motivazioni per tornare ad Arkham City dopo aver superato il superabile. Con questo Robin bundle fa pure di peggio. Di fatto, il DLC avrebbe potuto essere venduto come skin aggiuntiva per il protagonista principale, dato che a livello di gadget e di “prestazioni” i due vigilanti mascherati sono più o meno sovrapponibili: laddove c’era il batrang, qui ci sono gli shuriken, e la differenza principale è data dal fatto che il bastone di cui si serve Robin per menare i malviventi può aprirsi a ventaglio, offrendo un riparo temporaneo dagli assalti frontali con arma da fuoco (ad un certo punto, infatti, si richiude e bisogna ricaricarlo). Anche a livello delle animazioni di attacco e contrattacco il nuovo personaggio pare piuttosto indistinto e non si corre mai il rischio di rimanere a bocca aperta nell’ammirare una mossa finale. Di tutte e tre le skin proposte, la migliore è quella di Tim Drake (il Robin attuale, stando alla continuity) che sfoggia i pantaloni al posto delle mutande e la cui divisa dai toni vivaci è smorzata dalla mantellina nera con cappuccio. Completamente fuori contesto l’edizione cartoon e invece piuttosto anonima la divisa da Red Robin. Per lo meno i tre modelli sono già sbloccati nella galleria.

Anche il pettirosso vuole la sua parte

Per quanto riguarda le mappe dell’Enigmista, una dovrebbe rappresentare il covo di Maschera Nera, ma manca completamente di ispirazione, mentre la seconda propone una “Fuga dal treno” che scorre lateralmente come in un picchiaduro degli anni ’80 - un inserto divertente ma di breve durata. Ciò che più dispiace è che manchi una vera e propria integrazione con la storia principale, ed è un vero peccato perché, sebbene in maniera marginale, comunque Robin fa le sue comparsate anche in Arkham City, anche solo per sentirsi rimbrottare dall’uomo pipistrello. A volerla dire tutta, il problema fondamentale è proprio questo: non essendoci integrazione con le vicende di Batman, la figura di Robin smette di avere interesse. Il personaggio funziona perché brilla di luce riflessa. Così, invece, fatica anche solo a farsi notare. Qui, in terra di poligoni, è meglio se Bruce Wayne rimane a fare coppia con Selina Kyle, piuttosto che accompagnarsi con pupilli mascherati. Alla luce di queste considerazioni, l’acquisto è suggerito solo ai “completisti” che hanno eletto Arkham City a gioco dell’anno. Per i simpatizzanti il discorso può essere rimandato a un’offerta promozionale (2,99 euro sarebbe stato il prezzo giusto al lancio) e, per chi ancora non ha avuto modo di mettere le mani su questo importante blockbuster, il consiglio è quello di attendere un’edizione Game of the Year completa di tutto. Data la caratura del gioco originale, questi DLC rimangono piuttosto deludenti. Chissà che a forza di ripeterlo il messaggio non arrivi…

Voto 2 stelle su 5
Voto dei lettori
Un’altra doccia gelata per chi si aspettava di arricchire la propria esperienza di gioco. Questo DLC offre poca sostanza e non vale i soldi spesi. Meglio attendere un taglio di prezzo o un pack completo.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!