Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Manuale in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
ND
Data di uscita
4/2/2005

City of Heroes

City of Heroes Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
NCsoft
Sviluppatore
Cryptic Studios
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
12+
Distributore Italiano
DDE
Data di uscita
4/2/2005
Lingua
Manuale in Italiano
Giocatori
Massive Multiplayer

Hardware

Per diventare Supereroi non servono super risorse, la nostra prova infatti si è svolta su un PC con sistema operativo Windows XP dotato di CPU AMD Athlon XP a 1,73 GHz, 512 MB di RAM e scheda video nVidia GeForce Ti 200 con 64 MB di memoria RAM, alla risoluzione di 1024x768. La configurazione minima consigliata prevede processore Intel Pentium III a 800 MHz o AMD Athlon a 800 MHz con 256 MB di RAM e 2 GB di spazio libero su disco fisso, scheda grafica serie GeForce 2 o ATi Radeon 8500.

Multiplayer

City of Heroes è un MMORPG: i suoi server sono disponibili per la comunità europea, divisi per lingua inglese, francese e tedesca.

Link

Anteprima

City of Heroes

Hai sempre sognato di diventare un supereroe e sfoggiare poteri che ogni essere umano invidierebbe? Ora è un sogno a portata di carta di credito. E' appena uscito anche in Europa il primo SuperMMORPG dedicato al mondo dei fumetti per supereroi. Se vuoi essere un eroe in calzamaglia, non ti resta che leggere il resoconto della Beta cui abbiamo partecipato.

di Tatiana Saggioro, pubblicato il

Un elemento originale di questo gioco è l'introduzione del "Sidekick". Infatti, una delle preoccupazioni di molti giocatori è quella di non trovare un gruppo con cui giocare o che la differenza di livello non gli permetta di giocare con i propri amici. Il "Sidekick" permette invece di invitare in party personaggi di livello più basso, permettendogli di fare da spalla. E' anche possibile fare l'inverso, invitare un supereroe di livello superiore in qualità di "Exemplar", ovviamente perderà parte dei suoi poteri, ma questo utilissimo sistema permette di creare sempre e comunque dei gruppi, senza che il livello dei personaggi rappresenti un ostacolo alla possibilità di giocare insieme.

PARAGON CITY: UNA MEGALOPOLI IN CONTINUO PERICOLO

Paragon City è il luogo in cui è ambientato il gioco, immensa megalopoli americana è la base dove i supereroi combattono il crimine con il bene placido del Governo e l'approvazione della popolazione. La trama alla base del gioco copre un arco di tempo che va dai primi del novecento, con la nascita del primo gruppo di supereroi, il coinvolgimento nelle due guerre mondiali, fino al 2002, quando misteriosi alieni hanno invaso la terra. Gli eventi che hanno segnato storicamente Paragon City sono ricostruibili attraverso tutta una serie di indizi sparsi per la città, come le iscrizioni alla base delle enormi statue commemorativi dei supereroi del passato. Mentre la storia attuale si evince dalle conversazioni con i vari contatti sparsi in città. Essendo il gioco inserito in un contesto urbano, ha ovviamente un'ambientazione metropolitana: grattaceli su cui salire, palazzi, fogne, scantinati, parchi, metropolitana da utilizzare per spostarsi da un quartiere all'altro. Un'ambientazione ben fatta, curata e suggestiva, ma sicuramente non paragonabile alle ambientazioni dei titoli fantasy.

Per compensare forse una non eccessiva varietà, Paragon City è dotata di un'architettura bizzarra, ricca di effetti luce e atmosferici. Infatti, in generale nel gioco è notevole l'utilizzo dei vari effetti visivi, non solo per vivacizzare l'ambientazione, ma soprattutto quelli applicati ai diversi superpoteri: fiammate, sfavillii dei raggi, effetti luce di vario genere. Quando i supereroi si scatenano si crea un'orgia di colori ed effetti che rendono le fasi di scontro uno spettacolo pirotecnico. Pregevole anche il commento sonoro, non sempre incisivo, ma buon sottofondo a commento alle diverse situazioni, ottimi anche gli effetti sonori. Divertenti alcune trovate, molto in sintonia con la tipologia del gioco, come le comunicazioni che possono avvenire anche attraverso i classici baloon da fumetto. Divertente anche vedersi inseguire dal civile appena salvato per ringraziarvi e lodarvi per lo splendido costume. Senza contare l'inutile ma spassosa funzione del BoomBox, che dà la possibilità di piazzare a terra un megastereo per scatenarsi in balli con i vari brani musicali per lo più techno, tanto per non smentire la natura un po' "tamarra" del gioco. Inoltre vi è anche la possibilità di accrescere la propria fama di supereroe e questo comporta nella popolazione di Paragon City un diverso comportamento nei vostri confronti: al vostro passaggio vi salutano, vi riconoscono per strada. Sebbene il gioco non offra una gran varietà di ambientazioni, Paragon City è realizzata con cura e coerenza, un luogo che per i giocatori diventerà presto familiare, la propria città da difendere a costo della vita.

TIRIAMO LE SOMME...

La beta purtroppo si e' conclusa fin troppo in fretta non permettendoci di esplorare a fondo le varie possibilità offerte dal gioco, un vero peccato poiché ci stavamo divertendo molto e soprattutto non abbiamo portato a terminare la quest per ottenere il mantello. Non possiamo che ribadire come in questi venti giorni di gioco assiduo, City of Heroes ci abbia divertito e abbia offerto un'impressione generale più che positiva. Ovviamente si tratta di un gioco destinato agli amanti dei fumetti per supereroi e a chi non cerca un MMORPG classico. Nonostante questo suo schema di base (per alcuni anche ripetitivo), il gioco riesce a essere ugualmente esaltante con scontri molto dinamici, pieni di effetti visivi e sonori. Inoltre, proprio questa sua struttura a missioni offre l'indubbio vantaggio di adattarsi benissimo alle diverse esigenze di tempo.

Essere un supereroe è certamente un lavoro a tempo pieno, ma la struttura di City of Heroes non richiede di esser per forza un giocatore a tempo pieno. Infatti, le missioni da portare a termine sono di vario genere e non richiedono molte ore a disposizione: ovviamente non mancano per i giocatori più accaniti quest più lunghe e impegnative, come le Task Force (alcune possono durare più di cinque ore). Ma anche in questo City of Heroes riesce a conciliare le esigenze di un MMORPG con il tempo libero dei diversi giocatori. Non siamo purtroppo in grado di pronosticare la capacità di City of Heroes di mantenere vivo nel tempo l'interesse del giocatore. Va però detto che in tal senso gli sviluppatori sono continuamente impegnati per aggiornare il gioco e ad inserire alcune novità, come la possibilità per un Supergruppo di stabilire un proprio quartier generale, dal quale organizzare raid per sgominare le basi dei malviventi, con il rischio di veder poi invaso il proprio quartier generale e subire un raid. Inoltre nelle strade di Paragon City abbiamo visto diversi cantieri aperti per la costruzione dei Colosseum. Queste arene saranno il luogo in cui i nostri supereroi potranno testare le proprie abilità scontrandosi fra loro in solo, in gruppo o contro Super gruppi, introducendo così nel gioco il Player versus Player (PvP). Infine è già stata annunciata la prima grande espansione: City of Villains, dove i ruoli si ribalteranno e il giocatore potrà indossare i panni della propria nemesi.