Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
64,99 Euro
Data di uscita
14/9/2007

Colin McRae: DiRT

Colin McRae: DiRT Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Codemasters
Sviluppatore
Codemasters
Genere
Guida
PEGI
12+
Distributore Italiano
DDE
Data di uscita
14/9/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
64,99 Euro

Lati Positivi

  • Giocabilità granitica
  • Buon dettaglio grafico
  • Longevità

Lati Negativi

  • Pad scomodo
  • Assenza di rumble
  • Esperienza multiplayer limitata

Hardware

Per giocare a Colin McRae: DiRT in versione PlayStation 3 avrete bisogno di una confezione originale del gioco, di una console PlayStation 3 e di un pad Sixaxis.

Multiplayer

Purtroppo è possibile competere solo in gare a cronometro, sia di tipo rally che in salita. Questo aspetto è uno di quelli che Codemasters conta di migliorare drasticamente in futuro, ma non aspettiamoci patch miracolose; con ogni probabilità è tutto rimandato al prossimo episodio della serie.
Recensione

La terza via

Il vecchio Colin arriva indenne al traguardo, anche su PS3!

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

E così anche la terza versione dell'ultimo gioco di rally di Codemasters arriva sugli scaffali, portando su PlayStation 3 la sua varietà di categorie motoristiche e la sua sconfinata modalità carriera, che tante lodi ha ricevuto negli articoli dedicati alle versioni PC e Xbox 360 (trovate tutto nella nostra scheda).
Rispetto a queste ultime, la versione PlayStation 3 deve farsi perdonare un certo ritardo nell'uscita e la già annunciata mancanza di novità, entrambi fattori che rafforzano la sensazione che, anche in questo caso, la nera console di Sony abbia posto una certa quantità di sfide tecniche ai programmatori.

... PER ME PARI SONO

Il primo fantasma che è bene scacciare è quindi relativo all'integrità del motore grafico del gioco, che si presenta qui in forma smagliante e comparabile con quanto di buono abbiamo già visto in azione sulle altre piattaforme. Come per la versione Xbox 360, anche in questo caso Colin McRae: DiRT si presenta con il suo abito migliore, paragonabile a quello che solo i PC più potenti sul mercato sono in grado di "cucire" intorno alla sua granitica giocabilità.
In materia di filtri AntiAliasing le configurazioni PC di fascia alta garantiscono certo risultati migliori, ma non ce la sentiamo di lamentarci: giocata su un monitor LCD 19", la versione PS3 mostrava sì timidi accenni di "scalette", ma nulla che possa rovinare l'esperienza di gioco anche su monitor con diagonale ben più elevata. Quasi sempre inappuntabile anche la fluidità, con limitatissimi cali di frame rate relativi a quei tracciati un po' più complessi in termini di costruzioni a bordo pista e fonti di illuminazione.

GRILLETTO FACILE

Passando al sistema di controllo, arrivano anche i primi grattacapi che - i possessori di PlayStation 3 avranno già intuito di cosa si tratta - non sono però assolutamente imputabili al gioco: in primo luogo va segnalato l'enorme fastidio causato dalla posizione, dalla forma e dalle molle dei due grilletti ai quali sono deputate le funzioni di acceleratore e freno.
A distanza di alcuni mesi dal lancio in Europa non riusciamo ancora a capacitarci di come una console di nuova generazione possa essere stata commercializzata con un pad siffatto: anche dopo alcune decine di minuti non si riesce a trovare una posizione con cui tenere premuto l'acceleratore senza affaticarsi o (peggio ancora) rendere più difficoltoso il raggiungimento dei tasti frontali, uno dei quali va assegnato al freno a mano ed è quindi indispensabile in alcuni tracciati.
Come secondo, e marginale, motivo di insoddisfazione, menzioniamo anche l'assenza di funzionalità "rumble" nel pad stesso, continuando a sperare che Sony stia veramente lavorando a un nuovo DualShock e che lo metterà in commercio prima possibile.

TORTA SENZA CILIEGINA

Considerata l'assenza di novità di alcun tipo e visti i dispiaceri causati dal pad della console - comuni del resto a tutti gli altri giochi di guida per PS3 - ci vediamo costretti ad assegnare al gioco la stessa identica, pur ottima, valutazione già ottenuta dalle versioni PC e Xbox 360. Manca insomma quel "bonus" che avrebbe potuto spingerci a valutare più positivamente quest'ultima uscita di Colin McRae: DiRT; allo stesso tempo crediamo che Codemasters abbia fatto bene a prendersi un po' di tempo extra per mettere il gioco in grado di competere ad armi pari con le altre produzioni di questo genere sulla console di Sony (MotorStorm innanzitutto). In questo senso, l'obiettivo può dirsi centrato e, ancora una volta, non possiamo fare altro che consigliare spassionatamente Colin McRae: DiRT a tutti gli appassionati di rally e corse fuoristrada.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
A fronte di un certo ritardo nella pubblicazione, Colin McRae: DiRT per PS3 non offre nulla di più di quanto già offerto in versione PC e Xbox 360, con la piccola aggravante - non imputabile a Codemasters - della scomodità del pad Sixaxis e dell'assenza di funzioni rumble. Ciò nonostante, il gioco rimane splendido e appassionante come già detto nelle precedenti recensioni e crediamo che qualunque appassionato di racing game dovrebbe concedergli ben più che una possibilità. A tal proposito, non dimenticate che esiste anche una versione dimostrativa scaricabile dal PlayStation Store.