Genere
Azione
Lingua
Testi in italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
7/10/2010

Castlevania: Lords of Shadow

Castlevania: Lords of Shadow Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Konami
Sviluppatore
Mercury Steam Entertainment
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
7/10/2010
Data di uscita americana
5/10/2010
Data di uscita giapponese
16/12/2010
Lingua
Testi in italiano
Giocatori
1

Hardware

Castlevania: Lords Of Shadow è previsto sulle piattaforme Xbox 360 e PlayStation 3.

Multiplayer

Non ci saranno modalità multiplayer.

Link

Intervista

[GC 09] Gabriel Belmont alla riscossa

Intervista a Dave Cox, producer del nuovo Castlevania.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Dave Cox: Certo. Nel gioco ci sono ambientazioni molto vaste, che possono essere esplorate in lungo e in largo e spesso offrono l'opportunità di scegliere percorsi diversi per raggiungere lo stesso obiettivo. Non si tratta di un mondo completamente aperto in stile GTA IV, comunque, il percorso rimane abbastanza lineare, ma ci sono diverse strade da seguire. Inoltre, al termine di ogni livello appare un riepilogo dei risultati ottenuti, ma anche di ciò che ci si è lasciati alle spalle: in qualsiasi momento è possibile tornare indietro per affrontare nuovamente livelli già completati, magari forti di potenziamenti raccolti, e dedicarsi a scovare ogni minimo segreto. Di fatto, vogliamo incoraggiare i giocatori a tornare sui loro passi, perché abbiamo letteralmente riempito il gioco di segreti da scoprire. Inoltre, un aspetto su cui abbiamo lavorato molto è la creazione di un mondo solido e credibile, in cui si percepisca il senso di pericolo e minaccia incombente. C'è un mondo vivo, pulsante, all'interno del quale vivono persone in situazione di pericolo, che il giocatore incontrerà e vorrà aiutare.

Nextgame.it: Ci sarà interazione con le persone presenti nel gioco?

Dave Cox: Sì, ma in linea di massima solo sotto forma di sequenze narrative, non ci saranno fasi di dialogo interattivo.

Nextgame.it: Quanto sarà importante l'aspetto della narrazione? E come sarà integrato nel gioco? Vedremo tanti filmati in stile Metal Gear Solid? Hideo Kojima ha contribuito anche in questo senso?

Dave Cox: Devo dire che come team di sviluppo sentiamo molto forte l'influenza della scuola nipponica e quindi l'importanza della narrazione. Kojima-san, comunque, non è coinvolto nella realizzazione dei filmati, che sono completamente di produzione nostra. Certo, rimane il fatto che - magari anche a livello inconscio - siamo molto influenzati dal suo modo di narrare ed è probabile che nel nostro lavoro si noti la sua influenza, ma in ogni caso il nostro gioco è molto diverso da Metal Gear Solid, ha intenti diversi e modi diversi di raccontarsi. Ci saranno sequenze animate, ma saranno molto più brevi e "discrete".

Nextgame.it: Avete previsto delle opzioni per il multiplayer? O più in generale per lo sfruttamento dell'online, magari sotto forma di contenuti scaricabili?

Dave Cox: No, non abbiamo progettato una componente multiplayer, mentre per quanto riguarda i contenuti scaricabili, beh, si tratta senza dubbio di un'opzione, ma al momento non c'è ancora nulla di concreto.

Nextgame.it: Avete pensato alla possibilità di realizzare una versione Wii, magari che supporti il Wiimote per il controllo della frusta?

Dave Cox: No, il nostro è un progetto pensato e sviluppato per sfruttare al massimo le potenzialità delle console HD e non avrebbe senso realizzarne anche una versione "ridotta" per Wii.

Nextgame.it: Beh, siamo arrivati al termine, grazie.

Dave Cox: Aspettate! Prima di chiudere, voglio sottolineare una cosa che non mi avete chiesto, ma su cui invece altri mi hanno interrogato: nel gioco non ci saranno Quick Time Event! Tutte le parti giocate, sono realmente giocate, in tempo reale.

Nextgame.it: Ah, fantastico, grazie, non se ne può veramente più dei Quick Time Event.

Dave Cox: [Ride] Molte persone si stupiscono per questa nostra scelta, probabilmente perché ormai si tende a considerare i Quick Time Event come un elemento immancabile. Probabilmente lo stupore delle persone deriva dal fatto che molti avvicinano il nostro gioco a God Of War, ma in realtà, anche se ci sono elementi in comune, voglio ribadire ancora una volta che si tratta di un gioco d'altro tipo. Il nostro obiettivo è rispettare fedelmente lo spirito della serie, creando però allo stesso tempo un gioco in grado di accalappiare anche chi non è fan "hardcore" e non si è magari giocato tutti gli episodi bidimensionali.

Nextgame.it: A proposito di fan: ci saranno personaggi, o magari ambientazioni recuperati dai precedenti episodi?

Dave Cox: Purtroppo non posso dire nulla al riguardo. Di sicuro torneranno alcuni nemici.

Nextgame.it: Dracula, probabilmente...

Dave Cox: Probabilmente... volendo ci si può immaginare questo Castlevania come se fosse un nuovo James Bond. La mitologia, il protagonista, gli elementi chiave sono quelli, anche se poi a livello di storia non è un seguito diretto di quanto visto in passato.

Nextgame.it: E qual è il vodka martini di Castlevania?

Dave Cox: [Ride] Non saprei. Birra, probabilmente.


Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    bell'intervista per l'ennesimo gioco potenzialmente ottimo in questo 2010 ormai alle porte.
  2. bibbi 76

     
    #2
    2010 annata DOCG per i giochi d'azione... ;)
  3. Stefano Castelli

     
    #3
    Ok, la storia del back-tracking mi ha un po' conquistato, ma l'idea di suddividerlo in livelli mi ha ucciso. Clone di DMC confirmed...

    Vabbè, non è che ci sperassi davvero in un gioco alla Shadowman...
  4. bibbi 76

     
    #4
    Stefano Castelli ha scritto:
    Ok, la storia del back-tracking mi ha un po' conquistato, ma l'idea di suddividerlo in livelli mi ha ucciso. Clone di DMC confirmed...
    Vabbè, non è che ci sperassi davvero in un gioco alla Shadowman...
     Effettivamente lo scenario di gioco completamente aperto dei vari Castlevania lo avrei preferito...vediamo un pò che ne esce.  ;)
  5. giopep

     
    #5
    Io invece ringrazio tutti i santi in paradiso per l'assenza di uno scenario aperto e dei quick time event. In compenso, siccome ho imparato a fidarmi il giusto delle parole degli sviluppatori, attendo di scoprire se veramente l'aspetto esplorazione/puzzle/platform sarà importante o se si tratterà solo di brevi collegamenti fra una rissa e l'altra. Speriamo bene. :)
  6. Mdk7

     
    #6
    Bell'intervista Gio!
    Sembra interessante, assolutamente.
    E poi un action in più non fa MAI male. :)  
  7. PaulVanDyk

     
    #7
    Mmm sento puzza di Castlevania per N64.. Tante aspettative per nulla..
  8. Sechs

     
    #8
    Stefano Castelli ha scritto:
    Ok, la storia del back-tracking mi ha un po' conquistato, ma l'idea di suddividerlo in livelli mi ha ucciso. Clone di DMC confirmed...
    Vabbè, non è che ci sperassi davvero in un gioco alla Shadowman...
     Quanto ti quoto Castles, quanto ti quoto! :(
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!