Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
6/11/2015

Call of Duty: Black Ops III

Call of Duty: Black Ops III Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
Treyarch
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Activision Blizzard Italia
Data di uscita
6/11/2015

Hardware

Call of Duty: Black Ops III sarà disponibile dal 6 novembre su PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One.

Multiplayer

Call of Duty: Black Ops III disporrà di diverse modalità multigiocatore competitivo e cooperativo.

Modus Operandi

Abbiamo preso parte a un evento dedicato a Call of Duty: Black Ops III organizzato da Activision, durante il quale abbiamo assistito a una presentazioni curata da Jason Blundell e provato una breve porzione del gioco.
Hands On

Tecnologie avanzate e morti viventi

Combattimenti cooperativi tra passato e futuro

di Marco Ravetto, pubblicato il

Tre sembra essere il numero chiave del nuovo capitolo della saga di Call of Duty. Non solo perché tra una ventina di giorni ci troveremo di fronte al terzo capitolo della “dinastia” denominata Black Ops, ma anche perché saranno tre le anime di gioco che caratterizzeranno il titolo Treyarch. Oltre alla classica componente multigiocatore competitiva, da tempo fiore all’occhiello della serie, saranno presenti infatti uno story mode cooperativo particolarmente ricco di spunti interessanti e una modalità zombie rinnovata in numerosi componenti. Per scoprire quali sono le principali caratteristiche di queste ultime due opzioni, abbiamo incontrato Jason Blundell, director of Campaign and Zombies di Treyarch.

Le zip line sono un ottimo mezzo di trasporto per muoversi rapidamente. Peccato che in questo caso ad attenderci ci siano truppe nemiche decisamente agguerrite... - Call of Duty: Black Ops III
Le zip line sono un ottimo mezzo di trasporto per muoversi rapidamente. Peccato che in questo caso ad attenderci ci siano truppe nemiche decisamente agguerrite...

UNA STORIA DIFFERENTE

Black Ops III ci porterà a fare un salto nel futuro, in un’epoca in cui la fanteria è tornata l’elemento cardine degli scontri bellici e in cui il progresso tecnologico ha permesso la creazione di tutta una serie di armi, potenziamenti e protesi artificiali capaci di trasformare un semplice soldato in una vera e propria arma di distruzione di massa. Lo Story Mode sarà ambientato nel 2065 e si dipanerà in un arco di dieci giorni in tre differente località (Singapore, Egitto e Zurigo). L’evoluzione degli eventi sarà tranquillamente comprensibile anche da chi non ha dimestichezza con gli eventi che hanno caratterizzato i precedenti capitoli della serie, ma conoscere quanto accaduto in passato potrà aiutare a capire al meglio lo sviluppo della vicenda. A proposito della trama, Jason Blundell ha sottolineato come le scelte operate in fase di sceneggiatura porteranno molto probabilmente a delle discussione all’interno della community, e che saranno presenti un quantitativo elevatissimo di contenuti consultabili (documenti relativi ad armi, eventi…). Insomma, a quanto pare chi vorrà semplicemente dedicarsi all’azione pura e cruda troverà ciò che desidera, ma anche chi vuole addentrarsi nei meandri dell’universo di Black Ops troverà pane per i propri denti.
Dal punto di vista prettamente ludico, la grande mole di contenuti tecnologici si tradurrà in una notevole varietà di extra con cui arricchire l’arsenale a nostra disposizione. Oltre a poter contare su una vera e propria corazza capace di analizzare, mediante una funzione denominata “Tactical Mode”, l’ambiente circostante e di fornire utili informazioni sui nemici presenti, il nostro alter ego virtuale potrà acquisire una serie di abilità dai molteplici effetti. Alla base di tutto troveremo un sistema di potenziamento denominato Cybercore, suddiviso in differenti categorie base (Chaos, Martial, Control…) che conterranno al loro interno diverse tipologie di armi/funzioni. La varietà di opzioni disponibili in questo campo sembra essere notevole, con effetti sostanzialmente differenti tra loro: si spazia dalla possibilità di agire direttamente sulle risorse dei nemici, attivandone gli esplosivi in dotazione piuttosto che prendendo il controllo dei loro droni, al poter diventare invisibile per un breve periodo di tempo, dal poter riprogrammare i robot presenti per trasformarli in preziosi alleati al “doparsi” con scariche di adrenalina che consentono di aumentare la rapidità dei movimenti. In tutto il totale delle differenti abilità Cybercore dovrebbe aggirarsi sulla quarantina di unità, una cifra considerevole che dovrebbe adattarsi ad ogni situazione e a ogni stile di gioco.

L'elemento tecnologico ricoprirà un ruolo importante, con una serie di abilità che permetteranno di personalizzare il proprio soldato - Call of Duty: Black Ops III
L'elemento tecnologico ricoprirà un ruolo importante, con una serie di abilità che permetteranno di personalizzare il proprio soldato
Lo Story Mode sarà fruibile sia da soli che in compagnia, e potrà contare su alcune regolazioni automatiche che modificheranno in maniera più o meno sensibile l’esperienza di gioco. Sarà infatti presente un sistema di bilanciamento che non si baserà su banali regole matematiche (1 giocatore = 5 nemici, allora 2 giocatori = 10 nemici) ma che terrà conto di diversi parametri per calibrare quantità e tipologia degli avversari da affrontare. Inoltre, per chi non è interessato alla componente narrativa, sarà possibile affrontare sin dall’inizio tutte le missioni senza seguire un ordine specifico; questa scelta permetterà di usufruire di tutti i contenuti offerti dallo Story Mode sin dalla prima accensione della console, e di partecipare a partite co-op con amici che si trovano più avanti (o più indietro) nella storia. Il sistema di salvataggio registrerà i progressi nell’avventura solamente per quanto riguarda l’host della sessione di gioco, mentre tutti gli altri partecipanti otterranno come riconoscimento dei propri sforzi eventuali token conquistati nel corso della partita.

ARRIVANO GLI ZOMBIE!

Duro lavoro e seria pianificazione sono spesso alla base di un successo. Avere in mente come agire, predisporsi a ogni evenienza e sapere che direzione seguire sono azioni fondamentali se si vogliono ottenere risultati positivi. Esistono però dei casi in cui, oltre a questi fattori, serve una componente di casualità, una scintilla iniziare imprevista e imprevedibile che porta a originare qualcosa di unico e differente. Per la serie di Call of Duty questa scintilla è scoccata durante le pause pranzo nella sede di Treyarch, quando un po’ per scherzo, un po’ per puro divertimento, alcuni sviluppatori hanno iniziato a trasformare in zombie tutti i nemici presenti nel gioco. È nata in questo modo la modalità Zombie, che nella sua nuova apparizione in Black Ops III presenterà diversi elementi interessanti.
Il primo aspetto evidente anche all’occhio più distratto è la netta differenza nell’atmosfera di gioco. Se da un lato avremo infatti un Story Mode ambientato nel futuro, in cui la componente tecnologica sarà predominante, nella Zombie Mode verremo catapultato indietro nel tempo e ci ritroveremo a combattere in una metropoli in puro stile anni ’30. Accompagnati da una musica orchestrale in puro stile jazz e circondati da palazzi illuminati da enormi insegne al neon, potremo vestire i panni di quattro personaggi che non meritano di certo l’appellativo di eroi; un mago dalla pessima fama, una ballerina di night che aspira a diventare attrice, un pugile pronto a usare qualunque espediente pur di vincere un incontro e un poliziotto corrotto saranno tutti protagonisti di vicende sanguinarie che spingeranno il misterioso Shadow Man a trasportarli in uno versione alternativa della realtà, in cui la città è popolata da orde di famelici morti viventi. Oltre a poter contare su una mappa di gioco strutturata su più livelli e particolarmente ampia, la modalità Zombie disporrà di un semplice sistema di evoluzione dei personaggi che affiancherà il potenziamento delle armi all’acquisizione di poteri extra sotto forma di gomme da masticare recuperabili dagli appositi distributori. La carne al fuoco sembra davvero molta, e chi acquisterà una delle versione deluxe di Black Ops III vedrà ulteriormente crescere l’offerta in termini di contenuti vista la presenza esclusiva di The Giant, mappa che riproporrà quanto visto in “Der Riese” portandone avanti l’arco narrativo.
Nelle fasi finali della sua presentazione, Jason Blundell ha poi ricordato come il primo Zombie Mode venisse originariamente sbloccato una volta conclusa la campagna, consigliando poi a tutti i presenti di portare a termine lo Story Mode di Black Ops III: non abbiamo ovviamente idea di quale sia il motivo di questo suggerimento, certo è che a questo punto è lecito attendersi qualche sorpresa…

Nello Story Mode la quantità e il tipo di nemici presenti varieranno a seconda del numero di giocatori e delle loro caratteristiche - Call of Duty: Black Ops III
Nello Story Mode la quantità e il tipo di nemici presenti varieranno a seconda del numero di giocatori e delle loro caratteristiche

UNA MISSIONE FULMINEA

Oltre sentire dalla viva voce di Jason Blundell quali saranno le principali caratteristiche delle modalità Zombi e Story di Black Ops III, l’evento milanese organizzato da Activision ci ha consentito una rapida discesa sul campo di battaglia. Purtroppo la brevissima sequenza di cui siamo stati protagonisti ci ha permesso solamente di abbandonare al suo destino il nostro compagno d’avventura (alla faccia della componente cooperativa) e di massacrare qualche soldato nemico in un crescendo che si è esaurito dopo appena una decina scarsa di minuti di gioco. Esprimere qualunque tipo di giudizio sarebbe quanto mai affrettato, ciò che possiamo dire è che pad alla mano abbiamo avvertito subito una piacevole sensazione di familiarità e che le basi strutturali sembrano essere, come peraltro era facilmente prevedibili, quelle tipiche della serie.
Per un giudizio completo non sarà necessario attendere ancora a lungo, dato che l’uscita di Call of Duty Black Ops III è prevista per il 6 novembre in versione PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One. Ricordiamo che tutti i contenuti trattati in questa anteprima saranno disponibili solamente per PC e per le console di nuova generazione, dato che le edizioni PS3 e Xbox 360 non disporranno della campagna single player/cooperativa.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!