Genere
Sparatutto
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
22/2/2013

Crysis 3

Crysis 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
CryTek
Genere
Sparatutto
Data di uscita
22/2/2013

Lati Positivi

  • Gameplay classico della serie sempre molto divertente
  • Tecnicamente impressionante
  • L'arco composito è un'aggiunta interessante
  • Stile narrativo migliore dei precedenti...

Lati Negativi

  • Nessuna vera novità di rilievo
  • Lo stealth potrebbe essere ancora migliore
  • ...ma la trama rimane il "punto debole"

Modus Operandi

Abbiamo giocato Crysis 3 in versione PS3 grazie a una normale copia retail del gioco.
Video Articolo

Il ritorno di Prophet

È tempo di rispolverare la nanotuta.

di Marco Locatelli, pubblicato il

Nell'ormai lontano (videoludicamente parlando) 2007, Crysis fu eletto all'unanimità come uno dei migliori shooter PC dell'anno, grazie ad un gameplay particolarmente innovativo, che offriva al giocatore una buona libertà d'azione, ma, soprattutto, per merito di un comparto grafico a dir poco eccezionale, al punto da farlo diventare un vero e proprio benchmark, fino ad un paio d'anni fa tenuto in considerazione per la misurazione prestazionale delle schede grafiche. Quattro anni dopo arrivò anche un sequel, disponibile pure su console, che riproponeva alcuni dei punti di forza del capitolo originale fondendoli ad un contesto ambientale differente. Ora è arrivato il momento di scoprire il terzo capitolo della saga, che chiuderà definitivamente le avventure del super soldato Prophet.

IL PROFETA E LA FINE DEL MONDO
Dopo le vicende narrate nel secondo Crysis, sopra la città di New York viene innalzata una gigantesca cupola, denominata Liberty Dome, al fine di contenere l'invasione dei Cef, gli alieni dalle sembianze di polpi antropomorfi. Ad inizio avventura, Prophet – per ragioni sconosciute – si trova all'interno di una vasca criogenica e viene liberato, vent'anni dopo, dall'ex compagno Psycho (personaggio giocabile in Crysis Warhead), ora diventato un ribelle poiché la C.E.L.L., l'organizzazione militare privata che aveva il compito di mantenere l'ordine durante l'evacuazione del secondo capitolo, ha preso il totale controllo degli Stati Uniti, instaurando una vera e propria dittatura basata sul controllo energetico. Apparentemente non vi è più alcuna traccia dei Cef, fatta eccezione per alcuni piccoli gruppi di superstiti, ma a causa di alcune maldestre e imprudenti azioni della CELL, questi vengono risvegliati. Sarà dunque compito del buon Prophet, e del piccolo manipolo di ribelli, ridare speranza a quel che resta dell'umanità.

 In qualche rara occasione capiterà di dover assistere a degli eventi scriptati, ma come già detto più volte nel corpo dell'articolo, la libertà d'azione rimane indiscutibilmente il cuore pulsante dell'esperienza di gioco - Crysis 3
In qualche rara occasione capiterà di dover assistere a degli eventi scriptati, ma come già detto più volte nel corpo dell'articolo, la libertà d'azione rimane indiscutibilmente il cuore pulsante dell'esperienza di gioco

Come per i due precedenti capitoli, la narrazione resta il punto debole dell'esperienza, ma almeno questa volta i ragazzi di Crytek hanno confezionato una sceneggiatura leggermente più godibile. La trama rimane invero banale e povera di scelte registiche degne di nota o grandi colpi di scena, ma si nota un maggior numero di cut scene dialogiche e sequenze cinematografiche spettacolari, e vengono affrontati, seppur in modo molto superficiale, temi come il transumanesimo (non siamo ai livelli di Deus Ex, ovviamente) e il difficile rapporto fra l'uomo Prophet – o ciò che ne resta – e la Nanotuta impiantata nel suo corpo. A dare maggior spessore al personaggio di Prophet è anche la scelta di donargli (finalmente! Ndr) una voce e, di conseguenza, un suo punto di vista all'interno del dipanarsi delle vicende.

ALTRO CHE IL TUO MANTELLO INVISIBILE, POTTER!
Il secondo Crysis si differenziò dal primo capitolo soprattutto per l'aver cambiato il setting, passando quindi da ambienti naturali e molto aperti a contesti cittadini dalle dimensioni leggermente più compassate. Questo portò inevitabilmente ad una diversificazione del gameplay, che divenne forse più lineare, ma allo stesso tempo denso, concentrato e meno dispersivo.In questo Crysis 3 si assiste ad una via di mezzo fra la grande libertà del titolo originale e lo stile più rigido del secondo capitolo. I livelli di gioco sono molto vasti, si compongono soprattutto di spazi aperti in cui la scenografia è una New York post-apocalittica sommersa dalla natura, quindi ci si può trovare di fronte a palazzi in rovina sotto le cui macerie scorrono improbabili fiumi, o le cui fondamenta si fondono alle radici di qualche imponente albero.

 Come accadeva anche nei precedenti capitoli, sarà possibile utilizzare varie tipologie di mezzi: potenti carri armati, veloci autovetture e persino dei velivoli - Crysis 3
Come accadeva anche nei precedenti capitoli, sarà possibile utilizzare varie tipologie di mezzi: potenti carri armati, veloci autovetture e persino dei velivoli

All'intero di questo affascinante contesto paesaggistico sono due le minacce da affrontare: i soldati della CELL e i Cef. Come sempre, la chiave di volta delle meccaniche di gioco è rappresentata dalla Nanotuta, i cui immani poteri permetteranno al giocatore di risolvere ogni tipo di situazione e cambiare a piacimento il proprio stile di combattimento. Si può decidere di distruggere tutto ciò che si muove sparando all'impazzata, e attivando l'abilità corazza, che incrementa sensibilmente la resistenza ai danni. Se, invece, si ama eliminare le proprie vittime di soppiatto, allora si può attivare la modalità occultamento, che rende invisibile il buon Prophet per un determinato lasso temporale e grazie alla quale può compiere delle esecuzione alle spalle dei malcapitati di turno.
Novità assoluta è la presenza dell'arco composito, che consente di eliminare qualsiasi tipo di avversario dalla distanza e senza allertare gli altri presenti, in maniera decisamente più efficace di quanto facesse un fucile con la canna silenziata in Crysis 2. In questo modo le dinamiche stealth acquisiscono sicuramente maggior fascino e offrono un ventaglio d'azioni più ampio. A nostro modo di vedere, per quanto riguarda l'azione furtiva, si sarebbe potuto fare qualcosa di più, come si dice: “abbiamo fatto 30, facciamo 31”. Tutti i processi piuttosto raffinati che portano il giocatore a muoversi, aggirare i nemici e poi colpirli, vengono in parte vanificati dall'impossibilità di occultare i cadaveri e, quindi, viene molto difficile (per non dire, impossibile) riuscire ad eliminare tutti i nemici di un livello senza essere scoperti.

UNA NANOTUTA CHE SA DI MINESTRA RISCALDATA
Lo sviluppo di ogni livello è identico al secondo capitolo: si attiva il visore per controllare tutti i nemici presenti nell'area (e anche munizioni, armi e pack di potenziamento) – contrassegnati da dei triangoli bianchi – che poi si marchiano in modo da avere sempre sott'occhio la loro posizione e il loro stato di allarme (triangolo azzurro, giallo o rosso). Una volta fatto ciò, sarà a totale discrezione del giocatore decide come agire e se si vuole mantenere un profilo basso, e quindi agire come un silenzioso assassino, o eliminare tutti i presenti in puro stile Rambo. Durante lo svolgimento dei livelli entra in gioco una piccola novità, che riguarda il bypassare sistemi di sicurezza, torrette nemiche o alcune tipologie di alieni. Ad eccezione di queste piccole digressioni e alla presenza dell'arco, che sono aggiunte minori, l'intera esperienza di gioco non offre delle novità di rilievo, ma sembra che gli sviluppatori abbiano voluto andare sul sicuro, riprendendo in ogni aspetto la formula e le meccaniche di Crysis 2 senza inserire qualche nuova ed innovativa formula.

 Sarà possibile completare anche delle quest secondarie, la cui risoluzione può portare dei reali benefici allo svolgimento della campagna principale - Crysis 3
Sarà possibile completare anche delle quest secondarie, la cui risoluzione può portare dei reali benefici allo svolgimento della campagna principale

Ritorna praticamente immutata la personalizzazione delle armi, con la possibilità di aggiungere innesti, modificare la canna e il mirino, mentre è stato ripensato quasi in toto il sistema di crescita, che ora è basato su delle valigette di potenziamento, il cui ritrovamento all'interno dei livelli conferisce al giocatore dei punti che può utilizzare in qualsiasi momento per sbloccare degli upgrade, fino ad un massimo di sedici, ma, come per il precedente capitolo, ne può mantenere attivi solamente quattro alla volta. Cambia la forma con cui si potenzia il buon Prophet, ma, anche in questo caso, non il contenuto. Interessante la possibilità di migliorare l'efficacia dei pacchetti di upgrade sbloccando determinati obiettivi legati appunto all'abilità migliorata, ad esempio, effettuare 25 uccisione furtive ottimizza il potenziamento relativo all'abilità stealth.

DUE NANOTUTE SON MEGLIO DI UNA
Crysis 3 offre una componente multigiocatore molto ricca, che affonda le radici nel secondo capitolo. Oltre alle varie modalità prese appunto da Crysis 2, ne è stata aggiunta una davvero molto interessante: Hunter. In questa sfida due giocatori vestono i panni del predatore, con tanto di nanotuta, arco compound e invisibilità illimitata, e dovranno eliminare gli altri giocatori che sono invece dei semplici soldati CELL. Una volte che questi ultimi vengono eliminati, rinascono cacciatori e ci rimangono fino alla fine del match o quando uno dei due team viene sconfitto. Anche se in maniera meno articolata rispetto a titoli come Call of Duty o Battlefield, Crysis 3 presenta un sistema di personalizzazione e crescita online attraverso i punti esperienza abbastanza valido e arricchito da un buon numero di armi e perk. Grazie alla peculiarità di gameplay offerto dai poteri della nanotuta, soprattutto dall'invisibilità, il mutliplayer di Crysis 3 si distingue dalla concorrenza e diviene una valida alternativa, capace di offrire molte ore di sano divertimento supplementare alla già ottima campagna singolo giocatore.

Prevedibilmente, e disponendo ovviamente della necessaria "forza bruta" per farla girare al massimo delle impostazioni, la versione PC di Crysis 3 è di gran lunga quella tecnicamente più impressionante - Crysis 3
Prevedibilmente, e disponendo ovviamente della necessaria "forza bruta" per farla girare al massimo delle impostazioni, la versione PC di Crysis 3 è di gran lunga quella tecnicamente più impressionante

Dal punto di vista tecnico Crysis 3 è un vero e proprio spettacolo, uno dei maggiori capolavori di grafica di questa generazione. Alla portentosa potenza di calcolo del motore grafico CryEngine 3 si affianca uno stile estetico e una ricercatezza nel level design davvero ispirati, dove l'inesorabile forza della natura si intreccia con la precarietà dell'uomo, rappresentata dalle macerie di una New York devastata dall'invasione aliena. Buono il doppiaggio in lingua italiana e sempre eccellenti le colonne sonore realizzate dal compositore tedesco Hans Zimmer, le cui musiche impreziosirono con efficacia anche il precedente capitolo.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Crysis 3 si conferma un ottimo sparatutto in prima persona, capace di far divertire ed esaltare grazie a quella sua particolare formula di gameplay, che mescola con perizia una marcata libertà d'azione agli eccezionali poteri della Nanotuta. Peccato che rispetto al predecessore manchino novità di peso, ma, anche andando sul sicuro, Crytek è riuscita a concludere piuttosto bene la saga di Prophet. Forse si poteva fare osare qualcosa di più, ma resta tuttavia un degno testamento.

Commenti

  1. And93rea

     
    #1
    Gioco ECCEZIONALE !!! La Grafica è impressionante , i Ragazzi della Crytek si sono superati .......;))))
  2. Nino Valenti

    #2
    Salve ai signori di Nexgame; suono nuovo di questo forum, anche se conosco il sito da diversi anni ormai.

    Volevo sapere se qualcuno mi può aiutare ruguardo un problema di crash su Crysis 3 versione X360? mi spiego meglio:

    Sono alle battute finali del gioco, esattamente:

    SPOILER:
    Appena aver battuto il Cef alpha, appena conclusa la battaglia ammiro la sequenza non interattiva, ma alla chiusura di questa, non appena il protagonista vien risuchiato dal ponte di Einstein, schermata nera e non carica la schermata successiva....... ho provato anche ad disinstallare il game dall'HD, ma nulla... ripeto la sequenza e va in crash sempre allo stesso punto.........
    Non mi pare che sia un problema di lettore (ho avuto già in passato un problema analogo) anche perchè con gli altri software gira a meraviglia, possibile che sia dovuto ad un aggiornamento uscito e installato qualche giorno fa su Live????

    Grazie in anticipo per eventuali risposte!!!
  3. utente_deiscritto_116

     
    #3
    Caricando da disco dà lo stesso problemi?
  4. Nino Valenti

    #4
    Si ho disinstallato il game e lanciato da disco, ma si ripresenta lo stesso problema evinco anche leggeri cali di framerate durante il combattimento....
  5. utente_deiscritto_116

     
    #5
    Direi che è il caso di cambiarlo.
  6. Nino Valenti

    #6
    Cosa console o dvd?
  7. utente_deiscritto_116

     
    #7
    Come non detto.

    Incuriosito, ho indagato un po' dalle parti di EA, sembra che in effetti sia un bug noto, anche se su due copie diverse non è capitato né su 360 né su PS3. Dovrebbe arrivare una (ennesima ^___^') patch in questi giorni.

    Copio&Incollo; dalla (lunga) buglist

    Single Player also receives the following fixes:

    Fix for crash when loading a checkpoint under certain circumstances during
    Qua il resto
    http://www.mycrysis.com/forums/viewtopic.php?f=58&t;=60966

    Non hanno dato tempistiche, però, dato che hanno fatto uscire tipo 2-3 patch diverse per mettere mano a tutti i bug. Cose belle.




    Adesso avete capito perchè non hanno mandato codici prima dell'uscita...
  8. Nino Valenti

    #8
    Ti ringrazio......... Gentilissimo!!!! ^_^ anche perchè stavo cominciando a preoccuparmi che il lettore stesse per salutarmi, ma a quanto pare va a meraviglia con gli altri giochi (questa è la terza X360 che acquisto causa rottura delle altre fuori garanzia, nonostante le tratti con i guanti); probabilmente, è legato anche al tipo di hardware/software e altre problematiche legate alle diverse versioni delle console........ Un problema similare mi era capitato eoni fà con la PS2 Slim, se non sbaglio con Time Crisis 3 che sul modello fat girava a meraviglia, mentre su Slim "crashava"........ peccato no esistessero le patch...... ma sto andando OT.....
    Non mi resta che attendere sta benedetta patch, speriamo presto (bei tempi lontani SNES)!!!
    Grazie Ancora!!!
  9. Nino Valenti

    #9
    Cmq leggendo il link su, e qua e la tra vari post in giro, sembra proprio che il problema è comune alle tre versioni........
    strano pero che non venga portato nelle news dei vari siti anche italiani, visto che si tratta di un problema abbastanza grave (non è possibile terminare la campagna).......
  10. utente_deiscritto_116

     
    #10
    Beh, un bug è un bug proprio perchè si presenta su base random. Paradossalmente, se capitasse a tutti sarebbe meglio, perchè alla fine sarebbe uscito fuori dopo un paio di giorni e sarebbero stati costretti a liberarsene subito. Per capirci, su tipo 4 copie di varie piattaforme console che girano in redazione non mi risulta che nessuno abbia avuto blocchi, io per primo (PS3). E l'ho finito un paio di volte, bada. Problemi grafici (armi che spariscono, fisica che impazzisce, elementi dell'hud che si inceppano, prompt non visualizzati) sì, ma questo - tristemente - lo metto in conto per qualsiasi gioco.
Continua sul forum (16)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!