Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
27/2/2014

Castlevania: Lords of Shadow 2

Castlevania: Lords of Shadow 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Konami
Sviluppatore
Mercury Steam Entertainment
Genere
Azione
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
27/2/2014
Giocatori
1

Lati Positivi

  • Storia coinvolgente
  • Gameplay solidissimo
  • Direzione artistica sublime
  • Doppiaggio eccezionale
  • Grande varietà

Lati Negativi

  • Fasi stealth poco ispirate
  • Prima o poi finisce

Hardware

Castlevania: Lords of Shadow 2 sarà disponibile su PC, PS3 e Xbox 360 dal 27 febbraio 2014.

Multiplayer

Il gioco targato Mercury Steam non offre modalità multiplayer.

Modus Operandi

Ci siamo immersi nel mondo di Lords of Shadow 2 grazie a un codice PC per Steam fornitoci da Halifax.

Link

Recensione

Vivere solo per morire

Mercury Steam chiude nel migliore dei modi la splendida saga di Lords of Shadow.

di Davide Persiani, pubblicato il

Sin dal giorno del suo annuncio, Castlevania: Lords of Shadow 2 ha suscitato un grandissimo interesse e anche una certa curiosità da parte degli appassionati, soprattutto a fronte della decisione degli sviluppatori di ricostruire il prodotto dalle fondamenta, rivoluzionandone il concept rispetto al primo Lords of Shadow. Quella che fino a poco tempo fa appariva come una scelta rischiosa e potenzialmente deleteria, ha tuttavia prodotto risultati sorprendenti, traducendosi in un'esperienza di gioco in linea con le più rosee aspettative. Questo attesissimo sequel sarà però meritevole del titolo di "capolavoro assoluto"? Non vi resta che continuare a leggere per scoprirlo!

LA STORIA CONTINUA...
Com'era lecito attendersi, la storia di Lords of Shadow 2 riprende esattamente da dove ci avevano lasciato il primo capitolo e relativo spin-off Mirror of Fate. Dopo essere stato sconfitto dal figlio Alucard e dal nipote Simon, Gabriel Belmont, ormai conosciuto solo come Dracula, si risveglia ai giorni nostri dopo un sonno durato secoli, ancora tormentato dai ricordi del suo terribile passato e dal desiderio di riuscire a porre fine alla sua terribile esistenza. L'uomo fiero e retto che conoscevamo è dunque solo un vago ricordo e tutto ciò che resta è solo un povero vecchio, straziato dalla sua stessa immortalità e privo dei poteri che in passato gli hanno permesso di sbaragliare chiunque ostacolasse il suo cammino. Nel momento di disperazione più totale, Dracula ritrova però il suo vecchio "amico" Zobek, che gli promette di poterlo liberare dall'immortalità a condizione che Satana sia sconfitto una volta per tutte.

L'avventura di Dracula non vi lascerà un attimo di respiro, stupendovi con sorprendente regolarità. - Castlevania: Lords of Shadow 2
L'avventura di Dracula non vi lascerà un attimo di respiro, stupendovi con sorprendente regolarità.

L'angelo caduto sta infatti preparando il suo ritorno e Dracula è l'unico in grado di fermarlo, ma per portare a termine questo difficile obiettivo, il nostro eroe deve prima recuperare tutti i suoi straordinari poteri... ed è proprio da questo punto in poi che l'avventura prende il via, risucchiandoci in un turbine di colpi di scena, scioccanti rivelazioni e combattimenti al cardiopalma. Per la prima volta osserviamo quindi Dracula da una prospettiva decisamente diversa che ne evidenzia non solo la ferocia e la cattiveria, ma anche e sopratutto le debolezze, fisiche ed emotive. La nuova caratterizzazione del personaggio, funzionale a un incremento non indifferente del grado di coinvolgimento, è tuttavia la proverbiale punta dell'iceberg di un'avventura che definire "epica" sarebbe solo un semplice quanto banale eufemismo.

Il team Mercury Steam ha curato ogni aspetto dell'esperienza nei minimi dettagli, e ciò che ne consegue è un'esperienza di rara bellezza e di un coinvolgimento sorprendente, in grado di lasciare a bocca aperta anche i videogiocatori più esigenti. Attraverso una narrazione dai toni molto più maturi e macabri rispetto al passato, fondata su una profonda introspezione psicologica Lords of Shadow 2 stupisce e affascina lungo tutta la sua durata. E questo senza contare che la straordinaria direzione artistica, determinante per creare un'atmosfera di indubbio spessore tanto nelle cut-scene quanto nelle fasi di esplorazione, garantisce non solo un notevole impatto visivo ma una grandissima immedesimazione nella realtà fantasy proposta.

I nemici non brillano solo per la loro splendida caratterizzazione, ma anche per la loro varietà. - Castlevania: Lords of Shadow 2
I nemici non brillano solo per la loro splendida caratterizzazione, ma anche per la loro varietà.

MONDI PARALLELI
Uno degli elementi più interessanti dell'esperienza è senza dubbio la sua particolarissima progressione, spezzata tra fasi nel presente in cui ci si muove all'interno di una metropoli contemporanea, e fasi di chiaro stampo onirico ambientate nel castello dello stesso Dracula, dove quest'ultimo dovrà affrontare i demoni del suo passato in uno strano ma intenso percorso di profonda introspezione emotiva e psicologica. Entrambe le fasi non determinano tuttavia semplici variazioni di atmosfera, ma si traducono in due esperienze ludiche ben diverse l'una dall'altra: nel presente la progressione si fonda principalmente sull'infiltrazione, dandoci la possibilità di sfruttare diversivi e abilità come la possessione per passare inosservati agli occhi dei nemici, mentre nelle fasi oniriche, ci si trova immersi in una realtà molto classica, basata sui classici combattimenti, ottimi enigmi ambientali e tanta esplorazione.

A onor del vero, le fasi ambientate nel presente non ci sono sembrate ispirate o convincenti tanto quanto quelle oniriche, ma ciò non toglie che risultino comunque funzionali a un significativo aumento della varietà dell'esperienza. La progressione è infatti scandita dalla costante alternanza di fasi di gameplay differenti e questo, come prevedibile, contribuisce a limitare al minimo la monotonia che caratterizzava il precedente episodio della serie. Abbandonata la classica struttura a capitoli, Lords of Shadow 2 propone un mondo di gioco interconnesso che, seppur ancora caratterizzato da una certa linearità di fondo (specie nelle prime ore), concede al giocatore una significativa libertà di movimento tra le varie zone, contemplando finalmente il backtracking.

Dal punto di vista tecnico, Lords of Shadow 2 è una vera gioia per gli occhi. - Castlevania: Lords of Shadow 2
Dal punto di vista tecnico, Lords of Shadow 2 è una vera gioia per gli occhi.

POTENZA DEMONIACA
Uno dei cardini dell'esperienza offerta da Lords of Shadow 2 è ovviamente il suo ricco battle system, rifinito e ottimizzato al fine di renderlo ancor più tecnico e stimolante di quanto già non fosse quello proposto dal precedente capitolo della saga. I combattimenti, complice la maggior mobilità del personaggio, una migliore schivata e la possibilità di gestire autonomamente a telecamera attraverso l'analogico destro, risultano ora più fluidi e frenetici rispetto al passato, accrescendo di molto il divertimento, ma ciò non toglie che la storica profondità della serie in termini di meccaniche di gioco sia rimasta del tutto invariata.

Schivare, bloccare e contrattaccare sono ancora una volta tre requisiti fondamentali ai fini del successo, ma anche in termini di attacco è evidente come il tempismo sia la chiave di sopravvivenza del personaggio, specialmente durante le numerose, splendide boss fight proposte. Il livello di difficoltà, pur essendo ancora alquanto sostenuto, ci è parso leggermente più basso rispetto a quello del primo Lords of Shadow, ma ciò non toglie che gran parte degli scontri richiedano comunque una padronanza quantomeno assoluta di tutte le dinamiche di combattimento per essere superati con successo.

Oltre a doversi preoccupare del ritorno di Satana, il nostro "eroe" dovrà fare i conti con una ribellione nel suo stesso castello. - Castlevania: Lords of Shadow 2
Oltre a doversi preoccupare del ritorno di Satana, il nostro "eroe" dovrà fare i conti con una ribellione nel suo stesso castello.

La presenza di tre armi differenti, ovvero la Frusta Dell'Ombra, la Spada del Vuoto e gli Artigli del Caos, ognuna delle quali si rivela più o meno utile in base alle specifiche situazioni, sarebbe inoltre già di per sé sufficiente per garantire una certa varietà, ma il fatto che molti scontri siano stati strutturati in maniera tale da incoraggiare una costante alternanza tra questi tre letali strumenti di morte, accresce esponenzialmente la componente strategica dell'esperienza e, di riflesso, gli stimoli che l'avventura è in grado di garantire con sorprendente regolarità. Inoltre, così come in passato, Dracula dispone di una vasta gamma di attacchi differenti che possono essere potenziati o incrementati di numero attraverso un immancabile sistema di progressione che, per la prima volta, premia anche l'uso continuato delle singole armi. Un'aggiunta di sicuro interessante che, unita alla presenza di innumerevoli tesori e segreti da svelare, assicura tanti stimoli lungo tutto l'arco dell'esperienza.

A CHI SERVE LA NEXT-GEN?
Superare la già ottima realizzazione artistica del primo Lords of Shadow era un compito molto complesso, eppure gli sviluppatori ci sono riusciti. Questo sequel vanta infatti uno dei comparti tecnici migliori che si siano visti finora su PS3 e 360 non solo sotto il profilo dei modelli poligonali, con animazioni facciali davvero stupefacenti, ma soprattutto in termini di cut-scene, davvero spettacolari oltre che di grande impatto visivo. A stupire sono poi anche gli scenari, ricchi di dettagli, eccezion fatta per alcune ambientazioni interne nelle fasi del presente. Da segnalare infine l'ottimo doppiaggio, che pur essendo come da tradizione in inglese, assicura un coinvolgimento e un trasporto emotivo davvero pazzesco, specialmente in alcuni momenti chiave della narrazione.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Con questo sequel i ragazzi di Mercury Steam sono riusciti in una duplice impresa: chiudere la saga di Lords of Shadow in maniera eccezionale e dimostrare che le console di vecchia generazione hanno ancora tanto, tantissimo da offrire. Questo Lords of Shadow 2 è infatti un prodotto a dir poco straordinario che, capitalizzando sui punti di forza del suo predecessore, riesce nel suo tentativo di creare un'esperienza ludica intensa e coinvolgente lungo tutte le 18-20 ore di gioco necessarie per portare a termine l'avventura. Straordinario tanto nel gameplay quanto nella trama e nella realizzazione tecnica, questo sequel merita dunque la massima attenzione non solo da parte degli appassionati del genere, ma da chiunque fosse in cerca di un capolavoro con la "C" maiuscola da aggiungere alla propria collezione.

Commenti

  1. Sav29

     
    #1
    Complimenti per la recensione!
    Mi chiedevo però se ci sono ancora le sfide come nel primo capitolo.
  2. Falc0nero

     
    #2
    Grazie mille! In quanto alle sfide, sì, ci sono ;)
  3. Nastu

     
    #3
    Lol, la critica internazionale sta stroncando di netto questo titolo mentre questa recensione ne parla come un capolavoro imprescindibile. A chi credere? Dopo aver amato il primo lords of shadow e aver atteso per anni questo sequel, decido di credere a voi dandogli una possibilità comprandolo al day one,e dopo averlo provato a fondo darò il mio personale giudizio scegliendo chi avesse effettivamente ragione tra le vostre opinioni contrastanti.
  4. Falc0nero

     
    #4
    Non voglio entrare nel merito del lavoro altrui, perciò mi limito a dire solo una cosa: sono convinto che si sia dato troppo, troppo peso a elementi secondari, tralasciando in maniera più o meno significativa quelli che sono gli innegabili punti di forza dell'esperienza. Le fasi nel presente, come peraltro sottolineato nella mia recensione, sono poco convincenti rispetto al resto, ma ciò non toglie che l'esperienza sia complessivamente eccezionale. Nel doppiaggio, nei combattimenti (migliorati parecchio rispetto al precedente capitolo), e soprattutto nella narrazione, quantomai riuscita e emozionante. Cosa si può chiedere di più da un gioco di questo tipo? Mistero...
  5. utente_deiscritto_116

     
    #5
    NastuLol, la critica internazionale sta stroncando di netto questo titolo mentre questa recensione ne parla come un capolavoro imprescindibile. A chi credere? Dopo aver amato il primo lords of shadow e aver atteso per anni questo sequel, decido di credere a voi dandogli una possibilità comprandolo al day one,e dopo averlo provato a fondo darò il mio personale giudizio scegliendo chi avesse effettivamente ragione tra le vostre opinioni contrastanti.
    C'è il caso che abbiano ragione tutti e che il tuo punto di vista sia un altro ancora, eh. Non è che le premesse critiche siano necessariamente le stesse. Molti dei pezzi che ho letto partono dagli stessi punti traendo conclusioni altrettanto legittime ma diametralmente opposte.

    EDIT: battuto sul tempo e nel merito
  6. Falc0nero

     
    #6
    Assolutamente d'accordo. Il mondo è bello perché è vario, come si suol dire.

    Non ho mai pensato che la stampa debba andare necessariamente di pari passo, ma al contrario da un certo punto di vista apprezzo i momenti in cui le varie testate evidenziano pareri così contrastanti. Ne guadagna il lettore, che riesce a farsi un'idea più chiara e completa sulla situazione, traendo poi le conclusioni in base al proprio gusto personale. Detto questo sono comunque convinto che chiunque abbia apprezzato il primo Lords of Shadow non potrà che apprezzare questo sequel.
  7. Nastu

     
    #7
    Grazie ad entrambi per le risposte. So benissimo che avere un giudizio univoco su un prodotto che ha cosi tante sfaccettature è praticamente impossibile e immagino che se anche due persone totalmente in buona fede e completamente senza pregiudizi ma che danno priorità a cose diverse, provando lo stesso prodotto, arrivino a dare una valutazione piuttosto discordante. Comunque, dopo aver chiarito che è molto difficile che esistano due pareri argomentati perfettamente uguali, non posso negare il mio disagio nel constatare che cosi tanti recensori abbiano avuto una cosi pessima impressione di questo titolo.
    Non resta altro da fare che provarlo personalmente e sperare di trovare le caratteristiche che vi hanno permesso di decretarlo come un ottimo titolo.
  8. 2012

     
    #8
    Siete gli unici che lodano questo gioco, le recensioni internazionali e italiane lo hanno quasi distrutto, sono contento che c'è una voce fuori dal coro ma qualche dubbio c'è l'ho ancora...
  9. utente_deiscritto_116

     
    #9
    Ad avere tempo, sarebbe interessante andarsi a rileggere qualche recensione del primo.
  10. Nino Valenti

    #10
    La butto lì: non è che si vuol cominciar spingere per incoraggiare il salto su nexgen???
    Leggendo varie testate, di solito con quella del vostro sito il più delle volte mi ci riconosco, spesso siete veramente critici e attenti nell'analizzare giochi bollati negativamente da terze parti in modo veramente grossolano e frettoloso fermandosi a prime impressioni per tornare a giocare ai soliti CoD e company.... Se non fosse stato per voi ai tempi mi sarei perso al giro di lancio l'incompreso ma validissimo Bionic Commando; anche se non sempre mi trovo d'accordo come ad esempio fu per Bioshock Infinite, grande delusione per me, dove vi era tutto rifinito a rasentare l'eccellenza tranne che un degno gamplay, semplicemente assente..... ma questa è un altra storia...
    Detto ciò, anche in questo caso mi fido del vostro giudizio, insieme a un quadro positivo che mi ero fatto in merito a sto titolo, e commenti di chi lo sta giocando in anteprima, ma noto tristemente che nell'ultimo decennio si tende spesso ad essere influenzati parecchio, da aspettative, testate oltre oceano magari molto importanti ecc.... Non riesco a spiegarmi come molte testate in fase di anteprima tessino lodi a non finire sul comparto tecnico di Clos2, e qualche giorno dopo, le stesse testate, in rece, affermano tutto l'opposto... Un attimo qui il conto non torna!!! Bhe avendo giocato la demo PS3 e considerando che è multipiatta personalmente lo ritengo tecnicamente di alto livello, ad avercene così!!!........
    Ho come la cattiva impressione che la stampa contribuisca a spingere su alcuni prodotti (anche mediocri) perchè piu esaltati dal marketing, a scapito di altri davvero meritevoli, accanendosi nei loro difetti senza mettere in risalto obbiettivamente i pregi.....
Continua sul forum (24)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!