Genere
Piattaforme
Lingua
Inglese
PEGI
7+
Prezzo
€ 44,98
Data di uscita
10/11/2011

Cave Story 3D

Cave Story 3D Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
NIS America
Sviluppatore
Nicalis
Genere
Piattaforme
PEGI
7+
Distributore Italiano
Bandai Namco Games
Data di uscita
10/11/2011
Data di uscita americana
8/11/2011
Lingua
Inglese
Prezzo
€ 44,98

Lati Positivi

  • Sotto sotto c'è il Cave Story originale in termini di giocabilità
  • Colonna sonora riarrangiata per l'ennesima volta ma questa volta con gran gusto, dal tizio delle musiche di Super Meat Boy
  • Effetto tridimensionale particolarmente convincente

Lati Negativi

  • La grafica poligonale non è funzionale al gameplay
  • L'inquadratura, per distanza e movimenti, non è funzionale al gameplay
  • Potevano schiaffarci dentro la colonna sonora originale
  • O almeno preservare tutti gli extra della versione Wii e Mac - quelli ivi presenti non sono così entusiasmanti. No, nemmeno se siete fan di Prinny

Hardware

Un 3DS e via. Possibilmente con lo slot delle cartucce libero. Cosa improbabile, oramai.

Multiplayer

Qui sì che ci sarebbe stato un multiplayer cooperativo a due. Mmh, troppo sbattimento, a pensarci meglio. Va bene così.

Modus Operandi

Il distributore italiano ci ha gentilmente offerto la copia recensita. Abbiamo finito il gioco, provato un po' l'opzione Time Attack sbloccata nel mentre, esplorato l'Outer Wall e trovato la nuova porzioncina di gioco. Per metà gioco abbiamo usato i modelli poligonali, poi siamo tornati, esasperati, agli sprite 2D. Potete switchare quando volete tra Strory Mode e Classic Mode - i save slot sono i medesimi.

Link

Recensione

L'eterna lotta tra pixel e poligoni

Indie, terra di speranze e contrasti.

di Andrea Babich, pubblicato il

Né ci possiamo ritenere troppo soddisfatti – ma qui si affonda più marcatamente nella soggettività – dell’aspetto puramente stilistico che la nuova grafica poligonale comporta. Laddove i pixel se ne stavano tutti puliti e ordinati nella matrice XY dello schermo, i poligoni si frastagliano senza troppa morbidezza; laddove il semplice design dei blocchi grafici 2D evocava stile e sobrietà, laddove le animazioni bidimensionali a fotogrammi intenerivano per la loro buffa essenzialità, quelle applicate ai modelli in tre dimensioni appaiono scarne e prive di carattere.

Giocare con gli sprite pixellosi migliora un po' le cose. Certo, ci hanno messo una specie di bilinear filtering che un po' ammazza la loro pixellosità, ma meglio che niente. - Cave Story
Giocare con gli sprite pixellosi migliora un po' le cose. Certo, ci hanno messo una specie di bilinear filtering che un po' ammazza la loro pixellosità, ma meglio che niente.

Le texture slavate e i modelli 3D non particolarmente ricchi trasmettono un senso a tratti di povertà, a tratti di barocchismo malriuscito. È paradossale che un autore che ha scelto per soprannome Pixel si trovi invischiato nello sviluppo di un simile restyling della propria opera – opera, ricordiamolo, che cercava di sottrarsi proprio agli inutili manierismi della poligonalità imposta dall’epoca in cui è nata. Stupisce allora che Nicalis non abbia scelto la più semplice ma tutto sommato anche più onesta strada che altri remake tridimensionalizzanti hanno seguito (per esempio a Excitebike), limitandosi a porre su livelli di profondità differenti i vari piani di gioco (fondale e gameplay area) magari aggiungendo un ulteriore primo piano. O magari con una più elaborata estrusione da pixel a voxel, al fine di ottenere uno stile alla 3D Dot Game Heroes. O magari, se mia nonna aveva le ruote, era una carriola, suvvia, inutile piangere sul game design versato, non lo hanno fatto e basta.

E poi proprio noi non ce la immaginavamo così, la grafica, qualora fosse stata 3D. Andiamo, questo sarebbe l'Egg Corridor? Bello, eh, ma... boh, è strano. - Cave Story
E poi proprio noi non ce la immaginavamo così, la grafica, qualora fosse stata 3D. Andiamo, questo sarebbe l'Egg Corridor? Bello, eh, ma... boh, è strano.

Gli sviluppatori hanno piuttosto cercato di colpire i super-super-super-fan della serie (curioso, una serie composta sempre dallo stesso gioco!) aggiungendo una stanza segreta qua, cinque minuti di gameplay inedito là, calcando una direzione “director’s cut” leggermente diversa da quella dell’edizione WiiWare (che resta nettamente superiore per qualità dei contenuti extra). Ah sì, c’è il Prinny Hat, perché c’è pure lo zampino di NIS nella pubblicazione. Sembra di vivere l’epopea di un audiofilo che abbia preso un disco in vinile ai tempi, per poi riacquistarlo in CD con due tracce bonus, per poi riacquistare il CD rimasterizzato che ha altre quattro tracce bonus ma non le due della prima edizione e così via, con l’aggravante che l’edizione commerciale di Cave Story ha compresso questo processo, che nel caso dell’audiofilo dura vent’anni, in manco due anni!

SBRODOLANDO NELLA GROTTA

“D’accordo - direte voi - ma non potevi riassumere i precedenti ottomila caratteri in un ‘il 3D mi sta antipatico, prendete la versione DSiWare" e lasciarci leggere in santa pace la ben più pregna rece di Super Mario 3D Land?” Probabilmente sarebbe stato molto meglio per tutti, ma ormai è andata, lo sfogo è partito, ma è il lucido sfogo del maestro che fa la ramanzina all’alunno che nel tema in classe ha lasciato che lo stile intacchi la sostanza. Perché alla fine sotto sotto c’è sempre Cave Story, e gli si vuole bene, non è un cattivo ragazzo, quel Pixel, probabilmente sta solo cercando di fare cassetta per meglio sviluppare quella sua nuova App per iOS.

Cioè, se vi proponessero Minecraft con la grafica di Skyrim o Skyrim con la grafica di Minecraft voi stareste in silenzio? Ecco. E non vi sia fuoriviante il tono un po' bislacco della recensione - l'amarezza di fondo è onesta e ponderata. - Cave Story
Cioè, se vi proponessero Minecraft con la grafica di Skyrim o Skyrim con la grafica di Minecraft voi stareste in silenzio? Ecco. E non vi sia fuoriviante il tono un po' bislacco della recensione - l'amarezza di fondo è onesta e ponderata.

E infatti, al di là della bile indubbiamente riversata in questo disprezzabile papiro virtuale, è altresì vero che la sufficienza questo Cave Story 3D se la porta a casa, seppure un po’ malmenato dai poligoni. Ah sì: non possiamo nemmeno dirvelo, di prendere la versione DSiWare, perché mica è ancora uscita, in Europa! Per ritardi vari avrebbe finito con l’uscire troppo a ridosso del lancio di questo poligono pacchettizzato, con evidente cannibalismo nella cava, ergo il consiglio vira in A) pigliatevi l’eccellente versione WiiWare, B) pigliatevi Cave Story + se avete un Mac, che è la stessa roba con un livello in più, o aspettate che presto esce su Steam. E intanto questo Cave Story 3D si porta a casa sì la sufficienza, ma anche una scritta in lapis rosso grossa come una casa “WTF?” da parte del maestrino dalla penna rossa.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Cave Story 3D è la classica occasione mancata: la stereoscopia funziona, ma la grafica poligonale un po' inficia le indubbie qualità del gioco così come lo conoscevamo.

Commenti

  1. Jenkins

     
    #1
    Ma c'è davvero su DSware la versione originale?
    Oppure è prerogativa del WiiWare?
    Vorrei giocarmelo però, girando per l'e-shop, non l'ho trovato. (cmq concordo che non ci fosse bisogno d'una versione 3d)
  2. giopep

     
    #2
    La versione DSiWare non è mai uscita in Europa, purtroppo.
  3. Jenkins

     
    #3
    azz, te pareva.
    Resta il WiiWare, però avevo voglia di giocarlo tra le coperte :-/
  4. Gea-r

     
    #4
    Beh c'è anche la versione PSP, io l'ho giocato lì, però è un homebrew quindi c'è bisogno di CF... :)


    Tornando al remake, alla fine me lo aspettavo, il gioco è nato come tributo al vecchio stile, farne una versione poligonale non aveva il minimo senso...comunque, quando avrò un 3DS e lo troverò a poco lo prenderò sicuramente.
  5. AstroMaSSi

     
    #5
    Io sono molto soddisfatto di questo gioco, l'ho preso subito e mi sta divertendo molto.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!