Genere
Rhythm Game
Lingua
Italiana
PEGI
12+
Prezzo
49,90 Euro
Data di uscita
10/11/2010

Dance Central

Dance Central Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
MTV Games
Sviluppatore
Harmonix
Genere
Rhythm Game
PEGI
12+
Distributore Italiano
Microsoft
Data di uscita
10/11/2010
Lingua
Italiana
Giocatori
2
Prezzo
49,90 Euro
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Dolby Surround

Lati Positivi

  • Immediato e coinvolgente
  • Ottima colonna sonora
  • Interfaccia splendida

Lati Negativi

  • Multiplayer limitato
  • Manca una modalità carriera

Hardware

Per giocare a Dance Central sono necessaria una Xbox 360, una copia del gioco originale e la periferica Kinect.

Multiplayer

Dance Central offre come unica opportunità di gioco multiplayer la possibilità di affrontare un amico alternandosi su un singolo brano.

Link

Recensione

Chi vuol esser ballerino

Divertirsi non è mai stato così semplice.

di Nikola Togut, pubblicato il

Se esiste un titolo che, più di ogni altro, porta con sé una buona dose di aspettative sulle potenzialità di Kinect questo è sicuramente Dance Central. Le premesse, infatti, sono di tutto rispetto: titolo sviluppato da Harmonix, totale assenza di qualsiasi periferica di gioco, grande appeal per il pubblico di tutte le età. E possiamo anticipare già da subito che il nuovo nato è sicuramente uno dei migliori (se non il migliore) dei titoli di lancio di Kinect, la nuova periferica di casa Microsoft, anche se non mancano alti e bassi, normali per una serie che muove i suoi primi passi nell'assai vasto panorama dei rhythm game.

BENVENUTI NEL TERZO MILLENIO

Una volta avviato il gioco, la cosa che colpisce di più dopo la bellissima introduzione è sicuramente il sistema di gestione dei menu: grazie all'uso di Kinect basterà dare uno schiaffetto alla voce evidenziata per selezionare l'opzione richiesta, realizzando in una volta sola uno dei sogni più nascosti degli amanti dei film di fantascienza, ovverosia quello del totale controllo fisico di un'interfaccia. Il sistema funziona talmente bene da risultare, a conti fatti, un vero e proprio punto di riferimento in grado di superare anche la già buona dashboard presente sulla console. La differenza risiede sostanzialmente nella velocità di esecuzione e in quella sensazione, ovviamente fittizia, di interagire per davvero con qualche cosa che alla fine tanto tangibile (per ovvi motivi) non lo è.
Muovendosi nelle opzioni non ci vorrà poi molto per accorgersi di come, purtroppo, le possibilità offerte non siano poi così molte a livello di scelta: non sono presenti modalità tipo "carriera" né il gioco online, ed è ovvio provare un certo disappunto a causa di queste mancanze, specie se consideriamo che Dance Central, controller innovativo o meno, deve in ogni caso fare i conti con una concorrenza sempre più agguerrita nel suo genere di appartenenza. Passato lo sconforto iniziale, ad ogni modo, non ci vorrà poi molto per farsi prendere dall'entusiasmo: un rapido "click" e siamo già in pista.

BALLA, BALLA MORENA!

Davvero ricco il bouquet di scelta della colonna sonora: si passa dalle classiche hit come Poker Face di Lady Gaga ai No Doubt, a Kylie Minogue, passando per Jay Sean e dal remix di Body Movin' di Fat Boy Slim. Insomma una trentina abbondante di tracce che svariano nel genere dell'hip-hop e della dance, tutte immediatamente selezionabili e ballabili a diversi livelli di difficoltà. Perché a conti fatti ciò che il titolo di Harmonix ci chiede di fare è semplicemente uno: ballare immediatamente e sfogarsi davanti alla tv come se fossimo dei provetti ballerini.
Per raggiungere questo risultato il gioco ci viene incontro con una modalità di allenamento, capace di suddividere tutti i passi di ballo e farceli ripetere fino alla corretta esecuzione. Si tratta di un aiuto fondamentale: sebbene il gioco offra un approccio molto immediato fin dalle prime esibizioni in pista, riuscire ad avanzare di livello per portarsi a casa tutte le cinque stelle di ogni ballo richiede invece un giusto impegno, specialmente per quelle tracce che metteranno a dura prova il nostro senso del ritmo (per non parlare della modalità "boss", in cui è necessario eseguire una serie di brani in sequenza continua).

AL BANCO DI PROVA

L'aspetto di maggior interesse rimane naturalmente quello di gioco vero e proprio, e del relativo funzionamento della periferica. Scelta la canzone, Dance Central ci immergerà in uno scenario (con tanto di pubblico di contorno) per affrontare assieme al nostro alter-ego digitale tutti i passi previsti. Ci basterà seguire quest'ultimo come se ci trovassimo davanti a uno specchio, avendo cura di dare un'occhiata alle mosse previste sia in tempo reale che a quelle in divenire. Il sistema ricalca pedissequamente ciò che abbiamo già visto in tanti altri giochi dedicati alla musica, mettendo immediatamente a proprio agio il giocatore soprattutto grazie al funzionamento davvero preciso di Kinect. Certamente lo spazio "fisico" richiesto per eseguire le mosse è notevole, ma una volta posizionati nel modo corretto e presa confidenza con il sistema, il divertimento "esplode" letteralmente. Muoversi seguendo i corretti passi, alternare il ritmo, mettere in pista le mosse finali è un'esperienza che definire galvanizzante è davvero riduttivo.
Mai prima d'ora ci era capitato di farci coinvolgere in questo modo da un titolo che fa della semplicità, ma al tempo stesso dell'estrema precisione, il suo punto di forza. Kinect in questo svolge alla perfezione il proprio ruolo, indicandoci gli eventuali errori commessi, galvanizzandoci quando avremo messo in pratica la giusta sequenza, e facendoci sbellicare dalle risate quando scenderà in campo fotografandoci in azione durante il piccolo intermezzo di ballo libero previsto in ogni canzone. Se il buongiorno si vede dal mattino allora c'è di che rallegrarsi in vista dei prossimi episodi della serie.

VARIE ED EVENTUALI

Come avevamo anticipato a inizio recensione dobbiamo però constatare come purtroppo "non sia tutto oro quel che luccica". Se da un lato l'immediatezza, la precisione nel rilevamento dei movimenti del giocatore, la giusta colonna sonora e un buon impianto grafico rendono davvero giustizia al lavoro svolto da Harmonix rimane da prendere in considerazione ciò che rappresenta il punto debole del gioco, ovverosia il lato multiplayer. Non sono infatti previste modalità di gioco online, né tanto meno grosse opportunità di sfida in locale.
L'unica possibilità, da questo punto di vista, rimane quella di alternarsi con un amico durante un singolo ballo, protratto più a lungo nelle sue strofe in modo da mettere i concorrenti alla pari di fronte al punteggio finale. Un po' poco sinceramente, anche perché se la mancanza di un gioco in contemporanea può essere giustificato dalla giovinezza della periferica e del titolo stesso, lo stesso non si può dire per il coinvolgimento almeno dal punto di vista online. La mancanza della modalità carriera alla lunga si fa sentire e l'unica soluzione per allungare il divertimento rimane quello di aggiungere delle tracce audio (in parte già disponibili) dal Marketplace, a fronte ovviamente di apposito esborso monetario.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Ci siamo lasciati ammaliare da Dance Central, e ciò non fa altro che confermare la bontà dell'accoppiata del gioco con Kinect. Malgrado il titolo di Harmonix soffra della tipica sindrome da "primo gioco della serie" (per di più, basato su una periferica "acerba" come Kinect), mettendo in secondo piano aspetti legati al multiplayer e alla longevità in singolo, è innegabile che ciò che resta è degno di un grandissimo videogioco. Divertente, coinvolgente, sfiancante e soddisfacente: Dance Central viene promosso a pieni voti ed entra di diritto nella lista dei "must have" per tutti i possessori dell'ultima periferica Microsoft.

Commenti

  1. Stefano Castelli

     
    #1
    toghy ha scritto:
    Chi vuol esser ballerino: Divertirsi non è mai stato così semplice.
    In effetti è un gioco tanto divertente quanto impressionante. Se si vuole avere un'idea chiara della precisione e delle potenzialità di Kinect questo è il titolo da provare.
  2. Maximus

     
    #2
    Stefano Castelli ha scritto:
    In effetti è un gioco tanto divertente quanto impressionante. Se si vuole avere un'idea chiara della precisione e delle potenzialità di Kinect questo è il titolo da provare.
    Ci sto giocando un po' adesso ed è impressionante. Le mosse di ballo sono completissime, ed è assurdo come riesce a capire se stai sbagliando e con quale parte del corpo.
    Intanto sono sudato fradicio...e a cercare di coordinarmi mi sono ribaltato a terra più di una volta. :DD

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!