Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
9/9/2011

Dead Island

Dead Island Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Deep Silver
Sviluppatore
Techland
Genere
Azione
PEGI
18+
Data di uscita
9/9/2011
Giocatori
4

Hardware

Dead Island è in sviluppo su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

Multiplayer

Nell'economia di gioco rappresenta una forte componente.

Link

Anteprima

Zombi tropicali

Faccia a faccia con un paradiso naturale in decomposizione.

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

È innegabile che l'imperscrutabile trailer di Dead Island, ormai in circolazione dal 18 febbraio, abbia funzionato alla perfezione, generando hype a galloni attorno al prossimo e chiacchieratissimo titolo di Techland. La presentazione a porte chiuse che gli sviluppatori del gioco hanno riservato alla stampa durante la penultima giornata di GDC, dunque, ha finalmente alzato il sipario e svelato ogni curiosità in merito: Dead Island – stando a quanto mostrato in video - sarà uno zombi slah con marcate componenti action-GdR.
Le dichiarazioni ufficiali che hanno accompagnato l'evento, inoltre, sono state chiare e inequivocabili: "Con Dead Island abbiamo intenzione di creare un nuovo genere: zombie/action-RPG. Vogliamo distinguerci nella maniera più assoluta da titoli quali Dead Space o Resident Evil, nei quali il terrore è generato proprio dai tempi morti e di attesa. Noi di Techland siamo per un approccio più diretto, con gli zombi che ti aggrediscono per direttissima, senza mezze misure".
Il paragone con Dead Rising e le sue orde di non-morti che aggrediscono il giocatore sorgerebbe spontaneo, se non fosse che…

TROPIC HORROR

L'ambientazione di Dead Island è ormai arcinota: il Royal Palm Resort nell'isola di Banoi in Papua Nuova Guinea sarà l'inconsueto teatro dell'azione, fatto di spiagge turistiche, acque cristalline, vacanzieri in panciolle e procaci bellezze al bagno (nel video mostrato, però, periscono subito al massacro). Insomma, ancor più di quanto fece Resident Evil 5 e l'orrore in piena luce diurna, l'inconsueto contorno che fa da sfondo al titolo di Techland mostrerà le mille idiosincrasie di una zombie apocalypse da consumarsi al caldo dei tropici e da fronteggiare alla meno peggio, principalmente all'arma bianca. Infatti, così com'è vero che i villaggi turistici non abbondano certo di polvere da sparo, mitragliatori, torrette con cannoni e fucili a canne mozze, la prima "novità" che introdurrà Dead Island sarà una costrizione: sopravvivere all'orrore sfruttando solamente le armi che l'ambientazione saprà offrire ai più attenti (ovverosia tutti oggetti contundenti disseminati nel resort, anche a costo di assemblarne di nuovi). Anche i veicoli, hanno garantito gli sviluppatori, potranno essere utilizzati come armi, guidando all'impazzata per travolgere e spazzare via chiunque ci si parerà dinanzi. "Close combat", dunque, sarà la parola d'ordine per cavarsela in quel marasma mortale, concitato e così tanto feroce.

ZOMBI'S STAMINA

Giacché Dead Island supporterà il multiplayer cooperativo fino a quattro partecipanti ("drop-in, drop-out", per uscire e entrare velocemente nella partita con altri amici), ci saranno quattro personaggi stereotipati da impersonare: il tipo grosso e tosto, l'assassino scaltro, il tuttofare e il leader carismatico, ognuno con il proprio background e caratteristiche fisiche specifiche. Tamburellare dissennatamente sui tasti del joypad per sbrigarsela contro gli zombi, infatti, porterà al pericoloso consumo di stamina (ovvero la resistenza che condiziona la corsa del personaggio e la forza con cui menerà le mani). Sarà qui, dunque, che la componente ruolistica di Dead Island potrà emergere con forza: ogni personaggio disporrà di tre abilità da coltivare e migliorare di missione in missione. Nella prova condotta dagli sviluppatori, ad esempio, abbiamo assistito alla cosiddetta "furia", addirittura in grado di aggredire zombi praticamente a mani nude, complice la momentanea foga e forza accresciuta nel "tank" in azione. In seguito ad ogni uccisione, inoltre, aumenteranno contestualmente i valori di attacco, agilità o esperienza, oltre a sbloccare nuove e letali tecniche di combattimento.

FIRST VIEW DEAD

Al di là della struttura aperta fatta di missioni e sottomissioni, quel che distingue in maniera sostanziale Dead Island da Dead Rising è palese e pulsa sotto gli occhi di ogni giocatore: la visuale in soggettiva adottata, in grado di generare livelli d'immedesimazione inconsueti per un videogioco a base di zombie (che nella tradizione classica procede con la visuale in terza persona). Sebbene quanto mostrato dagli sviluppatori sia ancora da ritenersi a uno stadio preliminare e non passibile di un giudizio approfondito, bisogna ammettere che il motore grafico di Dead Island dispone di una tecnologia lodevole (proprietaria della software house polacca), in grado di muovere e animare il paradiso tropicale in maniera sbalorditiva e realistica. I colori (del sangue in particolar modo) appaiono vividi e i riflessi ambientali conturbanti, le texture pregevoli e le animazioni dei personaggi (sebbene non ancora definitive, da ritoccare qui e là) sembrano poter restituire tutto il piacere dello smembramento strategico dei non-morti che affollano le spiagge, sorseggiando Piña Colada sotto il sole dei tropici. Non resta che attendere ulteriori prove sul campo, magari con le mani incollate sul joypad, per esprimere un parere ancor più accurato. La sensazione per quel poco che ci è stato concesso di vedere (senza toccare) è che, sebbene sia evidente che i singoli aspetti di Dead Island non rappresentino nulla di così particolarmente innovativo o sensazionale nel settore dei videogiochi, è proprio nella somma delle incommensurabili parti del titolo di Techland che sta l'inedito. L'hype è appena entrato in circolo.


Commenti

  1. PaulVanDyk

     
    #1
    mamma mia non vedo l'ora di iniziare a smembrare, sperando finalmente di potermi sbizzarrire nel tritare migliaia di zombi senza le missioni a tempo che mi hanno un po rotto le pelotas. Voglio sangue e pezzi di di zombacci ovunque.
    Una domanda, nell'anteprima si parla di visuale in soggettiva, ma dalle immagini pare piuttosto in terza persona. Si potrà giocare con entrambe le visuali?
  2. SixelAlexiS

     
    #2
    PaulVanDyk ha scritto:
    mamma mia non vedo l'ora di iniziare a smembrare, sperando finalmente di potermi sbizzarrire nel tritare migliaia di zombi senza le missioni a tempo che mi hanno un po rotto le pelotas. Voglio sangue e pezzi di di zombacci ovunque.
    Una domanda, nell'anteprima si parla di visuale in soggettiva, ma dalle immagini pare piuttosto in terza persona. Si potrà giocare con entrambe le visuali?
     quelli sono solo screenshot.
  3. PaulVanDyk

     
    #3
    SixelAlexiS ha scritto:
    quelli sono solo screenshot.
     quindi è confermato in soggettiva?
  4. en3a

     
    #4
    C'è scritto chiaramente nell'articolo:

    "Al di là della struttura aperta fatta di missioni e sottomissioni, quel che distingue in maniera sostanziale Dead Island da Dead Rising è palese e pulsa sotto gli occhi di ogni giocatore: la visuale in soggettiva adottata, in grado di generare livelli d'immedesimazione inconsueti per un videogioco a base di zombie (che nella tradizione classica procede con la visuale in terza persona)."
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    en3a ha scritto:
    C'è scritto chiaramente nell'articolo:
    "Al di là della struttura aperta fatta di missioni e sottomissioni, quel che distingue in maniera sostanziale Dead Island da Dead Rising è palese e pulsa sotto gli occhi di ogni giocatore: la visuale in soggettiva adottata, in grado di generare livelli d'immedesimazione inconsueti per un videogioco a base di zombie (che nella tradizione classica procede con la visuale in terza persona)."
    si, vabbè, ho anche aggiunto che nelle immagini si vede il personaggio in terza persona, pertanto la mia domanda nasceva proprio dal confronto tra quel che c'era scritto nell'anteprima e le immagini. So ancora leggere per fortuna..
  6. Stefano Castelli

     
    #6
    Fotone ha scritto:
    Zombi tropicali: Faccia a faccia con un paradiso naturale in decomposizione.


    Questo è finito con violenza (facendo qualche vittima...) nella mia top-5-most-wanted per il 2011.

    Sembra davvero fantastico.
  7. Meno D Zero

     
    #7
    Stefano Castelli ha scritto:
    Questo è finito con violenza (facendo qualche vittima...) nella mia top-5-most-wanted per il 2011.
    Sembra davvero fantastico.
      il problema è che sembra troppo bello per essere vero.:asd:
    potenzialmente il concept di gioco è devastante, vediamo se mantengono o come sviluppano le varie caratteristiche promesse.
  8. Gaara80

     
    #8
    Sembra davvero molto carino. Il trailer mi è piaciuto molto, davvero triste e ben fatto. Resto sintonizzato.
  9. Menny

     
    #9
    4 personaggi. multy onlain. Zombie che attaccano in direttissima. Armi contundenti.
    Mi ricorda qualcosa, ma mi sfugge cosa.
    Però mi incuriosisce, attendo qualcosa di più concreto.
  10. Acamantor

     
    #10
    Paradisi tropicali, zombi... Ci sarà anche Laura Gemser? :D
Continua sul forum (20)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!