Blog

La medusata di ritorno

Colpo di coda retroattivo carpiato.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Alzatomi a un’ora infame, il giorno dopo mi sono sparato una bella sfacchinata che mi ha portato nel cuore dell’Inghilterra, quella vera per davvero: Birmingham, la città dei Duran Duran, ma anche una roba così grigia e deprimente che un soggiorno da quelle parti dovrebbe essere passato dalla mutua come terapia d’urto per tutti quelli che si lamentano cronicamente che Milano e Torino sono grigie e deprimenti. Ero lì a vedere, provare, intervistare, lettera e testamento F1 2010, il neonato brand di Codemasters, il primo gioco di Formula 1 con un certo rilievo produttivo da tanto, troppo, tempo. Figata. Ma anche colpo di scena. Già, perché lì mi becco un tizio che pareva il fratello dai modi ancora più gentili di Shevchenko, uno che aveva un’aria familiare (per me, non per Shevchenko). Poi mi si è accesa una lampadina in testa, anzi, una vera e propria insegna al neon. C’era scritto “Pivotal Games, dicembre 2007”.

L'entrata di Pivotal Games. La software house stava in un complesso composto da più edifici... - Bodycount
L'entrata di Pivotal Games. La software house stava in un complesso composto da più edifici...

...uniti da questo giardinone che si affacciava sul nulla - Bodycount
...uniti da questo giardinone che si affacciava sul nulla

Che sì, si fa presto a dire chi se li è mai filati i Conflict, ma in realtà si tratta di una serie che ha venduto davvero, davvero, davvero bene. E poi scordamose il passato, che con Conflict: Denied Ops il team inglese si apprestava a darci un taglio con le guerre serie e barbose, affacciandosi in allegria su Xbox 360 e PlayStation 3 con un coppia di ossi duri dalla battuta facile alle prese con un conflitto fittizio. E poi, ué, con un titolo misto prima e terza persona e dinamiche fortemente cooperative. Insomma, un prodotto che sapeva dove andare a colpire nel tenero di questa generazione. E poi c’era una fantastica nota di colore: tutta questa cultura della guerra veniva promulgata da uno dei posti più pacifici che abbia mai visto. La sede di Pivotal Games si trovava infatti a meta strada tra Bath (sì, “bagno”, perché era la città termale dei regnanti anglosassoni, molto storica, la chiamano la Firenze di Inghilterra. Bella, ma la sera è comunque piena di chav ubriachi) e Bristol, su una collina, a non troppa distanza da Stonehenge.

Vista del parcheggio, con tanto di tramonto gusto Sleepy Hollow - Bodycount
Vista del parcheggio, con tanto di tramonto gusto Sleepy Hollow

E trovarsi sospesi a qualche centinaio di metri dalla statale trafficatissima che corre lì sotto, immersi in questa quiete che qualcosa di magico sembrava davvero avercela, ti faceva percepire il mondo dei videogiochi da una prospettiva totalmente inedita. Un punto di vista defilato, placido, capace al tempo stesso di guardare lontano, una presenza poco rumorosa che però sapeva navigare col vento bello in poppa all’interno dell’industria, serena per la sua strada.

Qualche mese dopo la mia visita, Pivotal Games ha chiuso.


Commenti

  1. giopep

     
    #1
    Vorrei sottolineare che i publisher ormai cominciano a cacarsi sotto: oggi e domani il teoKrazia è in viaggio per provare un paio di giochi, ma l'evento glie l'hanno organizzato in campo neutro, a Parigi. :D
  2. babaz

     
    #2
    ahahahha
    fantastico Teuz
    "good morning!? Brocchieri, from italian Videogio..."

    "Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh......."
  3. utente_deiscritto_8705

     
    #3
    Ma una visitina ai Ninja Theory prima che distruggano DMC?
  4. Mdk7

     
    #4
    Dai Teo, a sto giro sei un carnefice innocente: visto Bodycount veramente viene da dire che hanno fatto tutto da soli.
    Adesso però vai a trovare Suda dai! :'D
  5. Altered Beast

     
    #5
    Oddio, quando arrivi alla parte dove dici "qualche mese dopo (aggiungi nome SH) chiude" muoio sempre! XD

    Mi è scesa una lacrimuccia per i Grin, però. ;_;
  6. Lupos aletheia

     
    #6
    Ma è un'arma che tutta Europa invidia! Avrei un paio di nomi: Silicon Knights! Poi Ninja Theory senza però tramortirli totalmente... una specie di intimidazione teoKratica per "suggerire" ai nostri di lasciar perdere i quick time event... Ah! Anche i trailer di Max Payne 3 e Dead or Alive 5 non mi sembrano niente di che... una visitina per dare le giuste motivazioni ai rispettivi studi no?!
    P.S. Presto invieranno le foto in un tutte le software house del mondo!
  7. babaz

     
    #7
    Lupos aletheiaMa è un'arma che tutta Europa invidia!

    le famose Armi di Distruzione di Massa che gli yankee cercavano in Iraq
    ce le abbiamo in casa noialtri :)
  8. fanatic gamer

     
    #8
    Quando un publisher o l'azienda madre scopre che una sua GC ha usato i suoi soldi per giocarci, si incazza come una iena e te la fa pagare cara. E' buffo che io abbia avuto la tua medesima esperienza (da collaboratore esterno, però) negli stessi mesi con la Bizarre Creations, quindi un'altra GC inglese. Entrambe hanno creduto di essere in grado di poter realizzare un diverso genere di videogame, e si sono bruciate. In molti dovrebbero trarre le dovute conseguenze...
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!