Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
16/10/2009

Brütal Legend

Brütal Legend Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
Double Fine Productions
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
16/10/2009
Data di uscita americana
13/10/2009
Lingua
Sottotitoli
Giocatori
8
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Dolby Surround

Lati Positivi

  • Heavy Metal di nome e di fatto
  • Immediato e divertente
  • Umorismo alla massima potenza
  • Colonna sonora da urlo

Lati Negativi

  • Tecnicamente datato
  • Talvolta ripetitivo
  • Multiplayer rivedibile

Hardware

Per giocare è richiesta una console PlayStation 3 e il relativo controller, oltre a 1,2 gigabyte di spazio su disco richiesti dall'installazione.

Multiplayer

Otto giocatori possono prendere parte alla fase online in stile strategico, guidando i loro eserciti alla conquista dei "fan" avversari e alla distruzione del loro palco. In alternativa, è possibile fare pratica con questa parte del gioco sfidando il computer attraverso vari livelli di difficoltà.

Link

Recensione

Metallo pesante sugli schermi

Il rock ha davvero (e finalmente) un gioco "simbolo".

di Alessandro Martini, pubblicato il

Nel costante tentativo di ritrovare il successo degli anni vissuti gloriosamente presso LucasArts, Tim Schafer ha il coraggio di non seguire la strada più comoda (sviluppare seguiti a ripetizione) ma di proseguire nel tentativo di affermare gli studi Double Fine come un marchio importante e innovativo.
Un percorso certamente ricco di ostacoli e povero di soddisfazioni, come dimostra lo scarso successo commerciale ottenuto da Psyconauts a dispetto dell'eccellente riscontro ottenuto dalla critica. Ovviamente è troppo presto per dire se Brütal Legend incontrerà lo stesso destino, ma vogliamo pensare che un aiuto extra (per restare in tema con la storia) arrivi direttamente dagli dei del rock.

facciamo ingresso nel backstage

Il titolo firmato Double Fine (e sopratutto Tim Schafer) può considerarsi una spremuta digitale e interattiva di heavy metal purissimo, fatta piovere in seguito su un classico gioco d'azione moderno di tipo "free roaming".
In altre parole, la struttura di base è quella tipica degli action game più tradizionali con venature picchiaduro, concentrata cioè sulla distruzione degli avversari e la risoluzione di semplici puzzle per portare a termine le missioni assegnate di volta in volta. Nello specifico, Eddie Riggs (il "roadie" protagonista) si trova a gironzolare per un universo fantasy costruito attorno alla mitologia di gruppi come Iron Maiden, vestendo i panni dell'eroe controvoglia insieme ad altri personaggi quantomeno bizzarri.
Come dicevamo in apertura, se il design e l'intera caratterizzazione estetica (dalle animazioni per arrivare alla scelta dei colori) è molto originale, non lo è sicuramente il gameplay che interpreta in modo "rockeggiante" la formula portata al successo da Grand Theft Auto quasi dieci anni fa. Completate alcune missioni introduttive, infatti, si apre l'accesso ai "compiti secondari" del caso e all'intero territorio, più comodo da percorrere in auto piuttosto che a piedi. Essendo un titolo dalla forte caratterizzazione musicale, non poteva mancare l'elemento rythm game, ovvero le sequenze di tasti richieste per scatenare i "poteri" di Eddie.

le risate coprono il suono delle chitarre

Più originale della struttura, è il tipico humour firmato Jack Black che caratterizza ogni passaggio (purtroppo solo sottotitolato in Italiano). In pratica, ogni due minuti Eddie "commenta" la situazione in corso in modi che vanno dallo sprezzante allo spassoso, usando spesso termini parecchio sopra le righe.
In tal senso, è bene ricordare la censura "dinamica" (che possiamo attivare o meno all'inizio del gioco), che intervienenon appena emergono il linguaggio "realistico" e scene di violenza esagerata. Inutile dire, anche in virtù della classificazione sulla copertina, che Brütal Legend sia un titolo diretto al pubblico adulto, e che quindi vada provato senza alcun "taglio".
Per tornare a inizio paragrafo, l'umorismo sfrenato si trova in tutte le situazioni di gioco e ovviamente in tutte quelle che hanno protagonista Eddie, la cui caratterizzazione è a dir poco eccellente. Jack Black ha fatto davvero un ottimo lavoro non limitandosi a dare voce al suo "alter ego" ma entrando praticamente nei suoi panni a colpi di battute surreali (e chi segue il telefilm Tenacious D, con lo stesso attore, sa di cosa parliamo).
Gli altri personaggi e l'ambientazione sfigurano per forza davanti a Eddie, ma appaiono divertenti per quanto rappresentano gli stereotipi tipici del rock vecchio stile.
Praticamente tutti gli uomini hanno i capelli lunghi e sono truccati, mentre ogni due metri si incontrano nello scenario parti metalliche, teschi, punte affilate e così via.

quando viene l'ora di suonare il controller

Il discorso relativo alla colonna sonora merita un intero paragrafo per il modo in cui si "fonde" con il gameplay.
La musica, basata su una solezione di nomi storici dell'heavy metal, non è solo l'accompagnamento e il motivo ispiratore della trama ma ne unisce tutte le fasi salienti, evidenziando con potenti riff di chitarra i momenti più significativi della storia. L'ampia tracklist va sbloccata strada facendo ma è già notevole all'inizio e si può ascoltare (dopo aver completato un semplice obiettivo) muovendosi in auto per lo scenario come nel più classico dei giochi "open world".
Non mancano naturalmente citazioni, cameo e rimandi all'universo heavy metal come l'inizio di ogni missione disegnato sullo stile delle copertine dei vecchi dischi. Le stesse missioni e molti obiettivi secondari riprendono temi come le chitarre elettriche o aspetti secondari della "vita in concerto" quali la birra (da consegnare nel minor tempo possibile a vari personaggi). Ma è sopratutto la musica a caratterizzare ogni passaggio, fin dai loghi dello sviluppatore al primo caricamento, accompagnati dal classico "prova: uno due e tre..."

tutto un altro gioco sulla rete, o quasi

Brütal Legend esagera probabilmente sul lato dell'originalità nel multiplayer, strutturato come uno strategico in cui ogni partecipante guida un intero esercito con i relativi seguaci. Diversamente dal gioco in singolo, l'obiettivo non è più la distruzione fine a se stessa o diretta a precisi obiettivi, ma la conquista del territorio controllando un certo numero di risorse prima che lo faccia l'avversario (proprio come avviene negli RTS).
Sparita ogni traccia di trama, ambientazione e humour del gioco in singolo, rimane qualcosa di troppo diverso dal single-player per avere la stessa attrattiva, e di troppo limitato rispetto agli strategici tradizionali per interessare un pubblico molto ampio.
D'altra parte, è anche vero che il multiplayer di per sè funziona bene ed è anche possibile allenarsi contro l'intelligenza artificiale, sfidando (e configurando) la CPU come più ci aggrada. La sua importanza ai fini del gioco, come appeal generale, è comunque limitata perchè vengono a mancare quegli elementi che invece rendono lo scenario principale molto divertente. Ci si chiede perchè non è stato inserito il supporto cooperativo nel single-player, o altrimenti si poteva togliere del tutto il "multi" concentrandosi su altri aspetti come la realizzazione tecnica.

il rock deve essere per forza grezzo

Sul lato prettamente grafico, è inutile girare attorno al discorso e convincersi del contrario: Brütal Legend poteva (e in certi aspetti doveva) essere realizzato meglio considerando che stiamo giocando su una console HD.
Lo stile e l'ottimo design compensano in qualche modo la mancanza di dettaglio e i cali di frame-rate, ma i difetti tecnici emergono spesso e volentieri nei modelli 3D molto spigolosi e ripetuti alla nausea, oppure nel fondale che non è certo ricco di varietà come architetture o semplice paesaggio. Va però evidenziato come il gameplay (semplice e per questo subito immediato) ci catturi in pochi minuti e, nel caso si apprezzi l'heavy metal, faccia subito dimenticare ogni più minima incertezza "tecnica".
Sebbene parliamo in buona sostanza di un altro titolo che fa il verso a GTA, la ricca confezione musical-didascalica costruita attorno al gioco lo rende davvero unico nel suo genere, tanto da ricordare un altro classico "grezzo" come Full Throttle, firmato dallo stesso Tim Schafer.
Volendo tirare le somme, Brütal Legend meriterebbe i massimi elogi se avesse un motore grafico all'altezza e un multiplayer più interessante, ma ha così tanto carattere e stile da raggiungere comunque il disco d'oro. Per il platino c'è ancora tempo, d'altronde si sa che i cari vecchi vinili non muoiono mai.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Brütal Legend dimostra che i giochi musicali non devono essere per forza puzzle game o titoli basati su periferiche ma solo produzioni in cui la musica caratterizza ogni singolo pixel. Ed è proprio la musica che influirà sulla vostra scelta: se amate l'heavy metal dovete assolutamente comprare il gioco, perchè (nonostante le varie incertezze tecniche) celebra più di ogni altro titolo questo genere musicale. Se invece prestate attenzione più alla qualità grafica che al resto, e ne avete abbastanza di titoli "free roaming", è consigliabile un giro con la demo per evitare possibili delusioni. Come qualità generale Brütal Legend resta comunque sulla media (elevata) dei titoli firmati Tim Schafer, sperando che sia la volta buona perchè riceva il giusto successo di pubblico e non solo di critica.

Commenti

  1. fogman

     
    #1
    Che faccio, lo prendo? No, perchè la prima impressione filmata mi aveva lasciato abbastanza amaro in bocca... però poi ho provato la demo e a me è piaciuto. Ho apprezzato molto i dialoghi, le numerose citazioni e l'impostazione da picchiaduro metallaro non mi dispiaceva affatto.


    Però poi leggo la recensione e mi si dice che il free roaming è a manetta... e allora mi piglia di nuovo l'allergia. Ne ho piene le balle di free roaming. Se era tutto più guidato e incanalato l'avrei preso al volo.
  2. utente_deiscritto_19700

     
    #2
    Tecnicamente datato

    8-( 8-( 8-(
  3. bonfa

     
    #3
    Preso oggi, spettacolo! (se amate il metal poi merita 10000 volte di più)

    Decapitation!!!
  4. ParadiseLost

     
    #4
    Ancora due giorni d'attesa :(
    Va bè, mi consolo con un'alternativa mediocre, un certo Uncharted 2 :P
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    Ma si può sapere quanto dura il single player?8-(
  6. Lylot72

     
    #6
    fogman ha scritto:
    Però poi leggo la recensione e mi si dice che il free roaming è a manetta... e allora mi piglia di nuovo l'allergia. Ne ho piene le balle di free roaming. Se era tutto più guidato e incanalato l'avrei preso al volo.
     Pensa che per me è propio il contrario anche perchè c'è l' incanalato" ma anche il Free.
     gioco bello massiccio che senza il free roaming poteva scadere nel picchiaduro normale  e trasformarlo in giochetto.
  7. aleZ

     
    #7
    fogman ha scritto:
    Ho apprezzato molto i dialoghi, le numerose citazioni e l'impostazione da picchiaduro metallaro non mi dispiaceva affatto. Però poi leggo la recensione e mi si dice che il free roaming è a manetta... e allora mi piglia di nuovo l'allergia. Ne ho piene le balle di free roaming. Se era tutto più guidato e incanalato l'avrei preso al volo.
     
    Non è solo picchiaduro è anche guida, puzzle, strategico e rythm in parti più o meno uguali secondo cosa vuoi fare e se vuoi seguire solo la storia. Però il free roaming c'è e pesa perchè devi comunque vagabondare per la mappa a cercare le reliquie metal, attivarle e completare altri compitini per raccogliere "moneta" con cui potenziare in seguito personaggio e veicolo. Di certo non è incanalato e guidato come un Batman tanto per dire.
  8. Dark76

     
    #8
    aleZ ha scritto:
    Non è solo picchiaduro è anche guida, puzzle, strategico e rythm in parti più o meno uguali secondo cosa vuoi fare e se vuoi seguire solo la storia. Però il free roaming c'è e pesa perchè devi comunque vagabondare per la mappa a cercare le reliquie metal, attivarle e completare altri compitini per raccogliere "moneta" con cui potenziare in seguito personaggio e veicolo. Di certo non è incanalato e guidato come un Batman tanto per dire.
     ottimo
  9. DarkGod

     
    #9

      DOMANDONA:
    Sapete se la versione UK (ps3) che vendono per esempio su play.com ha i sottotitoli ita? :|3
  10. SixelAlexiS

     
    #10
    DarkGod ha scritto:
    DOMANDONA:
    Sapete se la versione UK (ps3) che vendono per esempio su play.com ha i sottotitoli ita? :|3
      si, multi 5, preso da un bel po' ed ancora lo devo provare :(
Continua sul forum (13)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!