Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
16/6/2011

Dawn Of Fantasy

Dawn Of Fantasy Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
505 Games
Sviluppatore
Reverie World Studios
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
16/6/2011

Lati Negativi

  • Lati Negativi - Uno per riga

Hardware

I requisiti minimi parlano di sistema operativo Microsoft windows XP,processore da 2.4 GHz, 1 GB di RAM, 8 GB di spazio libero su disco e scheda video compatibile Direct X 9.0 con 128 MB di RAM. Lo abbiamo provato su un PC assemblato Core2 Quad 9550, 4 GB di RAM e scheda video Ati Radeon HD 4850, riscontrando non pochi rallentamenti in alcune fasi particolarmente "ricche" di elementi su schermo.

Multiplayer

Il gioco, in quanto MMORTS, si sviluppa quasi interamente online, ma riserva una modalità per giocatore singolo dedicata a chi preferisce combattere offline.

Modus Operandi

Abbiamo avuto modo di partecipare alla beta del gioco grazie a un accesso fornitoci dal distributore italiano. L'abbiamo provato per qualche giorno durante una delle più recenti sessioni. In questa occasione, ci siamo potuti fare un’idea dell’impostazione generale di Dawn of Fantasy, e muovere i primi passi nelle varie modalità di gioco a disposizione.

Link

Hands On

Online e non solo

Il sistema di combattimento e le opzioni offline.

di Jacopo Mauri, pubblicato il

Parlando poi in maniera più specifica dei combattimenti, emerge sicuramente il carattere “massivo” del tutto: al giocatore non viene infatti affidato il controllo di singole unità, bensì di interi plotoni da gestire collettivamente. L’idea degli sviluppatori, infatti, sembra essere molto chiara: puntando a scontri su larga scala, in cui vengono coinvolte decine se non addirittura centinaia di unità sul campo di battaglia, il fine ultimo è di spingere sul fattore spettacolarità, consentendo ai giocatori di dar vita a eserciti enormi in grado a loro volta di “esplodere” in devastanti confronti diretti di dimensioni epocali. In questo, il fattore strategico dovrebbe essere garantito dal classico sistema di efficacia/vulnerabilità: ogni genere di unità gode infatti di particolari vantaggi rispetto ad altre, ma possiede sempre anche debolezze che devono essere attentamente considerate prima dello scontro.

Schierare l'esercito prima di un attacco è sempre un'operazione molto emozionante - Dawn Of Fantasy
Schierare l'esercito prima di un attacco è sempre un'operazione molto emozionante

Ed è proprio parlando di equilibri sul campo di battaglia che diventa fondamentale la presenza di tre differenti razze tra cui il giocatore può scegliere: umani, elfi e orchi sono pronti a darsi una volta di più aspra battaglia, in un assortimento che - non facendo certo dell’originalità il proprio cavallo di battaglia - punta se non altro sulla familiarità delle componenti in gioco. Avremo dunque a che fare con i classici orchi, dalla notevole potenza bellica e molto dinamici nelle strategie di combattimento; gli elfi spiccano invece per una profonda componente tattica e una rara efficacia negli scontri a distanza. In tutto questo, ovviamente, la fazione umana si colloca nell’immancabile via di mezzo, offrendo potenzialità tattiche equilibrate e rese interessanti da spunti in grado di evitare la banalità, consentendo anche a questa razza di risultare letale e duttile.

Non solo online

Abbiamo parlato di Dawn of Fantasy come di un MMORTS, ed è tutto vero. Ciò non toglie, comunque, che gli sviluppatori di Reverie World Studios abbiano voluto mantenere anche un collegamento con il caro e vecchio “offline”, costruendo un’apposita modalità di gioco dedicata a chi volesse mantenere un approccio più solitario, o se non altro concedersi un po’ di sana asocialità tra un’incursione online e l’altra. La modalità Kingdom Wars, ad esempio, si configura come una sorta di campagna offline, che prende però spunto dalle meccaniche MMO per dare maggiore profondità all’esperienza di gioco. Molto corposa, questa modalità focalizza l’attenzione sullo scontro vero e proprio, limitando invece i compiti relativi a produzione e gestione delle risorse. Non per questo il tutto sarà comunque meno interessante, vista la possibilità di progredire in maniera esponenziale durante la partita.

La mappa di gioco, che segmenta e organizza il mondo in cui dar vita alle nostre battaglie - Dawn Of Fantasy
La mappa di gioco, che segmenta e organizza il mondo in cui dar vita alle nostre battaglie

Molto interessante ci è sembrata anche la modalità assedio, nella quale bisogna difendere una roccaforte da ondate crescenti di eserciti nemici. Differenti approcci strategici consentono di sperimentare molteplici soluzioni tattiche, in cui tentare di valorizzare al meglio l’unicità delle proprie truppe così come accade in altri strategici su ampia scala. La chiave di volta, come sempre, sta nel riuscire a far sì che la qualità prevarichi la quantità: tentativo per ora piuttosto riuscito, ma sul quale i programmatori dovranno necessariamente tornare per affinare sia il bilanciamento che la fluidità generale del tutto, apparsa per ora non esattamente impeccabile.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!