Genere
Simulazione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
31/10/2003

Crimson Skies: High Road to Revenge

Crimson Skies: High Road to Revenge Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Microsoft
Genere
Simulazione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
31/10/2003
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
59,90 Euro

Hardware

Tutto nella norma: per giocare a Crimson Skies: High Road to Revenge sarà necessario un Xbox PAL e un joypad. Per il multiplayer online sarà necessario anche il kit Xbox Live.

Multiplayer

Sino a quattro giocatori in locale con lo schermo in split screen, in modalità uomo contro uomo o volando in squadrone contro velivoli controllati dal computer. Su Xbox Live potranno sfidarsi nelle varie modalità fino a sedici piloti contemporaneamente.

Link

Anteprima

Crimson Skies: High Road to Revenge

L'attesa è snervante, Nathan Zachary stringe con forza la cloche del suo aereo ma del nemico nemmeno l'ombra. Improvvisamente eccolo in picchiata su di lui, un rapido looping e Zachary riesce a mettersi in coda all'avversario e a lanciare un razzo. Mancato! Ma la caccia continua, le mitragliere presto saranno roventi, l'unica speranza di salvezza è nel colpire per primi.

di Giuliano Boschi, pubblicato il

La produzione di giochi per Xbox assorbe le energie di Microsoft Game Studios al punto che il seguito di Crimson Skies, uscito un paio di anni fa per PC, è ora previsto solo per il magico scatolotto dell'industria di Bill Gates. Crimson Skies: High Road to Revenge è un po' arcade e un po' simulatore di volo e consente di cimentarsi in ipotetiche battaglie aeree nei cieli del 1930, ma non aspettatevi un'accurata trasposizione storica di scenari e tecnologia anni trenta. Infatti sarà possibile mettere le mani sulla cloche di dieci diversi aerei che si ispirano ai biplani dell'epoca, ma con evidenti modifiche di stampo avveniristico al look e una dotazione di armi a dir poco originali.

ARCADE O SIMULATORE DI VOLO?

In Crimson Skies: High Road to Revenge vestirete i panni e gli occhialoni di Nathan Zachary, un intrepido pilota che non vuole altro che vendicare la tragica morte del suo miglior amico. L'atmosfera, come accennato, è quella dell'America degli anni trenta con la possibilità di volare in numerosi scenari che si preannunciano estremamente diversi tra di loro per disegno, luminosità - giorno e notte - e localizzazione geografica, sino a trovarvi di fronte ad ambientazioni che sfiorano la fantascienza. Il procedere della storia sarà sottolineato da oltre trenta minuti di filmati ad alta definizione che intervalleranno piacevolmente le fasi di gioco e che funzioneranno da collante tra le varie missioni di cui sarete protagonisti. Se siete tra coloro che sono intimoriti dalle tante funzionalità e dall'esperienza che bisogna mostrare per poter padroneggiare un simulatore di volo, non avrete problemi con Crimson Skies: High Road to Revenge: lo scopo del gioco non è infatti quello di saper comandare al meglio un aereo, ma di divertirsi nella sua conduzione e nel raggiungimento della missione dello scenario. Quindi non dovrete solo abbattere gli avversari, ma anche cercare di trovare ed utilizzare nuove armi e nuove funzionalità, scelte che avvicinano il gioco al genere arcade (e alle meccaniche di Wing Commander, in linea generale) piuttosto che a quello dei simulatori di volo. Questo non vuol dire che sarà facile superare i diversi livelli, sconfiggere gli avversari e raggiungere gli obiettivi delle missioni, infatti i progettisti hanno dichiarato che nel gioco sarà presente anche una forte impostazione strategica. Ecco quindi la necessità di esplorare tutto il vasto territorio a disposizione per essere sicuri di averne acquisito tutte le possibili risorse, senza le quali non sarà possibile avere ragione dei coriacei avversari.

SCENARI DA … FAVOLA!

Per quanto riguarda le armi a disposizione saranno molte e diversificate, oltre a quelle di base specifiche per ogni velivolo, molte altre saranno "guadagnate" sul campo, magari grazie alla scoperta di qualche bonus presente in una recondita e segreta area di gioco. Si va dalla semplice mitragliatrice ai missili al napalm, dai rampini magnetici ad accessori di indubbia utilità come ad esempio diversi radar dai "poteri" del tutto particolari. Il gioco in movimento mostra scenari affascinanti e ricchi di particolari, la grafica è sicuramente ben curata e impreziosita da effetti di luce e texture di grandissima qualità.
I velivoli disponibili saranno dieci, ognuno con le proprie caratteristiche di volo e di armamento, il loro disegno è ispirato ai modelli anni trenta, ma le variazione e le modifiche apportate li renderanno affascinanti ed incredibilmente belli da vedere e soprattutto da pilotare. Tutto questo, abbinato alla spettacolarità degli scenari, non dovrà però distrarvi da quanto vi accadrà intorno, basterà poco per essere presi d'infilata ed abbattuti come tordi e a nulla servirà come scusa il fatto di aver voluto osservare un panorama così bello da lasciare senza fiato. La giocabilità è annunciata ai massimi livelli: condurre uno di questi strani velivoli sarà relativamente semplice e ciò permetterà evoluzioni e acrobazie degne del miglior Asso del volo. Picchiate, cabrate, looping, tetti e pendici di montagne sfiorati con millimetrica precisione, spesso e volentieri mentre siamo in coda ad un avversario o mentre cerchiamo di sfuggire ai suoi pericolosi e ferali "artigli".
Alcune delle evoluzioni coinvolgono l'utilizzo di una particolare barra di energia, che andrà a consumarsi ogni qualvolta ci impegneremo in movimenti particolarmente spettacolari e utili, come uno Split-S o un Looping. L'introduzione di questa barra renderà ancora più tattico il combattimento, giacché non potremo azionare continuamente i movimenti di evasione più efficaci ma dovremo forzatamente conservarne l'uso per i momenti più concitati.

COME TI DISTRUGGO LE MONTAGNE

Una delle peculiarità di Crimson Skies: High Road to Revenge, sarà quella di poter attivamente interagire con gli elementi strutturali dell'ambiente, e ciò non si limita solamente alla possibilità di avere un infelice incontro ravvicinato con le pendici di una montagna. Se si lancia un missile contro un avversario e lo si manca, non è detto che riesca a scampare al nostro colpo, infatti se colpiamo una montagna o un fabbricato, parti di roccia o di macerie potrebbero comunque colpire il velivolo nemico decretandone il definitivo abbattimento. A parte l'indubbio realismo di veder letteralmente saltare in aria qualsiasi cosa venga colpita da proiettili sufficientemente potenti, sarà possibile cercare e trovare nuove strategie di combattimento, cosa che non potrà che rendere più divertente e longevo il gioco. Come per molti game per Xbox saranno presenti funzionalità multiplayer, si potranno scontrare nei cieli del nostro TV sino a quattro eroici piloti, per la visualizzazione lo schermo sarà diviso in modalità split-screen. Per quanto riguarda le specifiche del gioco multiplayer in locale, sarà possibile realizzare scontri tra giocatori, oppure questi potranno riunirsi in un unico squadrone pronti a sfidare i velivoli comandati dall'intelligenza artificiale della CPU di Xbox.
Non mancherà, naturalmente, il supporto per Xbox Live, dedicato a sedici giocatori in contemporanea su ogni singolo scenario di gioco. Le modalità disponibili spazieranno dal "tutti contro tutti" al combattimento a squadre, ma ancora più intriganti sono le possibilità offerte dalle opzioni Keep Away e Wild Chicken. La prima sarà una sorta di "ce l'hai", nella quale i giocatori dovranno contendersi un tesoro e mantenerlo per un totale di due minuti (un'opzione simile "La grande fuga" vista in Midtown Madness 3), la seconda rappresenta in pratica una partita di rugby nella quale la palla è un... pollo, da trasportare sull'ala fino all'area di meta avversaria.

IL VOLO E' IN RITARDO

Non possiamo negare che attendiamo con ansia l'uscita di questo titolo, le premesse per poter mettere le mani su di un gran bel gioco ci sono tutte, a partire dalla grafica che si annuncia spettacolare sino alla possibilità di far franare una montagna addosso ad un aviatore troppo ardimentoso che gli si è avvicinato troppo. Annunciato inizialmente per l'autunno 2002, l'uscita di Crimson Skies: High Road to Revenge è stata posticipata all'autunno del 2003, per cui cominciate pure a cimentarvi in uno snervante conto alla rovescia.