Genere
Piattaforme
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59,00 Euro
Data di uscita
4/11/2002

Blinx: The Time Sweeper

Blinx: The Time Sweeper Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Genere
Piattaforme
Distributore Italiano
Leader / Medusa
Data di uscita
4/11/2002
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
59,00 Euro

Lati Positivi

  • Eccellenti controlli
  • Buona grafica
  • Numerosi elementi innovativi

Lati Negativi

  • Talvolta decisamente frustrante
  • Pessima gestione della telecamera

Hardware

Per manipolare il tempo è necesaria una console Xbox PAL, una confezione del gioco originale e un joypad. I salvataggi sono effettuabili sia su hard disk sia su Memory Card. Il gioco supporta la modalità video PAL 60.

Multiplayer

Nessuna modalità multiplayer è inclusa nel gioco.

Link

Recensione

Blinx: The Time Sweeper

Quanti di voi crederebbero al fatto che il tempo viene prodotto in una fabbrica da uno staff di meticolosi gatti operai? E chi si allarmerebbe sapendo che per colpa di ladri spazio-temporali questa produzione si trova in grave pericolo? Nessuno? Allora non avete ancora conosciuto Blinx, il coraggioso gatto spazzino che dovrà riportare tutto alla normalità!

di Cinzia Ungaro, pubblicato il

Nuovissimo frutto del lavoro del team Artoon, software house giapponese che annovera tra le sue file anche ex-membri di Sega, Blinx: The Time Sweeper nasce da una doppia necessità: in primo luogo quella arricchire con un titolo qualitativamente di pregio le scarne fila dei platform game per Xbox (dal momento che i precedenti Crash Bandicoot: L'Ira di Cortex e Oddworld Munch's Oddysee non erano riusciti a soddisfare gli appassionati) e successivamente quella da parte degli stessi sviluppatori di riscattarsi dopo il mediocre successo ottenuto con Pinobee per Game Boy Advance.

LA RICERCA DEI CRONO-CRISTALLI

Blinx: The Time Sweeper si presenta fresco e dinamico già a partire dalla trama, che fonde elementi innovativi e classici in un mix gradevole, ma solo apparentemente adatto a una larga fetta del pubblico dei videogiocatori.
L'avventura ha inizio nella Fabbrica del Tempo, uno stabilimento situato in una remota dimensione, nella quale un vero e proprio esercito di deliziosi gattoni antropomorfi dagli occhi gialli si occupa della produzione del tempo stesso che periodicamente viene inviato in tutti i mondi. Il compito più delicato che viene svolto in questo luogo sono i controlli sulla qualità del prezioso prodotto dal momento che ogni anomalia nel suo scorrere origina un singolare tipo di cristallo (i crono-cristalli) di grande valore, ma anche capace di mutare in pericolosissimi mostri nel giro di pochi istanti.
Per ovviare a questo inconveniente è sorta una speciale squadra di "spazzini del tempo" il cui compito è quello di aspirare con appositi macchinari i cristalli prima che si trasformino in qualcosa di molto più pericoloso. Date tali premesse, la situazione non era certo destinata a rimanere tranquilla a lungo: infatti, ecco fare la sua comparsa la scontata banda di cattivi di turno (un gruppo di maiali) che dopo aver seminato il caos su un piccolo mondo noto come B1Q64 alterandone il tempo e rapendone la principessa, è riuscita a fare incetta dei preziosi cristalli al fine di rivenderli sul mercato nero.
Purtroppo, però, i primi mostri hanno cominciato a fare capolino facendo sfuggire di mano la situazione ai banditi. Riuscirà Blinx, il più coraggioso spazzino della Fabbrica del Tempo, a recuperare le redini di questa disperata situazione?

UNA BATTAGLIA A COLPI DI RIFIUTI

Come la gran parte dei platform game più classici, Blinx: The Time Sweeper è diviso in svariati livelli: ogni gruppo di quattro forma una sorta di "cellula" caratterizzata da un'ambientazione che la distingue dalle altre, da un negozio (via via più forniti man mano che si prosegue nel gioco) e da un boss, sconfitto il quale si accede alla zona successiva. Lo scopo del gioco è quello di avventurarsi per i livelli e, nel tempo limite di dieci minuti per ciascuno di essi, ripulirli da tutti i mostri ed i banditi che li popolano.
Per compiere la propria missione il protagonista ha a disposizione soltanto ciò che viene dato agli spazzini del tempo come equipaggiamento base: un aspiratutto da portare comodamente in spalla. E questa definizione calza perfettamente al bizzarro macchinario che ha la capacità appunto di aspirare quasi tutti gli elementi mobili del paesaggio (panchine, vasi di fiori, frigoriferi, vecchi mobili, stufe a carbone, tronchi tanto per citarne alcuni) per poi risputarli fuori contro i nemici. Un piccolo handicap è rappresentato dal fatto che l'arma di Blinx inizialmente può incamerare solo cinque di questi oggetti e di piccole dimensioni, ma proseguendo nel gioco e accumulando il denaro sufficiente sarà possibile acquistare utilissimi "power up" e armi sempre più efficaci.

MOLTO MEGLIO DI UNA MACCHINA DEL TEMPO!

In effetti non è del tutto esatto dire che la sola arma a disposizione del protagonista è l'aspiratutto perchè il nostro graffiante beniamino può anche sfruttare a proprio vantaggio i numerosi poteri che derivano dai crono-cristalli. La caratteristica principale di queste sorprendenti gemme, divise in sei differenti tipologie, è quella di permettere al giocatore, raccogliendone tre o quattro uguali, di manipolare il tempo proprio come se stesse utilizzando il telecomando di un videoregistratore.
Così, alle gemme-luna azzurre è legato il tasto "pausa" e la loro funzione è quella di fermare letteralmente il mondo circostante lasciando a Blinx il tempo di agire indisturbato; le gemme-stella gialle attivano la "moviola" che rallenta l'intero gioco e quelle a forma di piramide arancione sono associate al tasto "avanzamento veloce" che regala a Blinx qualche secondo di invulnerabilità. Discorso più complesso per le gemme-croce di colore viola che consentono di "riavvolgere" gli ultimi dieci secondi di gioco, azione utilissima, ad esempio, per ripristinare un ponte o una statua crollati o per invertire il corso di un fiume. Anche i cristalli-prisma verdi attivano un potere molto singolare: la "registrazione" che permette appunto di "registrare" dieci secondi di azione per poi tornare indietro e giocare normalmente mentre un secondo Blinx effettua i movimenti registrati.
Purtroppo questi poteri possono essere accumulati solo in numero piuttosto limitato: inizialmente Blinx potrà infatti averne solo tre, ma tramite appositi potenziamenti da acquistare al negozio il loro numero può aumentare. Un potere posseduto può essere richiamato in qualsiasi istante tramite la pressione del tasto B che mette in pausa il gioco e permette l'accesso a un rapido menu. Il sesto e ultimo potere, legato a gemme-cuore rosse, è chiamato "Ritenta" e permette a Blinx, qualora sia colpito da un nemico, di tornare indietro di cinque secondi e riprendere la partita: una versione "temporale" della solita vita extra purtroppo anch'essa cumulabile in quantità limitata. Un particolare uso dell'hard disk di Xbox (che salva praticamente ogni singolo passo del giocatore) ha permesso un'ottima implementazione di questi poteri con tanto di effetti grafici di riavvolgimento degni di un vero videoregistratore.

XBOX FELINO

Oltre alla buona dose di novità, uno dei punti forti di Blinx: The Time Sweeper è la grafica, costellata di ottimi effetti speciali che arricchiscono l'intero gioco di una nota di classe in puro stile 128 bit, e caratterizzata da ambienti pieni di dettagli e da una fluidità quasi sempre ottimale, salvo rare eccezioni. E ancor di più colpiscono l'occhio del giocatore la brillantezza dei colori scelti e l'alta qualità delle texture.
Fra gli effetti di maggiore impatto grafico sicuramente meritano una nota particolare la resa dell'acqua (che si deforma al passaggio del giocatore e reagisce persino ai vari poteri temporali) e i riflessi metallici che vengono utilizzati in abbondanza a partire dai mostri fino ad arrivare agli elementi dello sfondo. Piuttosto ben realizzate sono anche le ambientazioni, che godono di una sufficientemente valida differenziazione e di un design grafico di prima qualità, e i nemici, simili nel genere (una sorta di gelatine) ma vari per quel che riguarda forme e comportamenti. Pesanti lamentele sono invece da rivolgere alla progettazione della telecamera che di tanto in tanto sembra impazzire rovinando le azioni del giocatore. Una sana opera di regolazione manuale tampona un po' questo problema, ma è chiaro che una maggiore cura avrebbe sicuramente giovato al gioco. Bello il sonoro soprattutto per le musiche divertenti e orecchiabili. Di elevata qualità anche i filmati del gioco che presentano uno stile simpatico e tipicamente giapponese.

COMPRARE O NON COMPRARE?

Blinx: The Time Sweeper è indubbiamente un gioco controverso: infatti, se da un lato cerca di appigliarsi a idee nuove, seppure in un genere apparentemente statico come quello dei platform game, proponendo soluzioni innovative unite a una realizzazione tecnica di tutto rispetto, dall'altro risulta abbastanza difficile (e persino frustrante) a causa di alcune scelte alquanto discutibili. Prima fra tutte, in fase avanzata del gioco, la disponibilità troppo limitata di gemme che spesso non permette di ottenere il potere temporale necessario per affrontare le situazioni di stallo costringendo così il giocatore a ripetere più e più volte il livello o a cercare il potere richiesto in un'altra zona del gioco. Inoltre, l'aspiratutto richiede una buona precisione per essere usato, pena lo spreco di "munizioni" talvolta provvidenziali. Tutti questi aspetti possono conciliarsi solo con un modo di giocare paziente e oculato che riesce a sfruttare al meglio ogni singola risorsa a disposizione, caratteristica che può rivelarsi al contempo un pregio per coloro che sono in cerca di un titolo impegnativo, ma anche un difetto e un motivo di tedio e frustrazione per utenti che ricercano esperienze di gioco meno... severe. In definitiva dunque, pur coi suoi difetti, Blinx: The Time Sweeper è un platform game che gli amanti del genere ansiosi di una valida sfida dovrebbero per lo meno inserire nella lista dei giochi da provare: non è certamente il Super Mario-Killer annunciato, ma resta comunque un gioco di elevata qualità.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Considerando soprattutto la sua buona realizzazione sotto quasi tutti i punti di vista, Blinx: The Time Sweeper è sicuramente uno di quei titoli che non dovrebbero mancare sugli scaffali degli appassionati del genere, a patto naturalmente di non disdegnare le sfide piuttosto impegnative e di sopportare i difetti presentati nella recensione. Non un platform game perfetto, dunque, ma un'opzione che i patiti di questo tipo di videogiochi farebbero bene a tenere a mente nel loro prossimo passaggio in negozio. <i>Cinzia Ungaro</i> <b>SECONDO COMMENTO</b> Buona prova di Artoon nel campo dei platform game. Pur non impeccabile, Blinx: The Time Sweeper si propone come un platform impegnativo e tutto sommato innovativo, supportato da una valida realizzazione tecnica. Peccato per i problemi di telecamera e per qualche imprecisione di troppo nel lancio degli oggetti, aspetti con cui si può convivere senza però evitare di rimanere indispettiti: per il resto, i poteri temporali stimolano il giocatore e la buona longevità garantisce una sfida abbastanza duratura. Chi cerca un sostituto per Mario e Sonic rimarrà probabilmente deluso. Chi invece vuole "semplicemente" un valido platform potrebbe aver trovato il gioco con cui passare parecchie ore di divertimento. <i>Stefano Castelli</i>