Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
49,90 Euro
Data di uscita
ND

Crysis

Crysis Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
CryTek
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
32
Prezzo
49,90 Euro

Hardware

Crysis al momento è atteso unicamente per PC. Eventuali versioni per console, più volte ipotizzate, non sono state ufficialmente confermate.

Link

Anteprima

Quattro passi nella giungla

C'erano un mouse e una tastiera liberi... che potevamo fare?

di Simone Soletta, pubblicato il

Non ci voleva molto a capire quale fosse la postazione di Crysis al Barker Hangar di Santa Monica: bastava cercare l'assembramento di persone e telecamere più corposo, complice anche uno stand, quello di Electronic Arts, che attirava persone come api al miele grazie a titoli del calibro di Hellgate: London, The Orange Box, Burnout: Paradise, NBA Live 08, Madden NFL 08 e Mercenaries 2.
La conformazione dello stand, molto stretto, non agevolava poi lo scorrimento, e quindi abbiamo atteso a lungo prima di trovare un momento più tranquillo. L'attesa è però stata ripagata, una decina di minuti di attesa e via, finalmente le nostre manacce si sono posate su mouse e tastiera e l'esperienza-Crysis è andata a incominciare.

UN ABITO PER TUTTE LE OCCASIONI

Ci sono cose che è difficile capire dai comunicati e dalle news, variabili apportate alla giocabilità ormai istituzionalizzata di un genere così noto rischiano di passare sostanzialmente inosservate. Se poi il titolo in questione viene sempre e solo citato per il suo – meraviglioso – impianto tecnico, si rischia che le idee passino in secondo piano. Ed è un peccato.
Il gioco, appunto, è quello che c'è dietro a una grafica semplicemente spettacolare e ricchissima di particolari, e in Crysis sembra essere perlomeno all'altezza del motore grafico che lo muove. Crysis ci vede vestire i panni di un combattente moderno e dotato di un gadget principale: una nano-tuta che rappresenta lo strumento attraverso il quale potremo impostare il nostro approccio ai vari problemi che incontreremo.
Premendo il tasto centrale del mouse o il tasto V, richiameremo un menu radiale dal quale potremo accedere alla configurazione della tuta: quella predefinita è lo scudo, una protezione attiva e passiva al tempo stesso, visto che in questa modalità la tuta è in grado di curare le nostre ferite più velocemente. Questa funzionalità assume importanza ancora maggiore se pensiamo che le mappe di Crysis sono del tutto prive di medikit: questa è già una piccola ma consistente spallata al genere degli sparatutto e a una delle sue caratteristiche fondamentali. Ogni qualvolta decideremo di sfruttare le diverse caratteristiche della tuta, ci esporremo a un rischio molto elevato, e oltretutto in certe situazioni andranno valutati con attenzione i pro e i contro delle nostre scelte strategiche.
Supponiamo, per esempio, di volerci infiltrare in un campo nemico per un approccio silenzioso: la tuta offre una modalità mimetica che ci rende sostanzialmente invisibili agli occhi degli avversari, ma che non ripristina la salute e drena con grandissima velocità riserva di energia che la alimenta. In questi casi si è quindi portati a muoversi molto in fretta – con il rischio di essere visti comunque – o di esaurire l'effetto proprio nel momento sbagliato.
Altre modalità della tuta sono Velocità e Forza, i cui effetti sono abbastanza chiari, almeno nel primo caso: impostando Forza, oltre a poter sollevare oggetti molto pesanti, potremo anche sfruttare un tipo di salto potenziato, utile per raggiungere strutture elevate.

CONFIGURIAMO LE ARMI

L'ultima funzionalità della tuta è legata alle armi e alla loro personalizzazione. Ogni strumento d'offesa può infatti essere modificato per adattarsi alle varie situazioni che incontreremo. La demo che abbiamo provato, per esempio, si apre su una classica spiaggia tropicale e, dopo aver eliminato i nemici che pattugliano alcune baracche sulla spiaggia, ci ritroviamo sotto il fuoco di un motoscafo dotato di mitragliatrice. Per la prima parte del nostro compito è certamente più utile avere un mirino laser (o un silenziatore) ed evitare il mirino telescopico, che diventa però fondamentale per mirare gli occupanti del motoscafo, molto più distanti.
Basta premere V per richiamare il menu e scegliere l'opzione Armi per veder comparire sullo schermo il mitragliatore che stiamo utilizzando, con i suoi slot di configurazione in evidenza e le varie possibilità a nostra disposizione. Basta un clic del mouse per scegliere dal menu quello che ci interessa per ognuno degli slot e ritornare al gioco.