Genere
ND
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 39,99
Data di uscita
5/9/2008

Sid Meier's Civilization Revolution

Sid Meier's Civilization Revolution Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

PEGI
12+
Data di uscita
5/9/2008
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
4
Prezzo
€ 39,99

Lati Positivi

  • È Civilization
  • Profondo e longevo come pochi
  • Adattamento portatile ben congegnato

Lati Negativi

  • Audio ridotto al minimo
  • Nessuna funzione di zoom
  • Difficile trovare sfidanti online

Hardware

Per giocare è necessaria una console Nintendo DS e una confezione originale del gioco. La localizzazione è completamente in italiano mentre il sonoro si limita a riprodurre qualche effetto ambientale e poco più. Tecnicamente, Firaxis ha fatto del suo meglio per rendere quanto più fluida possibile l'azione di gioco, ottenendo un risultato encomiabile. Manca purtroppo la possibilità di avere una visione più ampia della mappa, soprattutto nelle fasi più avanzate di una partita, ma i due schermi sono stati usati comunque in modo soddisfacente.

Multiplayer

È supportato il multiplayer per un massimo di quattro giocatori in rete wireless locale (tutti dotati di console e cartuccia di gioco) o attraverso il servizio Nintendo Wi-Fi Connection. Le uniche opzioni disponibili riguardano la velocità dei turni e l'handicap dell'intelligenza artificiale.

Link

Recensione

Rivoluzione silenziosa

Finalmente Firaxis porta il suo gioiello su due schermi.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Il ritorno della saga di Civilization, "rivoluzionato" da Firaxis per adattarsi al mercato delle console da casa in un clamoroso quanto non definitivo allontanamento dall'originaria piattaforma PC, si è compiuto sul finire dell'estate con la versione DS di Civilization Revolution, esteriormente diversa dalle omonime "sorelle maggiori", per evidenti limiti hardware, ma molto simile per quanto riguarda l'approccio e la filosofia di base.
Anche in questo caso ci troviamo davanti a una semplificazione, comunque marginale, delle meccaniche classiche della serie che, ancora una volta, ci invita a guidare una civiltà tra le tante con l'obiettivo di annichilire tutte le altre, secondo un classicissimo schema a turni accompagnato, proprio qui su DS, da un ritorno alla grafica bidimensionale delle origini.

COLORE CHIARO, GUSTO PULITO

Sebbene la grafica con cui sono tratteggiati i personaggi e le unità sul campo sia all'insegna della stilizzazione "cartoonosa", Civilization Revolution mantiene una sua seriosità di base, grazie soprattutto a una scelta di colori azzeccata e tendente al realistico, nonché a una mappa i cui dettagli sono sempre finalizzati ad arricchire il gameplay piuttosto che a ostacolarlo; gli unici veri ostacoli, semmai, sono costituiti dalla limitatezza della porzione di mappa osservabile (grande assente: lo zoom) e da una scarsa leggibilità dei quadranti dove sono raggruppate più unità, a maggior ragione se in corrispondenza di una città.
Nel complesso, trattandosi di un gioco portatile, non abbiamo mai sentito l'esigenza di un livello di dettaglio maggiore o, peggio, di un motore grafico poligonale, a maggior ragione quando - assorbiti ormai dalle campagne militari - l'attenzione era tutta sui minuscoli indicatori che segnalano lo stato dei lavori nelle varie città.

FUORI CONTROLLO

Parlare di un gioco di strategia su DS equivale quasi sempre a elogiare la scelta di Nintendo di piazzare un touch screen nella sua console ma per Civilization Revolution dobbiamo fare un'eccezione. Pur avendo provato e riprovato a giocare tramite stilo - sistema ovviamente più intuitivo, soprattutto come primo approccio - riteniamo che l'uso di tasti e croce direzionale abbia ancora una marcia in più in termini di rapidità e precisione, sebbene necessiti di qualche partita per essere rodato al meglio.
In ogni caso, quale che sia il vostro sistema di controllo preferito, non è improbabile che a lungo andare si possa adottare una soluzione "ibrida", utilizzando magari le dita al posto dello stilo per motivi di praticità; ha fatto comunque bene Firaxis a lasciare la scelta al giocatore e a non imporre una sua visione.

ANCORA UN ALTRO TURNO

Non è facile descrivere il motivo per cui ancora oggi, trascorsi diciassette anni dal primo capitolo della serie, Civilization è un gioco dannatamente divertente; le sue regole non sono cambiate poi di molto e il fascino rimane sempre quello: provare a battere un'agguerrita CPU o una serie di avversari umani nella conquista del mondo attraverso le varie epoche della civiltà umana, dalla preistoria al futuro prossimo. Come sempre, il gioco offre una serie di condizioni di vittoria che vanno dalla conquista militare alla supremazia culturale o economica, così come una rigiocabilità potenzialmente infinita grazie alla generazione casuale delle mappe.
A quelli che sono i capisaldi della serie (ma diremmo quasi di un intero genere) Civilization Revolution su DS unisce l'estrema praticità del suo essere portatile, la possibilità di giocare "un turno ogni tanto", quando scappano quei cinque minuti di pausa dal lavoro o mentre si cucina, e una partita può durare anche giorni e settimane intere. I più competitivi non sfuggiranno però alla tentazione di battere la CPU ai livelli di difficoltà più elevati, o di sfidare gli amici in rete locale wireless e attraverso il servizio Nintendo Wi-Fi Connection: in questi casi Civilization Revolution si trasforma in una vera e propria disciplina, e la profondità di gioco emerge con prepotenza insieme ai tanti anni passati da Sid Meier e soci nella rifinitura di un gameplay inossidabile.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Un gioco come Civilization Revolution è potenzialmente adatto a tutti: a chi non ha mai provato uno dei precedenti capitoli e ha bisogno di una "porta d'ingresso" alla serie, a chi non riesce a staccarsi dal suo Nintendo DS ed è in cerca di qualcosa ad elevatissimo tasso di rigiocabilità, ai fanatici della strategia in tutte le sue possibili declinazioni, a chi vuole mettersi alla prova sfidando altri strateghi sparsi in giro per il mondo. Insomma, se ancora non fosse abbastanza chiaro, Civilization Revolution è un gran gioco di strategia che merita tutta la vostra attenzione.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!