Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
23/2/2007

Crackdown

Crackdown Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Real Time Worlds
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
23/2/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2

Hardware

Per giocare Crackdown sarà necessaria una console Xbox 360 e il gioco, insieme a un controller compatibile.

Multiplayer

Due giocatori potranno prendere parte all'intera campagna single-player attraverso Internet, se iscritti alla versione Gold (cioè a pagamento) del servizio Xbox Live.

Link

Intervista

Real Time Worlds scende in strada

Uno sguardo alla prossima città "criminale" in arrivo su Xbox 360.

di Alessandro Martini, pubblicato il

XCN: Perchè avete scelto la modalità cooperativa invece del più tradizionale deathmatch? Il multiplayer competitivo verrà offerto successivamente a sorpresa?

Real Time Worlds: La domanda è strana poichè (nelle prove interne) quasi tutte le sessioni in cooperativa degenerano in veri e proprio deathmatch finchè non si stabilisce una tregua. Tutto questo risulta più divertente grazie alle caratteristiche uniche di Crackdown: infatti, continuiamo sempre a tenere il punteggio finchè la diatriba tra i contendenti non viene sistemata. Per ciò che riguarda una maggiore complessità del multiplayer, sarebbe ottima - però trasformerebbe il gioco in qualcosa di diverso. E comunque, non sono mai stato il tipo che rovina le sorprese (ride).

XCN: Quali scenari sono presenti nel complesso urbano? Ci saranno altre ambientazioni oltre a quella prettamente cittadina?

Real Time Worlds: La città è organizzata in tre distretti principali, con una quarta isola che rappresenta il quartier generale dell'Agenzia (la Polizia NDR). Ogni quartiere è caratterizzato dalla relativa gang che vii opera: le missioni disponibili al suo interno sono altrettanto originali e particolareggiate: dal faro con caverne annesse, passando per una piattaforma petrolifera, per arrivare a un grattacielo sviluppato su più piani distinti. Come potete capire da alcuni esempi, abbiamo scenari ben lontani dalle luci della città. Volevamo che le dimensioni di Pacific City potessero intimidire l'utente all'inizio, ma soltanto all'inizio. Esplorando l'ambiente e facendo evolvere il vostro alter-ego conoscerete ogni angolo dello scenario finchè non diventerà davvero vostro a tutti gli effetti.

XCN: Molte persone vedranno inizialmente Crackdown come un altro clone di Grand Theft Auto, in tal senso quali sono state le vostre scelte per differenziare il gioco?

Real Time Worlds: La risposta più ovvia è "in alto". In Crackdown abbiamo realizzato ambientazioni che si sviluppano verticalmente dando così maggiore volume all'azione complessiva. Inoltre, l'utente è un poliziotto che però usa metodi sbrigativi non dissimili da Judge Dredd: la città è il suo parco giochi, ogni cosa al suo interno è il suo giocattolo. Ha solo un chiaro obiettivo: rimuovere ogni traccia del crimine, ma come farlo è interamente compito suo, anche perchè non esistono restrizioni o una trama lineare e attraverso il gioco otterrà super-poteri che gli permettono di realizzare azioni spettacolari. Credo, quindi, che le scelte decisive operate sul gioco (per separarlo da GTA) siano...tutte!

XCN: La modalità cooperativa sembra molto interessante. Potete spiegare come funzionerà e come potremo giocarla con i nostri amici?

Real Time Worlds: Uno dei migliori aspetti legati al multiplayer è che gli utenti possono entrare o uscire dalle partite in qualsiasi momento. Infatti, le sessioni possono accogliere l'ingresso di altri giocatori sia da parte di sconosciuti, sia da chi è presente nella lista degli amici. Ad esempio, se non riuscite a battere da soli il boss di una gang particolare, potete invitare qualcun altro a darvi una mano. Inoltre, se vi siete accordati per incontrarvi nel gioco non dovrete aspettare che l'altra persona si colleghi alla sala d'attesa, ma potrete giocare normalmente finchè la richiesta di ingresso nella partita non arriverà sullo schermo.