Genere
Guida
Lingua
Italiano (testi)
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
7/5/2015

Project CARS

Project CARS Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bandai Namco
Sviluppatore
Slightly Mad Studios
Genere
Guida
Distributore Italiano
Bandai Namco Games
Data di uscita
7/5/2015
Lingua
Italiano (testi)

Lati Positivi

  • Buon parco macchine
  • Tantissimi circuiti
  • Solida carriera
  • Tecnicamente notevole
  • Comparto audio ottimo
  • IA molto stimolante

Lati Negativi

  • Pit stop da rivedere
  • Modello di guida in parte migliorabile
  • Gestione delle collisioni a tratti poco convincente
  • Online forse troppo classico

Hardware

Project CARS sarà disponibile su PC, PlayStation 4, Xbox One dal 7 maggio. L'edizione Wii U debutterà entro la fine del 2015 sul mercato europeo.

Multiplayer

Il simulatore di guida di Slightly Mad Studios offre un comparto multiplayer per un massimo di sedici giocatori.

Modus Operandi

Abbiamo testato Project CARS su PC grazie a un codice Steam fornitoci da Bandai Namco.

Link

Recensione

L'irresistibile fascino dell'asfalto

Tutto il fascino dell'alta definizione e i benefici di una postazione professionale.

di Davide Persiani e Davide Frontera, pubblicato il

Arginare i comportamenti aggressivi di molti piloti può infatti risultare estremamente difficile ma nel complesso non si può fare a meno di notare come l'equilibrio regni sempre e comunque sovrano; alcuni piloti infatti, evidenzieranno abilità alla guida non indifferenti, ma al tempo stesso non abbiamo registrato una vera e propria infallibilità da parte di alcun avversario, aspetto che avrebbe senz'altro potuto pregiudicare il realismo complessivo dell'esperienza. Gli incidenti, dunque, non mancano e a beneficiarne è senz'altro l'imprevedibilità e lo spettacolo.

In quanto al comparto online, il titolo offre inoltre una discreta selezione di possibilità, avvalendosi di una struttura che, per quanto poco "moderna", si rivela comunque piuttosto funzionale. Attraverso un tradizionale sistema di lobby è infatti possibile unirsi o creare eventi personalizzati (con regole a discrezione dell'host) e qualora si voglia competere con un bacino d'utenza più ampio, si possono rivolgere le proprie attenzione agli Eventi Community. Nulla di particolarmente originale dunque, ma ciò non toglie che proprio a fronte dei tanti veicoli e dei numerosi tracciati proposti, le possibilità per divertirsi non manchino di certo.

CASCO, GUANTI E TUTA

Per la gioia di tutti i giocatori hardcore, abbiamo testato Project CARS con la nostra postazione professionale, con il fido Thrustmaster T500 munito di display F1, pedaliera Fanatec Clubsport V2 e cambio Thrustmaster TH8, il tutto su piattaforma Speedmaster. Iniziamo subito col dire che la periferica display viene correttamente riconosciuta, ma non disponendo di un plugin aggiornato alla versione finale del gioco, non siamo stati in grado di utilizzarlo a dovere. Perfetto invece il funzionamento e la compatibilità di tutti gli altri accessori, mappati e calibrati senza alcun problema. Una volta scesi in pista, il feeling alla guida ci ha lasciati un po’ perplessi per via di un force feedback non sempre presente e impeccabile.

Soprattutto in fase di frenata sembrano mancare un po’ di forze, capaci di dare effettivamente la sensazione di quanto forte si stia schiacciando sul pedale, con una conseguente mancanza di sensibilità. Anche passaggi sui cordoli e collisioni sono sembrati un po’ leggeri, e i molteplici settaggi disponibili non sono stati di grande aiuto; le opzioni non mancano, intendiamoci, ma vengono proposte all’utente in maniera poco chiara, con un linguaggio eccessivamente tecnico che impedisce al giocatore di capire effettivamente su quale parametro agire per raggiungere le sensazioni desiderate. Dopo qualche tentativo siamo riusciti in ogni caso a migliorare le sensazioni restituite dalle vetture, ma sono rimaste invariate alcune caratteristiche proposte dal modello di guida, come per esempio l’elevatissima aderenza in tutte le zone del tracciato: anche mettendo le ruote fuori dal nastro d’asfalto, nelle varie vie di fuga, i vostri bolidi avranno sempre aderenza da vendere, tradendo in parte le ambizioni simulative del titolo.

Il senso di velocità è reso in maniera ottimale, soprattutto con una visuale in soggettiva. - Project CARS
Il senso di velocità è reso in maniera ottimale, soprattutto con una visuale in soggettiva.

Un peccato, considerata l’attenzione dedicata anche all’aspetto ingegneristico, con sistemi moderni quali Kers e DRS perfettamente introdotti nelle auto che ne fanno uso, incluso il sistema di recupero di energia in frenata, che permetterà di caricare le batterie delle auto ibride nelle frenate più violente. Ottima e molto ben approfondite le dinamiche legate all’assetto delle auto, con tutte le regolazioni del caso, che però andranno salvate univocamente per ogni auto, senza avere la possibilità di salvare il proprio setup in maniera dedicata per ogni pista, scelta che riteniamo francamente incomprensibile.

AUTOMOBILISMO D'AUTORE

Tecnicamente parlando Project CARS vanta una realizzazione di primissimo piano, in linea con i migliori esponenti del settore. Al massimo delle impostazioni grafiche (che chiaramente richiedono una configurazione di primissima fascia) il titolo evidenzia infatti una cura per i dettagli a dir poco eccelsa, soprattutto per quanto riguarda i modelli delle auto. Ogni elemento di ciascuno degli oltre 70 veicoli proposti è infatti curato nei minimi aspetti e soprattutto nel caso in cui si opti per una visuale in soggettiva, è davvero difficile non restare basiti di fronte alla qualità degli interni di ogni singola vettura.

Complici poi un sistema di illuminazione davvero eccezionale capace di produrre riflessi differenti in base alle condizioni climatiche del momento, stupefacenti effetti particellari e un sistema di danni di altissimo livello, l'esperienza risulta dunque estremamente realistica e dunque altrettanto credibile, assicurando un grado di coinvolgimento davvero insperato. L'unico aspetto che non ci ha convinto pienamente è purtroppo la realizzazione dei circuiti; alcuni elementi contestuali, come ad esempio le pareti rocciose di alcuni tracciati, non raggiungono infatti standard di assoluta eccellenza, ma nel complesso la realizzazione complessiva si dimostra comunque al di sopra della aspettative.

A tutto questo si aggiunge poi un comparto audio di ottima fattura, capace di esaltare ulteriormente il già notevole realismo dell'esperienza. Il suono di ciascun motore è infatti inconfondibilmente identico a quello delle controparti reali (qualora abbiate avuto modo di guidare o anche solo salire a bordo di una qualsiasi delle auto proposte non potrete non accorgervene) e considerando anche le variazioni sonore dovute a eventuali cambi di visuale, è davvero difficile non sentirsi pianamente coinvolti nella realtà automobilistica proposta.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Project CARS si dimostra un titolo di ottimo livello, in grado di trasporre in forma digitale tutto il fascino, l'intensità e la incredibile complessità del mondo automobilistico. Nonostante la presenza di alcune imperfezioni, come la realizzazione dei pit stop, un sistema di collisioni non sempre ineccepibile e un modello di guida con dei leggeri alti e bassi, il divertimento è infatti assicurato e ciò vuol dire che il titolo Slightly Mad Studios saprà soddisfare sia i neofiti che gli irriducibili del genere.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!