Genere
Puzzle Game
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

BOXBOY!

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
HAL Laboratory
Genere
Puzzle Game
Distributore Italiano
eShop
Lingua
Italiano
Giocatori
1

Lati Positivi

  • Protagonista minimalista, ma carismatico.
  • Ideale per brevi pause.
  • Un'idea diversa per ogni mondo...

Lati Negativi

  • ...che tuttavia non viene mai sfruttata a fondo.
  • Finisce prima di decollare.

Hardware

BOXBOY! è un esclusiva 3DS compatibile con tutte le versioni della portatile, in vendita tramite eShop. Il gioco necessita di 650 blocchi di memoria.

Multiplayer

Nessuna modalità disponibile.

Modus Operandi

Abbiamo portato a termine BOXBOY! in poco più di un paio d'ore, raccogliendo circa l'85% di corone, riscattando un codice download gentilmente fornitoci da Nintendo sul nostro 3DS XL.

Link

Recensione

Puzzle in scatola

HAL Laboratory regala un nuovo puzzle-platform al pubblico Nintendo 3DS.

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

"La vita è come una scatola di cioccolatini", diceva Forrest Gump, "non sai mai quello che ti capita". Alle volte quello che ti capita può essere semplicemente una scatola. Magari una scatola in cui il team HAL Laboratory ha rinchiuso il puzzle game e il platform, ha dato un'energica mischiata e ne ha tirato fuori un protagonista che ridefinisce il concetto di minimalismo, pur sfoggiando una inattesa dose di carisma. Poteva andare peggio no?

ROMPICAPO AL CUBO

Qbby, questo il nome del nostro protagonista, è un cubo. Un cubo bianco, con un esile contorno nero, che si aggira in un mondo bicromatico in bianco e nero. Qbby ha anche due gambine, due trattini neri appena accennati che gli consentono di muoversi senza però poter raggiungere velocità stratosferiche e di spiccare piccoli balzi la cui distanza è misurabile – che ironia! – giusto in un cubo. Se le sue abilità si esaurissero in questo breve elenco, però, difficilmente Qbby sarebbe riuscito a ritagliarsi un ruolo da protagonista in un videogioco. In effetti (oltre alle gambe, come diceva qualcuna) c'è di più.

Come si può notare dalle sopracciglia, la produzione di cubi richiede una certa concentrazione. - BOXBOY!
Come si può notare dalle sopracciglia, la produzione di cubi richiede una certa concentrazione.

Con la giusta dose di concentrazione infatti Qbby è in grado di generare ed espellere dal suo corpo dai cubi del tutto identici a lui e concatenarli in varie forme. Se avete giocato almeno una volta nella vostra vita a Tetris (e dubitiamo che ci sia qualcuno da queste parti che non l'abbia mai fatto) dovreste avere un'idea abbastanza precisa delle diverse combinazioni possibili, pur tenendo conto delle limitazioni che in pratica costringono Qbby a generare variazioni sostanzialmente sul tema basate ispirate scalette, colonne e angoli retti di diversa composizione.

Il secondo limite alla fantasia di Qbby è dato dalle regole imposte all'inizio di ogni livello. Per quanto Qbby sia potenzialmente in grado di riempire il mondo con i suoi cubi, le sue capacità generative sono condizionate da una regola, diversa di livello in livello, che gli impone di creare non più di un tot di cubi concatenati per volta. Ovviamente queste limitazioni condizionano il modo in cui Qbby può muoversi tra i livelli, i quali altrettanto ovviamente sono disegnati apposta per spingere il giocatore a trovare una soluzione arrangiandosi con gli strumenti a disposizione. Ovvero dei cubi.

Per raggiungere le corone si hanno a disposizione solo un numero limitato di mosse, terminate le quali bisognerà ripetere il livello. - BOXBOY!
Per raggiungere le corone si hanno a disposizione solo un numero limitato di mosse, terminate le quali bisognerà ripetere il livello.

Creare dei comodi set di cubi, in effetti, non sarebbe poi un grande potere per Qbby se non li potesse usare in qualche maniera per venire a capo dei puzzle sparsi per i brevi livelli che il nostro si trova ad attraversare per portare in salvo la pellaccia sua e quella degli amici incontrati lungo il percorso. Una volta generata una costruzione fatta di cubi infatti è possibile lanciarla, per coprire un baratro nell'ipotesi più banale ad esempio, o utilizzarla come un gancio da appendere a una sporgenza, facendo sì che Qbby possa risalirla risucchiato dai cubi da lui stesso creati.

Queste due meccaniche basilare vengono via piegate al servizio di una struttura a mondi tematici, in cui ciascun nuovo mondo introduce una nuova idea di design e la declina in una manciata di livelli piuttosto brevi, in genere completabili in circa un minuto. L'approccio è indubbiamente il classico mordi&fuggi, ritagliato intorno a una fruizione più vicina a quella dei giochi mobile che a quella delle console portatili. La vittima sacrificale sull'altare dell'immediatezza alla resa dei conti risulta però essere la profondità.

I bottoni sono uno dei pochi tratti comuni a più di un singolo mondo. - BOXBOY!
I bottoni sono uno dei pochi tratti comuni a più di un singolo mondo.

Le idee su cui si basano i singoli mondi – tra laser, rulli e ganci trasportatori – si esauriscono nel giro di un lampo, ma soprattutto lasciano pochissime tracce durante la progressione verso il finale. Troppo spesso quanto imparato in un mondo risulta utilizzabile solo nei sei o sette livelli che lo compongono, dopo di che si passa a uno nuovo concetto che finisce per monopolizzare il game design per il mini-ciclo seguente, e così via. Succede solo di rado che il gioco provi a sorprenderci ricorrendo a più concetti per volta, e nonostante la presenza di alcune corone da raccogliere – simili alle stelle mariesche in termini di funzione ludica – per perfezionare la propria prestazione, ci siamo ritrovati a completare al primo colpo circa l'80% dei livelli, fermandoci a riflettere solo su un paio di rompicapo in tutto.

Ci pensano le sfide, acquistabili col credito ottenuto completando i livelli, ad alzare un pochino l'asticella, regalando un pizzico di frizzantezza all'esperienza cubista di HAL Laboratory proprio sulla linea del traguardo, provando forse invano a dissuaderci dall'idea di bollare BOXBOY! come un buon compitino, eseguito con diligenza, ma troppo poco slancio.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Usando un paragone culinario, BOXBOY! potrebbe essere una cena di stuzzichini che non arriva mai a una portata principale davvero soddisfacente. I piccoli snack di gameplay che offre sono probabilmente più adatti per ingannare breve attese, ma proprio perché limitati dalla propria natura mordi&fuggi non riescono purtroppo mai a intrigare e coinvolgere davvero.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!