Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 59,90
Data di uscita
22/5/2009

Bionic Commando

Bionic Commando Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Grin
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
22/5/2009
Data di uscita americana
19/5/2009
Data di uscita giapponese
25/6/2009
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
€ 59,90
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Graficamente spettacolare
  • Molto impegnativo
  • Fedele al titolo ispiratore
  • Longevità sopra la media

Lati Negativi

  • Molto frustrante
  • Fin troppo classico
  • Troppi caricamenti

Hardware

Per giocare Bionic Commando è richiesta una console Xbox 360, un controller compatibile e una periferica di salvataggio (disco fisso o memory unit). Lo stesso titolo è disponibile anche su PlayStation 3 mentre arriverà in estate sui formati Windows.

Multiplayer

Se presente un account Xbox Live di tipo Gold a pagamento, possiamo sfidare altri sette giocatori sulla rete nelle classiche modalità Deathmatch (da soli o a squadre) e Capture the Flag. Le partite si svolgono all'interno di 16 arene derivate dalle ambientazioni del gioco in singolo.

Link

Recensione

Gli eroi si evolvono con il tempo

Europa e Giappone riuniti nel segno della grafica in HD.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Se c'è un aspetto al di sopra delle critiche in Bionic Commando, salvo rari episodi, è quello tecnologico. La sua realizzazione tecnica, la grafica in particolare, è infatti ai vertici del genere action/sparatutto e molto vicina a "intoccabili" come Gears of War e Killzone 2.
In tal senso, il lavoro svolto dagli studi svedesi Grin risulta degno di lode, mentre il design tipicamente nipponico applicato da Capcom (a personaggi e fondali) rappresenta quel tocco in più di una realizzazione altrimenti troppo "fredda".

fermiamoci un attimo a guardare lo scenario

Inserendo un numero spropositato di dettagli nel fondale, soprattutto nelle texture dei materiali, il team creativo ha realizzato un affresco futuristico/cinematografico che è molto vicino ai filmati in grafica computerizzata visti nelle presentazioni o alla TV.
Non è esagerato dire che alcuni passaggi di Bionic Commando, quando entrano in gioco diverse luci colorate ed effetti speciali come pioggia o polvere, fanno sembrare l'intera realizzazione un filmato precalcolato e non qualcosa che viene gestito in tempo reale.
A "svegliarci" dall'illusione sono le classiche imperfezioni come un aliasing sempre molto marcato (sopratutto sulla distanza) e la tipica mancanza del Vsync delle produzioni Capcom, che crea dei "tagli" nell'immagine quando si ruota velocemente la telecamera.
C'è anche da sottolineare una fluidità che sta poco sopra la linea di galleggiamento dei venti-trenta fotogrammi al secondo, crollando talvolta nelle situazioni più caotiche.
Tutto questo, giova ripeterlo, passa in secondo piano quando si osserva la realizzazione tecnica nel suo complesso e la resa a video spettacolare che hanno molti livelli, come architettura, senso della prospettiva e varietà degli elementi mostrati a schermo.
Allo stesso modo, la storica cura per il design dei produttori nipponici torna nei personaggi molto ben caratterizzati a partire da un Nathan Spencer ricco di carattere sia esteticamente che nel doppiaggio (grazie a Mike Patton, vocalist dei Faith No More).
Più di una volta, possiamo garantirlo già adesso, vi fermerete per ruotare la telecamera attorno al protagonista e osservare quello che vi circonda, tanti sono i dettagli anche lontani da voi che meritano attenzione.

La stessa anima sotto un vestito più bello

Anche la parte audio merita una certa attenzione per il modo in cui una sola musica, quella classica del gioco originale, è stata remixata in decine di varianti che tornano in punti specifici del gioco a sottolineare battaglie o, nella trama, rivelazioni più o meno clamorose.
Sin dal menu iniziale, dove viene suonata con pochissimi strumenti digitali, comincerete a canticchiare la "theme track" per poi ritrovarla più avanti in tono epico e altisonante, nel bel mezzo di esplosioni, proiettili e del caos tipico delle fasi ad alto rischio.
Un gradino più in basso, troviamo gli effetti sonori e in particolare quelli associati alle armi, di scarso impatto, mentre il doppiaggio in inglese (come detta la tradizione Capcom) risulta di buona fattura, senza particolari acuti.
Guardando invece la giocabilità, il grado di "presa" sul giocatore dipende da quanto si apprezzano titoli che non concedono nulla all'utente, senza un certo impegno da parte di quest'ultimo. Non è sbagliato dire che le prime partite a Bionic Commando sono un esercizio nel lancio del controller, alla ricerca della maggiore distanza o del perfetto binomio tra Game Over e imprecazione colorita. In tal senso, nell'eccessivo grado di frustrazione presente, gli sviluppatori potevano fare di più per inserire i "neofiti" nel percorso richiesto a imparare l'uso del braccio, gestire la fisica dei movimenti e, in fondo, divertirsi.
Ma è chiaro che Capcom prima, e Grin dopo, non abbiano voluto fare sconti a nessuno e siano pronte ad accogliere ogni critica o protesta, pur di mantenere intatta l'idea originale alla base di questa serie.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Bionic Commando celebra perfettamente l'uscita originale per NES posizionandosi su livelli medio-alti nella categoria dei giochi d'azione e, insieme, conservando i difetti che già caratterizzavano l'antico predecessore. Spettacolare sotto il profilo tecnico (soprattutto nei fondali), il gioco perde qualche punto nei campi della ripetitività e dell'eccessiva frustrazione. Tali aspetti passano in secondo piano sulla distanza, quando si apprezza l'ottimo design dei livelli e un tasso di sfida d'altri tempi. Se siete utenti esperti e amavate alla follia la prima uscita, dovete aggiungerlo alla vostra collezione, magari mettendo in conto una buona dose di calmanti e un bel corso accelerato di yoga.

Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    bella rece, mi ha fatto definitivamente capire che non è decisamente il titolo per me!

    all'originale del 89 non ci ho mai giocato, e soprattutto non mi serve un gioco difficile e frustrante vecchia scuola come viene ampiamente descritto nella rece.
    scaffale al cubo per me.
  2. SixelAlexiS

     
    #2
    Ma sapete se la versione PS3 ha un qualche tipo di problema o differenze rispetto alla versione 360?
    Grazie mille :nworthy:
  3. Jin-Kazama80

     
    #3
    Per me era uno di quei titoli da prendere sicuramente...però leggendo la recensione ho forse compreso che sto gioco pieno di possibili salti nel 'vuoto' mi farà imprecare non poco....quindi mesà che non lo acquisto e dirigo lo sguardo altrove...
  4. SixelAlexiS

     
    #4
    Jin-Kazama80 ha scritto:
    Per me era uno di quei titoli da prendere sicuramente...però leggendo la recensione ho forse compreso che sto gioco pieno di possibili salti nel 'vuoto' mi farà imprecare non poco....quindi mesà che non lo acquisto e dirigo lo sguardo altrove...
      "Ogni salto, tuffo nel vuoto e spostamento acrobatico che usi il nostro braccio metallico dipende infatti dalla fisica, quindi dall'inerzia e dal peso accumulato dal nostro personaggio durante la corsa precedente.
    Per fare un esempio pratico, se dovete evitare un burrone e arrivare dall'altra parte, spesso non basterà agganciarvi e "tirare" ma dovrete prendere la rincorsa, attaccarvi a una struttura che faccia da leva e quindi sganciarvi nel momento in cui avrete la massima accelerazione."
    Bellissima questa parte :sbav:
    Me lo piglio, ora resta da decidere se su PS3 o PC in estate... sapete se le armi bonus del Rearmed si sbloccano veramente nel gioco, o è stata una presa per il culo :\?
    E poi devo vedere una comparison, non si sà mai...
  5. Jin-Kazama80

     
    #5
    SixelAlexiS ha scritto:
    "Ogni salto, tuffo nel vuoto e spostamento acrobatico che usi il nostro braccio metallico dipende infatti dalla fisica, quindi dall'inerzia e dal peso accumulato dal nostro personaggio durante la corsa precedente.
    Per fare un esempio pratico, se dovete evitare un burrone e arrivare dall'altra parte, spesso non basterà agganciarvi e "tirare" ma dovrete prendere la rincorsa, attaccarvi a una struttura che faccia da leva e quindi sganciarvi nel momento in cui avrete la massima accelerazione."
    Bellissima questa parte :sbav:
    Me lo piglio, ora resta da decidere se su PS3 o PC in estate... sapete se le armi bonus del Rearmed si sbloccano veramente nel gioco, o è stata una presa per il culo :\?
    E poi devo vedere una comparison, non si sà mai...
     Io odio i game basati sui salti dove puoi morire ogni secondo...soprattutto se almeno come dicono qua te fa imprecà non poco.....SixelAlexiS non ho capito perchè m'hai citato??? Ogni uno ha diritto ad avere un suo parere...non credi??
  6. SixelAlexiS

     
    #6
    Jin-Kazama80 ha scritto:
    Io odio i game basati sui salti dove puoi morire ogni secondo...soprattutto se almeno come dicono qua te fa imprecà non poco.....SixelAlexiS non ho capito perchè m'hai citato??? Ogni uno ha diritto ad avere un suo parere...non credi??
     :-|
    Ti ho citato perchè hai parlato di salti, ed ho detto la mia...
    Hai per caso letto interventi specifici sulla tua persona o opinione ?
    Bah... la frase in grassetto te la potrei rigirare, ma va a finire che ti senti preso in causa di nuovo :berto:
  7. Jin-Kazama80

     
    #7
    Bravo...calcola che ad esempio non ho giocato l'ultimo Prince of Persia proprio per sto motivo dei salti...
  8. SixelAlexiS

     
    #8
    Jin-Kazama80 ha scritto:
    Bravo...calcola che ad esempio non ho giocato l'ultimo Prince of Persia proprio per sto motivo dei salti...
    :O
    Ma se è l'esatto contrario... in PoP anche se sbaglio salto non muori... è iperteleguidato, son due giochi COMPLETAMENTE diversi :berto:
  9. SixelAlexiS

     
    #9
    Dicci alez, dritte sul gioco, sulla comparison, o qualcos'altro :)) ?
  10. Jin-Kazama80

     
    #10
    Non hai capito quello che volevo dire.....lo so che non muori su Prince of Persia ma odio cmq il dover saltare per quasi tutto il tempo......
Continua sul forum (673)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!