Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
22/2/2013

Crysis 3

Crysis 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
CryTek
Genere
Sparatutto
Data di uscita
22/2/2013

Hardware

Crysis 3 sarà disponibile per PC, PS3 e Xbox 360. Al momento non è ancora stata ufficializzata la data di lancio, prevista per la primavera del 2013.

Multiplayer

Non sono disponibili informazioni relative al multigiocatore, anche se è presumibile immaginare la presenza di diverse opzioni per il gioco online.

Modus Operandi

Abbiamo assistito a una presentazione di Crysis 3 nel corso di un evento organizzato da Electronic Arts per mostrare alla stampa le prossime uscite.
Eyes On

Primo contatto con Crysis 3

Quando la città non è solo una giungla d'asfalto...

di Marco Ravetto, pubblicato il

Lo showcase organizzato da Electronic Arts a Londra tra il 19 e il 20 aprile ha mostrato agli addetti ai lavori diversi giochi che possono aspirare al titolo di blockbuster. Oltre al già citato SimCity e al nuovo capitolo di una famosa simulazione calcistica (non facciamo nomi, visto che potremo parlarne solamente dopo la metà di maggio…), la presentazione che ci ha colpito maggiormente è stata senza dubbio quella di Crysis 3. Pur non avendo la possibilità di toccare con mano la nuova creazione di Crytek, quanto è stato mostrato e descritto da Rasmus Hojengaard (director of creative development di Crytek) è riuscito infatti a catturare non solo il nostro interesse, ma anche quello delle decine di giornalisti presenti all’evento.

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Prima di entrare nei dettagli di quanto visto nella demo è doveroso spendere qualche parola riguardo alla trama anche se, a onor del vero, sono ancora molti gli elementi oscuri riguardanti questo terzo episodio della serie targata Crytek. Punti saldi confermati al momento sono la presenza di Prophet nel ruolo di protagonista e il fatto che l’avventura sarà ambientata nel 2047, ovvero circa un ventennio dopo gli eventi narrati nel capitolo precedente. Stando alle parole di Rasmus Hojengaard si tratterà di una storia di vendetta e redenzione, con Prophet impegnato in una missione che lo condurrà a perlustrare una nuova gigantesca struttura, il “nanodome”, costruita dalla Cell Corporation per racchiudere la città di New York con l’obiettivo (perlomeno fittizio) di contenere la minaccia aliena. All’interno del Liberty Dome (è questo il nuovo nome con cui è conosciuta la Grande Mela) saranno presenti sette differenti zone, assimilabili a diversi quartieri (nella presentazione a cui abbiamo assistito è stata mostrata Chinatown) e denominate Seven Wonders. Queste “sette meraviglie” saranno dotate di un look piuttosto particolare, conseguenza diretta di una delle caratteristiche dei nanodrome; queste strutture avranno infatti la capacità di accelerare la crescita della vegetazione, con il risultato di trasformare in un brevissimo lasso di tempo l’aspetto della città. Gli enormi grattacieli e i palazzi fatiscenti, ormai abbandonati al proprio destino, saranno quindi ricoperti da piante rampicanti, mentre le strade saranno avvolte nella natura incontaminata.

Il "composed bow" sarà una delle principali aggiunte all'arsenale di Crysis 3. La sua caratteristica più interessante è la possibilità di utilizzarlo anche in modalità stealth - Crysis 3
Il "composed bow" sarà una delle principali aggiunte all'arsenale di Crysis 3. La sua caratteristica più interessante è la possibilità di utilizzarlo anche in modalità stealth

VECCHI NEMICI, NUOVE ARMI…

La prima parte della demo è stata dedicata a una sequenza stealth in cui Prophet ha affrontato una serie di nemici singoli prima in un ambiente chiuso, poi all’aperto. Abbiamo assistito ad alcune eliminazioni ravvicinate ma il vero protagonista di questa fase è stato il composed bow, un arco dotato di alcune caratteristiche particolarmente interessanti. Oltre a essere un ottimo (e silenzioso) compagno per gli attacchi dalla distanza, l’utilizzo dell’arco può avvenire anche in stealth mode, fatto che permette di adottare nuove strategie di combattimento anche con avversari che si trovano a una certa distanza. Abbandonati i movimenti furtivi e gli spostamenti silenziosi, Prophet si è trovato di fronte a una serie di alieni che presidiavano una costruzione. Dopo aver sfruttato le capacità di “hackeraggio” a disposizione della nanotuta per attivare una postazione di difesa e confondere i nemici, il nostro eroe si è mosso con decisione verso gli obiettivi dando vita a un confronto a fuoco visivamente spettacolare, che nelle meccaniche non è sembrato differenziarsi in maniera evidente da quanto visto in passato.
Lo scontro a fuoco con i Ceph ha messo in risalto un altro elemento degno di interesse, che amplierà ulteriormente l’arsenale a nostra disposizione; per la prima volta nella serie sarà infatti possibile impadronirsi della tecnologia aliena e utilizzarla a proprio vantaggio. Nel corso della sequenza a cui abbiamo assistito, Prophet ha preso possesso di un cannone alieno e ha sfruttato la superiore potenza di fuoco per eliminare in maniera più agevole i nemici. Parlando di questa nuova opzione, Rasmus Hojengaard ha sottolineato come ogni arma Ceph sarà scartata automaticamente una volta rimasta senza munizioni e come il team stia valutando in che modo gestire l’interazione tra la nanotuta e le armi aliene; per compensare almeno in parte il maggiore potere distruttivo di queste ultime, è infatti possibile che siano implementate delle interferenze tra i due dispositivi per ridurre almeno in maniera temporanea le capacità di cui è dotata la nostra corazza ultratecnologica. Sempre a proposito di armi, è stata confermata la presenza di un sistema di personalizzazione che permetterà di modificare ogni modello disponibile; non sono purtroppo disponibili informazioni precise riguardo il livello di customizzazione dato che, a precisa richiesta, ci è stato risposto che saranno rilasciate informazioni più dettagliate a riguardo nei prossimi mesi.

L'ambientazione di gioco si svilupperà sia in ampiezza che in altezza. Proprio per questo motivo, sarò possibile avvicinarsi ai nemici utilizzando tattiche differenti - Crysis 3
L'ambientazione di gioco si svilupperà sia in ampiezza che in altezza. Proprio per questo motivo, sarò possibile avvicinarsi ai nemici utilizzando tattiche differenti

TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO…

Conclusa la demo con Prophet che fronteggiava una serie di nemici dall’aspetto tutt’altro che rassicurante, Rasmus Hojengaard ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo differenti aspetti di gioco. Dopo aver sottolineato come uno degli obiettivi del team di sviluppo sia quello di realizzare un titolo più ricco di contenuti rispetto al passato, ma non per questo meno accessibile, il director of creative development di Crytek ha rivolto il suo interesse verso il nanodome e la nuova versione della città di New York che avremo modo di visitare. Stando alle parole di Hojengaard, il mix di natura selvaggia e di elementi cittadini che caratterizzerà Crysis 3 permetterà di riunire in un’unica ambientazione tutte le caratteristiche migliori dei suoi predecessori. Questo vuol dire che l’azione avrà uno sviluppo ad ampio respiro come il primo Crysis, affiancato dalla “verticalità” che caratterizzava il secondo episodio; il risultato finale dovrebbe quindi essere una maggiore libertà di movimento, che permetterà di approcciare le varie situazioni di gioco adottando differenti strategie a seconda della propria indole.
Pochi minuti di demo sono stati quindi sufficienti a mostrare alcune delle caratteristiche principali di Crysis 3 e a farci entrare in contatto con un nuovo mondo decisamente accattivante. Anche se l’ambientazione notturna del livello da noi visionato non ci ha permesso di apprezzare appieno la cura nei dettagli, l’impatto visivo è parso notevole e la scelta di unire cemento e vegetazione è senza dubbio interessante. Inutile dire che nei prossimi mesi seguiremo con estrema attenzione lo sviluppo del nuovo titolo Crytek, nella speranza di ottenere informazioni su caratteristiche di gioco non mostrate a Londra (multigiocatore in primis), visionare nuove ambientazioni e scoprire la data d’uscita, attualmente prevista per la primavera del 2013.


Commenti

  1. fortieTHief

     
    #1
    ma è lo stesso Profet che nel 2...
  2. Lagialos

     
    #2
    Graficamente allora com'è?
  3. V--DaRkKnIgHt--G

     
    #3
    Stupendo,non vedo l ora che esca,io ho giocato i primi 2 e mi sono piaciuti tantissimo,spero che questo regga il confronto con i suoi predecessori
  4. Fede_8_

     
    #4
    gran gioco poi ambientato nelle giungle molto interessante!
  5. dexter88

    #5
    il primo era favoloso il 2 non è stato tutto sto granche, sempre i soliti 3 tipi di alieni babbioni, quando potevi variare il percorso sempre quelle 3 possibilita si avevano : aggira cecchina evita , IA nemica del cavolo e pure buggata che ogni volta che volevo fare qualcosa stealth mi vedevano attraverso le pareti, ma dai giusto la grafica si salva, menomale che l ho preso a 20 euro su amazon spedito, questo anche aspettero che si trovi a 20 euro .... di sicuro meglio del 2 sarà anche solo x il fatto che puoi raccattare le armi degli alieni , cmq avrei cambiato il luogo, di nuovo new york mi sa di che non si volevano sbattere piu di tanto , boh
  6. Gians88 "la vendetta"

     
    #6
    ma questa demo non è possibile vederla?
  7. [Alcatraz]

     
    #7
    mio al day one.
  8. Dark_God

     
    #8
    mello molto bello
  9. pietro01

     
    #9
    diciamo che non è un gioco bellissimo è carino
  10. crysis3

    #10
    voi non potete dire che e carino voi dovete dire bellissimo io vi giuro su cristo che nonho mai visto un gioco di fantascienza/avventura/sparatutto cosi bello
    bonderlands in confronto al 3 e la millesima parte
    (questa e solo la mia opinione voi la potete pensare come volete)spriamo che tr poco esca la demo :)
Continua sul forum (14)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!