Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
25 ottobre 2011

Battlefield 3: Back to Karkand

Battlefield 3: Back to Karkand Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
DiCE
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
25 ottobre 2011
Lingua
Italiano

Lati Positivi

  • Ottimo design delle mappe
  • Una nuova modalità di gioco
  • Nuove armi e mezzi
  • È sempre Battlefield 3

Lati Negativi

  • Caro per coloro che non hanno l'edizione Limited
  • Wake Island non all'altezza delle altre mappe

Hardware

Battlefield 3 è disponibile su PlayStation 3, Xbox 360 e PC e questa recensione si riferisce alla quest'ultima versione. I requisiti minimi prevedeono un processore dual core da 2,4 GHz, 2 GB di RAM di sistema e una scheda grafica a partire da una nVidia GeForce 8800 o una AMD HD 3870. Obbligatoria anche l’installazione di Origin e del plug-in per browser per Battlelog. Abbiamo testato il gioco su una configurazione composta da un Intel i5 750, 8 GB di RAM di sistema e una AMD Radeon 6850 HD.

Multiplayer

Questa espansione offre quattro mappe, nuove armi e mezzi da utilizzare esclusivamente nella porzione multiplayer di Battlefield 3. Introduce anche una nuova modalità di gioco, Conquest Assault.

Modus Operandi

Abbiamo avuto accesso a questa espansione grazie a una copia Limited del gioco acquistata regolarmente in negozio al lancio avvenuto a fine Ottobre.
Recensione

Questione di soldi

Quattro mappe a caro prezzo.

di Alessandro De Luca, pubblicato il

Come detto, le mappe di Battlefield 3 sono di buona qualità e le quattro nuove incluse nell’espansione non fanno eccezione. La stella del gruppo è sicuramente Strike At Karkand, probabilmente la mappa più amata da tutti i giocatori di Battlefield, ma anche Gulf of Oman e Sharqi Peninsula sono di pregevole fattura, mentre ci ha convinto meno Wake Island (presente anche in Battlefield 1943), con i suoi spazi aperti e una certa penuria di costruzioni. Proprio Wake Island mette in risalto come Battlefield 3 probabilmente dia il suo meglio nelle battaglie urbane, grazie alla distruttibilità delle strutture e dei palazzi, agli ottimi effetti particellari (entrambe caratteristiche del motore grafico Frostbite 2) e agli effetti sonori che regalano un livello di coinvolgimento che pochi altri giochi possono vantare. I giocatori di vecchia data di Battlefield ritroveranno le loro mappe preferite ma, grazie al dinamismo offerto dal nuovo motore grafico, le vivranno in una dimensione nuova e inedita e faranno fatica a riconoscerle alla fine di ogni round, dopo che saranno state rase al suolo da colpi di cannone e lanciarazzi. Oltre al già citato jet, ci sono altri due nuovi mezzi: l’APC russo BTR-90, che non differisce particolarmente dagli altri ruotati presenti nel gioco, e la dune buggy DPV, veloce, ma anche estremamente fragile.

Il panorama di Wake Island è davvero impressionante, peccato che la mappa non sia divertente da giocare quanto bella da vedere - Battlefield 3: Back to Karkand
Il panorama di Wake Island è davvero impressionante, peccato che la mappa non sia divertente da giocare quanto bella da vedere

DLC, croce e delizia

Qualche settimana fa gli sviluppatori hanno distribuito un aggiornamento di circa 2,6 GB che includeva le nuove mappe e alcuni bilanciamenti ad armi e meccaniche di gioco e tutti i possessori di Battlefield 3 hanno dovuto scaricarlo, anche coloro che non possiedono, e che magari non hanno intenzione di acquistare, Back To Karkand. Forse sarebbe stato meglio evitare di far scaricare così tanti dati a tutti ma, a parte questo piccolo problema, Back To Karkand è un’espansione di altissimo livello. Strike At Karkand è sempre divertentissima e offre situazioni e scontri a fuoco vari e sorprese a ogni angolo, mentre anche Gulf of Oman e Sharqi Peninsula non sfigurano al suo cospetto.

Le esplosioni non mancano mai in Battlefield 3 ed è fin troppo comune morire sotto le macerie di un palazzo appena crollato - Battlefield 3: Back to Karkand
Le esplosioni non mancano mai in Battlefield 3 ed è fin troppo comune morire sotto le macerie di un palazzo appena crollato

Il design delle mappe e la posizione delle bandiere sono perfetti e ben si adattano alle meccaniche un FPS moderno come Battlefield 3, grazie anche al Frostbite 2, che dona a queste mappe una nuova dimensione e un dinamismo che mancavano loro in Battlefield 2. Wake Island completa il pacchetto e, sebbene riesca a volte a regalare delle ottime partite, ci è sembrata inferiore alle altre. Peccato solo per il prezzo, perché per molti giocatori, 15 euro (o 1200 MS Point su Xbox 360) potrebbero sembrare troppi per un DLC di questo tipo.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Quattro mappe, nuove armi e veicoli fanno di Back To Karkand un’ottima espansione per tutti i giocatori di Battlefield 3, peccato solo per il prezzo piuttosto alto per tutti i possessori dell’edizione normale del gioco.

Commenti

  1. AVV.

     
    #1
    sul serio karkand è la mappa più amata? un generico centro urbano mediorientale? really?

    pensavo backstab
  2. Da Hammer

     
    #2
    Magari Backstab sarà nel prossimo DLC. :)
  3. El_Maria

     
    #3
    Wake Island me la ricordavo leggermente meglio in BF2 francamente, anche se pure li la tendenza era di essere alla mercè di elicotteri e aerei. Sinceramente avrei preferito avessero messo Road to Jalalabad e Mashtuur City al posto di Wake Island e Gulf of Oman, così da completare il pacchetto con tutte le mappe urbane medio orientali di BF2.

    Ah, estrema delusione nel vedere che non hanno messo le fazioni arabe e cinesi, e soprattutto manca ancora il clacson alle auto.
  4. Da Hammer

     
    #4
    El_MariaWake Island me la ricordavo leggermente meglio in BF2 francamente, anche se pure li la tendenza era di essere alla mercè di elicotteri e aerei. Sinceramente avrei preferito avessero messo Road to Jalalabad e Mashtuur City al posto di Wake Island e Gulf of Oman, così da completare il pacchetto con tutte le mappe urbane medio orientali di BF2.

    Tranquillo, scommetto quello che vuoi che questo non sarà l'ultimo DLC.


    Ah, estrema delusione nel vedere che non hanno messo le fazioni arabe e cinesi, e soprattutto manca ancora il clacson alle auto.

    Eh sì, le fazioni avrebbero potuto aggiungerle, e il clacson è una mancanza imperdonabile. :(
  5. DAlex Savoius

    #5
    Le nuove mappe mi piacciono...
    A dire il vero, avrei preferito avere una mappa stile Camp Gribaltar del mitico Bf2142.
    Cmq Grande Battlefield.

    Saluti.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!