Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
24/5/2011

DiRT 3

DiRT 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Codemasters
Sviluppatore
Codemasters
Genere
Guida
PEGI
12+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
24/5/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Prezzo
€ 69,99

Hardware

DiRT 3 è in arrivo su PC, Xbox 360 e PlayStation 3. Non sono annunciate variazioni nei contenuti (piste, auto e modalità) tra le varie uscite. Una differenza riguarda invece il gioco online, che su console è soggetto a un codice presente nella confezione, da acquistare a parte nel caso delle copie usate.

Multiplayer

Nel gioco completo sarà possibile affrontare un amico via classico split-screen o sfidare altri 7 giocatori su una connessione a Internet. Oltre alle corse tradizionali, ci sarà un Party Mode con appositi minigame basati sulla guida e bonus da raccogliere in pista.

Modus Operandi

Nell'articolo abbiamo illustrato la versione "preview" di DiRT 3 fatta girare su console debug in formato PlayStation 3. Questa versione del codice non offriva il supporto di rete ma un estratto della carriera single-player articolato sui primi eventi disponibili.
Hands On

Egocentrismo da rally

Lo spettacolo come prima vocazione della serie.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Nel trasferimento dalla vecchia generazione alle console HD il rally targato Codemasters ha puntato molto di più sulla parte grafica, tanto che il motore EGO (poi usato in altre serie) era stato creato proprio con PS3 e Xbox 360 in mente. Questa nuova uscita mantiene gli elementi che contraddistinguono la tecnologia proprietaria del team inglese iniziando da una fluidità mediamente elevata, seppur fissa ai canonici 30 FPS, e una sensazione di velocità sempre notevole.

Il quadro completo vince sul particolare

La resa visiva generale, fiore all'occhiello del capitolo precedente, è per forza di cose meno impressionante in DiRT 3 solo perché le console HD hanno ormai oltre quattro anni sulle spalle. Il motore grafico, inoltre, inizia a segnare il passo in settori come il dettaglio poligonale e le texture, poco definite in molti elementi del fondale. Detto questo, la resa complessiva rimane di ottima qualità arrivando su vette molto elevate (di impatto visivo) nelle gare sul fango o sotto la pioggia, quando interviene un nutrito gruppo di effetti speciali. Come da tradizione per la serie DiRT, si apprezza sopratutto la varietà di ambienti, situazioni di gara, veicoli e condizioni di luce. In un attimo passiamo dallo sterrato desertico del Kenya alla neve della Finlandia mentre colori, architetture e scenario cambiano radicalmente nello spazio di poche gare. DiRT 3, ed è un grande pregio della tecnologia che muove tutta la serie, riesce a gestire senza sforzi ambientazioni molto diverse tra loro conservando un livello di realismo visivo notevole. Sul lato degli effetti sonori, abbiamo una discreta selezione di rumori legati alle varie auto e i consueti urti fragorosi per gli incidenti, affiancati da filtri e sfocature che enfatizzano l'impatto appena avvenuto. A margine, è utile ricordare che DiRT 3 sarà interamente localizzato in italiano per voci e testi, confermando la direzione intrapresa già dal primo capitolo nella serie.

I replay usano una visuale panoramica in stile cinema, e si possono mettere su Youtube - DiRT 3
I replay usano una visuale panoramica in stile cinema, e si possono mettere su Youtube

dalle buggy alle auto sportive, in derapata

Guardando la varietà degli eventi disponibili, sarà difficile lamentarsi con mezza dozzina di categorie dedicate alle corse su sterrato che iniziano dal rally classico e arrivano alle corse tra camion, passando da sfide di derapata e altre prove di abilità. D'altra parte, c'è sempre il rischio che per fare tanto, non si guardi con attenzione il dettaglio, e infatti i vari eventi non sono particolarmente approfonditi a livello di regole o struttura. Si arriva in pista, si completa la gara e quindi si passa a tutt'altra ambientazione dopo aver osservato le nostre statistiche e il conteggio dei punti raccolti. Il massimo per chi cerca solo velocità e immediatezza in stile arcade, ma una struttura ancora troppo superficiale per gli appassionati di simulazione (che difficilmente cambieranno idea sulla serie con questo terzo capitolo). Per quanto riguarda il parco macchine, domina nuovamente la varietà in quanto si ritrovano camion, buggy, auto da rally e vetture modificate oltre a qualche vecchia gloria. Le differenze tra i vari mezzi sono più che altro visive dato che, come abbiamo detto a inizio articolo, il modello di guida è comune a tutti i veicoli e varia soltanto quando il "salto" è davvero radicale (passando da buggy ad auto sportiva, ad esempio). Resta da capire, e lo faremo nella recensione, se la grande varietà di eventi basti a rendere il gioco interessante sulla distanza malgrado l'eccessiva superficialità di alcuni settori, primo fra tutti il modello di giuda. Chi ha apprezzato DiRT 2, comunque, difficilmente resterà deluso da questa uscita trovando confermate le sue maggiori caratteristiche.


Commenti

  1. jpeg

     
    #1
    Sono tra quelli in scimmia totale per DiRT3, e devo ammettere che i feedback tutto sommato freddini sulla grafica mi sorprendono...

    Pure con tutte le riserve del caso sulla meccanica di gioco e sulla sua stessa identità di racing game (de gustibus), mi schiero con chi considera il secondo capitolo uno tra i racing graficamente più spettacolari di questa generazione (su console, almeno): a giudicare dalle impressioni, sembra che si sia fatto un passo indietro...
  2. falcon1971

     
    #2
    jpegSono tra quelli in scimmia totale per DiRT3, e devo ammettere che i feedback tutto sommato freddini sulla grafica mi sorprendono...

    Pure con tutte le riserve del caso sulla meccanica di gioco e sulla sua stessa identità di racing game (de gustibus), mi schiero con chi considera il secondo capitolo uno tra i racing graficamente più spettacolari di questa generazione (su console, almeno): a giudicare dalle impressioni, sembra che si sia fatto un passo indietro...
    Mi unisco .....il motore grafico EGO della Codemaster lo metto in assouluto al 1 posto come le piu' belle sorprese di questa gen. Da' , ancora adesso , le paste a taaaaaaante cose che si vedono in giro tutt'ora ....
  3. Darkangel ITA

     
    #3
    Info sulla versione pc? Grafica su pc? Lo comprero' solo se la versione pc sara' ottimizzata per i pc odierni.....come paventato dai programmatori mesi fa....ma di filmati interessanti non ne ho visti in circolazione e il gioco sta per uscire...
  4. Gaara80

     
    #4
    Sono curioso anche io di questo seguito. Aspetto qualche recensione e parere e lo prendo per pc. La mia postazione chiama (dopo la GROSSA delusione di gt5).
  5. luxnet

     
    #5
    Speriamo che almeno DIRT3 non mi faccia la fine di SHIFT 2...una delusione, dopo quella già parzialmente presa con GT5! !
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!