Genere
Picchiaduro
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
31,90 Euro
Data di uscita
21/1/2004

Batman: Rise of Sin Tzu

Batman: Rise of Sin Tzu Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Ubisoft
Genere
Picchiaduro
PEGI
3+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
21/1/2004
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
31,90 Euro

Lati Positivi

  • Stile grafico gradevole
  • Divertente se giocato con un amico

Lati Negativi

  • Fin troppo lineare
  • Per alcuni può risultare noioso e ripetitivo

Hardware

Per giocare a Batman: Rise of Sin Tzu sarà necessaria una confezione originale del gioco in versione europea, una PlayStation 2 PAL munita di joypad e una Memory Card con almeno 61 KB a disposizione.

Multiplayer

E' presente una modalità a due giocatori grazie alla quale potremo salvare Gotham City in compagnia di un amico.

Link

Recensione

Batman: Rise of Sin Tzu

Un'enorme ombra oscura si staglia contro un livido muro di un malfamato ghetto. Due corna nere sulla sua testa, un'aura terribile di desiderio di vendetta e morte. I passi si fanno sempre più vicini e due piccoli minacciosi occhi bianchi compaiono dal nulla nel buio. Se il borseggiatore di turno non è ancora morto, si è appena accorto di avere davanti a sé il vendicatore mascherato più famoso della storia dei fumetti...

di Martin De Martin, pubblicato il

Batman è senza dubbio uno degli eroi più affascinanti nel mondo dei comic americani. Fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1939 grazie all'allora ventiduenne Bob Kane, si delineava un personaggio oscuro e a suo modo inusuale. Perché l'uomo pipistrello è, del resto, un supereroe meno "super" degli altri: nessun potere, nessuna forza sovrumana, niente raggi cosmici folgoranti dalle punte delle dita né tantomeno alitate spaziali congelanti. Solamente una fortissima ed insaziabile sete di vendetta nei confronti del mondo criminale, causa della morte dei suoi genitori quand'egli era ancora bambino: Bruce Wayne, questo il vero nome del cavaliere oscuro, ritorna ad affrontare la malavita in questo nuovo gioco targato Ubisoft... Gli abitanti di Gotham City potranno dormire sonni tranquilli?

LA MINACCIA DI SIN TZU

La carriera di Batman fuori dal mondo dei fumetti è sempre stata altalenante: dopo una serie televisiva ormai divenuta culto ed uno scoppiettante esordio nella prima trasposizione cinematografica, i primi tie-in dedicati all'uomo pipistrello cominciarono a prendere forma. E' però grazie al seguito dell'ormai celebre film, diretto dallo stesso regista, che Batman trova finalmente un'ideale trasposizione videoludica: Konami porta l'eroe della DC su Super Nintendo all'interno di un bellissimo picchiaduro a scorrimento. Il fatto che siano passati ormai dieci anni da quello storico titolo può sembrare un gradito presagio, visto e considerato che questo Batman: Rise of Sin Tzu appartiene allo stesso genere. Il famigerato Sin Tzu che figura nel sottotitolo del gioco altri non è che il losco figuro che il nostro eroe si troverà questa volta ad affrontare: grazie alla sua energia chiamata Mehta Sua, che gli conferisce il potere di controllare le menti e i corpi, ha riunito sotto i suoi voleri i nemici più agguerriti di Batman. L'eroe di Gotham City se la dovrà così vedere con gentaglia quali Bane, lo Spaventapasseri e il gigantesco energumeno Faccia d'Argilla: dietro a questi pittoreschi nomi non si nascondono altro che i supercriminali più temibili della storia. Il picchiaduro a scorrimento di Ubisoft racchiude in sé tutti i punti fermi del genere: quattro personaggi tra cui scegliere, un mucchio di livelli da completare e tantissimi nemici da sconfiggere. Il tutto condito da un elevato numero di mosse e di combo, nonché da una graditissima modalità a due giocatori che ci permetterà di affrontare le avventure di Batman in compagnia di un amico.

BAT-BOTTE

Fin dalle prime battute di gioco l'azione sarà ai massimi livelli. Questo perchè nonostante Batman: Rise of Sin Tzu richieda l'uso di tutti i tasti del joypad di PlayStation 2, i comandi sono relativamente di facile apprendimento. E subito, infatti, si nota l'alto numero di combinazioni, colpi e mosse a disposizione dei nostri eroi. Batman, Robin, Nightwing e Batgirl hanno dalla loro parte, oltre al repertorio base di calci e pugni, la possibilità di parare o di schivare gli attacchi avversari grazie a un tuffo. E' presente anche il mitico Bat-Boomerang, utilizzabile in qualsiasi momento e utile in certe occasioni per stordire i nemici. Le possibilità che il sistema di controllo offre sono però controbilanciate da un'eccessiva facilità nel proseguire attraverso i vari stage: i cattivi, presenti in maniera massiccia, si scaraventeranno su di noi con dei pattern d'attacco fin troppo semplici e prevedibili e non passerà molto prima di accorgersi che non serve usare altro che un paio di combinazioni per levarsi di mezzo la maggior parte di loro. Le mosse presenti si riveleranno dunque solamente un diversivo che permetterà al giocatore di sbizzarrirsi nell'eseguire le combo più avanzate, effettuabili solo dopo aver riempito un'apposita barra energetica. Pur non avendo un'importanza decisiva ai fini del gioco, il nostro repertorio di mosse sarà comunque ampliabile alla fine di ogni livello, quando si avrà la possibilità di acquistarne di nuove utilizzando i punti guadagnati in combattimento. Come si diceva precedentemente, però, Batman: Rise of Sin Tzu presenta tutte le caratteristiche che hanno sempre figurato nei picchiaduro a scorrimento: non fa eccezione l'eccessiva ripetitività dell'azione di gioco, fin troppo lineare e alla lunga portatrice di noia. La poca varietà presente è portata dagli scontri con i soliti boss e dalla capacità dei nostri eroi di interagire con gli elementi presenti all'interno delle ambientazioni, quali sedie, vasi, bidoni (esplosivi e non) e così via, scatenando, in poche parole, un vero e proprio "tiro al bersaglio" di oggetti contundenti contro i nostri malcapitati nemici.

IL PIPISTRELLO STILIZZATO

Batman: Rise of Sin Tzu si rifà, a livello estetico, ai recenti cartoni animati targati Warner. Esattamente come nella famosa serie animata sarà subito evidente il look stilizzato dei personaggi, caratterizzati da un design quasi elementare ma allo stesso tempo molto gradevole. Questo ha portato lo sviluppatore a realizzare dei modelli con un numero di poligoni relativamente basso, ma con l'unico scopo di avvicinarsi il più possibile all'aspetto del cartone: l'intero gioco ha così guadagnato un piacevole, semplicissimo ed originale stile grafico. Oltre alla discreta fattura dei personaggi, anche i fondali si possono definire azzeccati. L'atmosfera generalmente cupa delle avventure dell'uomo pipistrello, infatti, è stata riproposta in modo che si può considerare decisamente riuscito: le strade di Gotham sono oscure e ricche di giochi di ombre, riuscendo così a creare la giusta atmosfera. Certamente i detrattori dello stile del cartoon non apprezzeranno eccessivamente il lavoro svolto, ma in termini di fedeltà nei confronti dell'originale possiamo essere assolutamente soddisfatti. L'unica cosa che non convince appieno consiste in un cronico aliasing, onnipresente e fastidioso. Il comparto sonoro non risalta particolarmente, ma è da segnalare il doppiaggio in inglese realizzato dai doppiatori della serie animata originale. Batman: Rise of Sin Tzu si può dunque considerare un titolo discreto, dedicato in particolar modo ai nostalgici del picchiaduro a scorrimento (e di conseguenza ai divertentissimi doppi in cooperativa con un amico) e agli estimatori del cartone animato dell'uomo pipistrello: la presenza di qualche simpatico extra sbloccabile, tra filmati, costumi alternativi per gli eroi e immagini del fumetto, cerca di allungare la vita di un gioco altrimenti troppo breve. Tuttavia, la ripetitività e la noia sono due terribili nemici ai quali fare attenzione: chi cerca novità, innovazione o miracoli della tecnica non troverà nel gioco Ubisoft un acquisto ideale.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Batman: Rise of Sin Tzu è un picchiaduro a scorrimento rivisto in chiave moderna, che non ambisce sicuramente a rivoluzionare questo genere di videogiochi (ultimamente di nuovo in voga) e di conseguenza, però, deve inginocchiarsi davanti ai soliti difetti tipici della sua categoria: il semplice atto del picchiare nemici su nemici, attraverso livelli dopo livelli, potrebbe far cadere il giocatore nella noia più assoluta fin dalle prime battute di gioco. Gli appassionati di questa classe di picchiaduro e i fan del Cavaliere Oscuro potrebbero invece trovare in Batman: Rise of Sin Tzu un discreto e interessante passatempo, ma la carenza di elementi di contorno e di innovazioni degne di nota rendono il titolo oggettivamente adatto solo a una schiera di giocatori ben delineata.