Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
9/2/2010

BioShock 2

BioShock 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
2K Games
Sviluppatore
2K Marin
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
9/2/2010
Lingua
Italiano
Giocatori
4-10

Hardware

BioShock 2 è disponibile per Playstation 3, Xbox 360 e PC. In quest'ultimo caso per giocare è necessario possedere almeno un Pentium 4 a 3 GHz o un processore AMD 3800+, 2 GB di RAM di sistema e una scheda video nVidia della serie 7800 o ATI X1900. La versione per sistemi Windows contempla il supporto nativo alla tecnologia nVidia 3D Vision e a qualche effetto DirectX 10, mentre continua a latitare la possibilità di usare l'AntiAliasing. Ai fini della recensione il gioco è stato testato su PC configurato con un processore Intel E8400 con 4 GB di RAM e una GPU nVidia GTX 285.

Multiplayer

Sono previste diverse modalità multigiocatore competitive, accessibili fino a un massimo di dieci utenti via Games for Windows Live, che ci riserviamo di esaminare a dovere in futuri approfondimenti.

Link

Recensione

Utopie naufragate

La seconda volta di Rapture.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Ad aver reso BioShock un gran titolo, oltre la bontà della formula di gioco, è senza dubbio la sua ambientazione, Rapture. La città sommersa in cui si svolgevano le vicende dello sparatutto 2K Games era un luogo singolare e assolutamente improbabile, ai confini della realtà, eppure anche fra i più solidi e credibili mai apparsi in un videogioco. Rapture era un universo delineato in maniera magistrale, con una precisa ideologia alla base della sua nascita e un ricco turbinio di impulsi politici, sociali ed economici a determinarne il destino, tutti tratteggiati senza lasciare nulla al caso, adeguatamente approfonditi strada facendo e capaci di bucare lo schermo quasi costantemente, sin dai primi istanti.
Rapture sapeva infatti raccontarsi anche solo tramite un manifesto su un muro, il farneticare di un nemico, la facciata di un palazzina o il gracchiante jingle di un distributore automatico, travolgendo il giocatore con un flusso continuo di informazioni e suggestioni, somministrato attraverso un'elegante art déco. Un tipo di estetica che non si vedeva proprio tutti i giorni in uno sparatutto in prima persona...

NUOVE GENERAZIONI DEGENERANTI

Bella, seducente e controversa come una Dietrich, Rapture non si limitava insomma a rimanere sullo sfondo degli avvenimenti di BioShock, ma ne era indiscussa protagonista, e ha avuto un ruolo indelebile nel rendere un titolo che partiva da un chiaro intento "commerciale" - banalizzare lo spessore di System Shock 2 per renderne vendibile la formula all'utenza console - qualcosa di speciale e a suo modo fuori dal coro.
BioShock 2, in questo senso, è un seguito al tempo stesso traditore e fedele.
A tutti quelli che, stregati dal primo capitolo, fantasticavano di avventurarsi in superficie o non vedevano l'ora di farsi ammaliare da nuove, mirabolanti distopie, 2K Games risponde con l'amara realtà del "more of the same". Più che a raccogliere il testimone del predecessore e correre a testa alta spinto da una paragonabile nobiltà di intenti, BioShock 2 si accontenta infatti di intascarne l'eredità, a partire innanzitutto proprio dall'ambientazione, Rapture, riproposta con un grosso riciclo di materiale grafico e sonoro. Un seguito dall'indole dell'expansion pack più che del figlio legittimo, quindi, che volta categoricamente le spalle agli impulsi creativi e alla voglia di osare e di distinguersi che hanno reso grande il progenitore.

Riserva di Eve, Tonici Genetici, distributori Gatherer's Garden, banche genetiche... tutto è al suo posto - BioShock 2
Riserva di Eve, Tonici Genetici, distributori Gatherer's Garden, banche genetiche... tutto è al suo posto

BUON SANGUE (CONTAMINATO) NON MENTE

BioShock 2, tuttavia, conferma anche che Rapture era e rimane un posto speciale. Anche se si è bruciata giocoforza l'effetto sorpresa che la caratterizzava nel 2007, la metropoli fortemente voluta da Andrew Ryan si rivela ancor oggi un luogo di grandissimo fascino, specchio di alcune fra le più elevate virtù del genere umano e al tempo stesso di alcune delle sue più deprecabili corruzioni, in cui vale la pena di farsi un altro giro turistico.
Ma soprattutto un posto con ancora tante buone storie da raccontare. Come quella del protagonista, il Soggetto Delta, uno dei primi prototipi di Big Daddy, i minacciosi palombari contro cui ci si scontrava in BioShock. Come ogni Big Daddy, anche il Soggetto Delta aveva il compito di scortare le Sorelline durante la loro attività di raccolta dell'Adam, preziosa sostanza alla base della fiorente attività scientifica in corso a Rapture.
A differenza dei colleghi più evoluti, il vecchio modello protagonista di BioShock 2 era però legato a una sola bambina, Eleanor, che considerava come una vera e propria figlia e dalla quale era ricambiato con altrettanto affetto. Un rapporto che è stato brutalmente interrotto da Sofia Lamb, la madre naturale di Eleanor, che ha strappato la bambina al Soggetto Delta e l'ha costretto a un "black-out" di 10 anni.
Una volta risvegliatosi, nel 1968, il Soggetto Delta parte così alla ricerca di Eleanor, con il piccolo dettaglio che nel frattempo la città è piombata in uno stato di decadenza assoluta, anche peggiore di quello in cui versava nel primo capitolo (ambientato nel 1960) e la Lamb ne ha approfittato per fare carriera, passando dallo status di psicologa a quello di matriarca e guida spirituale dell'intero centro urbano, piegandolo ai suoi folli piani.
Al cui centro, guarda caso, c'è Eleanor. Ed è proprio la storia, che riprende l'efficace taglio introspettivo del predecessore mischiandolo a tematiche come quella dei legami affettivi più stretti e dell'infanzia, con attorno il solito riuscito vortice di dissertazioni sulla scienza, la morale, la politica e molti altri argomenti ben al di sopra di quelli solitamente toccati dai videogiochi, a rappresentare uno dei motori che invoglia a farsi largo tra un deja vu e l'altro per vedere come vanno a finire le cose.


Commenti

  1. krona3

     
    #1
    Come mai non avete parlato del multy? E' uno degli aspetti più positivi, e l'unica cosa davvero nuova :) Recensione a parte?
    Comunque ottima recensione, completa e sincera, il commento finale poi rispecchia pari pari il mio pensiero.
    :approved:
  2. Matteo Camisasca

     
    #2
    Non abbiamo avuto modo di provarlo: su PC i server aprono domani; faremo ammenda appena possibile.
  3. utente_deiscritto_19700

     
    #3
    a me basta la storia coinvolgente e l'ottica fattura.Non avendo,ancora,approfondito il primo capitolo per ora mi accontento di questo.


    p.s :
    come mai la recensione non va anche nella sezione console ?
  4. Seph|rotH

     
    #4
    alexspooky
    p.s :
    come mai la recensione non va anche nella sezione console ?

    Perchè la versione recensita è quella PC?

    Cla.
  5. RALPH MALPH

     
    #5
    bella rece che, sfortunatamente, conferma quello che pensavo, non è un titolo fondamentale come il primo, quindi resta sullo scaffale.

  6. utente_deiscritto_19700

     
    #6
    Seph|rotH ha scritto:
    Perchè la versione recensita è quella PC?
    Cla.
     

    quindi ci sara' una recensione per la versione console ?
  7. Seph|rotH

     
    #7
    alexspooky ha scritto:
    quindi ci sara' una recensione per la versione console ?

    Non ne ho idea.

    La mia era semplicemente una risposta alla tua domanda. :asd:

    Cla.
  8. Menny

     
    #8
    Cacchio, sembravi più burinozzo Ste, invece da questa recensione sembri un intellettualoide :*
    Forse questo secondo capitolo me lo accatto. Anche se mi da alquanto fastidio sapere che il sistema di combattimento è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al primo episodio.
  9. Gaara80

     
    #9
    Letta. Era proprio quello che volevo. Non vedevo l'ora di tornare a Rapture e assaporare ANCORA quella splendida atmosfera. :)
  10. teoKrazia

     
    #10
    Menny ha scritto:
    Cacchio, sembravi più burinozzo Ste, invece da questa recensione sembri un intellettualoide :*


    Questa mano pò esse piuma o pò esse fero...


    Menny ha scritto:
    Anche se mi da alquanto fastidio sapere che il sistema di combattimento è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al primo episodio.


    Il combattimento è un po' più elastico.
    Tra il fatto che puoi usare la Trivella [che diventa particolarmente utile dopo che ottieni l'abilità per caricare], che il Grimaldello Elettrico ti permette di hackerare dalla distanza la roba, che il Plasmide Ipnotizza ti consente di farti amico qualsiasi avvesario [mentre nel primo valeva solo per i Big Daddy] e altre cosine, si lotta in maniera un po' più sciolta.

    Ma da un seguito mi pare proprio il minimo, né.
Continua sul forum (29)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!