Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
59,99
Data di uscita
9/11/2010

Call of Duty: Black Ops

Call of Duty: Black Ops Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
Treyarch
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Activision Blizzard Italia
Data di uscita
9/11/2010
Data di uscita americana
9/11/2010
Data di uscita giapponese
18/11/2010
Prezzo
59,99

Lati Positivi

  • Tornano diverse caratteristiche adatte alla piattaforma…

Lati Negativi

  • …ma l’ottimizzazione è oscena e le problematiche ancora tante

Hardware

Il presente articolo si riferisce al comparto multigiocatore della versione Xbox 360 e PC. Nel primo caso, per giocare oltre una console targata Microsoft, un pad e una copia del gioco sono richiesti una connessione a banda larga e un abbonamento a Xbox Live. Nel secondo occorre possedere una macchina dotata almeno di un processore dual core E6600 a 2.4 GHz, 2 GB di RAM e una scheda grafica a partire da una GeForce 8600 o una ATI X1950. Testato su un primo PC dotato di un Q9550, 4 GB di RAM DDR2 667 MHz e una GeForce GTX 470 e su un secondo composto da un processore i7 920 a 2.66 GHz, 6 GB di RAM DDR3 1333 MHz e una AMD HD 6870, il gioco si è caratterizzato per performance pietose, correlate in maniera ben poco naturale a risoluzione e livello di dettaglio.

Multiplayer

Le svariate modalità illustrate nell’articolo sono accessibili a un massimo di 6, 12 e 18 giocatori su Xbox 360 e 6, 18 e 32 partecipanti su PC.

Link

Recensione

Analisi e giudizio PC

Ecco come Treyarch ha soddisfatto le aspettative di questa utenza...

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Con Modern Warfare 2 Infinity Ward l’anno scorso spogliò l’edizione Windows di qualsiasi dignità: via i server dedicati, via i mod, via la console di comando, via il sistema di copertura (rimozione giustificata da Robert Bowling con il famoso “il gioco non è bilanciato per le coperture”, platealmente smentito dai fatti, dato che in realtà non c’erano stati cambi di assetto in quel comparto). Si giocava tramite peer to peer su un sistema denominato IWnet assolutamente blindato, pensato per “il bene” dei giocatori, che in realtà blindava unicamente il respiro delle esperienze a cui un’utenza che aveva dato così tanto alla serie era abituata, dato che dopo pochi mesi si rivelò bucata da una pletora di cheater e hacker. Umanamente era davvero difficile pensare che si potesse combinare uno sfregio peggiore a questo pubblico, ma Treyarch, che nei mesi scorsi si era data arie da suo paladino, ci è riuscita…

IL GIORNO DEL GIUDIZIO

Call of Duty: Black Ops è stato rilasciato su PC semplicemente rotto. Al lancio fino ai giorni a seguire, il gioco soffriva di quello che da molti era scambiato come semplice lag, ma in realtà era uno stuttering (andamento a singhiozzo) assolutamente spaventoso, che addirittura si manifestava anche nel menu di avvio. Anche nel caso in cui si riuscisse a chiudere un occhio sugli sconvolgenti scattoni che lo affliggevano, il gioco presentava inoltre problemi al browser dei server, alla lista amici, alla modalità Cinema e andava matematicamente in crash in tutti quei casi in cui si consultassero le Classifiche e si avesse, evidentemente, la “sfortuna” di annoverare più dei 99 amici possibili dalle liste Xbox Live e PlayStation Network, senza contare che si caratterizzava per disfunzioni con Steam, come impossibilità di avvio, file non trovati e download parziali o totali partiti senza motivo, di una gravità mai vista prima. Incredibile ma vero, Treyarch è riuscita a creare degli impressionanti colli di bottiglia in un motore grafico con più di 10 anni sul groppo e che su PC fino a Modern Warfare 2 era rodatissimo e a creare un’integrazione con Steam più bucata di una forma di groviera. Incredibile ma vero, Activision ha permesso il rilascio di un prodotto che versava in uno stato così vergognoso, ai limiti della class action. E ci siamo limitati a citare le disfunzioni che abbiamo sperimentato direttamente sulla pelle delle due configurazioni hardware su cui abbiamo provato il gioco (illustrate nel box hardware qui a lato), senza prendere in considerazione le migliaia di lamentale degli utenti del forum di Steam, di quelli del nostro forum e dei nostri compagni online, volendo dare una parvenza di credito all’aggettivo “alcune” (configurazioni) con cui Treyarch ha commentato l’entità del fenomeno nei giorni immediatamente dopo il rilascio.
Due settimane e qualche patch dopo, sui nostri PC Black Ops offre performance ancora inaccettabili, con un frame-rate veramente troppo basso e instabile e qualche fastidiosa traccia residua di stuttering, mentre tantissimi giocatori che hanno premiato ancora una volta il brand si trovano ormai condannati ad aspettare ogni aggiornamento come un nuovo day one, nella speranza di poter finalmente godere del gioco per cui hanno scucito moneta sonante. C’è da augurarsi che Treyarch, che si trova tuttora alla ricerca di rimedi, riesca a ripagare la loro fiducia.

IL BLACK OPS POSSIBILE

Eppure, tolti i clamorosi problemi funzionali, Black Ops sembra avere svariate carte in regola per rappresentare un ritorno in grande della serie su PC. Innanzitutto, questa versione non solo continua a vantare una definizione delle texture, una qualità di specular map e ombre e una pulizia grafica un gradino abbondante sopra quelle console, come in tutti gli episodi, ma Treyarch ha addirittura implementato l’Anti-Aliasing a x16, quando finora non pensavamo fosse possibile spingere nativamente questo motore oltre un x4. Va segnalato poi il ritorno degli agognati server dedicati, accessibili attraverso un’interfaccia che, tolti balbettamenti e altri inconvenienti, sembra snella quasi quanto come quelle agilissime dei capitoli pre-Modern Warfare 2, ma arricchita da molte più informazioni (si può sapere tutto delle partite in corso, e addirittura l’effettiva posizione geografica in cui è situato il server). È stata inoltre inserita un’opzione apposita per modificare il Field of View, è tornata la console di comando e sono riapparsi i file di configurazione, attraverso cui come da tradizione personalizzarsi ancora più in profondità l’esperienza di gioco, che erano inspiegabilmente criptati in Modern Warfare 2. Sono tornate le coperture, riconsegnando al gameplay della serie una sempre graditissima possibilità di approccio. Il numero di giocatori di base è stato innalzato a 18 contro i 12 delle versioni console, un tetto che può essere regolato a piacimento nelle partite non classificate, dove si possono anche modificare attraverso una fittissima rete di parametri tutti gli aspetti di gioco, per confezionare tipologie di partite in grado di andare incontro ai gusti di un’audience tanto esigente. La gestione della Carta Giocatore, la creazione delle Classi, le Serie di Uccisioni e i Contratti sono stati raccordati in una sottomenu separato da quello delle partite, per meglio adeguarsi al fatto che con il ritorno dei server non ci sono sale di attesa. Insomma, Treyarch ha compiuto un evidente sforzo di adattamento, generalmente andato a buon fine, anche se si segnalano alcune mancanze. Curioso, ad esempio, il fatto che l’interfaccia per la modifica della Carta Giocatore è stata rivista per supportare al meglio mouse e tastiera, mentre quella del Cinema no, risultando piuttosto scomoda. E sempre a proposito di Cinema, nella lista delle partite più recenti lascia attoniti l’inspiegabile mancanza dell’indicazione della modalità a fianco al nome della mappa, come succede invece su Xbox 360, a cui non si può risalire in nessun altro modo. Anche la lista amici, questa presa di peso senza troppi riaggiustamenti dalla controparte console, andrebbe razionalizzata. E a proposito di importazioni di peso che mal si adeguano a questa piattaforma, è altresì inspiegabile l’assenza della possibilità di cambiare squadra, da sempre presente in ogni Call of Duty (tranne Modern Warfare 2, che, se non ci fossimo ancora capiti, fa caso a parte in tantissime cose) e da sempre corroborata da un efficace algoritmo di autobilanciamento delle squadre. Dove invece il riadeguamento di una caratteristica ha fatto danni è nelle partite A Scommessa, visto che non è possibile scegliere tra le categorie Posta Iniziale, Scommettitore e Mani bucate, e non è neppure consentito raddoppiare la posta: si poteva benissimo dare la possibilità di settare liberamente il server invece di fissare una posta unica (1500 Punti COD per il primo, 900 per il secondo, 600 per il terzo, 500 per entrare), mentre il raddoppio poteva essere tranquillamente implementato tramite un sistema di voto nel pre-match.
Ma si tratta di una “lista di desideri” che può benissimo aspettare, compresa anche la risoluzione dei problemi di respawn e corpo a corpo che già auspicavamo nelle pagine addietro per la versione Xbox 360, perché la priorità assoluta in cima alla lista delle cose da sistemare attualmente è una sola: fare in modo che il gioco giri finalmente come sarebbe lecito aspettarsi.

Voto 1 stelle su 5
Voto dei lettori
Allo stato attuale, Call of Duty: Black Ops non merita né i vostri soldi né il vostro tempo né la mancanza di rispetto verso la vostra dignità di giocatori che attuereste nel caso decideste di supportare un prodotto rilasciato in condizioni che hanno davvero pochi precedenti anche in un mercato sempre più difficile come quello PC, e che probabilmente non ne ha nessuno se si pensa all’importanza del brand di cui stiamo parlando, alla tecnologia che muove il gioco e alle risorse di cui dispone il colosso che lo pubblica. Treyarch è costantemente al lavoro per sistemare le cose, finora con poco successo, e forse fra qualche tempo Black Ops potrebbe finalmente dimostrare il valore ludico che lascia intravedere dietro la coltre di problemi che lo affliggono, meritando l’acquisto. Di certo rimane una cosa: questa gente in ambito Windows si è bruciata qualsiasi fiducia sia possibile accordarle al day one.

Commenti

  1. RALPH MALPH

     
    #1
    minki@ teo questa volta ti sei proprio superato, ben 7 pagine di recensione solo per il multi... le leggo stasera 
    :clap:
  2. Da Hammer

     
    #2
    Di fiato e lettere sulla questione della versione PC del gioco ne ho usati fin troppi, quindi mi limiterò a dire che Activision e Treyarch dovrebbero vergognarsi. E spero che gli si intasino tutti i cessi dell'ufficio e pure a casa.
  3. El_Maria

     
    #3
    Grandiosa recensione. Concordo sostanzialmente su tutto.

    " un Call of Duty che per svariate cose riesce a far tesoro dell’esperienza dei predecessori, per altre si gioca in maniera nuova (pur sempre nei limiti di una serie con una cadenza simile) e per altre ancora compie qualche scivolone, si spera rimediabile con prossimi aggiornamenti."

    Questa direi che è la frase che meglio descire ora come ora BO.

    Ah, ovviamente l'ultima parte sulla versione pc mi ha fatto entrare in depressione. Per tenere il framerate più alto possibile ho dovuto disattivare tutto praticamente (AA, v-sync, ombre, motion blur, ecc).
  4. RALPH MALPH

     
    #4
    comunque vedete che la competizione è stimolante? teo si è sentito insidiato dall'approfondimento di nick, da 4 pagine, e lo ha dovuto superare con questo speciale di 7
  5. teoKrazia

     
    #5
    El_Maria ha scritto:
    Ah, ovviamente l'ultima parte sulla versione pc mi ha fatto entrare in depressione. Per tenere il framerate più alto possibile ho dovuto disattivare tutto praticamente (AA, v-sync, ombre, motion blur, ecc).


    :(



    RALPH MALPH ha scritto:
    comunque vedete che la competizione è stimolante? teo si è sentito insidiato dall'approfondimento di nick, da 4 pagine, e lo ha dovuto superare con questo speciale di 7


    :asd:

    Mi sento come se fossi andato davvero in guerra. :-|
  6. Genjuro

     
    #6
    Complimenti per la recensione davvero dettagliatissima!Ho la versione xbox il multiplayer è davvero divertente ed è il gioco antiniubbo per eccellenza,le armi sono bilanciate come anche le classi.La cosa più stimolante  è la personalizzazione delle armi davvero dettagliata,unico problema davvero  antipatico è il  respawn un pò casuale che va a creare situazioni strane come rinascite in piena linea nemica.Credo che questo gioco lasci lo spazio un pò a tutti allontanando  lo stress da camperone cronico che avaveva sicuramente fiaccato la serie.
  7. Stefano Castelli

     
    #7
    Intanto segnalo la petizione avviata da un gruppo di utenti PS3 per richiedere un risarcimento ad Activision, relativamente a feature mancanti e difetti della versione per tale console. Vediamo che risponderà Don Kotick. ;)
  8. RALPH MALPH

     
    #8
    letta tutta, complimenti teo molto chiara e approfondita
    volevo gridare al mondo che non sopporto la macchinina, la trovo veramente fastidiosa, invadente e casual, un @@@@ in @@@@
  9. teoKrazia

     
    #9
    RALPH MALPH ha scritto:
    volevo gridare al mondo che non sopporto la macchinina, la trovo veramente fastidiosa, invadente e casual, un @@@@ in @@@@


    Ma davvero? È così simpatica. :*)

    Comunque, come ho scritto, elicotterone sgravatissimo a parte, voglio praticamente bene a tutte le Killstreak di questo episodio, con podio d'onore per la Torretta Sam e i cani.

    Il mio sogno sarebbe però un CoD in cui al posto di quest'ultimi chiami i cuccioli di Kinectimals. :*)
  10. El_Maria

     
    #10
    teoKrazia ha scritto:
    Ma davvero? È così simpatica. :*)


    Pure io la trovo un pò irritante a tratti. Ho sentito alcuni lamentarsi del fatto che sia sgravata o cose simili. Quello proprio no. Per me, lo spyplane a 2 o 3 kill resta insostituibile.

    teoKrazia ha scritto:
    Comunque, come ho scritto, elicotterone sgravatissimo a parte


    Quale dici, quello che si può pilotare o il chopper gunner? Il primo non l'ho mai usato a dire la verità, mentre il secondo è meno impressionante di quello che può sembrare, anche se in alcune mappe non c'è proprio maniera di tirarlo giù.

    Fosse per me mi sarei fermato al Blackbird (che è a mani basse la killstreak più forte del gioco assieme al Napalm Strike).

    teoKrazia ha scritto:
    podio d'onore per la Torretta Sam.


    Già, la torretta SAM... http://www.youtube.com/watch?v=ZI-MtUQpysA . Scherzi a parte è molto buona se proprio si vuol essere il giocatore di squadra definitivo.
Continua sul forum (65)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!