Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
69,99 Euro
Data di uscita
15/6/2007

Colin McRae: DiRT

Colin McRae: DiRT Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Codemasters
Sviluppatore
Codemasters
Genere
Guida
PEGI
12+
Distributore Italiano
DDE
Data di uscita
15/6/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Prezzo
69,99 Euro

Lati Positivi

  • Ottima qualità costruttiva
  • Supporto software eccellente
  • Davvero versatile

Lati Negativi

  • Mancano alcuni controlli
  • Pedaliera leggera
  • Pedali troppo inclinati

Hardware

Il Xbox 360 Wireless Racing Wheel è compatibile unicamente con Xbox 360.

Multiplayer

Fino a quattro volanti possono essere associati a un Xbox 360.
Speciale

Xbox 360: le vie della Forza!

La prova "del volante" per i due giochi di guida del momento.

di Simone Soletta, pubblicato il

Dopo le grandi promesse di metà anni '90, il supporto per le periferiche Force Feedback si è andato diradando, sostituito dal ben più banale "rumble" dedicato inizialmente ai joypad del Nintendo 64 (attraverso l'apposita espansione) e al Dual Shock di Sony. La piattaforma PC, vero e proprio banco di prova per questo genere di funzioni, ha visto via via scemare l'entusiasmo nonostante la presenza sul mercato di periferiche di grandissimo spessore (basti pensare alla gamma di volanti prodotta da Logitech), relegando anch'essa il Force Feedback a nicchie specifiche, come i simulatori di guida più rigorosi e i simulatori di volo. In più, su console si è vissuto il terribile periodo PlayStation 2, con volanti Force Feedback a succedersi nei negozi, tutti "ufficiali" e talvolta incompatibili con alcuni giochi per scelte banalmente limitanti: nonostante questo, giocare a Gran Turismo 3 con un Logitech MOMO Racing è e resta una delle più belle e coinvolgenti esperienze di guida mai provate su una macchina da gioco, ed è davvero curioso che Microsoft con la sua prima Xbox abbia tralasciato di proporre un volante dotato di ritorni di forza, la cui mancanza ha dato più di un dispiacere a molti sviluppatori, a partire dagli svedesi DICE, responsabili della serie rallystica Rallisport Challenge.
Le cose, curiosamente, si sono invertite in questa generazione di console, che vede ancora Sony indietro sul supporto a qualsiasi tipo di ritorno di forza a causa dei contenziosi – finalmente risolti – con Immersion, e Microsoft che invece lancia un volante ufficiale di grande qualità. In questo speciale daremo un'occhiata alla periferica, ma soprattutto analizzeremo due differenti filosofie di programmazione: con i due titoli più giocati al momento, Colin McRae DIRT e Forza Motorsport 2, cercheremo di capire se anche l'approccio al ritorno di forza è "opposto" come quello relativo alla filosofia di guida.

UN VOLANTE DI QUALITÀ

Avranno sempre la nostra stima incondizionata gli addetti che assemblano le scatole di console e accessori: come facciano a gestire certe cervellotiche confezioni è al di là della nostra immaginazione, e questo è ancor più vero di fronte a Xbox 360 Wireless Racing Wheel. Se siete appena nervosi, lasciate perdere, perché anche aprire la confezione, bella per carità, può essere un'esperienza da perizia psichiatrica, specialmente quando – estratti tutti i "pezzi" – dovrete un minimo ricomporla per metterla definitivamente da parte.
Problemi di disassemblaggio a parte, la confezione contiene volante, pedaliera, un alimentatore, una base di montaggio e una copia "Force Feedback Enabled" di Project Gotham Racing 3. Tutto è costruito davvero bene, a partire dal volante che, fin dal primo impatto, appare solido, resistente e costruito con ottimi materiali. La "presa" in gomma è confortevole e le finiture metalliche – pur apparendo a un esame più attento in plastica – donano eleganza al tutto.
La cosa più interessante di questo kit è la sua versatilità. Si può utilizzare in modalità totalmente wireless rinunciando ai ritorni di forza grazie all'alloggiamento per le batterie presente (si possono anche utilizzare i battery pack ricaricabili) oppure vivere l'esperienza totale collegando la periferica all'alimentatore; si può giocare appoggiando semplicemente il volante sulle cosce oppure fissarlo grazie a un eccellente supporto da tavolo.
Proprio il supporto merita due parole in più: una volta fissato stringendo la vite sottostante, può essere tolto in un batter d'occhio agendo su uno sgancio rapido, e una soluzione simile è presente anche per il volante, che così può essere disposto sul supporto o sganciato in pochissimi istanti. Una buona idea davvero.
Passando alle funzioni generali, il volante non replica tutti i comandi di un joypad standard: in certi casi la scelta è scontata, visto che riproporre gli stick analogici non avrebbe senso, ma posteriormente troviamo solo due alette e non c'è supporto per i tasti RB e LB. La cosa, davvero incomprensibile, rappresenta un problema per esempio in Forza Motorsport, che utilizza questi comandi per navigare nei menu, e in Colin McRae DIRT, poiché la disposizione dei tasti frontali non è esattamente "a portata di pollice" e la mancanza di un tasto posteriore da dedicare al freno a mano si fa davvero sentire. Sarebbe bastato "spezzare" le alette dedicate al cambio di marcia, come già visto in altri volanti, per offrire tutti i comandi principali.