Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 59,90
Data di uscita
22/5/2009

Bionic Commando

Bionic Commando Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Grin
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
22/5/2009
Data di uscita americana
19/5/2009
Data di uscita giapponese
25/6/2009
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
€ 59,90
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Per giocare Bionic Commando è richiesta una console Xbox 360, un controller compatibile e una periferica di salvataggio (disco fisso o memory unit). Lo stesso titolo è disponibile anche su PlayStation 3 mentre arriverà in estate sui formati Windows.

Multiplayer

Se presente un account Xbox Live di tipo Gold a pagamento, possiamo sfidare altri sette giocatori sulla rete nelle classiche modalità Deathmatch (da soli o a squadre) e Capture the Flag. Le partite si svolgono all'interno di 16 arene derivate dalle ambientazioni del gioco in singolo.

Link

Recensione

In equilibrio sulla fisica

Un braccio bionico e i suoi mille utilizzi.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Impossibile non dedicare un approfondimento a quello che è l'aspetto chiave del gameplay e l'elemento distintivo di tutta la serie, ossia il braccio bionico in dotazione al protagonista.
Questo "gadget" appare nella nuova versione 3D molto diverso dall'originale ma insieme fedele agli usi che ne facevamo allora, cioè arma improvvisata e soprattutto rampino per spostarsi tra luoghi altrimenti inacessibili.
La principale differenza rispetto a uno Spider-Man qualunque è nella fisica, vera fissazione del team di sviluppo sin da quando realizzava sparatutto su PC come Ghost Recon Advanced Warfighter 2.

prima di saltare, calcola bene il vento

Questo importante elemento aggiunto ai movimenti nell'aria (soprattutto quando siamo appesi al nostro braccio) caratterizza, insieme ai controlli, l'intero gameplay al punto che non c'è via di mezzo tra odio e amore incondizionato, con il primo a dominare le fasi iniziali del gioco.
Ogni salto, tuffo nel vuoto e spostamento acrobatico che usi il nostro braccio metallico dipende infatti dalla fisica, quindi dall'inerzia e dal peso accumulato dal nostro personaggio durante la corsa precedente. Per fare un esempio pratico, se dovete evitare un burrone e arrivare dall'altra parte, spesso non basterà agganciarvi e "tirare" ma dovrete prendere la rincorsa, attaccarvi a una struttura che faccia da leva e quindi sganciarvi nel momento in cui avrete la massima accelerazione.
Guardando il gioco nella sua interezza, un simile realismo fa a pugni con altri aspetti più "arcade" come possono apparire i combattimenti, molto semplificati dalla presenza dell'immancabile energia auto-ricaricante (e di abbondanti munizioni sparse per ogni livello).
C'è da sottolineare, comunque, che sul lato del puro impatto estetico gli spostamenti a mezz'aria gestiti in questo modo danno al gioco un aspetto ancora più spettacolare, soprattutto quando vediamo il corpo del protagonista influenzato dalla velocità e dagli "strattoni" del braccio.
La fisica è presente anche nello scenario e nei svariati modi in cui viene distrutto da crolli, esplosioni e simili. Non è raro, tutt'altro, assistere a intere costruzioni che vengono fatte a pezzi in modo sì predefinito ma con effetti sugli elementi più vicini a noi, aumentando la sensazione di precarietà che abbiamo stando a terra. Tale sensazione è chiaramente voluta per spingere il giocatore a preferire gli spostamenti via braccio, comunque necessari data la planimetria "verticale" delle mappe.

una mano (metallica) in più nelle battaglie

Il braccio bionico entra in gioco anche nei combattimenti, come aiuto extra quando le munizioni sono scarse o, semplicemente, vogliamo fare spettacolo.
Prima di essere potenziato (tramite upgrade automatici sbloccati avanzando) già permette di colpire da vicino i nemici con un classico pugno, o di aggrapparsi a loro ed effettuare alcune mosse in stile picchiaduro, calci volanti e così via.
Dopo gli immancabili potenziamenti, è possibile usarlo per sollevare pezzi di scenario o strappare letteralmente alcune parti di fondale, perlopiù in zone specifiche del gioco secondo la necessità del singolo livello. Va detto che, sempre considerata la struttura lineare, viene lasciata una certa iniziativa nel modo in cui si affrontano le battaglie. Pur essendo i livelli piccoli (come spazio percorribile) offrono un buon grado di libertà nel scegliere da dove colpire il nemico e cosa afferrare e usare come arma improvvisata.
In questi casi, al contrario di salti e acrobazie, la fisica ha una valenza più che altro estetica, per sottolineare il peso degli oggetti o le collisioni quando si scontrano elementi molto voluminosi.
Ovviamente, parlando di un gioco che usa una struttura molto classica, gli scontri con i boss richiedono una buona conoscenza del braccio bionico e il suo utilizzo per scoprire punti deboli e abbattere il nemico. La sua presenza, insomma, è molto più che una semplice soluzione estetica e caratterizza l'intero gameplay dal primo minuto fino alle fasi conclusive.


Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    bella rece, mi ha fatto definitivamente capire che non è decisamente il titolo per me!

    all'originale del 89 non ci ho mai giocato, e soprattutto non mi serve un gioco difficile e frustrante vecchia scuola come viene ampiamente descritto nella rece.
    scaffale al cubo per me.
  2. SixelAlexiS

     
    #2
    Ma sapete se la versione PS3 ha un qualche tipo di problema o differenze rispetto alla versione 360?
    Grazie mille :nworthy:
  3. Jin-Kazama80

     
    #3
    Per me era uno di quei titoli da prendere sicuramente...però leggendo la recensione ho forse compreso che sto gioco pieno di possibili salti nel 'vuoto' mi farà imprecare non poco....quindi mesà che non lo acquisto e dirigo lo sguardo altrove...
  4. SixelAlexiS

     
    #4
    Jin-Kazama80 ha scritto:
    Per me era uno di quei titoli da prendere sicuramente...però leggendo la recensione ho forse compreso che sto gioco pieno di possibili salti nel 'vuoto' mi farà imprecare non poco....quindi mesà che non lo acquisto e dirigo lo sguardo altrove...
      "Ogni salto, tuffo nel vuoto e spostamento acrobatico che usi il nostro braccio metallico dipende infatti dalla fisica, quindi dall'inerzia e dal peso accumulato dal nostro personaggio durante la corsa precedente.
    Per fare un esempio pratico, se dovete evitare un burrone e arrivare dall'altra parte, spesso non basterà agganciarvi e "tirare" ma dovrete prendere la rincorsa, attaccarvi a una struttura che faccia da leva e quindi sganciarvi nel momento in cui avrete la massima accelerazione."
    Bellissima questa parte :sbav:
    Me lo piglio, ora resta da decidere se su PS3 o PC in estate... sapete se le armi bonus del Rearmed si sbloccano veramente nel gioco, o è stata una presa per il culo :\?
    E poi devo vedere una comparison, non si sà mai...
  5. Jin-Kazama80

     
    #5
    SixelAlexiS ha scritto:
    "Ogni salto, tuffo nel vuoto e spostamento acrobatico che usi il nostro braccio metallico dipende infatti dalla fisica, quindi dall'inerzia e dal peso accumulato dal nostro personaggio durante la corsa precedente.
    Per fare un esempio pratico, se dovete evitare un burrone e arrivare dall'altra parte, spesso non basterà agganciarvi e "tirare" ma dovrete prendere la rincorsa, attaccarvi a una struttura che faccia da leva e quindi sganciarvi nel momento in cui avrete la massima accelerazione."
    Bellissima questa parte :sbav:
    Me lo piglio, ora resta da decidere se su PS3 o PC in estate... sapete se le armi bonus del Rearmed si sbloccano veramente nel gioco, o è stata una presa per il culo :\?
    E poi devo vedere una comparison, non si sà mai...
     Io odio i game basati sui salti dove puoi morire ogni secondo...soprattutto se almeno come dicono qua te fa imprecà non poco.....SixelAlexiS non ho capito perchè m'hai citato??? Ogni uno ha diritto ad avere un suo parere...non credi??
  6. SixelAlexiS

     
    #6
    Jin-Kazama80 ha scritto:
    Io odio i game basati sui salti dove puoi morire ogni secondo...soprattutto se almeno come dicono qua te fa imprecà non poco.....SixelAlexiS non ho capito perchè m'hai citato??? Ogni uno ha diritto ad avere un suo parere...non credi??
     :-|
    Ti ho citato perchè hai parlato di salti, ed ho detto la mia...
    Hai per caso letto interventi specifici sulla tua persona o opinione ?
    Bah... la frase in grassetto te la potrei rigirare, ma va a finire che ti senti preso in causa di nuovo :berto:
  7. Jin-Kazama80

     
    #7
    Bravo...calcola che ad esempio non ho giocato l'ultimo Prince of Persia proprio per sto motivo dei salti...
  8. SixelAlexiS

     
    #8
    Jin-Kazama80 ha scritto:
    Bravo...calcola che ad esempio non ho giocato l'ultimo Prince of Persia proprio per sto motivo dei salti...
    :O
    Ma se è l'esatto contrario... in PoP anche se sbaglio salto non muori... è iperteleguidato, son due giochi COMPLETAMENTE diversi :berto:
  9. SixelAlexiS

     
    #9
    Dicci alez, dritte sul gioco, sulla comparison, o qualcos'altro :)) ?
  10. Jin-Kazama80

     
    #10
    Non hai capito quello che volevo dire.....lo so che non muori su Prince of Persia ma odio cmq il dover saltare per quasi tutto il tempo......
Continua sul forum (673)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!