Genere
Piattaforme
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
25/11/2003

Billy Hatcher and the Giant Egg

Billy Hatcher and the Giant Egg Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Sonic Team
Genere
Piattaforme
PEGI
3+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
25/11/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
59,90 Euro

Hardware

Per giocare a Billy Hatcher and the Giant Egg serviranno una copia del gioco originale, un Nintendo GameCube, un pad e una memory card compatibili. Volendo giocare la versione giapponese del gioco, un uscita il 9 ottobre, alla lista di cui sopra va aggiunta una copia del Freeloader (o alternativamente un GameCube NTSC), aspettate comunque la recensione per eventuali conferme di compatibilità. Infine, il gioco supporta anche la connettività con il Game Boy Advance, per sfruttarla servono un Game Boy Advance e un cavo link GameCube - GameBoy.

Multiplayer

Billy Hatcher and the Giant Egg offrirà alcune modalità multiplayer (pare 4): una di esse consiste in una sfida sull'allevamento di uova, legata anche all'impossibilità di conoscere le creature degli avversari. In multiplayer si potrà giocare fino a quattro giocatori, a patto di avere altrettanti pad.

Link

Anteprima

Billy Hatcher and the Giant Egg

Signor Naka, vedo che finalmente abbiamo superato insieme quel disturbo paranoico legato ai porcospini. Sono felice che si sia persuaso che quelle bestiole non la inseguono ovunque vada. Ma, ahimè, temo di non poter terminare qui le nostre sedute, quel costume da galletto che indossa mi dà piuttosto... come dire... da pensare...

di Alberto Torgano, pubblicato il

Il GameCube di Nintendo, pur non riuscendo a contrastare le maggiori vendite della concorrente PlayStation 2, può senza dubbio vantare una ludoteca di incredibile qualità, valorizzata dai migliori esponenti di molti generi; questo grazie all'alto numero di esclusive Nintendo, sempre giochi altissimo spessore, nonché a una manciata di altre software house particolarmente affezionate alla grande N. Tra queste "fedelissime" è recentemente entrata anche la rivale di un tempo, rivelatasi ora inestimabile alleata: Sega.
Dopo l'apprezzato Sonic Adventure 2: Battle e il criticato Sonic Adventure DX, dopo i geniali Super Monkey Ball e i numerosi titoli portatili, per un nuovo eroe Sega è tempo di affacciarsi sul mercato delle mascotte, un eroe vestito da... pollo!?!?

OVO SODO?

L'annuncio di Billy Hatcher and the Giant Egg è appena dello scorso inverno, eppure già fra un mesetto i giocatori nipponici potranno toccarlo con mano; non c'è che dire, l'ultimo nato di casa Sega si è dato da fare per giungere in orario! Ma nonostante l'uscita vicina, il gioco è ancora piuttosto misterioso, perché particolarmente originale in un mercato sempre più ricco di remake e conversioni. In un mondo magico, colorato e pieno di animaletti tenerosi e porcospini corridori, sono scese le tenebre a causa delle mire di un re malvagio, smanioso di portare sul regno una notte eterna. L'unico baluardo contro la sua minaccia sembra essere un giovane ragazzino che, forte dei poteri trasmessigli da un magico costume da pollo (?), dovrà darsi da fare per riportare la luce dove ora c'è la tenebra! Questa la banale premessa di Billy Hatcher and the Giant Egg, per fortuna Yuji Naka e i suoi sono più noti per l'abilità di sviluppatori che per quella di sceneggiatori! Al di là dei pretesti per l'azione, il platform Sega colpisce subito per caratterizzazione: si capisce al volo che Billy e il colorato mondo che lo circonda sono creature nate dalle stesse menti che hanno creato Sonic e tutto il suo universo di mascotte, non foss'altro per l'assurda idea del costume da galletto!

OTTIME PREMESSE

Anche se Billy non gode della popolarità di altri personaggi, con l'aumento delle informazioni sul gioco e dopo la prova di una demo giocabile, dobbiamo ammettere che il titolo Sega ci sembra assai convincente. Le basi del gioco sono presto dette, SonicTeam ha creato un gameplay costruito essenzialmente su un'azione da platform, arricchendolo con una buona dose di velocità, stile, colori pastello e allegria. Su questo canovaccio sono poi stati inseriti numerosi elementi innovativi, primo tra tutti quello delle uova.
Da quanto emerso finora, i movimenti di Billy sono quasi sempre accompagnati dalla presenza di gigantesche uova maculate (una per volta), spinte a mò di valanga e utilizzate per i più svariati compiti. Per esempio le uova sono un'eccellente arma per eliminare i nemici, ma sono anche corpi da far rotolare a più non posso, per poi aggrapparvisi e lanciarsi in folli corse lungo i livelli.
Sulle uova si fonda poi un altro degli aspetti del gioco, l'allevamento. Questa componente sembra avere moltissimo spazio: scopo del giocatore è prendersi cura delle uova, nutrirle, far sì che si schiudano e quindi interagire con le creature in esse contenute. Yuji Naka è stato piuttosto criptico sul tipo di bestiole originate dalle uova, ma sembra che anche una minima componente di collezionismo faccia capolino in Billy Hatcher and the Giant Egg.
Nella demo sono presenti solo alcune creature, le cui abilità si riducono per lo più ad attacchi potenziati, ma per il prodotto finito SonicTeam garantisce di avere in serbo ben di meglio, ovvero creature capaci di portare Billy in luoghi inarrivabili, o di compiere missioni prima impossibili. Peculiarità del gioco è poi la mancanza un controllo diretto sugli aiutanti (come d'altronde manca sulle uova, l'unico personaggio controllato direttamente è Hatcher), solo tramite la pressione di una tasto è possibile impartire loro ordini.
Nelle idee di Yuji Naka tutto il gameplay è fortemente imperniato sulla presenza di elementi da proteggere o utilizzare in modo non diretto, siano essi uova o creature, sull'allevamento delle uova e sulla sorpresa alla loro apertura. Naturalmente non mancano creature segrete o opzionali e, aspetto ancora più interessante, Yuji Naka garantisce che una stessa missione può essere portate a termine in modo diverso usando creature dai differenti poteri. Parte del gameplay di Billy Hatcher and the Giant Egg dovrebbe consistere nel ricercare il giusto modo di far interagire le creature e le uova con l'ambiente esterno. Passando al lato tecnico, il motore di gioco è in parte mutuato da quello di Sonic Adventure 2 Battle, con le dovute ottimizzazioni e potenziamenti. Da quanto abbiamo visto nella demo di gioco, il mondo di Billy Hatcher and the Giant Egg colpisce in primo luogo per la velocità e per l'atmosfera Sega, nonché per il buon numero di personaggi fuori di testa. Anche i movimenti delle uova colorate sono molto naturali, tanto da rendere del tutto intuitivo il sistema di controllo.
Infine, ciliegine sulla torta sono l'immancabile sezione multiplayer a quattro giocatori, che si annuncia come particolarmente originale grazie alla variabile dell'allevamento; e la connettività con il Game Boy Advance per sottogiochi e bonus, tra cui spiccano titoli noti come ChuChu Rocket e Puyo Puyo.

POCHI DUBBI

Durante la nostra prova sulla demo, l'unica defaillance del gioco ci è sembrata una non ottimale gestione delle telecamera, ma, considerando che si trattava di un codice piuttosto prematuro, confidiamo che la versione definitiva saprà risolvere l'incertezza. Da quanto annunciato finora, Billy Hatcher and the Giant Egg sembra essere un titolo d'eccezione: è il primo platform inedito del SonicTeam da molto tempo a questa parte, è un'esclusiva particolarmente adatta al GameCube ed è anche un gioco innovativo. D'altro canto, dall'uscita di Mario 64 non è più possibile confezionare un buon gioco di piattaforme 3D "accontentandosi" di buoni personaggi e di un buon concept.
Billy Hatcher and the Giant Egg dovrebbe svilupparsi in livelli in parte esplorabili a piacimento in parte lineari, con missioni da compiere e boss da sconfiggere. Con basi di questo genere, l'eccellenza si può raggiungere solo con obiettivi molto vari, che non si riducano a un paio di meccaniche di gioco, con livelli da esplorare più volte allo scopo di raccogliere qualcosa di essenziale al proseguimento e possibilmente di stimolante, con molta originalità e libertà d'azione. Se Billy Hatcher and the Giant Egg riuscirà a soddisfare questi requisiti, allora diventerà senza dubbio un "must buy" per i possessori di GameCube. Per ora ci sono solo solide fondamenta e un architetto d'eccezione, non ci resta che incrociare le dita!