Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 64,90
Data di uscita
5/2/2010

Dante's Inferno

Dante's Inferno Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
Visceral Games
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
5/2/2010
Data di uscita americana
9/2/2010
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 64,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Dolby Surround

Hardware

Per giocare sarà necessaria una confezione originale di Dante's Inferno, un joypad e una cosole a scelta fra Xbox 360 e PlayStation 3.

Multiplayer

Per il momento non sono annunciate modalità multigiocatore.

Link

Eyes On

Dante come non l'abbiamo mai visto

Nel mezzo del cammin di nostra vita...

di Federico Pompili, pubblicato il

Dopo aver stupito tutti entrando dalla porta principale nel campo dei survival horror con un titolo inaspettato qual'è Dead Space, Electronic Arts ci riprova con il genere degli action game in terza persona. L'ambientazione è epica ed evocativa, il personaggio super muscoloso e carismatico e ha tanti, tanti mostri infernali (è proprio il caso di dirlo!) con cui vedersela. Se il naturale concorrente di Dante's Inferno (God of War di Sony, attualmente in sviluppo nella sua terza incarnazione per PlayStation 3) prende ispirazione dalla mitologia greca, il videogioco sviluppato da EA Redwood Shores (già autori del suddetto Dead Space) ha l'onore e l'onere di pescare a piene mani dall'opera letteraria italiana più significativa di tutti i tempi: la Divina Commedia del Sommo Poeta, Dante Alighieri. Trasformato per l'occasione da scrittore in macchina da combattimento...

L'opera rivisitata

Come accennavamo poco fa, il protagonista Dante che andremo a controllare non è ovviamente il poeta che noi tutti abbiamo imparato a conoscere sui banchi di scuola, ma un soldato di ritorno dalle crociate; il gioco, infatti, è ambientato circa due secoli prima rispetto all'opera letteraria, proprio ai tempi delle guerre in Terra Santa. Il nostro eroe tornando a casa, trova la sua amata, Beatrice, morta e rapita da nientemeno che Lucifero. Armato di una totale determinazione a riportare indietro la compagna, il prode Dante, deve subito affrontare la Morte, che una volta sconfitta, lascia al nostro la sua falce, che egli userà come arma principale durante la discesa agli inferi.
L'idea di fondo prende chiaramente ispirazione dall'Inferno, primo libro della trilogia di Alighieri, ma anche e soprattutto dalla visione che ne ha dato Wayne Barlowe nelle sue tavole. Barlowe, già illustratore per opere cinematografiche come Babylon 5, Blade II, Hellboy ed Harry Potter, ha avuto questa volta un ruolo più determinante, lavorando fianco a fianco agli sviluppatori per creare un design di ambientazioni e mostri che fossero funzionali al gameplay. La strada per raggiungere il re del male passerà attraverso nove livelli, come nove sono i gironi, che presentano sfide e design peculiari e ben distinti fra loro, fino ad arrivare allo scontro finale con Satana. Nella versione letteraria originale il Sommo Poeta è accompagnato durante la discesa da Virgilio, che nella forma digitale passa al ruolo di mera voce di accompagnamento. Le differenze dallo scritto originale non sono poche, come per esempio Caronte tramutato da traghettatore a vero e proprio "traghetto vivente", e sicuramente questo non mancherà di suscitare qualche discussione alla luce della libera reinterpretazione della Divina Commedia, delle tematiche toccate e di un vena di blasfemia che aleggia su tutto il titolo.

Dallo spazio ai gironi dell'inferno

Il motore tecnologico che sta dietro al progetto altro non è che lo stesso di Dead Space: Electronic Arts ha intenzione infatti di portare avanti svariati progetti con esso e dunque gli sviluppatori hanno creato un engine polivalente, che ben si adatta a ogni esigenza, che sia un cunicolo buio di un'installazione spaziale o un caldo girone dell'inferno pieno di mostri gargantueschi. Quello che si sono prefissi i ragazzi di Redwood Shores è avere un aggiornamento dello schermo fisso a sessanta fotogrammi al secondo in tutte le situazioni, al fine di mantenere una fluidità d'azione costante in ogni circostanza. In questo caso la visuale è stata impostata più lontana dal personaggio rispetto a quella da dietro le spalle di Isaac Clark (protagonista dell'horror fantascientifico sorpresa del 2008) dato che abbiamo a che fare con un gioco di smaccato stampo "action" e gli avversari su schermo saranno svariati sia come numero sia come forma. Oltre a orde di semplici nemici abbiamo a che fare con gigantesche creature che possiamo controllare noi stessi per massimizzare i danni inflitti ai bersagli o per superare particolari boss. Per fare questo sembra che sarà necessario dapprima attaccare la creature e poi tramite una sorta di Quick Time Event abbatterne il conducente, così da prenderne il posto alle redini. Si tratta di situazioni mutuate, appunto, da giochi come God of War piuttosto che Shadow of the Colossus. Come già accennato in precedenza l'arma principale che avremo a disposizione durante la nostra avventura è la falce della Morte che ci permetterà di portare attacchi leggeri o pensanti ed effettuare combo micidiali, ma non è l'unico modo che ha Dante per battere i nemici che si frapporranno tra lui e la amata Beatrice: avremo sempre con noi anche un crocifisso che ci permetterà di usare particolari magie d'attacco e in fronte a un nemico arreso la decisione (previa prova da superare) di punire o assolvere il peccatore; la ricompensa sarà maggiore energia ricavata per il protagonista, come succedeva in BioShock con le sorelline e l'Adam.

Ai posteri l'ardua sentenza

Quello di portare un'opera come la Divina Commedia sugli schermi dei videogiochi è un progetto ambizioso e potrebbe fare storcere il naso ai puristi estimatori dell'italico scrittore, specialmente nel nostro paese che è la sua patria natia. Bisogna dare atto a Electronic Arts di essersi imbarcata in qualcosa di molto impegnativo: accostare un gameplay d'azione a un'ambientazione classica come quella dell'Inferno di Dante non è cosa semplice. Il produttore esecutico Jonathan Knight ha assicurato però varietà per ogni livello, con situazioni molto differenti fra loro al fine di mantenere una certa freschezza e alto l'interesse dall'inizio alla conclusione del gioco. Non ci resta che aspettare una prova più approfondita per saggiare con mano lo stato dei lavori: l'appuntamento nei negozi è al momento indicato per l'inizio del 2010.


Commenti

  1. utente_deiscritto_35795

     
    #1
    "l'appuntamento nei negozi è al momento indicato per l'inizio del 2010."

    :'(
  2. Zendo

     
    #2
    ...meglio cosi'...almeno ci metteranno tutta la cura necessaria:basta action mediocri!
    ...chissà che fico lo scontro finale con Satana!!!:DD
  3. luke905

     
    #3
    Sembra davvero molto promettente: God of War III potrebbe trovare finalmente un degno rivale...
  4. Zendo

     
    #4
    luke905 ha scritto:
    Sembra davvero molto promettente: God of War III potrebbe trovare finalmente un degno rivale...
      nooooooo...non fare quel paragone che poi qualcuno si arrabbia...:asd:
  5. Gatsu_Ecatombe

     
    #5
    boh a me nn ispira per niente.... Almeno potevano cambiare personaggio principale...
  6. Tambok

     
    #6
    Gatsu_Ecatombe ha scritto:
    boh a me nn ispira per niente.... Almeno potevano cambiare personaggio principale...
      mh,ma infatti non è mica Dante Alighieri :DD


  7. Kit Fisto

     
    #7
    Tambok ha scritto:
    mh,ma infatti non è mica Dante Alighieri :DD
     In realtà si, ma è completamente un'altra persona.
  8. JonnyCabana

     
    #8
    Povero Dante... speriamo non venga fuori una copia di God of War, il che non sarebbe neanche male, ma per l'Inferno mi piacerebbe avere sottomano qualcosa di più cervellotico, con riferimenti nascosti, atmosfere di mistero... non soltanto un ammazzammazza


    tanto lo so che sarò deluso 8-(
  9. Kit Fisto

     
    #9
    JonnyCabana ha scritto:
    Povero Dante... speriamo non venga fuori una copia di God of War, il che non sarebbe neanche male, ma per l'Inferno mi piacerebbe avere sottomano qualcosa di più cervellotico, con riferimenti nascosti, atmosfere di mistero... non soltanto un ammazzammazza


    tanto lo so che sarò deluso 8-(
    Beh, che sarà un action/slasher è più che chiaro. Gli sviluppatori hanno anche affermanto che vogliono variare le situazioni di gioco il più possibile, quindi ci stanno sicuramente QTE, puzzle e cose varie, ma di base sarà un God of War all'inferno.
  10. JonnyCabana

     
    #10
    Kit Fisto ha scritto:
    Beh, che sarà un action/slasher è più che chiaro. Gli sviluppatori hanno anche affermanto che vogliono variare le situazioni di gioco il più possibile, quindi ci stanno sicuramente QTE, puzzle e cose varie, ma di base sarà un God of War all'inferno.
     già, quello che mi aspetto ma non quello che vorrei U_U almeno speriamo sia fomentoso come GoW!
Continua sul forum (11)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!