Genere
MMORPG
Lingua
Inglese
PEGI
12+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
3/9/2009

Champions Online

Champions Online Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Atari
Sviluppatore
Cryptic Studios
Genere
MMORPG
PEGI
12+
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
3/9/2009
Data di uscita americana
1/9/2009
Lingua
Inglese
Prezzo
€ 49,99

Lati Positivi

  • Inizialmente divertente
  • Non deluderà i fan accaniti dei supereroi Marvel/DC in cerca di avventure videoludiche online

Lati Negativi

  • Il mondo di gioco è piccolo, poco variegato e non particolarmente attraente
  • Profondità di gioco tipica di un MMORPG assente

Hardware

Champions Online è stato provato su un PC con processore Intel Core 2 Quad 6600 a 2,4 GHz, affiancato da 4 GB di RAM e scheda video GeForce GTX 275 da 896 MB DDR3. Anche alla risoluzione di 1680x1050, non abbiamo ravvisato rallentamenti degni di nota nelle più varie situazioni di gioco, nonostante i dettagli siano stati spinti al massimo così come entrambi i filtri (AntiAliasing, Anisotropic Filtering). I requisiti minimi prevedono un sistema operativo Windows XP SP2 o Vista, un processore a 2.5 GHz , 1 GB di RAM e una scheda video compatibile con le librerie DirectX 9.0c, di qualità uguale o superiore ad una nVidia 7600 o ATI Radeon X700.

Multiplayer

Champions Online è giocabile solamente online, previo l'acquisto di una confezione originale del gioco che garantisce 30 giorni di prova. Allo scadere del mese compreso nella scatola, per continuare a giocare sarà necessario sottoscrivere un abbonamento mensile di €12,99.

Link

Recensione

Una missione più dura del previsto

I supereroi alla prova dei fatti sul campo di battaglia.

di Alessio Palumbo, pubblicato il

Fra le feature principali sbandierate da Cryptic prima del lancio spiccava senza dubbio il combattimento “action-oriented”, ormai di moda nelle press release degli MMORPG di nuova generazione. Sotto questo punto di vista, però, Champions Online delude le aspettative, tastiera & mouse alla mano.

COMBATTIMENTO (NON PROPRIO) DA SUPEREROI

Il sistema di combattimento è infatti privo di qualsiasi possibilità di direzionare gli attacchi, vanto per esempio di Age of Conan, Darkfall Online e Mortal Online seppur in modi diversi, e addirittura punta su un vero e proprio “autoattacco” (di quelli cari alla generazione di Everquest e World of Warcraft, per intenderci) come base del combat system: è infatti necessario l’utilizzo ripetuto di questo attacco soprattutto nella fase iniziale di ogni combattimento poiché, seppur poco nocivo in termini di danni per l’avversario, consente al giocatore di accumulare energia per gli attacchi più potenti, relegati ai poteri principali.
Oltre a ciò bisogna considerare che i poteri sono spesso automatici e, quando non lo sono, al massimo funzionano secondo la meccanica basilare del carica-e-rilascia, del tutto standard nell’ambito del genere. Ai meriti di Champions Online non possiamo dunque ascrivere l’innovazione, perseguita dai titoli sovraelencati pur con alterni risultati, e sfortunatamente neanche la profondità, importantissima ai fini della longevità di un MMORPG: in ultima analisi, i combattimenti sono troppo semplicistici data anche l’assenza totale di un sistema di combo.

ALLA RICERCA DI NUOVI ARTEFATTI, MA QUANTO SONO UTILI?

La maggior parte del tempo in Champions Online sarà speso nelle missioni o quest che ci porteranno da un livello all’altro fino al tetto, al momento fissato al 40°. Purtroppo anche questa parte (fondamentale in qualunque MMORPG) presenta delle lacune: in generale le missioni, con alcune eccezioni, non si discostano affatto da ciò che gli appassionati del genere conoscono fin troppo bene, ma soprattutto sono presenti in numero appena sufficiente perchè sia possibile raggiungere il livello massimo e, cosa persino peggiore, una volta arrivati lì Champions Online non offre contenuti tali da invogliare il giocatore al rinnovo dell’abbonamento.
Questo è in parte dovuto alla mancata centralità del gruppo: negli altri MMORPG fare gruppo con altri giocatori è assolutamente fondamentale in molte occasioni, mentre in Champions Online la quasi totalità dei contenuti può essere affrontata da soli e, anche quando è necessario aiutarsi, l’unione risulta estemporanea, data la brevità delle missioni che si vanno ad affrontare, con una tendenza a separarsi subito dopo. Gli stessi oggetti ottenuti attraverso “dungeon” e missioni varie spesso non apportano miglioramenti sensibili, così non sarà raro per alcuni giocatori chiedersi se valga la pena fare missioni ripetibili o arene PvP (in Champions Online tutti i personaggi sono eroi, tuttavia esistono delle arene particolari in cui è possibile combattersi senza che questo abbia un impatto sul mondo di gioco, se non l’accumulo di punti per i personaggi coinvolti) per ottenere, un giorno, quell’oggetto di cui neanche sarà possibile fare sfoggio, come si accennava in precedenza.
Un plauso finale va però fatto sicuramente alla stabilità dei server di gioco, tallone d’Achille storico della maggioranza dei MMORPG in fase di lancio: l’esperienza avuta con Champions Online è stata ottima in questo senso, non avendo riscontrato problemi di alcun tipo. Dal punto di vista grafico, parlando della mancanza di appeal generale, non possiamo toglierci dalla mente che questo sia causato in parte dalla particolare tecnica grafica usata, definita da Cryptic "comic shading" (derivata dal celeberrimo cel-shading) e mai in grado di convincere fino in fondo col suo stile decisamente inusuale.
Il motore, dal canto suo, si comporta discretamente a livello di frame rate pur non proponendo nulla di eccezionale, a partire dalla distanza visiva un po' sottotono rispetto ai canoni dei titoli con cui Champions Online deve confrontarsi.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Dopo due settimane in compagnia del nuovo MMORPG di Cryptic Studios si vede con chiarezza come ogni elemento del titolo sia riconducibile ad un unico obiettivo: il raggiungimento del divertimento immediato, tramite l’utilizzo dei poteri più stravaganti in un’atmosfera molto “arcade”. Questo, purtroppo, a discapito della profondità di gioco, tanto che Champions Online può essere al momento consigliato solo a chi si fosse stancato di City of Heroes, agli amanti viscerali dei supereroi o in alternativa a coloro che volessero affiancare un MMORPG più leggero a quello principale (spesso, World of Warcraft). A tutti gli altri consigliamo di aspettare, perchè City of Heroes rimane ad oggi molto più completo e Champions Online, d'altronde, non possiede punti di forza tali da poter attrarre migrazioni d’utenza da altri titoli. Naturalmente siamo solo agli inizi, e Cryptic potrebbe (saggiamente) sviluppare anche qui un Villains, arricchendo così un mondo di gioco al momento piatto e avaro di contenuti. Ci ripromettiamo di realizzare un approfondimento fra tre mesi, per controllare con i nostri occhi le ultime novità per le strade di Millennium City!

Commenti

  1. Danath

     
    #1
    Et voilà! Colgo l'occasione per salutare di nuovo il pubblico di Nextgame, questa recensione segna il mio ritorno dopo un'assenza ben più prolungata di quanto avrei voluto.
    Come sempre, se avete dubbi, domande o perplessità, sono qui per voi :))
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!