Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,90
Data di uscita
25/9/2008

Brothers in Arms: Hell's Highway

Brothers in Arms: Hell's Highway Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Gearbox Software
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
25/9/2008
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
20
Prezzo
€ 69,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Per giocare a Brothers in Arms: Hell's Highway nell'edizione Xbox 360 qui provata e recensita è richiesta una console Xbox 360 e un controller compatibile oltre a una periferica di memorizzazione (disco fisso o Memory Unit) per conservare i salvataggi. Il gioco è disponibile anche per PlayStation 3 e dal 3 ottobre 2008 lo sarà anche per PC.

Multiplayer

Fino a venti giocatori possono prendere parte alla stessa battaglia nell'unica modalità multigiocatore via Internet che mette di fronte due schieramenti per il controllo del territorio. Per giocare online (su Xbox 360) è richiesto come sempre un abbonamento Xbox Live di tipo Gold (a pagamento).

Link

Recensione

Divide et Impera

Perchè cambiare un'idea che funziona già bene?

di Alessandro Martini, pubblicato il

Nonostante i tre anni passati dal secondo capitolo, questa terza edizione di Brothers in Arms non aggiunge novità sostanziali alla formula "tattica d'azione" usata nei due primi episodi. Nuovamente, il cuore del gioco si basa sull'aggiramento dei nemici e sul posizionamento della propria squadra, in zone della mappa che fungono da "mini arene" in cui hanno valenza strategica i ripari. Ciò detto, si evidenziano alcune novità nel gameplay che, pur non decisive, tengono a bada la monotonia imperante, primo difetto delle uscite passate.

tu mettiti lì, tu là, lui dall'altra parte, io vi guardo

Merita un accenno, soprattutto, il sistema di coperture ereditato da titoli moderni come Gears of War, accompagnato da una rappresentazione totale del corpo del nostro soldato, decisiva nel dare immedesimazione alle sue gesta. Questi innesti "action" hanno maggior senso quando citiamo le parti del gioco in cui saremo lasciati soli a noi stessi senza la nostra squadra (o squadre, perché potremo guidarne più di una). Tali sezioni rispecchiano più da vicino la struttura da tipico sparatutto in cui Gearbox eccelle e, appunto, giustificano la presenza di comandi più rapidi dedicati al combattimento.
Tornando ad analizzare il gameplay, le missioni hanno chiari obiettivi lineari per svolgimento, ma con un minimo grado di libertà nell'esecuzione. Vale a dire che, se abbattere il nemico rimane la priorità principale, nella zona di scontro potete scegliere come gestire i compagni di squadra, dove posizionarli e come farli agire in modo più o meno libero. Affiancando questa possibilità all'intelligenza dei nemici, più che discreta, vediamo come le battaglie possano risultare molto realistiche, soprattutto quando le truppe tedesche si spostano da un riparo all'altro, chiamano rinforzi o restano ben riparate senza esporsi.
D'altro canto, sono frequenti alcuni "black out" nel comportamento dei personaggi che interrompono talvolta l'immedesimazione: è il caso dei compagni che si incastrano nello scenario o di avversari che, pur trovandosi innanzi a noi, non reagiscono alla minaccia.

sulla rete non esistono fratelli, solo fazioni

Il lato multiplayer annovera una sola modalità a squadre pur estesa a venti giocatori in contemporanea nella stessa partita. In modo simile a tanti sparatutto moderni, l'obiettivo è conquistare o difendere una bandiera avventurandosi con i propri compagni nella rispettiva zona della mappa. Ugualmente alle vecchie uscite, le due squadre impersonano Alleati e Tedeschi con il relativo armamento, senza che emergano grandi differenze tra le due fazioni. Pur funzionale come stabilità e collaudata nella struttura, è difficile che la parte multigiocatore riesca a imporsi tra il pubblico dotato di un Xbox 360, vista l'ampia concorrenza esistente nel genere, soprattutto in materia di sparatutto online bellici.
Non avrebbe guastato poter disporre di una modalità cooperativa (contro il computer) "veloce" basata sulle missioni della campagna principale, idea peraltro già inserita nel secondo capitolo e che invece qui è del tutto scomparsa.

la pianificazione strategica torna low-tech

Chiudendo il discorso relativo al gameplay, non si può evitare una citazione doverosa per la mappa tattica ed "ex dinamica" tanto strombazzata nei capitoli precedenti.
Per ragioni sconosciute, la mappa è passata da 3D a 2D eliminando completamente quell'effetto cinematografico in stile fermo immagine che bloccava l'azione e ci consentiva di ruotare la prospettiva osservando ripari e nemici.
Stavolta, la mappa è una piantina del livello in senso letterale, ovvero un disegno della zona di scontro con alcune icone ma solo pochi accenni ai ripari disponibili e alla collocazione del nemico. Se tale soluzione aumenta l'imprevedibilità dello scontro (dovrete improvvisare, non conoscendo alla lettera ogni metro di scenario), elimina di fatto uno strumento che aveva caratterizzato la serie sin dal principio e che era molto apprezzato dal suo pubblico.


Commenti

  1. Dj Darius

     
    #1
    peccato, non mi ha preso per nulla, lo riporto oggi in negozio sono ancora in tempo per farmelo cambiare.
    prendero' Pure va...

    [Modificato da Dj Darius il 29/09/2008 11:39]

  2. Meno D Zero

     
    #2
    la storia non è esattamente ricca di pathos ed emozioni come mi aspettavo...de-merito del doppiaggio poco ispirato? o delle cut-scenes tecnicamente a tratti imbarazzanti?

    per non parlare dei frequenti e fastidiosi bug nell'intelligenza artificiale amica, tu gli dici di posizionarsi in un punto e sparare e questi manco ti ascoltano, per fare un piccolo esempio...e mi capita spesso...

    boh, son partito gasato con sto brother ma, arrivato all'inizio del capitolo 8, lo sto un pò rivalutando in negativo...
  3. utente_deiscritto_19106

     
    #3
    Meno D Zero ha scritto:
    la storia non è esattamente ricca di pathos ed emozioni come mi aspettavo...de-merito del doppiaggio poco ispirato? o delle cut-scenes tecnicamente a tratti imbarazzanti?

    per non parlare dei frequenti e fastidiosi bug nell'intelligenza artificiale amica, tu gli dici di posizionarsi in un punto e sparare e questi manco ti ascoltano, per fare un piccolo esempio...e mi capita spesso...

    boh, son partito gasato con sto brother ma, arrivato all'inizio del capitolo 8, lo sto un pò rivalutando in negativo...
     vero, ma il peggio è quando gli dici di spostarsi e NONOSTANTE davanti a loro ci siano vari soldati nemici con mitra, bazooka, carri armati, petauri e chi più ne a più ne metta, loro ci passano davanti e si fanno falciare come maiali afgani.
  4. Meno D Zero

     
    #4
    cmqe ieri sera, a tratti ho avuto un pò di paura, nel capitolo 7, all'interno



    dell'ospedale psichiatrico...con le apparizione, le sedie a rotelle che si muovono e i rumori vari, per un attimo mi è sembrato di giocare a fear o giù di lì...brrrr...
  5. Meshuggah 81

     
    #5
    ma la situazione del multi è così tragica come leggo in giro?
  6. Dj Darius

     
    #6
    LHO PROVATO dieci minuti....orribile secondo me...lag aiosa...
  7. Meshuggah 81

     
    #7
    Dj Darius ha scritto:
    LHO PROVATO dieci minuti....orribile secondo me...lag aiosa...
    il downgrade grafico è accettabile o stile rainbow six vegas?
  8. Insert Coin

     
    #8
  9. Meno D Zero

     
    #9
    finito ieri.
    bè dai alla fine, tolti i difettucci dell ai, che cmqe ho scoperto che se si gestisce bene la squadra scompaiono o quasi, si è rivelato un bel gioco, appagante e selvaggio in alcuni punti e tremendamente tattico.

    ho rigiocato alcune missioni, le prime 3 o 4 alla ricerca di tutti i kijroy mancanti, e con una maggiore padronanza del gioco e la conoscenza del livello si ottengono delle belle e soddisfacenti manovre belliche.
  10. majinbu1982

     
    #10
    Appena finito, bello bello bello. Lo sapevo che alla fine mi sarei pentito di portarlo al Block per la promozione. Un fps guerrafondaio diverso dal solito. Belle ambientazioni, alcune parti davvero difficili per chi è abituato ai vari COD ma una volta presa la mano si riesce a far quasi tutto da solo. Basta predisporre bene il fuoco di soppressione, piazzare bene il fuoco pesante e si ottengono ottimi risultati! Lo do via o no? :'(
Continua sul forum (13)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!