Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
8/11/2011

Call of Duty: Modern Warfare 3

Call of Duty: Modern Warfare 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
Infinity Ward
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Activision Italia
Data di uscita
8/11/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
18
Prezzo
€ 69,99

Hardware

Call of Duty: Modern Warfare 3 è atteso nei canonici formati PC, Xbox 360 e PlayStation 3. La versione visionata per realizzare questo articolo è quella Xbox 360.

Multiplayer

Lecito attendersi un ritorno in grande stile del dominante multiplayer cui la serie ci ha abituati.

Modus Operandi

Nel corso dell'evento pre-E3 di Activision, abbiamo assistito a una presentazione dedicata al gioco, composta da trailer, dichiarazioni del team di sviluppo e due sessioni di gioco in altrettante ambientazioni, con il controller saldamente nelle mani uno sviluppatore.

Link

Eyes On

Fuochi d'artificio

Seminare distruzione per le metropoli.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Al di là del mero aspetto tecnico, la scelta di ambientare il conflitto (anche) a New York ci ha colpiti dal punto di vista squisitamente emotivo. Può sembrare banale, ma osservare i soldati addentrarsi in quartieri noti, riempire di piombo una borsa di Wall Street deserta, ma apparentemente appena abbandonata, con i monitor funzionanti, i tassi di cambio in mostra, i notiziari sull'ultima resistenza all'invasione in TV... Beh, qualche brivido ce l'ha regalato. L'impatto scenografico è quello di una città che appartiene alla nostra cultura popolare, che sentiamo nostra, vicina, che in molti abbiamo visitato, fatta a pezzi dalla guerra. Da una guerra umana e quasi credibile, non da un'improbabile esercito alieno, e in un contesto visivo, scenografico, che è quello di un avvenimento che potrebbe verificarsi anche domani stesso. Non sappiamo se questo effetto sia stato voluto con convinzione, ma del resto la ricerca del disagio nel cuore di chi gioca è un tratto distintivo dei Call of Duty recenti.

traversata oceanica

Il conflitto armato per le strade della Grande Mela, in una missione dal suggestivo titolo Black Monday, si conclude sul tetto di un palazzo, dove si trova un obiettivo da distruggere e da cui bisogna poi riuscire a scappare a bordo di un elicottero. In attesa che questo arrivi, tocca difendersi da una serie di cecchini piazzati su altri edifici, ed ecco che entra in scena il drone Reaper, uno strumento che permette di osservare la situazione dall'alto e ordinare bombardamenti su soldati e velivoli che si pongono fra noi e la salvezza. Il tratto conclusivo è una classica sezione “on rail”, nella quale ci si trova a bordo di un elicottero, ovviamente armati pesantemente, nel bel mezzo di un inseguimento fra le pareti verticali della città. Non manca il distruttivo conflitto finale, che mette in mostra anche un po' di distruzione ambientale, per quanto piuttosto “posticcia” nel far volare per aria elementi degli edifici senza che però questi ultimi risultino poi effettivamente danneggiati.
La seconda missione mostrata, dal titolo Mind the Gap, porta il team di protagonisti a Londra, nel contesto ancora una volta di un arrembaggio pesantemente “scriptato” e coreografato. I toni sono molto diversi, ci si trova ad aggirarsi fra magazzini, in piena notte, abbattendo un nemico alla volta, assistendo a molti passaggi ben diretti dal regista occulto che soggiace alle “scelte” dei compagni virtuali e godendo del supporto armato di un elicottero. Ovviamente non mancano un paio di colpi di scena ben pianificati, che portano il giocatore al tratto conclusivo, nel quale ci si trova a bordo di un veicolo su ruote e binari, costretto a inseguire un treno della Tube londinese. Seguiranno esplosioni, distruzioni, impatti violenti, morti e dispersi.

Ovviamente non mancheranno momenti spettacolari slegati dal classico gameplay da FPS, pensati per dare ritmo alla storia - Call of Duty: Modern Warfare 3
Ovviamente non mancheranno momenti spettacolari slegati dal classico gameplay da FPS, pensati per dare ritmo alla storia

ci rivediamo a los angeles

Come tutti gli anni, il primo impatto con Call of Duty non rappresenta certo un test approfondito, tramite cui formulare giudizi sull'impianto di gioco, sulla rifinitura del gameplay, sulle idee che supportano l'interazione. Sì tratta più che altro di una serie di botti, rumori e trovate spettacolari proiettata su schermo gigante, con audio sparato al massimo. Sotto questo punto di vista, senza dubbio il team ha svolto bene il compito, anche se, alla luce dei confronti evocati in apertura, questa volta era piuttosto ingrato. Altrettanto ingrato è, forse, puntare troppo il dito su questo aspetto, ma d'altra parte è pur vero che i maggiori punti forti degli ultimi episodi, almeno per quanto riguarda la campagna di gioco in singolo, non possono certo emergere osservando una manciata di minuti di gioco decontestualizzati.
A questo punto inizia il canonico susseguirsi di annunci, dimostrazioni, prove, il cui appuntamento più immediato sarà fra solo un paio di settimane, all'E3 2011. Come si configurerà un multiplayer per il quale si è accennato di struttura e impostazione rivisti da cima a fondo, allo scopo di migliorarne ogni aspetto? Cosa dobbiamo attenderci dal ritorno della modalità Spec Ops e, dopo i problemi dell'anno passato, dalla versione PC? Le risposte, con calma, arriveranno.


Commenti

  1. thegreatpretender

     
    #1
    quindi il motore grafico è sempre lo stesso...certo se si vuole stare sui 60 fps non c'è molta scelta.
  2. efus

     
    #2
    ....a me CoD ha proprio stufato...stessa manfrina da anni, rinnovamento zero...non so, penso proprio che prenderò solo Battlefield (del resto ho fatto lo stesso con bc2),
  3. giopep

     
    #3
    thegreatpretenderquindi il motore grafico è sempre lo stesso...certo se si vuole stare sui 60 fps non c'è molta scelta.

    Infatti alla fine è anche una scelta filosofica, che ci sta. Comunque qualche miglioramento, soprattutto sul fronte degli effetti, mi è parso di notarlo. Ma la base rimane quella: 60 fps uber alles. :)
  4. Meno D Zero

     
    #4
    insomma, sempre la solita solfa.
    le loro 15 ml di copie le hanno comunque già vendute sulla fiducia, che gli frega a loro.
  5. RALPH MALPH

     
    #5
    giopepIl dovere chiama, da una metropoli all'altra.

    bellagiop :approved:

    la campagna mi interessa molto relativamente, certo fare peggio di black ops in questo senso è impossibile, riguardo il motore grafico una soluzione ci sarebbe ma sarebbe utopistica e troppo dispendiosa in termini di risorse: fare due motori grafici differenti, uno a 30 pompato per la campagna e il solito scarno ma funzionale e a 60 per il multi.
  6. RALPH MALPH

     
    #6
    Meno D Zeroinsomma, sempre la solita solfa.
    le loro 15 ml di copie le hanno comunque già vendute sulla fiducia, che gli frega a loro.

    anche meritatamente, perchè si può dire che non si rinnova e la campagna è sempre peggio, ma bisogna riconoscere che continua ad essere uno dei migliori multi sulla piazza, quindi non è certo uno scandalo se vende milioni di copie
  7. efus

     
    #7
    ..vabhe...uno dei migliori multy se ti piace camperare...io oramai, abituato a bc2, se sparo una granata contro un muro e quello non crolla mi sento male...per questo prenderò solo Battlefield 3. Call of duty si trova nella stessa situazione nella quale si è trovato Medal of honorl del 2002\2004...ha fatto il suo tempo, almeno così la vedo io.
  8. dexter88

    #8
    anche io mesi fa ero indeciso se prendere BLACK OPS o BAD COMPANY 2(ps3), ho scelto ottimamente prendendo BC2, il single non era un granche come trama ma per il multi, spettacolo, mappe enormi, veicoli a non finire ( elicotteri, quad, moto d'acqua,hummer, blindati, carri armati, e le classi davvero ben diversificate( medici , ingegneri, assalto, cecchino) a black ops ho provato la demo e visto molti video ma non vale proprio la candela :S tanto MW3 vendera comunque sulla fiducia, io prendo subito BATTLEFIELD 3 che dai video è proprio qualcosa di davvero interessante e graficamente gagliardo !
  9. mizzorughi

     
    #9
    Aldilà che Crysis 2 (graficamente a parte) mi ha deluso dal punto di vista del gioco, in se, anche se Activision continua a proporci questo motore grafico, trovo che non sfiguri affatto, in alcuni casi è davvero usato con sapiente dose artistica e tecnica. A volte anche la sola potenza tecnica non basta. E per il caso di Crysis 2, sebbene ce ne fossero, per carità , di giochi come quello, l'ho trovato davvero.. senza sale. A questo punto preferisco lo scriptato a 60 fps di MW... vabè son gusti... impossibile darci una ragione ;)
  10. Macina

     
    #10
    ma è una mia impressione o è dal 4 capitolo che sono tutti uguali...premetto che li ho tutti mi manca solo world at war
Continua sul forum (137)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!