Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
18+
Prezzo
1200 Punti Microsoft
Data di uscita
3/5/2011

Call of Duty: Black Ops - Escalation

Call of Duty: Black Ops - Escalation Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
Treyarch
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Activision Blizzard Italia
Data di uscita
3/5/2011
Data di uscita americana
3/5/2011
Data di uscita giapponese
3/5/2011
Lingua
Tutto in italiano
Prezzo
1200 Punti Microsoft

Lati Positivi

  • Convoy
  • Call of the Dead
  • Stockpile
  • Zoo

Lati Negativi

  • Prezzo elevato
  • Formula mista con la modalità Zombi

Hardware

Per giocare con il pacchetto di mappe Escalation è necessario possedere una copia di Call of Duty: Black Ops, un abbonamento a Xbox Live, 1200 Punti Microsoft e 959,98 MB di spazio libero su hard disc. Come da tradizione, il contenuto aggiuntivo arriverà fra qualche settimana anche su PlayStation 3 e PC.

Multiplayer

Escalation è indirizzato principalmente alla modalità multigiocatore di Black Ops, anche se è possibile giocare le mappe competitive con i bot nella modalità Training e Call of the Dead in solitaria.

Modus Operandi

Prima di esprimere la nostra opinione su Escalation, scaricato da Xbox Marketplace grazie a un codice fornitoci da Activision, abbiamo trascorso circa quindici ore tra le arene competitive e il film cooperativo firmato da Romero.
Recensione

Poker con l'intruso

Gli altri contenuti dell'add-on.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Se pensate che Treyarch abbia riservato tutti gli effetti speciali a Call of the Dead avete colto nel segno. Per le quattro mappe competitive sono stati difatti messi da parte gli orpelli e le soluzioni scenografiche ad effetto che caratterizzavano quelle di First Strike per offrire una proposta più omogenea, anche dal punto di vista grafico-artistico, con meno fronzoli ma non per questo nel complesso meno valida.

I cavalcavia di Convoy sono un'ottima postazione per cecchini - Call of Duty: Black Ops
I cavalcavia di Convoy sono un'ottima postazione per cecchini

L’unica a porsi fuori dal coro, cercando di ritagliarsi una propria identità estetica (con fortune alterne) è Hotel, ambientata in un albergo che coglie lo spirito del lato più edonista di Cuba. Tra casinò, con tanto di pianobar e sigari-maxi lasciati ancora fumanti nei portacenere, piscine, hall, cucine e tutto il genere di dipendenze interne ed esterne che ci si aspetta di ritrovare in un’installazione turistica di lusso, l’arena distribuisce le sue generose dimensioni con uno sviluppo molto discontinuo e frastagliato. Fatta eccezione per le scontate linee di tiro con cui coprire gli estremi della corte centrale, gli spazi sono piuttosto stretti e uniti tra loro in maniera labirintica. Il risultato è che in dodici giocatori, specie in modalità a obiettivi, le partite scorrono in maniera frammentaria, con i ritmi che rischiano sovente di allungarsi come un Cuba Libre servito male. Hotel è dunque una mappa indicata principalmente per Guerra, il contenitore da diciotto giocatori. Da segnalare la presenza degli ascensori che collegano certe zone, che con la giusta dose di inventiva (camper) possono prestarsi a qualche sadica variazione tattica, mentre gli sbuffi di vapore della sauna sono una trovata scenografica che applicata più estensivamente poteva rappresentare una variante strutturale su cui costruire qualcosa di ben più importante.

La balistica precisa di Call of Duty non si lascia ubriacare dagli eccessi da dolce vita di Hotel - Call of Duty: Black Ops
La balistica precisa di Call of Duty non si lascia ubriacare dagli eccessi da dolce vita di Hotel
Unite invece da un realismo visivo tendente al grigio e alla desolazione, ma anche da una progettazione più solida ed equilibrata, le rimanenti Convoy, Zoo e Stockpile. La prima è un vero e proprio gioiello, una delle mappe migliori dell’intera serie, ambientata in un centro della provincia americana sconvolto da gravi disordini, le cui tracce culminano nel ponte posto nel mezzo, costellato di veicoli abbandonati e segnato pesantemente da una breccia che ha franato fino a creare un collegamento con il passaggio sottostante. Il resto si sviluppa in un’organica alternanza di caffetterie, parcheggi, motel, distributori, cumuli di macerie e piccole abitazioni collegate tra loro in maniera irregolare, credibile ma soprattutto suscettibile di essere interpretata con un stuolo di approcci diversi. L’atmosfera autunnale che permea il tutto completa poi quello che appare come un vero e proprio schiaffo rivolto a Homefront.
Stessa aria di desolazione, questa volta gusto Madre Russia, per la ristretta ma molto valida Stockpile, che propone partite movimentate e dal ritmo veloce tra le case di un paesello coperto dalla neve. Sorta di versione piccola ma con il vino buono di Outskirts di World at War, Stockpile dà il suo contributo alla filosofia “più interattività” che anima Black Ops con la possibilità di azionare le saracinesche di un’officina posta al suo centro. Un clima ancora più triste ammanta, infine, Zoo, vuoi perché parliamo di un luogo fatiscente, sovrastato per di più da un cielo tempestoso, vuoi perché non c'è traccia di un animale. Di dimensioni medio-grandi, la mappa appare come un riuscito punto di incontro tra Storm e Carnival di Modern Warfare 2: dalla prima eredita il modo con cui sono arrangiate diverse zone critiche, con certi spiazzi che possono essere tenuti in scacco muovendosi con continuità tra le costruzioni circostanti, dalla seconda una certa follia architettonica, che ne vivacizza la struttura, rendendola per alcuni aspetti unica.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Un exploit(ation) gustoso, una mappa eccezionale, due di ottima caratura e una annacquata rappresentano il bilancio di un DLC con cui estendere di numerose ore il proprio divertimento. Al solito, caro prezzo.

Commenti

  1. fashion

     
    #1
    Mi pare si siano concentrati molto sulla modalità zombie in questo DLC, che a me interessa poco o nulla.
    Le vere mappe valgono la pena? Certo che con sti 1200 points hanno rotto, ormai è un prezzo standard e che brazz.
    Se lo prendo lo scarico questa estate, dopo aver finito L.A. Noire, tanto poi non esce più una mazza fino a Settembre.
  2. utente_deiscritto_5167

     
    #2
    Io non ho ancora capito bene cos'è poi sta modalità zombi. Un L4D calldutyzzato? Si può giocare in single? Quanto dura?
  3. thegreatpretender

     
    #3
    Già il secondo dlc..Il primo non l'ho preso il secondo non lo prendero' anzi mi sa tanto che black ops lo do indietro x l.a noire e tanti saluti.Hanno rotto con questi dlc a 1200 msp.
  4. teoKrazia

     
    #4
    fashion Le vere mappe valgono la pena?

    http://www.videogame.it/call-of-duty-black-ops-escalation-x360/96673/86266/

    :*)


    Spoiler: Convoy spacca tutto. :nworthy:
  5. teoKrazia

     
    #5
    Shin X1 - Un L4D calldutyzzato?
    2 - Si può giocare in single?
    3 - Quanto dura?

    1 - None, è diversissimo. Io l'ho sempre visto come un "tower defense". Stai in certe aree dove arrivano i' zombi e devi restistere a più ondate, gestendoti i soldi a disposizione per comprare armi e munizioni, sbloccare nuovi passaggi, attivare interuttori/funzionalità speciali o anche solo prenderti la briga di rattoppare porte e finestre per rallentare l'avanzata dei mostri, in puro stile La Notte dei Morti Viventi.

    2 - Sì, c'è anche una voce apposita nel menu. Secondo me è senza senso, ma non nel senso [ :D ] di un Left 4 Dead, dove pigli, giochi coi bot e puoi pure trovarci gusto. Qui sei proprio solo, se vieni steso è game over, e di solito non ci vuole molto. Oltre a perdersi tanto è proprio una roba che non si gioca IMHO.

    3 - Beh, dipende: dopo varie partite in Call of the Dead ho beccato due ragazzini italiani skillatissimi [conoscevano pure un glitch per far bloccare Romero :asd: ] con cui siamo venuti a capo della mappa in una quarantina di minuti. Comunque è una modalità la cui indole è improntata alla giocata e rigiocata, con tanto di punteggio.
  6. utente_deiscritto_5167

     
    #6
    Stop. In single NON mi aiutano le AI?
  7. Meno D Zero

     
    #7
    in single non ci sono AI, sei solo.
    dai shin, son 3 anni che esiste sta modalità, da cod 5 in poi in pratica, possibile che non l'hai mai nemmeno vista?
  8. utente_deiscritto_5167

     
    #8
    Ma quale modalità? La ZOMBIE? No, perchè io mi riferivo specificatamente a quella "Zombi guest star": pensavo si fosse comunque in 4. Le altre modalità non-morto di cui parli non avevao attori importanti. Pensavo li sfuttassero anche in single e -ripeto- non mi piace l'on-line. Non sono competitivo e non ho tempo di diventarlo.
  9. Meno D Zero

     
    #9
    eh?
    mai avuto cod 5 o black ops?
    la modalità zombie guest star è fondamentalmente uguale a quella zombie "normale" presente per la prima volta nel cod 5, nel corso degli anni sono uscite 5-6 mappe che presentavano sempre migliorie, armi e nemici nuovi, fino ad arrivare a quest'ultima guest star, ma la formula di gioco rimane invariata: si COLLABORA con altri 3 giocatori umani per sopravvivere ad ondate crescenti di zombi, online COOPERATIVO, non COMPETITIVO.
  10. utente_deiscritto_5167

     
    #10
    Meno, ho editato ed ho scritto che le conosco, le ho viste e le ho giocate. Ok? :)

    Ora, il fatto che la formula fosse sempre la stessa NON significa, per forza, che -con 4 attori presi per l'occasione- gli sviluppatori non avessero deciso di includeli COMUNQUE nella modalità 1 player. E' un ragionamento così bislacco? :)
Continua sul forum (15)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!