Genere
Action RPG
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 41,90
Data di uscita
20/6/2008

Crisis Core: Final Fantasy VII

Crisis Core: Final Fantasy VII Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Square Enix
Genere
Action RPG
PEGI
16+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
20/6/2008
Data di uscita americana
25/3/2008
Data di uscita giapponese
13/9/2007
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 41,90
Formato Audio
Stereo

Lati Positivi

  • Tecnicamente superbo
  • Sistema di combattimento originale
  • Personaggi di FFVII
  • Ottimi doppiaggio e musiche

Lati Negativi

  • Caricamenti un po' lunghi su PSP standard
  • Pochi personaggi "comparse"
  • Vive di luce riflessa

Hardware

Per giocare a Crisis Core: Final Fantasy VII sono richiesti una copia del gioco, una console PSP (modello normale o Slim & Lite) e un memory stick con almeno 256 KB liberi.

Multiplayer

Il gioco non offre modalità multigiocatore.

Link

Recensione

Ritorno su Gaia

Dopo 10 anni, siamo di nuovo a Midgard!

di Andrea Focacci, pubblicato il

A distanza di oltre 10 anni dall'uscita del primo episodio 3D della saga di giochi di ruolo più famosa del mondo, Square Enix si è finalmente decisa a proporre qualcosa di molto vicino a un "seguito", anche se cronologicamente collocato un po' prima degli eventi narrati nel gioco originale. Dopo tanti, troppi, "capitoletti" extra limitati al solo Giappone o di qualità piuttosto discutibile, gli sviluppatori sono tornati a fare quello che sanno fare meglio: i giochi di ruolo.

RITORNO A MIDGARD

Vista la pesante eredità, è davvero difficile per Crisis Core: Final Fantasy VII vivere di "vita propria" e scansare facili riferimenti e citazioni. L'inizio del gioco, l'aspetto dei personaggi, la regia e la gestione delle scene madri rimandano vistosamente agli amati eroi del capitolo PlayStation One, in una continua aspettativa di scorci su ciò che è stato. Questa la prima impressione rimettendo i piedi a Midgard, la futuristica città dove iniziava l'avventura di Final Fantasy VII.
In questo prequel la città è più o meno identica a come la ricordavamo, fatta eccezione per la grafica assolutamente migliorata e per la prospettiva: se con Cloud e compagni avevamo fin da subito esplorato i sobborghi, il nuovo eroe Zacks ci mostra dall'interno i "cattivi" della Shin-ra, la gigantesca corporazione metafora dell'uomo che asservisce la natura. Lo stesso Sephiroth, presente fin da subito come "collega" dell'eroe (entrambi fanno parte della milizia scelta chiamata Soldier), mostra un volto umano e offre al giocatore molte più sfaccettature caratteriali rispetto a quanto visto nel primo gioco. In tal senso, tutti i personaggi mostrano le caratteristiche tipiche degli eroi di Nomura, il che non è propriamente un bene, anche se dobbiamo ammettere che questa volta i risultati non sono male, in particolare sulle medie distanze.

NUOVI EROI

Ambientato qualche anno prima del capitolo madre, Crisis Core: Final Fantasy VII mette in scena nuovi e vecchi personaggi, facendo un po' di luce sulla vita dei nostri eroi prima che le vicende di Final Fantasy VII avessero inizio. Protagonista assoluto è Zacks, l'unico personaggio controllabile direttamente, ma il vero fulcro della vicenda ruota attorno alle figure di Sephiroth, Angil e Genesys, i tre Soldier nati dal "Progetto G" e legati da un rapporto di amicizia che nel corso del tempo è andato sempre più incrinandosi. Buona parte della storia riguarda proprio la "genesi" della milizia Soldier e la natura di Sephiroth e compagni.
Buona anche la caratterizzazione di Zacks: simpatico, solare ed estroverso, incarna lo stereotipo dell'eroe positivo, ma lo fa in modo un po' più elegante rispetto a molti suoi predecessori. E altrettanto buona la riproposta di vecchie conoscenze, su tutte Aeris, ragione primaria per cui molti giocatori affronteranno il gioco. La sfortunata eroina di Final Fantasy VII ricompare in splendida forma, ancor più valorizzata dal notevole dettaglio grafico.

ALTA DEFINIZIONE? QUASI

Come da tradizione SquareEnix, Crisis Core: Final Fantasy VII si presenta con una grafica di altissimo livello, una delle massime punte raggiunte da questa console. Strabiliante in particolare il dettaglio dei volti dei personaggi, così come i filmati in computer grafica, dello stesso livello del film Advent Children. Buona anche la fluidità, nonostante qualche calo di frame rate qua e là, di solito non in momenti "topici". Peccato invece per i caricamenti, che su di una console PSP standard sono piuttosto lunghetti; in tal senso i modelli PSP Slim & Lite dovrebbero aiutare un po'.
Infine, chiudiamo la parentesi tecnica con un giudizio sul comparto audio. Davvero buone le voci in giapponese, perfettamente azzeccate e ben recitate (cosa non sempre scontata), e al di sopra degli standard anche l'accompagnamento musicale. Le melodie del gioco, in parte una variazione sui temi del capitolo PlayStation One, in parte originali, sono molto piacevoli e riescono a non annoiare nonostante una certa ripetitività. A nostro parere sono uno degli aspetti meglio riusciti dell'ottimo comparto tecnico.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!